Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 27/04/15 DAL BENEMERITO DEEPRED89
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 17/08/15 20:27 - 11693 commenti

I gusti di Galbo

Olivier Nakache e Eric Toledano propongono quasi una variante del loro film di maggior successo, peraltro utilizzando lo stesso coprotagonista. Anche in questo caso la storia è quella del rapporto tra un immigrato (irregolare) e un personaggio (una donna stavolta) con problemi legati al rapporto con il prossimo. Gli autori tuttavia non riescono a dare alla pellicola una direzione univoca, incerti tra il dramma e la commedia sentimentale. Nonostante alcuni momenti godibili, il film non ha una propria anima e rimane irrisolto.

Deepred89 27/04/15 19:31 - 3405 commenti

I gusti di Deepred89

Una manciata di keywords altisonanti nel biglietto da visita (razzismo, immigrazione, centri d'accoglienza) non illumina una commedia drammatica povera di idee degne di tal nome ma ricca di buonismi da prima serata Rai3. La storia arranca fino ad approdare a un brutto secondo tempo da drammone, col pre-finale che ci svela, tristemente, come l'unica azione "immorale" del film (il tradimento del protagonista) altro non è che un escamotage per far quadrare i conti. Sy simpatico, margheritabuyeggiante la Gainsbourg. Qualche sorriso e poco altro.

Nando 5/06/16 19:30 - 3580 commenti

I gusti di Nando

Una commedia sul problema dei clandestini irregolari realizzata con una notevole dose di buonismo. Una pellicola leggera che si avvale di due protagonisti appropriati (simpatico Sy e sempre affascinante la Gainsbourg); purtroppo è il ritmo complessivo che latita e che conduce a risultati poco soddisfacenti.

Lou 30/06/17 23:24 - 1046 commenti

I gusti di Lou

I registi di Quasi amici ripropongono, ancora con Omar Sy, un film sul tema dell'integrazione e della diversità sociale e razziale, stavolta però con approccio molto più tradizionale e meno graffiante. Qui si incrociano le storie dell'immigrato senza permesso di soggiorno e della volontaria reduce da un esaurimento, con dinamiche a tratti toccanti, che pur essendo realistiche mancano di incisività.

Didda23 27/12/19 10:50 - 2324 commenti

I gusti di Didda23

L'incursione nella commedia di "denuncia" (a forti tinte drammatiche e riflessive) del duo registico non ottiene il risultato sperato, anche se nel complesso non è poi un'opera così disdicevole. Gran parte del merito va dato alla coppia protagonista, che si amalgama a dovere, mentre la sceneggiatura scade troppe volte nella banalità con dialoghi non sempre all'altezza. Sorprende il personaggio del "sudamericano" di Tahar "Il profeta" Rahim e la parte finale riserva qualche sorpresa degna di nota. Nel complesso c'è qualche spunto di riflessione.
MEMORABILE: L'incontro con la parrucchiera fidanzata dell'amico; Le doti da ballerino di Rahim; I documenti.

Olivier Nakache HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 5/08/17 04:38
    Addetto riparazione hardware - 3742 interventi
    A malapena discreto, qua e là debole, ma comunque grazioso e nobilitato da due bravi attori.

    Eccessivamente lungo, non noioso ma abbastanza privo di ritmo, semiautoriale, centra qualche bersaglio (attori giusti, qualche idea) ma per il resto toppa (su caratterizzazioni, ritratti sociali e contesto, poco pprofonditi).

    Ho riso almeno una volta (gli scarponi sul tetto), ma anche l'aspetto comico latita.

    Medio.