Non rimpiango la mia giovinezza

Media utenti
Titolo originale: Waga seishun ni kuinashi
Anno: 1946
Genere: drammatico (bianco e nero)
Note: Si ispira alla vicenda realmente accaduta del professor Takikawa e del suo allievo Hidemi Ozaki, torturato e ucciso durante un interrogatorio di polizia.

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/06/11 DAL BENEMERITO RYO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ryo 26/06/11 12:50 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Uno dei primi film del maestro Kurosawa, dotato di una storia eccellente. Di sicuro il riferimento storico è estraneo a noi occidentali, ma è facile immedesimarsi nello stato d'animo dei personaggi che stanno vivendo un momento terribile, un'epoca in cui la gente a costo di far valere i propri diritti rischiava la morte. Commovente, iper-realistico e con u'intelligente crescita della protagonista.
MEMORABILE: Il procuratore ha detto che Noge ha fatto la scelta sbagliata, ma solo il tempo giudicherà se la scelta sarà stata giusta o sbagliata.

Myvincent 28/09/11 14:45 - 3191 commenti

I gusti di Myvincent

Grande affresco politico e all'interno una delicata quanto dolorosa storia d'amore fra due studenti nel Giappone della fine della II guerra mondiale, in lotta contro il bavaglio militare imperialistico sulla conduzione universitaria. Un film molto combattuto per lo stesso regista, che con soavità e realismo descrive un periodo storico critico, rendendolo universale nelle storie private e nelle tematiche di ingiustizia sociale.

Cotola 10/11/13 00:57 - 8313 commenti

I gusti di Cotola

Storicamente parlando non tutto è precisamente comprensibile agli occidentali, ma certe situazioni, tematiche e sentimenti sono universali e difficilmente possono non coinvolgere ed interessare. Ad una prima parte già buona, ma con qualche lentezza, ne segue una seconda in cui il film decolla e raggiunge alte vette di intensità. Così come molto intenso è il personaggio della protagonista e la sua crescita. Tra i film del maestro giapponese, uno dei primi di grande valore seppure sconosciuto e per questo, assolutamente da recuperare.

Daniela 24/01/22 11:59 - 11453 commenti

I gusti di Daniela

La figlia di un professore universitario si innamora di uno studente impegnato nelle contestazioni contro le pressioni autoritarie. Anni dopo, resta delusa nel trovarlo piegato al conformismo imperante ma poi scopre che sta continuando in clandestinità il suo impegno pacifista... Dagli anni Venti fino al dopoguerra, ossia dalle atmosfere della giovinezza, spensierate ma già gravide di minacce, fino alla consapevolezza della maturità passando attraverso esperienze dolorose che, soprattutto nella seconda parte, coinvolgono e commuovono. Film riflessivo, pudico e intenso, da recuperare.
MEMORABILE: La gita in  montagna; La risaia devastata; Il discorso all'Università. 

Setsuko Hara HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.