Sette piccole croci

Media utenti
Anno: 1957
Genere: giallo (bianco e nero)
Note: Aka "7 piccole croci". Tratto dal racconto "Sept petits croix dans un carnet" di Georges Simenon.
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/03/10 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 13/03/10 08:59 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

L’unità di tempo, luogo ed azione – un posto di polizia durante la notte di Natale – dell’adattamento di Cottafavi per il piccolo schermo rischierebbe di tediare annientandosi nella staticità e nella monotonia; ma ciò non accade, grazie ad una regia esperta e alla robustezza di dialoghi quotidiani, umani ed ironici, agevolmente sostenuti da attori eccellenti. In prima fila Garrani indaffarato al centralino, Santuccio succedaneo di Maigret, De Carmine allucinato e ansioso; Alighiero, rinitico e simpatico, offre caffè e ponch a tutti.

Myvincent 23/12/15 07:53 - 2578 commenti

I gusti di Myvincent

Un mistero da scoprire in una notte (quella di Natale) dentro a una stazione di polizia grazie alle audaci supposizioni del commissario e del suo staff. I pochi mezzi a disposizione (l'ambientazione sarebbe Parigi!) vengono sopperiti da un cast di attori come si deve e da una regia sollecitata da una sceneggiatura vivace. Solo interpreti maschili, a parte una voce al telefono e per pochi secondi.

Lythops 18/02/17 17:38 - 975 commenti

I gusti di Lythops

Curioso film per la televisione interamente ambientato in una stanza di una centrale di Polizia di Parigi, città che si intravede solo da una finestra. Si tratta in realtà di una pièce teatrale in cui si muovono pochi personaggi e l'azione si intuisce attraverso i dialoghi al telefono degli inquirenti e ai rapporti degli agenti. Può definirsi un lavoro sperimentale, che richiede una concentrazione e soprattutto un interesse specifico, arduo a mantenersi continuo nello spettatore. Nel complesso buono, anche come documento storico.

Rufus68 24/09/20 21:40 - 3119 commenti

I gusti di Rufus68

Più che di un giallo derivato da Simenon (un'operina di seconda fascia), qui si ha testimonianza dell'inarrivabile mestiere di attori e registi italiani del dopoguerra: con una sola stanza per location, grazie a un gruppo di caratteristi ben rodati e diretti abbiamo un'ora di solida televisione, inossidabile e senza tempo (basti vedere come Garrani è in grado di occupare la scena interloquendo con un semplice telefono). Qualche tocco melodrammatico (il padre) non disturba più di tanto.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.