Red Sparrow

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Red Sparrow
Anno: 2018
Genere: spionaggio (colore)
Note: Tratto dall'omonimo romanzo di Jason Matthews.
Numero commenti presenti: 11
Papiro: elettronico
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Col nome di Sparrow vengono chiamate le ragazze addestrate in Russia ad usare le armi della seduzione per raggiungere il loro scopo, quello cioè di ottenere preziose informazioni dalle spie nemiche. Chi meglio quindi dell'ammaliante Jennifer Lawrence per un ruolo simile? La ragazza dalla pelle di porcellana è il vero punto di forza del film, il personaggio chiave attorno al quale ruota l'intera vicenda. Ex ballerina del Bolshoi caduta in disgrazia dopo un drammatico incidente sul palco, Dominika Egorova viene convinta dallo zio (Schoenaerts) a diventare una Sparrow, di fatto (per stessa definizione di lei) una prostituta che invece di concedersi per denaro lo fa per il bene della patria. Dopo un addestramento (a guidarlo è una freddissima...Leggi tutto Charlotte Rampling) in cui le viene chiesto di rinunciare ad ogni pudore o atto di dignità pensando solo all'obiettivo da raggiungere, Dominika è incaricata di rintracciare a Budapest un agente americano (Edgerton) per farsi svelare l'identità dell'ennesima, famigerata talpa, figura che in questi film non manca mai. Serve un nome, in definitiva; quel nome che sappiamo già ci perseguiterà per l'intera durata, infilato tra strati di doppi giochi in cui perdersi è facile, se non si segue con attenzione la trama. Siamo dalle parti della TALPA (pur se l'intreccio non è altrettanto caotico), di quei film cioè in cui la regia è chiamata a confondere le acque per nascondere quanto più a lungo possibile la soluzione e per stupire sparando nel finale l'inevitabile sventagliata di colpi di scena. Per ottenere un risultato già inserito in una formula abbondantemente codificata il regista Francis Lawrence (nessuna parentela con Jennifer, benché l'abbia già diretta più volte) utilizza un linguaggio che rifugge scientemente la massima chiarezza espositiva (e dire che Zemeckis in ALLIED aveva mostrato bene in tempi recenti come poter affrontare trame simili mantenendola) puntando a coinvolgere attraverso le ricercate location da ex cortina di ferro, una fotografia di spessore, le musiche del sempre ottimo James Newton Howard. Le apparenze sono salve, non c'è dubbio: la confezione è di prima classe (si vedano le prime scene a teatro, con elegantissime riprese dalle quinte), la recitazione sostiene come deve la serietà dell'impianto narrativo, le insperate nudità della Lawrence associate a una malizia seducente faranno felici i fans e non mancano nemmeno violenza e torture, affrontate con mano inaspettatamente pesante. Eppure il dosaggio fin troppo calibrato delle componenti restituisce l'impressione di un film costruito a tavolino, privo di intuizioni originali, costruito seguendo modelli immediatamente riconoscibili, artificioso negli sviluppi, gravato da un deficit di personalità che lo destina al mucchio informe di spy-movies tra loro troppo simili. Scarsa l'azione, molteplici le pause, che meno si avvertono dal momento che i ritmi sono costantemente tenuti bassi. Chi ama il genere troverà comunque pane per i suoi denti e una protagonista che, al di là di un fisico non esattamente slanciato e di una recitazione poco più che corretta, sa sfruttare al meglio il proprio carisma. Irons spunta qua e là senza lasciare il segno, gli altri fanno numero. Il sangue scorre, la tensione sale in attesa del solito finale caotico. La curiosità di conoscere il nome della talpa e il destino di Dominika c'è, così come la possibilità di arrivare alla fine delle due ore e venti snervati e sfiancati.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 4/03/18 DAL DAVINOTTI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Taxius 12/03/18 12:26 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Spy story in puro stile Guerra Fredda in cui russi e americani si sfidano a colpi di spie e talpe reciproche per il furto di segreti nazionali. Come molti altri film sul genere spionaggio anche Red Sparrow lascia poco spazio all'azione e i ritmi sono piuttosto lenti; questo ovviamente non vuole dire che sia noioso in quanto la costruzione della trama e la sua imprevedibilità non lasciano un attimo di respiro allo spettatore. Film molto violento, con sangue e scene di tortura; numerose anche le scene di sesso.

124c 12/03/18 02:43 - 2805 commenti

I gusti di 124c

Una giovane ex-ballerina russa è costretta a diventare una Red Sparrow, cioè un'agente addestrata a sedurre, a fare il doppio gioco e a estorcere informazioni segrete dagli agenti nemici. Per la gioia dei suoi fan e non solo, Jennifer Lawrence si spoglia nuda e apre le gambe più volte, ma il film non decolla mai in maniera definitiva, nonostante la presenza di una sadicamente perfetta Charlotte Rampling che fa il verso al colonnello Rosa Klebb di bondiana memoria e del militare di Jeremy Irons che compare in determinate scene chiave.

Ryo 2/04/18 01:34 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Un'aspirante ballerina termina la sua carriera a causa di un infortunio premeditato: Grazie e per colpa dello zio, diventerà una delle spie russe più pericolose, le cosiddette "Red Sparrow". Spy-movie coraggioso, duro, crudo, ben scritto e con della buona imprevedibilità. Un bel cast con una Jennifer Lawrence bravissima e splendida. Grandiosa fotografia che accompagna egregiamente i toni cupi e freddi della storia.
MEMORABILE: L'incidente a teatro; La vendetta negli spogliatoi; La prima missione col magnate.

Capannelle 14/05/18 00:31 - 3862 commenti

I gusti di Capannelle

Troppe, troppe due ore per una storia che seppur condotta professionalmente non riesce a trovare una sua cifra espressiva e ritmo appropriati. Gli interpreti fanno il loro, la coppia Lawrence-Rampling regala un inizio promettente ma già da quei momenti si intuisce come sesso e violenza siano programmatici e poco ispirati, con qualche parentesi che ricorda gli allegri naziporn anni Settanta. Edgerton inizia bene ma poi scompare nelle pieghe di un personaggio ormai abusato.

Nicola81 20/05/18 22:14 - 2111 commenti

I gusti di Nicola81

La guerra fredda è finita da un pezzo, ma Russia e Stati Uniti continuano a fronteggiarsi a suon di talpe, doppi giochi e tradimenti. Gli ingredienti più classici del genere vengono arricchiti da una confezione di lusso, da alcuni momenti a tinte forti e da una protagonista piuttosto insolita (che spia lo diventa suo malgrado) cui una bravissima Jennifer Lawrence dona un'ambiguità e una fisicità notevoli. Evitate stucchevolezze che sarebbero state fuori luogo, ma non avrebbe affatto guastato una durata più contenuta dei suoi 140 minuti.
MEMORABILE: La vendetta negli spogliatoi; Le umiliazioni subite dalla Lawrence; La lotta nell'appartamento.

Galbo 10/07/18 07:20 - 11594 commenti

I gusti di Galbo

Thriller spionistico di impostazione classica che non apporta grandi novità al genere ma che è realizzato in modo impeccabile. La Lawrence impersona una giovane donna che diventa spia per necessità e conferisce al suo personaggio la giusta commistione di fascino e mistero. Il resto lo fa il buon lavoro del regista che utilizza bene sia l’ambientazione che il lavoro degli altri attori, che tuttavia (forse per scelta) rimangono un passo indietro alla fascinosa protagonista. Buon film.

Il ferrini 30/07/18 11:33 - 1813 commenti

I gusti di Il ferrini

Se tecnicamente è ineccepibile, è pur vero che niente aggiunge al già (stra)visto nell'ambito del suo genere. Solite spie russe e americane, soliti addestramenti, torture per ottenere confessioni, gli immancabili scontri corpo a corpo. Ciò che invece si colloca sopra la media è il cast, dalla glaciale Rampling all'impulsiva Parker, passando ovviamente per Irons. Jennifer Lawrence è in forma (anche fisica); diversi nudi per lei, perfino integrali. Alcune scene restano (il "pela-persone", la "lezione" sul sesso orale), ma il film si dimentica.

Piero68 2/01/19 10:31 - 2816 commenti

I gusti di Piero68

Terzo millennio ma solita vecchia ambientazione da Cold War. Quarto lavoro per l'accoppiata Lawrence/Lawrence e questo porta a una confezione innegabilmente di ottimo livello. A questo va ad aggiungersi un buon cast con presenza di vecchie glorie come la Rampling o Irons. Il problema è che dopo un buon inizio la storia finisce con lo stagnare ed essere ripetitiva. Non soffre della mancanza di scene action, cui il regista sopperisce con un buon ritmo nella narrazione, ma della mancanza di originalità e di un buon impianto generale di base. Discreto.

Tarabas 30/01/19 09:31 - 1769 commenti

I gusti di Tarabas

Spy story con intenzioni realistiche, quantomeno nell'evitare eccessi fumettistici, centrata sulla protagonista, ex etoile divenuta spia suo malgrado. Non si può dire che il film sia fatto male, anzi, né che manchino motivi di interesse. Ma alla fine manca qualcosa, la durezza del realismo è solo apparente e troppo spesso si ricorre a scene patinate per compiacere il pubblico. Lawrence brava e ovviamente bellissima (ma va?), meno bene il deuteragonista Edgerton, la spia più patatona del mondo.
MEMORABILE: Interessante notare come nessuno pronunci mai il nome di Putin: gli sceneggiatori hanno preferito usare "Il Presidente".

Redeyes 23/09/19 08:12 - 2256 commenti

I gusti di Redeyes

Nella sfida fra i Lawrence meglio Jennifer, fra i due la meno peggio. Pellicola estremamente lunga che fa della glacialità/immanenza il proprio dogma, salvo destarci con un paio di addestramenti in stile hard grazie a una buona Rampling e un po' di violenza interessante. L'intreccio finisce per avvitarsi su se stesso e anche i validi trenta minuti finali sembrano un po' imperfetti, sotto questo aspetto.
MEMORABILE: La macchinetta scarnificante.

Francis Lawrence HA DIRETTO ANCHE...

Gestarsh99 31/01/21 15:10 - 1381 commenti

I gusti di Gestarsh99

Lo scioglimento della calotta sovietica non ha mai riscaldato davvero il clima da Guerra Fredda, e la battaglia rivale fra intelligence e infiltrati ha continuato a listare caduti da ambo le parti. È il fulcro su cui punta questa lungagnata no action (niente corse su quattro ruote né scazzottate rompiossa) che tenta di spacciarsi per stratificata matrioska di thriller e spionaggio. L'esito manca di una visione d'insieme organicamente uniforme, che renda coeso e affidabile il legame di avvenimenti: tanti compartimenti stagni pinzati assieme da una Lawrence "spillatrice di agnizioni".
MEMORABILE: La Lawrence nuda e a gambe divaricate nella lezione dimostrativa di seduzione sessuale; La tortura dell'asportazione cutanea col dermatomo elettrico.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Raremirko • 28/03/18 23:43
    Addetto riparazione hardware - 3648 interventi
    Ne ho un piacevole ricordo; la storia non brilla troppo per originalità ma confezione, cast, violenza e sesso tengono desta l'attenzione quanto basta per dare al film un buon livello di qualità o perlomeno abbastanza interesse.
    La Lawrence, che non mi fa impazzire ma che nemmeno detesto, regge tutto sulle spalle e ci regala un nudo quasi completo (mica male).

    Script un pò intricato ma, visto il genere, ci sta.

    Buono.
  • Discussione Gestarsh99 • 2/02/21 20:31
    Scrivano - 16568 interventi
    Raremirko ebbe a dire:

    La Lawrence [...] ci regala un nudo quasi completo (mica male)

    La sua prova di seduzione "ginecologica" è inattesa ma colpisce nel segno, c'è poco da aggiungere.


    violenza e sesso tengono desta l'attenzione quanto basta

    A proposito di violenza, ci ho messo un po' per rintracciare il tipo di "macchinetta infernale" adoperata dal torturatore sul povero Joel Edgerton ma alla fine ho scovato l'inquietante strumento: si tratta di un dermatomo elettrico, dispositivo medico utilizzato per asportazioni e innesti cutanei di precisione; una specie di spellatore regolabile...
    Congegno utilissimo ma francamente terrificante:

    [img size=200]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images55/BqCbA7I.jpg[/img]
    Ultima modifica: 3/02/21 08:53 da Zender
  • Discussione Raremirko • 6/02/21 23:02
    Addetto riparazione hardware - 3648 interventi
    Grazie per la chiamata; credo che venga usato in operazioni di bellezza, per cambia di pelle da ustioni ecc..


    Madonna quanta malinconia però; son già passati 3 anni (non ci credo) e ai tempi i cinema (vidi al cinema il film) eran ancora aperti...