Salomè

Media utenti
Titolo originale: Salome
Anno: 1953
Genere: drammatico (colore)
Numero commenti presenti: 4

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 2/06/07 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 2/06/07 18:40 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Più che la trama - esile, poco avvincente, peraltro romanzata rispetto alla narrazione evangelica - colpisce la stupenda fotografia policroma, kitsch, quasi acquerellata, dove ciascun colore appare in innumerevoli gradazioni; insieme alla sensuale danza della Hayworth e all'istrionismo di Laughton, è l'unica ragione per avvicinarsi a questo non memorabile film del buon Dieterle.

Giacomovie 2/01/16 00:36 - 1362 commenti

I gusti di Giacomovie

Grazie al Technicolor brillante, le scenografie adatte e i costumi pregevoli, è uno di quei film che catturano l’occhio. Ma non si distacca quasi mai da un certo clima convenzionale, sia nei dialoghi che nella trasposizione – con qualche licenza – del famoso episodio biblico di Salomè e della decapitazione di Giovanni Battista. Rita Hayworth fa più cambi d’abito di una modella che sfila, ma il suo fascino maturo e di classe irradia la scena (soprattutto nel momento clou della danza dei sette veli).

Rigoletto 13/10/16 00:19 - 1635 commenti

I gusti di Rigoletto

Pur discostandosi notevolmente dalle Sacre Scritture, trova dei punti di forza convincenti nell'ammaliante bellezza della Hayworth, da qualcuno definita algida ma che qui esprime una sensualità conturbante. Stupenda la fotograzia che fa sembrare molte scene dei dipinti viventi. 100 minuti spesi bene; il film non ha punti morti particolari e gode quindi di una certa compattezza. Ottima la coppia Laughton-Anderson, mentre Granger appare qui più sicuro di sé e più convincente rispetto ad altri film.

Daniela 15/04/21 22:02 - 10199 commenti

I gusti di Daniela

Voluto per rilanciare la carriera di Hayworth dopo l'insuccesso commerciale della Signora di Shanghai, un biblico convenzionale con molte libertà rispetto al personaggio descritto nei vangeli. Il clou, costituito dalla danza dei sette veli, risulta talmente kitsch da indurre al sorriso, come pure le espressioni mandrille dell'Erode di Laughton. Più del cast che annovera anche la proterva Anderson e lo statuario Granger, il punto forte del film è costituito dalla sontuosa fotografia di Charles Lang che esalta la ricchezza cromatica degli interni e dei bellissimi costumi. 

Charles Laughton HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.