LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 9/03/10 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 9/03/10 05:48 - 11543 commenti

I gusti di Galbo

Jomar, ex sciatore norvegese, intraprende un viaggio in motoslitta per incontrare la sua ex compagna e suo figlio. Difficilmente inquadrabile in un genere preciso (si potrabbe definire una commedia drammatica), Nord è un film "on the road" in cui l'elemento nuovo sono i gelidi paesaggi norvegesi che fanno il paio con la profonda solitudine del protagonista (che dopo un incidente sugli sci ha smarrito il senso della propria vita). Ben realizzato (peraltro in condizioni estreme),il film si avvale di una buona interpretazione del protagonista.

Capannelle 11/03/10 12:41 - 3801 commenti

I gusti di Capannelle

La simpatia che Jomar ispira all'inizio si scioglie come neve al sole col passare dei minuti e alla fine non ti importa più dove lui vada a parare. Eh sì, perché i norvegesi esagerano col ritmo lento, con i personaggi strampalati e la ricerca della sequenza originaloide. Tecnicamente merita, regia e fotografia sono infatti all'altezza. Ma il voler essere alternativi e inserire personaggi/simbolismi anticonvenzionali in questo caso non porta a grandi risultati.

Disorder 14/03/10 12:58 - 1412 commenti

I gusti di Disorder

Ammetto di essere un po' di parte, in quanto amante dei paesaggi nordici (che potrei osservare per ore senza annoiarmi), ma in effetti il film mi è molto piaciuto. Ritmo lento, dialoghi rarefatti ma studiati e personaggi quanto mai bizzarri che restano impressi. Unico difetto il finale, davvero troppo sbrigativo: l'attesa protratta per tutto il film (comunque piuttosto breve) non viene affatto ripagata. Comunque, decisamente bello.
MEMORABILE: I giorni passati da Jomar nel ripostiglio della ragazzina.

Cotola 13/03/10 18:51 - 7742 commenti

I gusti di Cotola

Bizzarro film norvegese on the road il cui punto di partenza non è certo originale (un padre che va alla ricerca della figlia dopo molto tempo che non la vede) ma il cui svolgimento non è certamente usuale. Il cammino del protagonista è caratterizzato da incontri con personaggi più o meno strani che contribuiranno a ridargli la voglia di vivere. I ritmi sono lenti come in genere accade nel cinema scandinavo, ma la breve durata (nemmeno 90 minuti) e la bizzarria di alcune situazioni, permettono di portarlo avanti senza problemi.

Wotansvolk 28/07/10 06:16 - 10 commenti

I gusti di Wotansvolk

A tratti sembra di assistere a spezzoni di uno spettacolo di cabaret, tanto la narrazione risulta frammentata e gli "incontri" durante il tragitto slegati fra loro. Lo stesso protagonista è poco più che uno spettatore (smette la sua passività negli ultimissimi fotogrammi della pellicola). "Nord" è piacevole da vedere e per alcuni tratti divertente, ma i meriti effettivi sono pochi.
MEMORABILE: La scena del vecchio in catene, anche se fuori contesto, ha un gusto orientale.

Myvincent 2/05/12 08:10 - 2707 commenti

I gusti di Myvincent

Un tempo campione di sci nella discesa libera, Jomar si trova ora ad affrontare una scivolosa discesa esistenziale depressiva a causa di vicissitudini sentimentali. Sarà un lungo, disperato viaggio nelle candide e gelide nevi a ridargli speranza. Il film vive di felici paragoni fra natura e vita, fra difficoltà, irrazionalità ed incontri casuali che lo rendono intenso e delicato. Altro vantaggio, la brevità della storia con obiettivi senza tante pretese.

Kinodrop 14/02/14 17:55 - 1726 commenti

I gusti di Kinodrop

Non bastano paesaggi e ambientazione, per quanto affascinanti, a risolvere in positivo una trama on the road vista cento volte. Jomar, ex sciatore sull'orlo della depressione, decide di fare un viaggio-terapia verso l'ex compagna e il figlioletto attraverso i geli norvegesi. Incontra altri personaggi solitari e fuori di testa senza né dare né ricevere nulla, se non un po' di cibo e soprattutto alcool. Psicologia incomprensibile, situazioni off limits che lasciano "freddi". Musica pseudo country lappone piuttosto ingombrante; era meglio il silenzio...
MEMORABILE: La motoslitta che sprofondando tra i ghiacci trascina con sé il vecchio solitario.

Daniela 28/11/14 09:56 - 9959 commenti

I gusti di Daniela

Depresso, fobico, alcolista, Jamar intraprende un lungo viaggio in motoslitta e sci verso il nord della Norvegia, per incontrare un figlio di cui ignorava l'esistenza... Condito da accenni western nella colonna sonora e in alcuni passaggi, un road movie lento, che si prende tutto il tempo necessario come nel lynchiano viaggio di Alvin, in cui il bianco delle distese infinite di neve è punteggiato da figurine ora tenere ora bizzarre. Una storia semplice, con un protagonista sfigato, che, nonostante qualche sottolineatura allegorica di troppo, finisce per conquistare.
MEMORABILE: Il sistema per ubriacarsi in fretta con poco alcool a disposizione; La ripartita del vecchio saggio

Pigro 7/06/15 09:29 - 8219 commenti

I gusti di Pigro

Road movie in motoslitta e sci attraverso le nevi norvegesi per conoscere il figlio. Silenzi e incontri del protagonista malato di depressione con altre solitudini, isolate nel desolante deserto bianco. Credo ci sia anche un po’ di umorismo (scandinavo), ma in sostanza il film è di una devastante lieve tristezza che si avvita su sé stessa lasciando un po’ tutto a mezz’aria, né carne né pesce. Una storia sospesa, disseminata di simbolismi a buon mercato come filosofia da cioccolatini. La brevità evita una noia sicura.

Lupus73 30/12/20 10:32 - 797 commenti

I gusti di Lupus73

Film norvegese "on the snow", come equivalente dell'on the road, ma in "moto"-slitta e tra stupende distese innevate (immortalate da pregevole e algida fotografia) che circondano il protagonista e i bizzarri incontri nel suo viaggio (anche interiore) a Nord. Certo il senso scandinavo per la commedia è più freddo rispetto al nostro: non aspettatevi grasse risate ma qualcosa che nel nostro cinema è più vicino a un leggero dramma, sentimentalmente asettico quasi apatico con altrettanto leggere venature di simpatia e ironia; ma merita e lo si apprezza di più tempo dopo la prima visione.
MEMORABILE: La curiosa permanenza presso l'anziana signora e la nipotina.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.