LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/04/22 DAL BENEMERITO SCHRAMM
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 24/04/22 23:40 - 3112 commenti

I gusti di Schramm

Lasciatosi geneticamente modificare e vestire a festa da tempi modi spazi di Malick, Stolevski si mette in testa di narrare la mistica del sangue, annessa risonanza metastorica e potere rigenerativo attraverso il romanzo di highlanderiana formazione di una strega, anzi due. Senza satanismi, senza esoterismi e soprattutto senza nichilismi, mostra witch et nunc la gloria templare del nulla-Proteo-effetto speciale che siamo, attraverso un cinematografico flusso di coscienza eucaristico, al contempo capace di sedurre e indisporre, annoiare e incantare, abbocconare e lasciare digiuni.

Herrkinski 17/05/22 05:15 - 7226 commenti

I gusti di Herrkinski

La vita di una strega che cerca di confondersi con gli umani, in questo lavoro che di horror ha solo la presenza del sangue e alcuni concetti di base; le ambizioni del regista sono ovviamente altre (o alte?) e il film soffre di quel piglio autoriale tipico di certo cinema europeo, traducibile in una lentezza disarmante e in dialoghi rarefatti ed enigmatici. Belle alcune immagini, così come i volti delle protagoniste, ma la noia è presto insostenibile per qualunque spettatore ignaro di quello a cui va incontro. Vacuo e ripetitivo, sconta un eccesso di superbia registica.

Kinodrop 2/10/22 20:20 - 2495 commenti

I gusti di Kinodrop

Le riflessioni filosofeggianti di una strega proteiforme e assetata di sangue, sulla propria condizione in rapporto a quella di un'umanità normale con cui viene a contatto. Un presupposto magari anche interessante, ma che prende una piega terribilmente autoriale rallentata fino all'esasperazione e di difficile condivisione per l'impossibilità di immedesimarsi (a nostra volta) con una "psicologia" di cui possiamo scorgere solo gli effetti nefasti. Qualche bel paesaggio consola dal moltiplicarsi di situazioni troppo simili e dall'incertezza del messaggio che il regista vorrebbe dare.

Lupus73 3/10/22 12:19 - 1341 commenti

I gusti di Lupus73

Soggetto accattivante basato sulla stregoneria, ambientazione suggestiva ben resa nella Macedonia del XIX secolo, ma la regia opta per una strada introspettiva, con uno speech-on persistente e sussurrato, dinamiche lentissime che trascinano il tutto alla deriva nonostante il tentativo di ricerca della forma dell'arte (e l'eccessiva durata non giova sicuramente), alla Bellocchio per intendersi. Quello che rimane sono un affresco fine a se stesso, una sensazione generale di perdizione ma soprattutto un approccio troppo dispersivo e ostico che vanifica lo sforzo. Guardare altrove.

Rebis 25/10/22 12:34 - 2233 commenti

I gusti di Rebis

Esce dalla caverna platonica per indossare la foggia dei morti e conoscere il mondo dei vivi. È una mangiatrice di lupi: assume le sembianze dei corpi che divora. Donna, madre, uomo, figlia, animale. Divinità innocente, fluida e proteiforme, ci desta dal sonno eterno per donarci una nuova eternità. Horror filosofico, esperienziale, declina la lezione malikiana in un caleidoscopio percettivo e panico di struggente bellezza. La nostra identità è sempre nel campo dell'altro: solo chi supera il confine dell'io conosce se stesso e il sacrificio estremo di cui è capace.

Bubobubo 29/11/22 13:13 - 1834 commenti

I gusti di Bubobubo

La vicenda raccontata dall'esordiente Stolevski ha il sapore allucinatorio della pre(i)storica Slavia di confine, terra di nessuno smarrita in un non-tempo matrilineare popolato da apparizioni collettive (vile, mutaforma, sanguinarie incantatrici) che trascendono i labili confini dell'ontologia tradizionale. Detto dell'innegabile gusto pittorico nella composizione dell'immagine, che tradisce ambizioni autoriali ben oltre i paletti di genere, a difettare ancora è una minima articolazione ritmica interna che vada oltre la giustapposizione tra stupore estatico e lampi gore: arriverà?
MEMORABILE: I flashback che ricostruiscono la storia di Maria (Marinca).

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.