LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/06/07 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 9/06/07 17:30 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Esordio di Castellari, che anticipa situazioni meglio sviluppate nei western futuri: violenza, ironia, tradimento, doppio gioco, piacevoli citazioni di altri film (qui Per un pugno di dollari). Notevole la resa dei conti finale nel cimitero indiano, dalle connotazioni horror. Byrnes non ha il carisma di Clint Eastwood, ma l'antagonista Guy Madison è perfetto nel ruolo del colonnello sudista freddo, spietato ed onnipotente.

Il Gobbo 29/11/07 23:28 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Primo western ufficiale di Castellari (ma aveva già all'attivo Pochi dollari per Django in incognito), subito coi contrassegni del suo stile: ritmo, senso dello spettacolo, idee, tocchi bizzarri (nel finale... ). Edd Byrnes, già star minore del giovanilistico USA e che poi rivedremo imbolsito in Grease non ha la presenza scenica dei migliori, ma tiene botta. Cattivi coattoni secondo tradizione, ma con un efficace Madison, forse nel suo miglior ruolo spaghetti. Da vedere!

Stubby 30/04/09 16:51 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Sicuramente girato molto bene e con mestiere, però nel complesso, a differenza di altri lavori di Castellari non mi ha entusiasmato più di tanto. Molto meglio Guy Madison di Edd Byrnes, interessante la figura di Chamaco Gonzales (Ennio Girolami), pollice verso per Luisa Baratto. Finale un po' stiracchiato.

Digital 14/09/12 15:51 - 1122 commenti

I gusti di Digital

Film che guarda più al modello americano piuttosto che al nascente spaghetti western. Opera gradevole: il ritmo è veloce e i momenti di stanca sono soltanto sporadici. Non manca nemmeno la violenza (sparatorie e soprusi sono all'ordine del giorno). Quel che manca è una sceneggiatura degna di tal nome: ricalca troppo da vicino quella di analoghi western a stelle e strisce (ma anche di casa nostra), producendo così uno sgradevole senso di déjà vu.

Pinhead80 26/10/12 09:12 - 4002 commenti

I gusti di Pinhead80

Rispetto a Pochi dollari per Django, Castellari fa un bel passo in avanti. Questo grazie a una sceneggiatura più articolata ma soprattutto grazie alla scelta di un protagonista decisamente più espressivo e in parte (Edd Byrnes) di Steffen. Ci sono buone scene d'azione e gli intrighi, così come gli inganni sono sempre a "portata di Winchester". Sufficiente anche la cura dell'ambientazione (su tutte la parte finale girata nel cimitero indiano).

Lupoprezzo 30/10/12 23:47 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

In questo secondo lavoro, Castellari sostituisce l'inguardabile Anthony Steffen con Edd Byrnes (una sorta di Clint Eastwood dei poveri), che non sarà irresistibile ma quantomeno regge meglio la parte del protagonista. Il difetto principale resta sempre la direzione e soprattutto la deprimente scarsità di idee. In più vengono riciclate (probabilmente a causa di un budget striminzito) diverse scene del film Pochi dollari per Django. Spesso si ride di gusto, questo è innegabile. Da apprezzare, comunque sia, lo sforzo di cavare sangue dalle rape.

Pessoa 27/08/14 21:56 - 1222 commenti

I gusti di Pessoa

Castellari (ri)tenta il western con la benedizione di papà Marino, citato nei titoli di coda. Il film non delude gli appassionati del genere, soprattutto i più truculenti, dato l'elevatissimo numero di morti ammazzati. Qualche sbavatura di regia nella parte iniziale riscattata dalla vivacità della vicenda e dalla scena madre nel cimitero indiano. Tutto sommato la storia tiene e gli interpreti se la cavano, chi più chi meno. Un buon prodotto artigianale di genere, da guardare con leggerezza. Montaggio interessante di Antonella Zita e buona OST.

Furetto60 14/10/15 12:24 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Western con alcuni momenti buoni ad altri meno: inquadrature studiate si alternano ad alcune pigre staticità, una trama egregia a lungaggini che, se evitate, avrebbero senz'altro elevato il giudizio. Comunque nel complesso, considerata anche la discreta quantità di mezzi e di personaggi, si eleva rispetto alla media dei western di serie B che all'epoca scorrazzavano sul grande schermo.

B. Legnani 12/03/16 16:20 - 4780 commenti

I gusti di B. Legnani

Debole western di Castellari, che affianca cosa non malvage ad altre molto scarse. La trama è ingenua ai limiti dell'incredibile e necessita di lunghe sparatorie che la rimpolpino. Le ambientazioni alternano momenti buoni (Tor Caldara e il Canalone della Tolfa funzionano) ed altre smaccatamente laziali. Le facce dei protagonisti statunitensi sono perfette, mentre i "nostri" (come Girolami e Boido) sono solo delle maschere statiche. Il ruolo umoristico di Vida non funziona. Qua e là si vede il buon gusto nelle inquadrature, ma è troppo poco...
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Il Gobbo • 8/06/09 09:07
    Contratto a progetto - 771 interventi
    Il film è stato pubblicato in Italia dapprima dalla Hobby & Work (numero 19 della collana Spaghetti Western) e poi dalla Millennium Storm in una versione da denuncia: sembra che qualcuno abbia preso la pellicola prima del telecinema e vi abbia infierito con una lametta da barba!
    A rimediare grazie a Dio i cugini d'Oltralpe della Seven 7, con un dvd scevro di extra ma di assai più decorosa fattura, e con la traccia audio italiana.
  • Discussione Panza • 17/10/12 20:39
    Contratto a progetto - 4958 interventi
    Qui bisogna correggere E.G. Rowland (Enzo Girolami)

    In: Sensività, Caribbean basterds (Caraibi & bastardi), Colpi di luce, Striker, Sinbad (in questo film c'è anche uno spazio dopo la virgola), Detective Extralarge (12 episodi), Il ritorno di Sandokan (4 puntate), Deserto di fuoco (3 episodi) bisogna scrivere Enzo G. Castellari (Enzo Girolami).
  • Discussione Zender • 17/10/12 20:40
    Consigliere - 43724 interventi
    In realtà l'importante è che su tutti sia scritto Enzo G. Castellari, il resto è facoltativo.
    Ultima modifica: 17/10/12 20:41 da Zender