Save the ship

Media utenti
Titolo originale: Save the Ship
Anno: 1923
Genere: corto/mediometraggio (B/N)
Numero commenti presenti: 2

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/11/20 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 17/11/20 11:34 - 4840 commenti

I gusti di B. Legnani

La comica ha almeno tre momenti notevoli, che compensano e riscattano alcuni momenti un po’ ripetitivi, fatti di cadute in acqua e di ripicche: la trovata della casa su una chiatta galleggiante (addirittura comprensiva di orto e di galline, cui accudisce Laurel…), la cattura (e la successiva fuga) dei pesci volanti, il solitario con le carte che Laurel porta avanti, imperterrito, nonostante l’affondamento. Le sorprese citate sono notevoli, per cui questo è uno dei migliori film di Jeske con Stan Laurel. La di lui moglie è la mora Marie Mosquini. Il suocero/antagonista è Mark Jones.

Pigro 28/11/20 10:21 - 8093 commenti

I gusti di Pigro

Comica marina dalle premesse e dagli esiti ispirati allo spiazzamento surreale. La prima parte è folgorante per l’ambientazione, davvero originale e stuzzicante: una zattera su cui vive una famiglia, con tanto di orto e galline. Le trovate non sono molte, ma sono ben condotte, con freschezza ed efficacia (la lunga gag dell’amo impigliato nei pantaloni funziona di più proprio grazie alla ripetizione), pensando - giustamente - che sia meglio concentrarsi su poche cose ma buone anziché strafare con troppo fumo e niente arrosto. Godibile.

George Jeske HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.