Sherlock Holmes: notti di terrore

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: A study in terror
Anno: 1965
Genere: giallo (colore)
Regia: James Hill
Note: E non "Sherlock Holmes, notti di terrore" o "Sherlock Holmes - notti di terrore". Storia originale dei fratelli Donald e Derek Ford, liberamente ispirata ai personaggi di Sir Arthur Conan Doyle.
Numero commenti presenti: 7
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/02/10 DAL BENEMERITO IL DANDI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 5/04/14
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Dandi 25/02/10 00:56 - 1847 commenti

I gusti di Il Dandi

Sulle scia di riletture pseudo-horror di Fisher (La furia dei Baskerville, La valle del terrore) arriva il primo film a far incontrare Holmes col coevo Jack lo Squartatore. Purtroppo è una deludente occasione sprecata, perché l'interpretazione del primo è opaca e la ricostruzione delle gesta del secondo molto approssimativa. Personaggi caricaturali, con Holmes troppo pulitino e Watson particolarmente tonto. Inoltre l'identità del serial killer di Whitechapel non è delle più coraggiose. Puro intrattenimento.
MEMORABILE: "Un gentiluomo non porta il tweed in città". -"Ma lei lo porta." -"Ma io sono Sherlock Holmes". Demenziale!

Myvincent 11/08/10 21:43 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Luridi vicoli nebbiosi, muri scrostati, atmosfera malfamata nella Londra ottocentesca... Questo è il posto ideale per Jack lo Squartatore! Ma stavolta dovrà vedersela con le logiche deduzioni di Sherlock Holmes e il caso, ovviamente, sarà brillantemente risolto (ma solo nella letteratura). Ottimo cast per un film godibilissimo e ben fatto. Elementare Watson...

Von Leppe 18/10/15 23:12 - 1049 commenti

I gusti di Von Leppe

Sherlock Holmes non poteva non incontrare il suo concittadino squartatore di Whitechapel... Eccolo quindi muoversi tra i vicoli nebbiosi di Londra e delitti ben fatti, con una discreta quantità di sangue per un film del 1965. L'atmosfera, infatti, è quella tipica degli horror britannici di quegli anni e questo giova al film. La trama forse ha qualche calo e non tutto è risolto per il meglio, ma i personaggi sono ben caratterizzati.

Cotola 13/12/15 23:41 - 7622 commenti

I gusti di Cotola

C'è Sherlock Holmes, ma Conan Doyle non c'entra nulla. Piuttosto gli sceneggiatori si sono divertiti a mettere l'investigatore di Baker Street dinanzi ad uno dei più famosi assassini della storia: Jack lo squartatore. Il film non è una gran cosa e non presenta né particolari sorprese né un gran ritmo, ma si lascia seguire piacevolmente ed è ben confezionato. Per gli appassionati dell'argomento o di Holmes.

Il Gobbo 10/07/16 11:02 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Gradevole apocrifo sherlockiano che contrappone il Nostro (con tutti gli stilemi di rigore) al più leggendario serial killer della storia inglese. Buona resa delle atmosfere sordide, interpreti convincenti, ritmo, colori camp e sostanziale credibilità dell'innesto sulla carta improbabile. Riuscito.

Mco 1/11/17 21:45 - 2159 commenti

I gusti di Mco

In quel di Whitechapel c'è un losco individuo con armamentario da chirurgo che affetta le prostitute. Solo una vecchia volpe come Sherlock Holmes può fermarne gli impeti malvagi. La trasposizione di Hill unisce il mito al famigerato originando una miscela più che buona. Immersa in una spessa coltre di nebbia (uno degli aka è appunto "Fog") la storia calibra bene la parte omicidiaria, cruda e spietata e quella investigativa, caratterizzata da un Neville argutamente brillante. E la soluzione è meno intuitiva di quanto si creda. Bel film.
MEMORABILE: Il viso deturpato di Angela; Il travestimento in mensa di Holmes.

Nicola81 17/02/19 22:53 - 2007 commenti

I gusti di Nicola81

Il grande detective di Baker Street alle prese con Jack lo Squartatore lo rivedremo anche in Assassinio su commissione, nel quale ritroveremo anche gli attori Quayle e Finlay (quest'ultimo sempre nel ruolo dell'ispettore Lestrade). Se il film di Clark è migliore, questo comunque non demerita affatto: a parte un paio di inutili intermezzi canori, il ritmo è sostenuto e la soluzione del mistero, anche se agevolata da una scorciatoia nella sceneggiatura, nient'affatto scontata. Neville è un Holmes iconografico, ottimo il cast di contorno.
MEMORABILE: Il secondo omicidio; Il viso sfigurato di Angela; Il finale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.