[S.4] Colombo: Duplice omicidio per il tenente Colombo

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Strange bedfellows
Anno: 1995
Genere: giallo (colore)
Note: E' un episodio della serie tv "Colombo".
Numero commenti presenti: 13
Papiro: elettronico
Colombo SPECIALE COLOMBO
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Puntata “fuori-serie” datata 1995 (quasi a chiudere l’undicesima, breve serie). STRANGE BEDFELLOWS, diretto da quel Vincent McEveety che girò gran parte dei “Colombo” di quel periodo, ha un unico grave difetto: si conclude male. Senza una prova schiacciante e solo grazie all’aiuto della mafia, impersonata da un Rod Steiger gigione al punto giusto. Colombo fin lì aveva raccolto indizi interessanti, aveva posto dubbi in grado di turbare l’animo del colpevole, ma poi tutto finisce in una bolla di sapone. Colpa dell’inseriemento attivo, nella storia, della mafia, che inevitabilmente sposta il baricentro dall’indagine classica (condotta comunque con la consueta perizia) alle minacce più o meno velate del boss della situazione,...Leggi tutto amico della seconda vittima e ansioso di farla pagare all’assassino. Un escamotage piuttosto insulso che sembra esser stato aggiunto solo come artificioso elemento di variazione sul tema. Peccato, perché il grosso George Wendt (il Norm Peterson della serie CIN CIN), come indiziato numero uno prometteva bene; e le sue piccole scaramucce col tenente si inserivano nella miglior tradizione della serie. Peter Falk, che ha un ottimo duetto con Steiger quando arriva nella villa del mafioso dopo essere stato sequestrato al volo e brutalmente da due tirapiedi del boss, appare abbastanza in forma, ma il suo atteggiamento poco coerente col personaggio nei rapporti con la malavita organizzata getta un’ombra sull’irreprensibilità e la statura morale del tenente. Il lungo lavoro investigativo, i fili che pendono, i conti che non tornano confluiscono in un finale dallo svolgimento poco convincente, che andava studiato meglio, senza doversi concludere in burletta per forza. Relativo anche il divertimento: poche gag.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 20/04/07 21:22 - 4676 commenti

I gusti di Puppigallo

Il piano dell’assassino, che comprende, la vittima, il cavallo, il travestimento, la bicicletta e la seconda vittima, è piuttosto originale. Colombo arriva con l’auto scoppiettante e lo stomaco vongoleleso. Ha a che fare con un assassino di grossa taglia, duro e abbastanza burbero (bravo l’attore). I due danno vita a buoni scambi, almeno finchè, improvvisamente, l’episodio non inizia a partire per la tangente (dalla comparsa del topo morto). Ne risentiranno persino i dialoghi. Ma la vera mazzata arriverà da Rod Steiger (un’orrida macchietta).

Mfisk 13/01/08 17:23 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

Se Peter Falk fosse stato veramente italiano, la puntata con il mafioso avrebbe potuto avere un suo perché nel duetto in lingua avìta. Ma trattandosi di un ebreo un po' russo, un po' polacco, ungherese e via discorrendo, non si vede proprio alcuna scusante per un episodio barocco, intricato, noioso e forse un po' immorale. Né la trama, né la regia, né la recitazione meritano più di una sufficienza, peraltro risicata e concessa per mera affezione.

Ciavazzaro 8/04/08 14:34 - 4771 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Episodio con spunti interessanti ma realizzato con una scarsa perizia tecnica: ad esempio si perde il conto di tutte le volte che viene inquadrata la "giraffa", ovvero il microfono che permette di registrare in presa diretta i suoni e le battutte degli attori. Se la storia gialla è ben scritta, il finale realizzato con una mera trappola rovina il tutto. Ottimo Rod Steiger.

Ale nkf 2/05/10 22:01 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Notevole episodio in cui Colombo è alla caccia di uno scaltro George Wendt in buonissima forma (le sue espressioni danno un'ottima impronta sul carattere, un po' codardo, del personaggio). Falk e Wendt recitano notevoli dialoghi e si spera invano che Wendt, eccellente assassino che intuisce metà della trappola, venga arrestato con una prova schiacciante e io, che personalmente preferisco la prova alla trappola, non ho tanto apprezzato.

Daniela 30/12/10 15:32 - 10747 commenti

I gusti di Daniela

Negli episodi della serie non sono pochi i finali deboli, non all'altezza della qualità di quel che li prepara. Tuttavia, raramente sono rimasta tanto insoddisfatta come dopo questo scioglimento della vicenda che ha visto Wendt, grassone finto bonario (guardate come sa fare il bastardo qui oppure qui), assassinare il fratello scapestrato e poi commettere un altro omicidio per coprire il primo. Colombo infatti ricorre all'aiuto di un boss della mafia per incastrare l'omicida, una forma di "collaborazione" criticabile. Il fine NON giustifica i mezzi

Markus 14/01/13 10:55 - 3439 commenti

I gusti di Markus

Puntata di non grande spessore per via di mancanza di ritmo e poco coinvolgimento nella vicenda che mescola scommesse sui cavalli, gioco sporco, soldi e malavita italo-americana in un calderone francamente malservito. A peggiorare le cose c’è una fastidiosa - e moralmente discutibile - collaborazione tra “mafia” e tenente Colombo per riuscire a incastrare l'assassino, fatto che sminuisce ulteriormente l'episodio con un cattivo gusto che si poteva e doveva evitare. Da bocciare.

Vesco 13/01/15 14:36 - 42 commenti

I gusti di Vesco

Un ottimo film ma non convincente, se visto come episodio della serie. Molto piacevole, buoni cambi di scena, intelligenti omicidi con annesso alibi, con interessante indagine poliziesca. Ma strutturalmente deludente dalla trequarti in poi con l'entrata in scena del mafioso, che sposta gli equilibri: in pratica è lui a risolvere il caso e Colombo, più che indagare, tentenna mostrandosi remissivo e attendista in mezzo ai due fuochi: un'evoluzione discutibile del personaggio Colombo. Finale di grande impatto, ma discutibile nella modalità e moralità.
MEMORABILE: Le incredibili tante riprese con il microfono giraffa inquadrato: come hanno fatto a non vederle al montaggio?

Gordon 19/05/15 18:35 - 223 commenti

I gusti di Gordon

Un episodio discreto. George Wendt si dimostra un buon assassino: malvagio ma anche decisamente codardo. Il piano delittuoso e l'alibi sono molto buoni e ricercati mentre l'indagine è abbastanza interessante, anche se povera di indizi. Colombo se la cava bene (si presenta con lo stomaco vongolesco...) e la regia di McEveety, seppur ricca di imperizie tecniche, è soddisfacente. Peccato per le poche gag e per un finale assurdo, dove il tenente deve collaborare con la mafia per risolvere il caso.

Lythops 16/07/15 17:14 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Due elementi di interesse visti in George Wendt e un sempre grandissimo Rod Steiger non riescono a salvare un prodotto dalla realizzazione poco professionale nonostante una discreta sceneggiatura: l'operatore riprende inquadrando più volte il microfono e il direttore della fotografia, soprattutto nel finale nelle scene all'aperto, pare non riuscire a impostare la corretta esposizione della pellicola. Nonostante gli omicidi siano due, ci si annoia. Mah.

Ultimo 9/01/16 14:35 - 1486 commenti

I gusti di Ultimo

Uno degli episodi che lasciano l'amaro in bocca. Sì, perchè la sceneggiatura è più che buona e comprende un omicidio ben congegnato e con un movente convincente; i dialoghi tra tenente e assassino sono buoni e Colombo pare in ottima forma (solo recitativa, in quanto è in piena indigestione da vongole...). Ad abbassare il livello è la seconda parte, con la collaborazione tra il tenente e un mafioso (!) e con un finale davvero poco convincente, imparagonabile ai migliori episodi.
MEMORABILE: Il piano dell'assassino; I topi nel bar.

Vincent McEveety HA DIRETTO ANCHE...

Ira72 15/05/17 14:51 - 1101 commenti

I gusti di Ira72

Tra "giraffe" ubriache (troppe) che fanno incursioni nello schermo e cavalli drogati, eccoci davanti a un altro episodio in cui gli scommettitori impenitenti si riempiono di debiti e minacce. Wandt decide così di correre ai ripari con due messe in scena decisamente ben congegnate. Fa un po' impressione Falk, davvero invecchiato e sottotono, in simbiosi con la povera Peugeot scoppiettante. Ennesima macchietta del mafioso meridionale esasperata a tal punto da togliere credibilità all'insieme. Peccato assistere a un lento decadimento generale.

Fabbiu 29/08/20 08:32 - 2021 commenti

I gusti di Fabbiu

Piuttosto mediocre rispetto agli standard di Colombo, piuttosto noioso e con poche gag (tra le quali spiccano quelle del tenente turbato da una indigestione di vongole poco fresche), forse congegnate per giustificare l'aspetto di Falk non proprio in forma. Lo sviluppo alle indagini ha pochi momenti brillanti e quasi nessun ribaltamento della situazione. Al contrario infatti, si è deciso di sviluppare il giallo grazie alla collaborazione del tenente con la malavita italo-americana rilevando parti della caratterizzazione del protagonista poco coerenti con quanto solitamente visto.

Richard 9/08/21 18:43 - 16 commenti

I gusti di Richard

Trama interessante, il mondo delle scommesse ippiche, che si segue volentieri e con interesse. Wendt assai intelligentemente architetta i due omicidi ma non ha tenuto conto dell'arguzia di Colombo, che dopo la comparsa in sordina a causa di un'intossicazione alimentare si riprende appieno. Peccato che il finale sia lasciato troppo alla confessione dell'assassino.
MEMORABILE: "Vongole", "Vattenne!" (saluto meridionale).
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 22/09/09 12:15
    Scrivano - 5624 interventi
    Rod Steiger è doppiato da Giuseppe Rinaldi.
  • Discussione Ale nkf • 14/03/10 13:16
    Risorse umane - 14031 interventi
    Qualcuno sa spiegarmi il perchè retequattro si ostini a ritrasmettere alcuni episodi senza averli prima trasmessi tutti e per di più non nel vero ordine? Ad esempio prima mandano in onda il 5°ep poi il 20°ep e dopo ritornano al 2°??? E perchè gli episodi da 70' non li trasmettono quasi mai?? Spero di essere stato chiaro grazie
  • Discussione Daniela • 14/03/10 17:52
    Gran Burattinaio - 5642 interventi
    Ale nkf ebbe a dire:
    Qualcuno sa spiegarmi il perchè retequattro si ostini a ritrasmettere alcuni episodi senza averli prima trasmessi tutti e per di più non nel vero ordine? Ad esempio prima mandano in onda il 5°ep poi il 20°ep e dopo ritornano al 2°??? E perchè gli episodi da 70' non li trasmettono quasi mai?? Spero di essere stato chiaro grazie

    Mancata di rispetto verso gli spettatori, non trovo altra spiegazione... Tanto più offensiva perchè massacra uno dei migliori telefilm di sempre. Non parlo tanto per me, alla mia età e dopo innumerevoli visioni, ormai conosco quasi le battute a memoria, almeno per le mie puntate preferite, e l'ordine non ha più tanta importanza. Ma c'è anche chi Colombo magari lo vede per la prima volta...
  • Discussione Zender • 15/03/10 08:10
    Consigliere - 44892 interventi
    Non so perché lo facciano ma lo fanno da sempre. Essendo episodi autoconclusivi non si fanno certo scrupoli a mandarli in onda come vogliono loro, senza farsi troppo domande su quali han già trasmesso e quali no.
  • Discussione Ciavazzaro • 16/03/10 10:47
    Scrivano - 5624 interventi
    Infatti gli episodi da 70' sono stati sempre abbastanza bistratti (tagli selvaggi compresi),poi nell'ultimo periodo...
  • Discussione Ale nkf • 10/05/10 18:35
    Risorse umane - 14031 interventi
    L'ultima versione di Duplice omicidio per il tenente Colombo trasmessa settimana scorsa è stata tagliata di parecchio, infatti la versione completa è di circa 90 minuti invece quella proposta da Retequattro di 81 minuti.
  • Discussione Zender • 11/05/10 08:07
    Consigliere - 44892 interventi
    Ormai ci si divertono. E' diventato né né più né meno che un tappabuchi, Colombo. Lo allunan e accorciano come vogliono. Ormai si son convinti che la gente lo guardi distrattamente, tante son le volte che è stato mandato in replica...
  • Discussione Ale nkf • 11/05/10 14:24
    Risorse umane - 14031 interventi
    Comunque è stato replicato tantissime volte, ma gli ascolti sono sempre buoni, quasi 2 milioni e per retequattro è un buon traguardo quindi dovrebbero prestare maggiore attenzione.
  • Discussione Gugly • 28/11/10 11:44
    Segretario - 4667 interventi
    Ecco un articolo sulla questione:

    da www.corriere.it

    Il tenente Colombo e lo scempio dei tagli

    A fil di rete

    Il tenente Colombo e lo scempio dei tagli

    Che fare, parlarne con Emilio Fede, uomo simbolo delle rete? Meglio di no, di questi tempi, tempi amari. Con il direttore di rete Giuseppe Feyles? Quello dice di occuparsi di Aristotele, mica di telefilm. E allora? Per intanto diamo spazio a questa mail:

    «Caro Grasso, siamo due colleghi giornalisti, ma lavoriamo nel campo della scienza (conducono «Moebius», settimanale di scienza su Radio 24, ndr). Una precisazione che nulla c'entra con il dramma che stiamo per raccontarti e serve solo a motivarti il "tu".
    La tragedia in corso ci vede ricorrere alla tua autorevolezza per tentare di porre fine a uno scempio. Siamo tutti e due ultra fan del tenente Colombo.
    Questo significa che alle 19 e 30 di ogni domenica siamo sintonizzati su Rete 4, che da anni lo trasmette, in questa fascia. Ebbene, nelle ultime puntate, per ragioni di palinsesto e di tempi relativi, la parte iniziale del filmato è tagliata. Incredibile, ma è così. Come tu ricorderai il format narrativo di Colombo si basa sulla complicità fra autori e pubblico, perché i cattivi, gli assassini o assassine, sono subito noti, e quindi si deve poi vedere come il geniale tenente se la cavi.
    Nell'orrenda versione monca, troviamo una apertura con Colombo che è appena arrivato sul luogo del delitto.
    Certo, è ovvio che - pur avendo delle sensazioni storte - poi si capisce chi è il colpevole, ma altri particolari della vicenda, molti dettagli (che nei gialli sono fondamentali) si perdono o risultano confusi. La sensazione che se ne ricava è quella di una storia recitata bene ma molto approssimata nella sceneggiatura. Fai qualcosa. Non può continuare».

    Quello che posso fare è ricordare che la struttura del telefilm si ripete ogni volta: contravvenendo le regole del genere, ogni episodio svela subito al pubblico il colpevole, mostrando l'atto delittuoso.
    L'attrazione, tutta psicologica, consiste nell'osservare come il detective indovini quello che è già noto. Il già noto, non il già tagliato.

    Aldo Grasso
    28 novembre 2010© RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Discussione Zender • 28/11/10 12:11
    Consigliere - 44892 interventi
    Ahah, se è veramente così è terribile...