Notre Dame

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/07/11 DAL BENEMERITO VON LEPPE
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Von Leppe 8/07/11 20:01 - 1016 commenti

I gusti di Von Leppe

Charles Laughton è un buon gobbo, mentre Maureen O'Hara con le zingare non c'entra niente: difficile trovare una vera gitana nelle trasposizioni cinematografiche del romanzo di Hugo, che forse vale più per l'ambientazione e i personaggi che per la storia in sè. Frollo è il mio preferito e qui è ben interpretato da Cedric Hardwicke. Il gobbo della cattedrale non è mai entrato nell'olimpo dei classici horror, anzi è andato calando dal primo insuperato Lon Chaney fino a diventare una fiaba per bambini.

Faggi 27/08/16 22:55 - 1479 commenti

I gusti di Faggi

Difficile trasporre in celluloide il multiforme pathos, la ricchezza della vicenda, il disegno dei personaggi con la loro umanità e le loro sfaccettature psicologiche (e psicopatologiche) presenti nel romanzo di Hugo. A conti fatti, comunque, questa pellicola affronta con gusto la vasta materia di partenza e restituisce bei momenti di cinema d'antan, dove il celebre personaggio del gobbo (interpretato da Charles Laughton) tiene banco e dove l'atmosfera complessiva ha capacità suggestiva.

Daniela 20/04/17 08:54 - 9111 commenti

I gusti di Daniela

Buona trasposizione, nonostante le semplificazioni (inevitabili) e l'edulcorazione dell'epilogo (evitabile). Fra il buono, l'atmosfera fra il gotico e l'espressionista esaltata dalla fotografia di Joseph August, nonché la prova del cast: se la bellezza di O'Hara è molto irlandese e poco zingaresca, risultano efficaci il gelido Frodo di Hardwicke, il vigoroso Mitchell re dei ladri e O'Brian, qui giovane, snello e molto attraente. E poi c'è lo straordinario Laughton, riconoscibile nonostante il pesante trucco, in piena gara di bravura con Lon Chaney: gobbo mostruoso eppure di commovente umanità.
MEMORABILE: L'esposizione sulla gogna; L'assalto alla cattedrale; "Perché non sono di pietra come voi?"

Il Dandi 20/04/19 22:06 - 1733 commenti

I gusti di Il Dandi

Questa della RKO è la miglior trasposizione del romanzo di Victor Hugo (benché anch'essa non priva di licenze). Di fatto è un remake migliorato della versione muta della Universal, di cui riprende l'impianto coreografico dell'ambientazione ma senza gli indugi che costringevano ad accelerazioni frettolose. Gioca a favore, nel paragone, anche l'interpretazione di Laughton, meno incline di Chaney all'horror shock: acquistando la parola il suo Quasimodo diventa consapevole e rassegnato, dotato di un più umano patetismo.
MEMORABILE: "Perché non sono di pietra come te?"

Pigro 25/04/19 12:46 - 7706 commenti

I gusti di Pigro

Nuova versione cinematografica del romanzo di Hugo, realizzato con grande impegno produttivo nonché attorale: un grande Laughton sfigurato dà volto e corpo al gobbo che salva la bella zingara dall’impiccagione, modulando bruttezza, sensibilità e dolorosa umanità. Il film spinge il pedale sullo scontro tra retaggi retrogradi e modernità illuminista ed ecumenica, riassunti negli interventi del re (un po’ troppo) bonaccione. Ma è la grande "coreografia" hollywoodiana tra sentimenti, azione e ricostruzioni storiche ad avvincere e convincere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Von Leppe • 13/09/15 18:53
    Call center Davinotti - 943 interventi
    Il dvd DNA MACOK fa SCHIFO oltre a una bassa qualità, presenta perfino il LOGO MK in alto alla destra del teleschermo audio italiano durata 1:50:48 immagine a 23:10
    Ultima modifica: 13/09/15 19:36 da Zender
  • Discussione Il Dandi • 20/04/19 22:08
    Contratto a progetto - 1427 interventi
    Il titolo originale è "The hunchback of Notre Dame". Suggerirei anche di mettere in note "NON Il gobbo di Notre Dame" per facilitare l'indicizzazione.
  • Discussione B. Legnani • 20/04/19 22:58
    Consigliere - 13760 interventi
    Il Dandi ebbe a dire: Il titolo originale è "The hunchback of Notre Dame". Suggerirei anche di mettere in note "NON Il gobbo di Notre Dame" per facilitare l'indicizzazione. Temo che, mettendo in note quanto dici, cercando quel titolo errato, il sistema ci porterebbe proprio qui.
  • Discussione Il Dandi • 21/04/19 01:54
    Contratto a progetto - 1427 interventi
    No, perché? Casomai porterebbe alla lista di tutti gli omonimi. È il titolo di altri 4 o 5 film, sarebbe un peccato che proprio questo restasse più difficile a trovarsi.
  • Discussione Zender • 21/04/19 08:45
    Consigliere - 43825 interventi
    In effetti hai ragione Dandi. Può aiutare perché molti potrebbero cercarlo con quel titolo lì (visto anche il titolo originale).
  • Discussione B. Legnani • 21/04/19 11:28
    Consigliere - 13760 interventi
    Il Dandi ebbe a dire: È il titolo di altri 4 o 5 film, sarebbe un peccato che proprio questo restasse più difficile a trovarsi. Ora ho capito. Grazie. L'inconveniente che citavo è reale ma è, in realtà, un vantaggio.
    Ultima modifica: 21/04/19 11:30 da B. Legnani
  • Discussione Pigro • 25/04/19 12:47
    Consigliere avanzato - 1477 interventi
    Non so se la questione sia già stata affrontata per casi analoghi, ma teoricamente questo sarebbe il remake de “Il gobbo di Notre Dame” del 1923. E quindi anche “Il gobbo della cattedrale” del 1956 sarebbe un ulteriore remake...
  • Discussione Il Dandi • 25/04/19 12:59
    Contratto a progetto - 1427 interventi
    Pigro ebbe a dire: Non so se la questione sia già stata affrontata per casi analoghi, ma teoricamente questo sarebbe il remake de “Il gobbo di Notre Dame” del 1923. E quindi anche “Il gobbo della cattedrale” del 1956 sarebbe un ulteriore remake... Verissimo, ma nel caso dei film tratti da un romanzo (pensa a tutti i Fantasmi dell'Opera, i Dracula, i vari Tre Moschettieri, i Miserabili) la questione remake o non remake è sempre difficile da sancire. Concordo (come ho scritto nel mio commento) che in questo caso si tratta di un remake vero e proprio, con alcune scene interamente riprese. Già quello a colori del '56 secondo me tiene meno conto dei precedenti.
  • Discussione Zender • 25/04/19 17:41
    Consigliere - 43825 interventi
    Sì, direi che Il Dandi ha ragione. Son quei romanzi talmente importanti e che posson contare talmente tante trasposizioni che alla fine conviene non mettere la famigerata R.