Sangue e terrore dietro l'angolo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: The Meateater
Anno: 1979
Genere: horror (colore)
Note: Aka "Il ritorno di Jean Harlow", "Il mostro del palcoscenico", "The meat eater"
Numero commenti presenti: 7
Papiro: cartaceo

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/01/08 DAL BENEMERITO HERRKINSKI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 24/01/08
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Herrkinski 15/05/08 17:26 - 5290 commenti

I gusti di Herrkinski

Primo ed ultimo film di tale Derek Savage (ed è facile capire perchè!), che girava ogni tanto sulle TV private e nelle edicole negli anni '80. Al di là della trama, che tutto sommato poteva anche passare, a rendere sconveniente la visione del film sono la pessima fotografia (spesso sballata, piena di riverberi e grossolani errori nell'illuminazione) e il montaggio emicranico e amatoriale (che ricorda alcune cose di Andy Milligan). Se si aggiunge il ritmo catatonico, tipico di certi low-budget anni '70, la noia è assicurata.

Daidae 10/02/09 22:23 - 2762 commenti

I gusti di Daidae

Film brutto e povero. In America dicono "so bad is so good" in riferimento a certe perle come questa... Un vecchio pazzo vive nascosto in un cinema chiuso da anni ove passa il tempo ad ammirare una famosa attrice bionda, il cinema viene rilevato da una famiglia con figlia bionda (che non somiglia per niente all'attrice del cinema) e il mostro si innamora. Fotografia che pare uscita dagli anni 40, attori che interpretano due ruoli... so bad is so good...
MEMORABILE: Il tentativo di baciare la ragazza; l'effetto speciale "purea" dopo la scena del tetto.

Buiomega71 20/09/15 19:22 - 2297 commenti

I gusti di Buiomega71

Un'aura zozzerella e perversa si stampa per tutti i 76 minuti sulla pellicola di questo filmetto quasi amatoriale e infinitamente pauperistico, ma pervaso da un'atmosfera sporca e olezzosa, marcescente e fetida, dove la non regia di Savage, la terribile recitazione (la "sosia" di Jean Harlow su tutti), la povertà dell'insieme amplifica il disagio e il retrogusto disturbante. Il mostro cinefilo (con make-up semplicistico ma a suo modo efficace) ricorda il fumetto "Silver cinema" e la sua solitudine che si consuma nella follia resta nella memoria. Guilty pleasure.
MEMORABILE: Le zeppe indossate dalla giovane "sosia" di Jean Harlow; IL mostro ridotto a una specie di purea sanguinolenta dopo lo schianto.

Anthonyvm 3/04/18 22:12 - 2128 commenti

I gusti di Anthonyvm

Sporco e bizzarro horror settantiano che, pur non avendo particolari caratteristiche che lo rendano memorabile, si fa ricordare per l'atmosfera grind e squallida e per alcune sequenze violente che non passano inosservate. Il "fantasma del cinema" che mangia un topo crudo e il macello splatter nel finale rimangono impressi. Trama, attori e dialoghi deludono fortemente, ma non è un gran problema in questo genere di pellicole. Con un bodycount più elevato e un ritmo più sostenuto avrebbe potuto diventare un piccolo cult.
MEMORABILE: Il documentario proiettato nel cinema, una collezione di chicche per ogni trash seeker in cerca di idiozie fintamente informative.

Rufus68 16/04/18 08:02 - 3153 commenti

I gusti di Rufus68

Micidiale low budget che illude per qualche minuto (l'inizio nel cinema diroccato col topastro azzannato) e poi si sgonfia sino all'irrilevanza. Tra gli attori notevoli, per gli amanti del peggio, il protagonista sempre lì a ruminare uno spuntino e il poliziotto con trippa debordante e camicia pezzata di sudore. Quando il matto si materializza fisicamente, con calma olimpica, invocando metacinematograficamente Jean Harlow (morta nel 1937) si è, da spettatori, già groggy. Un filmino delle vacanze eccita di più.

Metakosmos 18/11/19 13:01 - 202 commenti

I gusti di Metakosmos

Per quanto derivativa l'idea di base è intrigante, così come l'atmosfera sporca e l'ambientazione nel vecchio cinema abbandonato; peccato però che questi fattori non vengano sfruttati adeguatamente. Tra regia e recitazione terribile, una realizzazione pressocché amatoriale e soprattutto tantissimi riempitivi verbosi e inutilmente prolissi (compresi intermezzi palesemente pubblicitari), il film perde l'occasione di divenire un cult del genere. Al di là di ciò resta un riuscito ultimo quarto d'ora delirante e bello marcio. Appena potabile.
MEMORABILE: La famiglia in macchina che canta la canzone dei wurstel Oscar Meyer (saranno venuti da lì i fondi?); Le sequenze dei film di Jean Harlow; Il finale.

Fabbiu 14/03/20 09:48 - 1952 commenti

I gusti di Fabbiu

Il soggetto è una sorta di trasposizione horror-slaher (ma in realtà nemmeno tanto) e moderna del fantasma dell'opera e di Quasimodo, ma la carne al fuoco è tanta. C'è un tentativo di critica alle abitudini animalesche soprattutto alimentari dell'uomo (con la proiezione continua del film sulla savana). Questo, unito al fatto che nella locandina americana primeggia una forchetta, crea una sorta di depistaggio nello spettatore. Il risultato non è nemmeno troppo noioso, però abbastanza scialbo e privo di spessore. Un solo momento splatter (ma notevole).
MEMORABILE: Gli abitanti della comunità hanno brutti modi e amano ingozzarsi, lo sceriffo locale in particolar modo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Herrkinski • 19/01/13 15:40
    Vice capo scrivano - 2304 interventi
    Veramente brutto 'sto film, eppure è un mini-cult personale, di quei film che ho visto da piccolo sulle TV private e che da quel momento mi sono rimasti impressi. Ha quel fascino consumato del brutto, tipico di molte pellicole anni '70/primi '80.. Sarebbe ora lo editassero in DVD..
  • Homevideo Mco • 19/01/13 16:24
    Scrivano - 9687 interventi
    Dalla prestigiosa Mco Collection, con il numero 13 cronologico... (edizioni M3 Video)

    Ultima modifica: 20/01/13 09:56 da Zender
  • Homevideo Zender • 20/01/13 09:56
    Consigliere - 43739 interventi
    Bellissima Mco! Ma le freccette sulla costola le hai messe tu o ci sono proprio sulla vhs?
    Ultima modifica: 20/01/13 11:06 da Zender
  • Homevideo Mco • 22/01/13 23:21
    Scrivano - 9687 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Bellissima Mco! Ma le freccette sulla costola le hai messe tu o ci sono proprio sulla vhs?

    No, no, tutto puramente originale; di mio solamente il numero tredici ivi apposto.
    La memoria mi dice che fu un regalo di compleanno di un mio caro amico, che conosceva perfettamente i miei gusti cinefili.
  • Discussione Daidae • 24/01/15 04:46
    Compilatore d’emergenza - 873 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    Veramente brutto 'sto film, eppure è un mini-cult personale, di quei film che ho visto da piccolo sulle TV private e che da quel momento mi sono rimasti impressi. Ha quel fascino consumato del brutto, tipico di molte pellicole anni '70/primi '80.. Sarebbe ora lo editassero in DVD..
    Concordo
  • Discussione Buiomega71 • 24/01/15 09:26
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Herrkinski ebbe a dire:
    Veramente brutto 'sto film, eppure è un mini-cult personale, di quei film che ho visto da piccolo sulle TV private e che da quel momento mi sono rimasti impressi. Ha quel fascino consumato del brutto, tipico di molte pellicole anni '70/primi '80.. Sarebbe ora lo editassero in DVD..

    Per me, al contrario, un piccolo "gulty pleasure" che ha diverse analogie con il racconto a fumetti Silver Cinema

    Spartano, quasi amatoriale (indiscutibilmente trash), ma con una certa morbosità e una patina piuttosto zozzerella...E le zeppe indossate dall'attricetta, poi, varrebbero la visione...
    Ultima modifica: 24/01/15 14:49 da Buiomega71
  • Homevideo Buiomega71 • 20/09/15 10:47
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs Antoniana/DB Video

    Durata effettiva: 1h, 16m e 00s

    Ultima modifica: 20/09/15 18:26 da Zender
  • Discussione Daidae • 17/01/18 00:35
    Compilatore d’emergenza - 873 interventi
    Al minuto 00:23:30 circa una scena mi ha colpito
    per la sua bruttezza "tecnica"
    il proprietario del cinema si gira per chiedere che sta succedendo ancora(sente la gente urlare perchè viene trovato un uomo impiccato),la telecamera invece di inquadrare tutto il viso inquadra solo la bocca!

    Ultima modifica: 17/01/18 07:17 da Zender
  • Discussione Buiomega71 • 4/03/18 00:22
    Pianificazione e progetti - 22100 interventi
    Zendy, scopro solo ora che Derek Savage è uno pseudonimo di David Burton Morris (il regista de Il fascino dell'inganno)

    Ecco la scheda di IMDB

    http://www.imdb.com/title/tt0079541/?ref_=nm_flmg_dr_29
    Ultima modifica: 4/03/18 00:22 da Buiomega71
  • Discussione Zender • 4/03/18 07:45
    Consigliere - 43739 interventi
    Vero, aggiunto come nome reale in regia.