Sanpei the fisher boy

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Tsurikichi Sanpei
Anno: 2009
Genere: avventura (colore)
Note: Letterale "Sanpei il ragazzo pescatore". Versione live action dalla serie animata uscita in Italia col titolo di "Sampei il ragazzo pescatore" (1980).
Numero commenti presenti: 1
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Per la versione live action di uno dei più fortunati cartoni giapponesi, che in Italia seppe creare una sorta di fenomeno nonostante riguardasse un argomento - la pesca - non certo associabile al massimo del coinvolgimento, la produzione scova un ragazzino (Suga) dall'aria simpatica che non riesce difficile far aderire nell'immaginazione al protagonista del celebre cartoon (benché la somiglianza sia limitata). Sarà il cappello di paglia a tesa larga, saranno la maglia a maniche corte indossata sopra ad una rossa a maniche lunghe ma la sovrapposizione in qualche modo funziona....Leggi tutto Terminato un breve prologo con la sorella e il padre, ritroviamo Sampei più cresciuto trionfare a un concorso per chi cattura più trote in un fiume affollato di concorrenti. La vittoria innesca subito dopo una seconda sfida con tre dei perdenti, che l'accusano di aver barato: è forse il momento più divertente, con Sampei che per i primi 40 minuti lascia il campo libero all'avversario mentre lui si arrampica su un albero, si tuffa in acqua, si concede una pennichella: sembrano passatempi ma è invece una tecnica ben precisa! La vita nelle campagne giapponesi col nonno Ippei (Watase) è uno spasso, per il ragazzino, tanto che quando in paese arriva la sorella maggiore Aiko (Kashii) per convincerlo ad andare a vivere con lei a Tokio, Sampei si spaventa. Nel breve termine sarà lei a doverlo accompagnare nella vicina valle di Yonaki, dove Gyoshin (Tsukamoto), un pescatore professionista di passaggio, racconta di esser stato e di avervi visto un vero mostro, un salmerino gigante di almeno un metro e mezzo! A Sampei brillano gli occhi e la spedizione porterà lui, Aiko, Gyoshin e Ippei ad avventurarsi nella natura incontaminata di Yonaki alla caccia del mostro. Nel frattempo, siccome il soggetto è elementare quanto scarno, si cerca di arricchirlo con i turbamenti di Aiko, che ancora bene ricorda come le morti dei genitori (lui mai più tornato mentre era fuori in barca durante una tempesta, lei annientata dallo shock per la scomparsa del marito) siano in qualche modo legate alla pesca. Nonno Ippei intrattiene il gruppo con la sua saggezza da quattro soldi, Gyoshin aggiunge qualche sporadico aneddoto mentre cerca di rendere indimenticabile ai due fratelli l'esperienza per fare in modo che si riavvicinino... Una tonnellata di buoni sentimenti che si abbatte spietatamente sul film con i pesci che a ben vedere se ne stanno decisamente in secondo piano. Tranne “il mostro”, naturalmente, che occuperà tutta l'ultima parte apparendo nei pressi d'una cascata e sfidando con la sua immane potenza di traino il giovane pescatore. Una lotta con qualche buon momento ma che non offre granché a livello di effetti speciali (lo stesso salmerino gigante è una creatura ricreata digitalmente in modo piuttosto grossolano). Il meglio viene dalle ariose location naturali, che ben rendono l'atmosfera di un Giappone rurale legato alle sue tradizioni; ma anche qui il ritratto è sommario, semplice sfondo per le sortite di un Sampei cui non si possono imputare troppe colpe: gli mettono in bocca dialoghi da cartoon e il target di riferimento è inevitabilmente quello dei ragazzini, ammesso che oggi ancora qualcuno ricordi il personaggio. Mancano le folli esagerazioni che rendevano grottescamente eroiche le gesta del pescatore in versione animata e tutto è ricondotto a una normalità ben poco stimolante. Le musiche non aiutano (e spesso mancano) e la durata di quasi due ore si fa sentire...
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/04/09 DAL BENEMERITO KANON POI DAVINOTTATO IL GIORNO 27/05/20
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Kanon 16/07/12 16:58 - 596 commenti

I gusti di Kanon

'Na trasposizione da prendere a fiocinate. Che lenze 'sti sceneggiatori: per non saper che pesci pigliare si sono insabbiati in uno script che vattelapesca te del perché abbia ridotto Gyoshin a poco più di macchietta mentre buona parte della pellicola è arenata dalla petulante, rompi e lagnosa sorellastra di città, pesce fuor d'acqua in campagna. La caccia al leggendario pesce di turno è dilatata oltremisura e strumentale al rapporto familiare, col rischio di perdersi il carpa diem causa torpore. Per dirlo alla carrarese: manga l'anime.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Fabbiu • 24/04/09 00:00
    Segretario - 649 interventi
    Sanpei, pescatore con cappello di paglia e orecchie a sventola, cartone animato di piu di trenta anni fa, è ora un lungometraggio uscito di recente in giappone. A giudicare dal trailer rende molta fedeltà al cartone.
  • Discussione Zender • 16/07/12 16:09
    Consigliere - 43825 interventi
    Cambiato il titolo primario, esistendo quello inglese.