Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 11/02/09 DAL BENEMERITO SCHRAMM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 11/02/09 12:17 - 2544 commenti

I gusti di Schramm

Ritchie è alla cottura del riso. Da quando si è preso maledettamente sul serio e si è messo a dire "ve lo dò io il decostruzionismo" abbiamo in mano involuti polpettoni blablablosi in odor di autorialità ed estetica a perdere. L'azione? Affidata esclusivamente alla parola, a base di verbosità trandycrap e tarantinismi a tavoletta. La sceneggiatura? Ellissi e controellissi, e diecimila sottotrame che arrancano nel ricompattarsi. La regia? Un free-climbing sugli specchi. Resta di notevole una fotografia al bacio, che per quanto straordinaria non è il caso di considerare come parte per il tutto.

Mascherato 17/04/09 17:01 - 583 commenti

I gusti di Mascherato

Solo ora ci rendiamo conto di quanto dobbiamo essere grati a Madonna che, con la sua forte personalità, ha bloccato quella lillipuziana del marito Guy Ritchie. Eravamo tutti infatuati di Tarantino quando prendemmo fischi per fiaschi e scambiammo Lock & Stock per l'esordio di un nuovo autore. Che il suo immaginario fosse solo un gradino su i Teletubbies lo dimostra questa pellicola che gira a distanza di dieci anni senza che l'incipiente calvizie (visibile nelle foto che lo ritraggono), la paternità e l'età che avanza abbiano significato per Mister Ciccone una maggior maturità cinematografica.

Capannelle 23/04/09 14:14 - 3864 commenti

I gusti di Capannelle

L'idea non è male: prendi gangster e intrallazzatori (con tanto di sosia di Abramovich) della Londra champagne di prima della crisi finanziaria e li inquadri con lo stile beffardo di Pulp fiction. Peccato che Ritchie esageri col parlato, saturando tutta la pellicola, con gli intrecci narrativi e il montaggio vorticoso. Risultato un film che si vuole "sparato" ma in realtà troppo monocorde. Buona la prova degli attori, soprattutto Butler e Wilkinson.

G.Godardi 17/06/09 18:09 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Dopo essere stato vampirizzato dalla ex consorte, Ritchie torna con una gran voglia di (stra)fare. Più che altro di dimostare (soprattutto a se stesso) che lui è ancora il re della decostruzione del linguaggio cinematografico. Peccando di presunzione, ripropone la sua solita formuletta all'ennesima potenza. È solo una masturbazione mentale fine a se stessa che travolge tutto, anche le buone intuizioni e le discrete caratterizzazioni dei personaggi. Ma Ritchie ha già minacciato a fine film che ci sarà un sequel. Non tutto da buttare comunque.

Patrick78 9/10/09 15:26 - 357 commenti

I gusti di Patrick78

Basta, qualcuno fermi Ritchie! Il regista inglese è in una netta fase discendente e lo dimostra ampiamente con un pessimo clone di Lock & stock e ancor più di Snatch, in cui il solito gruppo di banditi più o meni sfigati ne combina di tutti i colori. Tarantinata dei poveri e per nulla divertente, non mostra neanche quella dose di violenza che forse ma ripeto forse avrebbe alzato leggermente il gradimento per un prodotto davvero scadente. Distratto dai vari gossip extra lavorativi (vedi divorzio da Madonna), il buon Guy è davvero arrivato alla frutta.

Daniela 18/10/09 16:49 - 10233 commenti

I gusti di Daniela

Dopo fallimenti e insuccessi, Ritchie prova a riciclarsi tornando alle origini, ossia a quella formula che gli dette fama internazionale, inaugurando un nuovo sotto-genere del cinema inglese. Anche qui abbiamo un fritto misto di delinquentelli da strapazzo, grossi criminali, mafiosi russi, killer psicopatici, con vicende turbinose che si intrecciano ancora una volta attorno ad un MacGuffin (nell'esordio erano 2 fucili, qui un quadro). Il gioco è certo un po' ripetitivo, ma la confezione è buona, il cast discreto, ci si può divertire.
MEMORABILE: La coppia di scagnozzi russi, praticamente indistruttibili

Galbo 20/10/09 07:17 - 11596 commenti

I gusti di Galbo

Un'altra storia ambientata tra personaggi della malavita londinese, tra piccoli delinquenti, grossi trafficanti e miliardari russi (chiaro il riferimento ad Abramovich). Con Rocknrolla, il regista Guy Ritchie torna a raccontare quello che conosce meglio e da questo punto di vista non delude le aspettative: il film è abbastanza divertente, ritmato e ben recitato. Certo, chi cerca l'originalità è meglio si rivolga da qualche altra parte.

Jandileida 13/01/10 21:11 - 1303 commenti

I gusti di Jandileida

Ritchie ci propone per l'ennesima volta la stessa formuletta di dialoghi serrati, scene al rallentatore, storia ad incastro e grande musica: bisogna ammettere che, pur conoscendo ormai le regole del suo gioco, questo Rocknrolla è un buon prodotto che riesce a diveritire e a farsi guardare. Il buon cast e la confezione (fotografia, montaggio etc..) molto professionale ci fanno scordare, per un attimo, che in fondo stiamo guardando un Lock 'n stock aggiornato ai tempi moderni, dove i russi provano a conquistare il mondo e Londra è meno "swinging".

Zutnas 7/06/11 16:19 - 85 commenti

I gusti di Zutnas

Copione già visto per questo film di Ritchie che ripropone con poche variazioni la formula di altri suoi film come Snatch o Lock & stock: boss cattivissimi, protagonisti nei guai fino al collo, dialoghi e battute brillanti, ambientazione londinese e quel rendere la violenza e la morte una cosa leggera di cui ridere e scherzare che alla fine rende il tutto inverosimile. Non che la verosimiglianza sia l'obiettivo del regista e non che si tratti di un brutto film, ma sembra tutto già visto e anche il finale è prevedibilmente ritchiano (?).

Rambo90 20/12/15 19:47 - 6710 commenti

I gusti di Rambo90

Niente di che. Ritchie ripete all'infinito lo stile che lo ha reso famoso, ma la trama non è per niente brillante come quella dei suoi primi due lavori. Si parla troppo e dura tanto, al punto da annoiare a più riprese, tra malviventi grossi e piccoli, ma tutti non troppo interessanti per colpa di una sceneggiatura ripetitiva e poco accattivante. C'è un bel gioco di attori (Wilkinson in particolare) e poco altro. Mediocre.

Guy Ritchie HA DIRETTO ANCHE...

Il ferrini 10/07/16 23:52 - 1813 commenti

I gusti di Il ferrini

Crime comedy divertente e recitata con una certa classe, soprattutto da Gerard Butler. Ritchie utilizza gli ingredienti che meglio conosce (Snatch) e confeziona una regia molto dinamica e veloce (antologica la scena dell'inseguimento a piedi con i sicari russi). La sceneggiatura è brillante, i dialoghi pungenti e anche se non si basa certo su un soggetto rivoluzionario il film scorre bene con atmosfere un po' a metà strada fra Ocean's eleven e Pulp fiction. Colonna sonora di tutto rispetto. Ideale per chi cerca puro intrattenimento.

Paulaster 29/11/17 10:10 - 3110 commenti

I gusti di Paulaster

Coppia di delinquenti deruba un magnate russo per poter restituire i soldi di un affare immobiliare finito male. Invece dei gangster questa volta si descrive il business edilizio nella Londra moderna: con i soldi si comprano soffiate e concessioni. La faccenda del quadro rubato è troppo debole per reggere la lunga fila di vendette e infatti si dà attenzione solo alle singole scene. Alla fine si preferisce Kebbell perché le sottotrame (il sosia di Abramovich in primis) intrattengono a fatica.
MEMORABILE: Kebbell al piano che racconta delle sigarette; Le chiacchere con vista da dentro lo stadio.

Piero68 15/10/18 11:43 - 2816 commenti

I gusti di Piero68

Noir semiserio in perfetto stile Guy Ritchie, che torna al suo genere preferito sulla scia di film come Lock & stock o Snatch. Gli elementi distintivi ci sono tutti: voce narrante fuori campo, flashback ecc. Il cast è ricco e la regia come al solito spigliata. Il problema è che il prodotto sa di muffa e di per sé non presenta nessuna novità. Anche le caratterizzazioni e alcune situazioni ricordano molto da vicino f=3894]Snatch. Il sottobosco londinese questa volta non è nemmeno così "cattivo" come ci si sarebbe aspettato. Buono ma ripetitivo.
MEMORABILE: L'inseguimento a piedi tra il russo e One-Two con il gesto finale di Butler che simula una fellatio; La richiesta a One-two di Bob il bello.

Leukimara 25/07/19 11:39 - 16 commenti

I gusti di Leukimara

Un grande e lunghissimo videoclip, questo pasticcione ben realizzato ma ben poco coinvolgente di Guy Ritchie. Non si capisce, sinceramente, dove voglia andare a parare. La fotografia è bellissima, uso sapiente delle immagini, ma per il resto emozioni zero e noia tanta, nonostante possa vantare un buon cast (in cui spiccano Gerard Butler, Thandie Newton e Tom Hardy). Però la trama proprio non convince e il plot non coinvolge. Bravo anche Toby Kebbell.
MEMORABILE: Lenny Cole: "Non c'è nessuna scuola come la vecchia scuola, e io porca troia sono il preside!"
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Patrick78 • 24/07/09 14:03
    Magazziniere - 546 interventi
    Per i cultori di Guy Ritchie l'attesa riguardo l'edizione home video è terminata.Infatti il film sarà disponibile in vendita nelle versioni DVD e BLU RAY DISC dal 22 Settembre.
  • Homevideo Gestarsh99 • 12/10/11 11:22
    Scrivano - 16587 interventi
    Disponibile in edizione Combo (Blu-Ray Disc + Copia Digitale) per Warner Home Video:



    DATI TECNICI

    * Formato video 2,40:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Inglese Tedesco Spagnolo
    Dolby TrueHD 5.1: Inglese
    * Sottotitoli Italiano Spagnolo Tedesco Italiano Coreano Danese Norvegese Svedese Finlandese
    * Extra Commento dello sceneggiatore/regista Guy Ritchie e dell'attore Mark Strong
    Scena inedita
    Blokes, Birds,Backhanders: dietro le quinte (in alta definizione)
    Guy's Town: il regista riflette sul fascino esercitato da Londra, una città in continua evoluzione (in alta definizione)