Sherlock Holmes e la casa del terrore

Media utenti
Titolo originale: The House of Fear
Anno: 1945
Genere: giallo (bianco e nero)
Note: Decimo film della serie "Sherlock Holmes" con Basil Rathbone iniziata con "Sherlock Holmes e il cane dei Baskerville". Liberamente ispirato al racconto "Cinque semi d'arancio" di Sir Arthur Conan Doyle.
Numero commenti presenti: 12

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/12/08 DAL BENEMERITO DANIELA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Dandi 12/08/12 16:33 - 1845 commenti

I gusti di Il Dandi

Nei titoli di testa il film si dice tratto dal racconto "5 semi d'arancio", ma ne è in realtà molto liberamente ispirato, censurando completamente il ruolo del KuKluxKlan e intersecando i delitti in un gioco ad eliminazione stile 10 piccoli indiani. C'è di buono che questa ambientazione chiusa in un castello della Scozia fa dimenticare che siamo negli anni '40 e riesce a riavvicinare il giusto clima gotico. C'è pure l'ispettore Lestrade, che stavolta ruba a Watson la goffagine ed l'idiozia.
MEMORABILE: Lo spiegone finale nel salotto di Baker street.

Daniela 28/12/08 07:22 - 9634 commenti

I gusti di Daniela

Sherlock Holmes e Watson devono far luce sulle misteriose morti dei membri di un club, residenti tutti in un dimora isolata, che si sono fatti a vicenda beneficiari della propria polizza sulla vita. Ovvio il sospetto che uno stia facendo fuori gli altri. Piacevole ambientazione alla Cluedo per un'altra indagine del supponente Rathbone, affiancato dal bonario Nigel Bruce ed intralciato da Dennis Hoey nel ruolo dell'ispettore Lestrade.

Pigro 19/09/09 09:35 - 7904 commenti

I gusti di Pigro

Un gruppo di anziani amici in un maniero scozzese viene decimato da un misterioso killer, che annuncia i delitti con semi di arancio, sotto gli occhi dello stesso Holmes e del fido Watson. La storia, va da sé, è notevole, e la realizzazione chiara, efficace e incalzante. Niente male l'interpretazione dei due protagonisti, l'illuminista Rathbone e il bonaccione Bruce, ben contornati dal resto del cast; e di sicuro effetto l'atmosfera minacciosa che si scatena nelle ultime scene.

Galbo 21/09/09 15:47 - 11447 commenti

I gusti di Galbo

Anche in questo film Basil Rathbone si conferma come l'attore ideale per la parte del famoso investigatore londinese. La sua performance è tra le cose migliori di un film che è una fedele riproposizione della pagina scritta con il regista che riproduce con dovizia ed eleganza le atmosfere e gli "umori" del giallo.

Myvincent 30/04/11 10:07 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Piccolo gioiello sherlockiano datato 1945, con la coppia Holmes-Watson per antonomasia, questa volta alle prese con un caso che ricorda Agatha Christie, con assassinii ad eliminazione e infine sorpresa finale. Ben confezionato e realizzato con la consueta bravura e serietà.

Saintgifts 31/10/11 16:22 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Una coppia ben assortita per interpretare l'attento e intelligente Holmes e il simpatico e coraggioso (è sempre lui a subire le "violenze" e a rischiare di persona) Watson. Nel film, quindi, c'è la parte dell'indagine, ovviamente, e la parte divertente con le figure appunto del dott Watson e dell'ispettore Lestrade. Bianco e nero tenebroso con tuoni e pioggia battente (siamo in Scozia) e una casa dove risulta difficile dormire in pace (ma Watson ce la fa). La storia non è scontata e perciò si segue con interesse. Buono il resto del cast.

Mco 30/11/11 23:42 - 2159 commenti

I gusti di Mco

La coppia Holmes-Watson questa volta è impegnata a investigare sui fatti di morti occorsi presso un maniero di Drearcliff dove uno dopo l'altro alcuni amici scompaiono dopo aver ricevuto una missiva malaugurante. Le ambientazioni gotiche, tra scarpate, temporali e passaggi segreti ben si confanno a quest'avventura doyliana, efficace e pregna di fascino. Rathbone e Bruce sono simpatici e coinvolgono nel loro percorso esplorativo. Da gustare con una bella tazza di té fumante in mano.

Cotola 2/11/15 15:39 - 7611 commenti

I gusti di Cotola

Un gruppo di vecchi amici viene decimato da un misterioso killer che annuncia chi sarà la prossima vittima, mandandogli delle lettere con dei semi di arancio. Uno dei migliori episodi dell'Holmes interpretato da Ratbone e uno di quelli più pregni di elementi ed atmosfere gialle. Si avvale di un ambiente chiuso che ha sempre il suo fascino (il castello) e di una trovata narrativa che è molto intrigante e che rende avvincente la pellicola per tutta la sua durata. Il finale è davvero a sorpresa, sia per l'epoca sia per lo spettatore moderno. Da non perdere.

Von Leppe 6/01/18 18:00 - 1047 commenti

I gusti di Von Leppe

Sette uomini in pericolo chiusi all'interno di una cupa magione. Notevole la trovata dei semi di arancio nelle lettere (presa da Doyle) consegnati dalla gelida cameriera a ognuno dei "sette buoni camerati" e che preannunciano la loro morte. Holmes, Watson e l'ispettore Lestrade donano al film un tono brillante nella tenebrosa atmosfera, ben ricreata da parte della Universal, casa cinematografica all'epoca maestra in questo tipo di pellicole in bianco e nero.

Rufus68 18/01/18 22:13 - 3149 commenti

I gusti di Rufus68

È quasi impossibile giudicare il film (e più in generale la serie): il piacere che si prova nel rivedere i nostri vecchi amici (l'asciutto Holmes, il tontolone Watson, il gradasso e incapace Lestrade) fa passare in secondo piano le debolezze della regia che inventa poco e non sfrutta a pieno l'ambientazione scozzese (a parte lo stereotipo di pioggia e lampi). Finale un po' troppo chiacchierato.

Faggi 15/11/19 19:12 - 1508 commenti

I gusti di Faggi

Piacevolissimo anche se imperfetto. L'ambientazione è un punto di forza: la cupa dimora scozzese distribuisce toni gotici e ci si aspetta di veder apparire qualche languido o terribile fantasma durante il temporale; ma siamo nei territori del giallo con il meccanismo dell'eliminazione progressiva e conseguente riduzione delle numerose figure in scena. Holmes, molto sicuro di sé, sembra aver capito tutto sin dall'inizio e si muove come sotto gli effetti della cocaina. Watson brancola nel buio ma suscita simpatia e distribuisce umorismo.

Rambo90 6/09/20 22:23 - 6428 commenti

I gusti di Rambo90

Bella atmosfera per uno dei più riusciti capitoli della serie. L'ambientazione sinistra nel castello aiuta a creare una patina quasi orrorifica che non guasta e la sceneggiatura è tra le più "gialle" del repertorio, con la sua breve lista di sospettati e i funesti presagi dei semi d'arancio. Rathbone e Bruce sempre in parte, con il secondo che verso la fine si esibisce in qualche gustoso momento comico. Soluzione particolarmente originale.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Il Dandi • 12/08/12 16:38
    Contratto a progetto - 1467 interventi
    Zender per le note, suggerirei di cambiare la didascalia in :

    10° film della serie "Sherlock Holmes" con Basil Rathbone, liberamente ispirato al racconto "Cinque semi d'arancio" di Sir Arthur Conan Doyle.


    p.s. appena ho finito di commentarli tutti e di inserire i pochi mancanti ti dico l'ordine esatto per aggiungere i quadratini verdi e arancioni.
  • Discussione Zender • 12/08/12 17:34
    Consigliere - 43725 interventi
    Ok, benissimo. Su Sherlock hai carta bianca, io eseguo :)
  • Homevideo Xtron • 5/11/15 17:44
    Servizio caffè - 1833 interventi
    Io ho il bluray contenuto nel cofanetto "Sherlock Holmes Edition" di Koch Media

    Audio italiano-tedesco-inglese-tedesco(Germania Est)
    Sottotitoli italiano-tedesco-inglese
    Durata 1h09m12s
    Formato video 4/3 pillarbox
    Extra: Trailer, 3 radiodrammi

    Immagine a 19:41
  • Homevideo Digital • 30/05/17 09:35
    Segretario - 3041 interventi
    L'inutile dvd Golem disponibile dal 19/07/2017.