[S.2] Colombo: Non c'è tempo per morire

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: No time to die
Anno: 1992
Genere: giallo (colore)
Note: E' un episodio della serie tv "Colombo".
Numero commenti presenti: 10
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Secondo degli episodi “speciali” (non legati cioè ad alcuna delle undici stagioni complete), NO TIME TO DIE si segnala subito per una costruzione insolita e del tutto avulsa dai meccanismi tipici della serie. Non è infatti un omicidio ad avviare le indagini quanto un rapimento (e non simulato, come finora era accaduto in RISCATTO PER UN UOMO MORTO o UNA MOSSA SBAGLIATA, tanto per citare due celebri esempi). Ad essere sequestrata è nientemeno che la fresca sposa del nipote (Thomas Calabro) di Colombo, una modella figlia di un ricco industriale (Donald Moffat) rapita nella suite...Leggi tutto nuziale a fine matrimonio ancora in corso. Tra gli invitati c’è anche il tenente (in frac, una volta tanto) il quale subito s’incaricherà di rintraciare i colpevoli seguendo la pista indicata dalle foto scattate durante la cerimonia. I filoni d’indagine sono più d’uno, mentre il regista Alan J. Levi (che già aveva diretto due buoni episodi recenti come DENTE PER DENTE e COLONNA SONORA CON OMICIDIO) lascia spazio ai tentativi di fuga della sposa (Joanna Going), prigioniera del solito maniaco che se n’è innamorato sfogliando i servizi di moda sui rotocalchi. L’idea di base è firmata nientemeno che da Ed McBain (e sceneggiata da Robert Van Scoyk), ma si sposa male con la formula di Colombo e produce un episodio tra i meno interessanti di sempre. Anche per via di un casting orripilante. Per fortuna c’è Falk, nettamente due spanne sopra tutti, che pur anziano e stanco riesce ancora a svolgere egregiamente il suo compito. Così così.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 13/04/07 18:16 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Colombo è al matrimonio di suo nipote (parla con un’anziana un po’ rimba e balla). Ma proprio la futura sposa… L’inizio, con un quasi scontro verbale tenente nipote, è buono. Poi il ritmo cala, l’episodio si trascina e Colombo, specialmente nella prima metà, sembra fare solo il compitino (quasi gli pesasse l’indagine). Sembrerebbe che al tenente servano sempre un assassino e un omicidio, altrimenti… In più c’è una persistente penombra che certo non contribuisce a vivacizzare il tutto. Risale leggermente nel finale, ma resta perdibile.

Mfisk 28/01/08 14:05 - 127 commenti

I gusti di Mfisk

È di palmare evidenza che, dopo puntate incentrate sulla macchina, sul cane o sulla moglie, gli autori abbiano voluto fare un omaggio all'impermeabile (peraltro già centrale in 5.5). Resisi conto della difficoltà del compito, si sono fatti imprestare una puntata dall'Ispettore Derrick. Sarebbe servito anche Klein, Monaco e le BMW bianco-verdi; ma evidentemente erano terminati i fondi; il risultato è quel che si vede: imbarazzante. Peccato per Cane, che avrebbe potuto essere riciclato al posto di Rex.

Ciavazzaro 4/04/08 17:08 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Orrendo, forse il peggiore della serie. Più brutto pure de L'ultimo Saluto Del Commodoro (e questo la dice lunga sulla qualità dell'episodio). Se a ciò aggiungiamo che la trama si basa soltanto su un rapimento il livello scende ancora di più. Peccato perché la trama è firmata niente meno che da Ed McBain (che darà migliori risultati qualche tempo dopo in Indagine A Incastro). Bruttissimo, evitatelo!

Daniela 9/12/08 08:25 - 9222 commenti

I gusti di Daniela

Non è solo il più brutto... lo è tanto da proporre la sua definitiva cancellazione dalla serie! E non solo per il discostarsi dal modello classico di indagine o per il pessimo (insolito) livello della recitazione. È assente il modo di operare di Colombo, attento al dettaglio, riflessivo, tanto incalzante da risultare ossessivo per il sospettato. Qui non solo manca l'indispensabile confronto fra i due, ma Falk si agita, si muove di corsa, appare per contrasto più vecchio e stanco. Episodio visto una sola volta, assolutamente dimenticabile.

Ale nkf 16/03/10 20:39 - 803 commenti

I gusti di Ale nkf

Peccato non promuovere questa puntata, che aveva i presupposti per essere annoverata tra le migliori perché vedeva come protagonista secondaria la nipote di Colombo appena sposata. Subito dopo il suo rapimento le indagini si perdono e l'intera scena si concentra solo sullo psicopatico e sulla Going che tenta invano di fuggire. Non si può nemmeno definire giallo, perché non si verifica neppure un delitto. Pessima.

Markus 16/04/11 10:32 - 3257 commenti

I gusti di Markus

Brutto episodio, la cui colpa principale è quella d'aver cambiato le carte in tavola e, anziché presentarci lo schema dell'omicidio premeditato, dunque la ricerca degli alibi da proporre al solerte tenente, fionda lo spettatore direttamente in un caso di rapimento. Colombo, sarà che avrà a che fare con un parente (suo nipote), è bolso e privo di mordente, inoltre la vicenda non decolla mai. Un film per la tv che si può anche guardare ma dimentichiamoci, almeno qui, di guardare una puntata di Colombo.

Vesco 21/01/15 11:21 - 42 commenti

I gusti di Vesco

Un gialletto riciclato, nel quale vi compare come special guest star Peter Falk nei panni del tenente Colombo. In sé la storia è discreta: buon ritmo, buona sceneggiatura in una corsa contro il tempo ben riuscita. Ma la struttura del film e il personaggio di Colombo, stravolti, sono una trasfigurazione inappropriata rispetto al resto della serie. Riuscito male il personaggio del rapitore e il finale è imbarazzante, con un omicidio puro gratuito della polizia che doveva essere evitato.
MEMORABILE: Durante i festeggiamenti, dove Colombo parla della propria parentela.

Gordon 14/05/15 19:59 - 166 commenti

I gusti di Gordon

Un filmaccio. Spesso quando la serie percorre strade alternative ha fatto un buco nell'acqua e non fa eccezione questo episodio, il cui demerito è stato quello di cambiare le carte in tavola, sostituendo al delitto un rapimento. Inoltre Colombo è più stanco e meno minuzioso del solito e mancano i suoi classici duetti incalzanti con l'omicida; gli altri attori sono pessimi e la regia è bolsa. Come se questo non bastasse il personaggio del rapitore è malriuscito. Il finale è in linea con l'episodio.
MEMORABILE: Colombo che balla al matrimonio.

Lythops 5/07/15 22:17 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Episodio che si distacca dai soliti, caratterizzati fin qui dallo schema omicidio-sviluppo indizi-ufficializzazione del colpevole. Colombo qui ha a che fare con un rapimento, accenna una volta sola alla moglie e, per una volta, non fa le solite figuracce da svampito. Abbiamo una recitazione non eccellente, ma un buon montaggio e un'interessante raccolta dati con una metodologia apprezzabile. Non convincente il personaggio psicopatico. Interminabile la sequenza del matrimonio iniziale dove, per 8 lunghi minuti, la noia impera. Salvabile.

Ira72 14/05/17 22:09 - 920 commenti

I gusti di Ira72

Francamente non l'ho trovato così terribile. Anche solo per vedere Colombo in smoking e rosa bianca all'occhiello che balla scatenato alla cerimonia. Certamente un altro episodio atipico e non dei più riusciti. Anzi. Nessun assassinio, ma un solo rapimento con indagini discutibili ed emotivamente inutili. Poco accattivante anche la figura dello psicopatico, che per l'intera puntata altro non dice se non "amore mio", risultando piuttosto fastidioso. Però. Ho visto film più blasonati, ma anche più noiosi. Nella sua semplicità non annoia. E non brilla.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Ciavazzaro • 4/04/09 14:27
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Non replicato per anni,e devo dire in tutta sincerita',neanche una cosi' grave lacuna.
  • Homevideo Ciavazzaro • 5/05/09 14:30
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Altro episodio con i titoli di testa tradotti in italiano.
  • Curiosità Markus • 13/04/11 20:01
    Scrivano - 4788 interventi
    In questo episodio, il nipote di Colombo (Thomas Calabro) si profuma con l'eau de toilette HALSTON 1-12 (versione con "stillagocce" non vapo): una fragranza muschiata-verde maschile americana che, per un certo periodo, venne venduto anche in Italia. Per la cronaca, uscì (con il medesimo flacone privo di scritte) nella versione più speziata denominata “Z-14”, la cui bottiglia però è di color marrone più chiaro. Il profumo fu lanciato sul mercato nel 1976 e risulta ancora in produzione, seppur privato della linea “toiletries” maschile cui era allora ampiamente composto.





    Ecco il flacone che, oggi come allora, ha il medesimo design e la sua storica scatola marrone scuro:

  • Discussione Ciavazzaro • 13/04/11 20:40
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Markus ebbe a dire:
    In questo episodio, il nipote di Colombo (Thomas Calabro) si profuma con l'eau de toilette HALSTON 1-12 (versione con "stillagocce" non vapo): una fragranza muschiata-verde maschile americana che, per un certo periodo, venne venduto anche in Italia. Per la cronaca, uscì (con il medesimo flacone privo di scritte) nella versione più speziata denominata “Z-14”, la cui bottiglia però è di color marrone più chiaro. Il profumo fu lanciato sul mercato nel 1976 e risulta ancora in produzione, seppur privato della linea “toiletries” maschile cui era allora ampiamente composto.





    Ecco il flacone che, oggi come allora, ha il medesimo design e la sua storica scatola marrone scuro:


    Ci mancavano questi servizi,grande markus !
    Ultima modifica: 14/04/11 10:41 da Zender
  • Discussione Markus • 13/04/11 20:50
    Scrivano - 4788 interventi
    Effettivamente non avevo più trovato profumi nei film!
  • Discussione Zender • 14/04/11 10:42
    Consigliere - 43520 interventi
    Ma il tenente cosa c'ha da guardare da vicino la boccetta? Non mi pare proprio il tipo che possa interessarsi a un profumo...
  • Discussione Markus • 14/04/11 11:17
    Scrivano - 4788 interventi
    Colombo legge il biglietto di auguri attaccato al flacone per vedere chi ha donato il profumo al nipote.
  • Discussione Zender • 14/04/11 11:47
    Consigliere - 43520 interventi
    Ah ecco, interessato all'indizio, non certo al profumo :)
  • Discussione Stefania • 16/04/11 20:38
    Portaborse - 606 interventi
    Markus ebbe a dire:
    Effettivamente non avevo più trovato profumi nei film!
    Halston è un profumo importante! Non so quanto sia buono, ma è importante perché rappresenta l'American Pride: fino agli anni settanta, la profumeria di qualità è stata francese, la massaia dell'Ohio e l'impiegato del Tennessee sognavano Chanel e Givenchy! Poi, Revlon, Estee Lauder e il meno conosciuto Halston iniziarono a produrre profumi che non erano "ripieghi" rispetto a quelli francesi, ma volevano essere un'alternativa tutt'altro che disprezzabile... Detto chiaramente, a me non sembra che i risultati ottenuti dagli americani nell'arte della profumeria siano pregevoli: l'acrido Youth Dew, il plasticoso Charlie, l'abominevole Giorgio di Beverly Hills stanno lì a dimostrare l'abisso che divide Rodeo Drive dal Faubourg Saint-Honore... Ma per il tenente Colombo anche Halston basta e avanza,eheheh!
  • Discussione Markus • 20/04/11 16:59
    Scrivano - 4788 interventi
    Gli americani, come hai ben detto, non hanno tradizione di profumeria, tuttavia l'Halston (almeno negli anni '70) ebbe un buon consenso e si discostò dalla profumeria dozzinale (le fragranze di Coty e Jovan, per esempio) cui erano abituati gli americani in alternativa a quella "alta" francese.
    Halston lanciò varie fragranze contraddistinte da flaconi dal design ricercato. Le fragranze attingevano alle mode del periodo: il musk, il vetiver, il patchouli e non ultimo il floreale.