Radio America

Media utenti
Titolo originale: A Prairie Home Companion
Anno: 2006
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 8

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 6/05/07 DAL BENEMERITO HOMESICK
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Homesick 6/05/07 08:48 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Ovattato, malinconico, sospeso, coreografico, corale, nostalgico. Tra canzoni country e teatralità, si insinua la Morte, vera protagonista della storia: morte sia fisica sia metaforica, come fine di un'epoca, di una civiltà, di un modo semplice e spontaneo di fare spettacolo, di parlare al cuore del pubblico; un film sul passato ma che ci riporta immediatamente al nostro presente, vuoto e volgare. Interpretazioni eccellenti e in linea con il mood della storia. Epitaffio del regista.

Xamini 24/11/08 16:00 - 1012 commenti

I gusti di Xamini

Altman fotografa uno show radiofonico un attimo prima della sua morte, presenza peraltro palpabile sulla scena; nel farlo disegna una manciata di personaggi pieni, ricchi, riservando il necessario spazio a ciascuno. Gustoso a tratti il taglio ironico che inizia dal primo shot e dal primo personaggio (l'intera parodia del genere noir in una singola creatura) e scivola nei testi di alcuni pezzi in lingua originale. Grandi le interpretazioni e stile impeccabile dal primo minuto all'ultimo. Manca un po' in brillantezza e talora annoia.
MEMORABILE: L'effetto del panino al formaggio e fagioli al momento sbagliato...

Pigro 24/12/08 10:13 - 7789 commenti

I gusti di Pigro

Altman racconta l'ultima puntata di un programma radiofonico country di successo, e ancora una volta firma un grande film. La coralità di personaggi tutti ben stagliati dal coro stesso (e ben interpretati) è compressa nello spazio chiuso del teatro dove si registra, che è contemporaneamente sineddoche degli Usa e tomba di una socialità spazzata via dai venti nuovi di una cieca modernità. Il canto del cigno dei divi country non è però nostalgico, ma rabbiosamente e politicamente schiaffato di fronte al mondo. Onore al Maestro per il suo addio.

Galbo 21/01/09 05:49 - 11387 commenti

I gusti di Galbo

Congedo cinematografico del grande Robert Altman, questa pellicola è un'operazione quasi speculare a quella compiuta dallo stesso regista in Nashville. Si racconta l'America sotto forma di un grande affresco musicale, non più negli spazi aperti del Tennessee, ma all'interno di uno studio di registrazione. Rimane inalterata la grande capacità del regista di raccontare storie corali, curando insieme numerosi personaggi e scegliendo un cast di altissimo livello che dà ottima prova di sé.

Saintgifts 4/01/10 22:44 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Quello che impressiona, in questo ultimo lavoro di Altman, è la facilità e naturalezza con cui i protagonisti della trasmissione radio, con pubblico presente, passano dalle chiacchere di camerino (dove si scoprono le vere personalità degli artisti), al palco dove si esibiscono con disinvoltura e grande mestiere. È anche l'ultima trasmissione dopo trent'anni di canzoni e pubblicità, non importa se hanno ancora successo e sarà l'ultimo giorno anche per qualcuno visitato dall'angelo in impermeabile bianco corteggiato da Guy Noir, un bravo Kline.
MEMORABILE: Il riempitivo nonsense, in diretta, con il rumorista che improvvisa, non preparato, i vari suoni adatti alla storiella.

Ilcassiere 11/01/10 16:36 - 283 commenti

I gusti di Ilcassiere

Deliziosa narrazione dell'ultima puntata di un importante, ormai vecchio, show radiofonico. Sul palco canzoni, improvvisazioni, battute e strampalati spot; dietro le quinte personaggi interessanti, storie personali, amori passati. Maiuscola uscita di scena di Altman, che tratta la morte con sensibilità e leggerezza, arrivando a far dire all'angelo dall'impermeabile bianco che quando muore una persona anziana non è mai una tragedia.
MEMORABILE: Un bellissimo funerale, a lui sarebbe piaciuto. Peccato lo abbia perso solo per pochi giorni.

Daniela 15/11/14 12:37 - 9402 commenti

I gusti di Daniela

L'ultimo giorno di trasmissione per un programma radio registrato dal vivo con il pubblico in sala, in attesa dell'arrivo del "tagliatore di teste" che dovrà comunicarne la definitiva chiusura... Forse non ci poteva essere miglior addio cinematografico per Altman che questo film nostalgico, pervaso di tenera ironia, dove la morte ha le sembianze morbide di Virginia Madsen, angelo biondo in impermeabile bianco. Ancora una volta emerge la maestria nel saper muovere in scena una miriade di personaggi, orchestrando mirabilmente un cast all-stars. Film da gustare lentamente, come una caramella.

Paulaster 6/11/19 09:50 - 2783 commenti

I gusti di Paulaster

Ultima serata per una trasmissione radiofonica. Clima da festa di chiusura ma senza tristezza per il tempo che passa, solo un filo di malinconia con la speranza di essere ancora utili. Altman dirige mischiando abilmente le parti cantate e i dialoghi del numeroso cast in uno scorrevole equilibrio. Anche se la morte accompagna la vicenda, si è consapevoli di accettare il destino. Ottimo ruolo per Kline come esempio di un personaggio che non esiste più; scarsa scelta Lee Jones.
MEMORABILE: I duetti tra la Streep e la Tomlin; La canzone a doppi sensi dei due mandriani; La poesia del suicidio della Lohan.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 20/11/09 11:16
    Vice capo scrivano - 5600 interventi
    A George Clooney fu offerto il ruolo del detective,ma dovette rifiutare per altri film che doveva filmare in quel momento.

    Fonte:Imdb