Non è mai troppo tardi

Media utenti
Titolo originale: The Bucket List
Anno: 2007
Genere: commedia (colore)
Regia: Rob Reiner
Numero commenti presenti: 18

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/05/08 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 29/05/08 20:24 - 11546 commenti

I gusti di Galbo

Un ricco eccentrico ed un meccanico entrambi malati terminali si conoscono in ospedale e decidono di trascorrere quello che resta della loro vita a fare le cose che hanno sempre desiderato. Commedia non trascendentale che ha la pretesa di dissacrare argomenti molto seri come la malattia e la morte ma finisce per adoperare un umorismo e un'andamento spesso fine a sè stesso. Pur esperto nel genere, il regista Reiner non appare al massimo della forma e anche i due protagonisti recitano parti un po' stereotipate. Li salva il grande mestiere.

Caesars 11/06/08 09:43 - 2869 commenti

I gusti di Caesars

Sicuramente non siamo di fronte ad un grande film e neanche a qualcosa di particolarmente originale, però è un prodotto più che dignitoso che affronta in modo "leggero" un tema scottante come quello dei malati terminali. Buona, ma era difficile prevedere il contrario, la prova dei due interpreti principali. Si narra la storia di due malati di tumore (il padrone della clinica in cui sono ricoverati e il suo compagno di stanza) che decidono di passare gli ultimi mesi di vita facendo tutte le cose che non hanno mai fatto prima. Regia diligente.

124c 3/08/10 11:45 - 2796 commenti

I gusti di 124c

Commedia agrodolce su due malati di cancro che decidono di fare una lista di cose da fare, prima del "grande passo". I due vecchi in questione sono interpretati dai giganteschi Jack Nicholson e Morgan Freeman, che interpretano un ricco bianco eccentrico e un povero meccanico nero, felicemente sposato con prole. Logico che il secondo sia più profondo del primo e che desideri fare cose più filosofiche, ma entrambi gli attori sono bravissimi e nessuno si supera in bravura. Film molto toccante.
MEMORABILE: Morgan Freeman, nel letto di morte, dà un foglio di carta a Jack Nicholson e gli dice, circa il caffe che prende: "Lo sai che bevi della merda?" Risate.

Domino86 28/04/10 11:00 - 562 commenti

I gusti di Domino86

Un inno alla vita interpretato da due grandissimi attori che formano in questa pellicola una coppia formidabile. Il film tocca un tema molto delicato ma riesce a farlo intelligentemente: la tristezza generale viene accompagnata da un'ironia e un divertimento semplici ma coinvolgenti.

Stefania 5/08/10 23:23 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Edward è ricco, solitario e disilluso, Carter è quasi povero, ha una bella famiglia, un carattere idealista. Ma un dettaglio cancella le loro differenze: entrambi stanno morendo di cancro, e il loro sogno è quello di vivere i loro ultimi mesi come non hanno mai vissuto prima. Non era facile fare un film su un tema come questo senza eccedere né in sentimentalismo né in cinismo, e Reiner ci riesce, anche se la storia ha una morale spicciola: non è importante vedere cose nuove, ma vedere le cose che già abbiamo sotto una nuova luce. Speranzoso.

Paruzzo 21/01/11 19:55 - 140 commenti

I gusti di Paruzzo

Il tema trattato è molto delicato (la morte a causa di malattie incurabili), ma nonostante questo il film si rivela leggero e scorrevole, diviso in una prima parte più divertente e una seconda dai toni un po' più seri. Il finale è molto toccante. Freeman e Nicholson sono una garanzia.

Jcvd 13/02/11 19:27 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Un miliardario e un meccanico, malati terminali, fanno amicizia e decidono di fare tutto ciò che non hanno mai fatto in precedenza nella loro vita... Film dai tre volti per i divi Fremann e Nicholson. Prima parte gradevole, ma leggermente troppo lenta e noiosa, seconda parte che vorrebbe essere spassosa e divertente ma non vi riesce e infine terza parte sublime! Un film nel complesso discreto ma con un picco finale molto toccante... lacrime in arrivo!

Belfagor 3/06/11 23:41 - 2632 commenti

I gusti di Belfagor

Ricco e povero, accomunati dalla malattia, cercano di godersi il banchetto della vita il più possibile. Visto il tema sarebbe facile scadere nel patetismo, ma Reiner riesce ad evitarlo, anche se dall'altra parte l'umorismo del film non riesce ad essere particolarmente incisivo o malin-comico. La pellicola si riscatta, comunque, grazie alle prove di Nicholson e Freeman, che infondono convinzione e profondità in due ruoli un po' troppo usati. Il finale riesce ad essere toccante senza sbavature.

Rambo90 8/09/11 16:07 - 6603 commenti

I gusti di Rambo90

Due straordinari protagonisti per un film che rifugge dal dramma facile e anzi cerca di affrontare il tema della morte con leggerezza, allegria e vitalità. La storia non sempre scorre bene ma la regia di Reiner è una garanzia e i dialoghi suscitano più volte il sorriso, così come le espressioni di Nicholson e Freeman riescono a dire già tutto dei loro personaggi. Commovente il finale e perfetta la sintonia fra le due star.

.luke. 5/04/12 15:28 - 89 commenti

I gusti di .luke.

Piacevole, divertente e alla fine commovente commedia interpretata da un ottimo duetto di attori: Jack Nicholson e Morgan Freeman interpretano due uomini quasi agli antipodi ma che sono accomunati dal fatto che un cancro sta portando loro via la vita. Dialoghi particolarmente riusciti e diverse situazioni divertenti.
MEMORABILE: So che quando è morto i suoi occhi erano chiusi e il suo cuore aperto.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Cangaceiro 31/12/12 17:34 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Sicuramente un grande film, che sa rimanere incredibilmente in equilibrio tra dramma (protagonisti due malati terminali, peggio di così...) e commedia, senza lesinare qualche perla di saggezza tanto semplice quanto sacrosanta. Un mix perfetto che arriva dritto al cuore, facendo sorridere, commuovere e riflettere allo stesso tempo. Visto il doloroso tema trattato un'altro grosso merito è il secco rifiuto del facile pietismo da lacrima-movie, qui fortunatamente assente. Nicholson e Freeman, molto affiatati, sanno emozionare con la loro bella performance.
MEMORABILE: Nicholson sfiancato dalla chemio: "Invidio chi in questo momento sta morendo d'infarto!"; Il lancio col paracadute.

Jandileida 26/10/13 09:36 - 1290 commenti

I gusti di Jandileida

Considerata la mossa dell'opera - due malati terminali di diversa estrazione sociale spendono insieme i loro ultimi mesi seguendo una lista di cose da fare - c'era il pericolo di doversi sorbire un plastificato e stereotipato inno alla vita; e invece, vuoi perché Freeman e Nicholson sono veramente due cavalli di gran pregio oppure perché la sceneggiatura si mantiene composta, sobria e secca, il film risulta molto piacevole e stimola una riflessione, magari scontata ma vera, sul senso della vita. Nulla di eccezionale ma sicuramente molto conciliante.

Scarlett 11/12/13 02:14 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Ottima, forse un po' scontata prova dei protagonisti che però non trovano un contesto particolare dove eccellere con le loro rinomate attitudini. Un buon prodotto che comunque non ha particolare brillantezza, che si lascia vedere e ci prova anche a toccare un po' lo spettatore con varie sequenze; si avvicina, ma non la completa del tutto forse, l'intenzione del regista. Godibile, ma se ne potrebbe anche fare a meno.

Saintgifts 27/04/15 09:57 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Indispensabile che nella coppia, accomunata dalla malattia senza scampo, ci fosse un riccone. Questo è il punto che deprime tutti gli altri toccati nel film; punti di una certa importanza, riferiti alla vita in generale e più in particolare ai sentimenti e ai rapporti affettivi. Le inesauribili possibilità economiche danno la possibilità di esaurire la prima parte del film, film che si riscatta nel finale dove i soldi non contano più e in cui deve emergere, se presente, la parte migliore che è in ognuno di noi. La coppia bianco/nera non sbaglia.

Ira72 3/02/17 11:06 - 995 commenti

I gusti di Ira72

Si, lo so, il film è furbo e ammicca al sentimentalismo commerciale. Detto questo, a me è piaciuto moltissimo. Carpe diem, viene da pensare alla fine, in un misto di commozione e gioia. Freeman e Nicholson sono un connubio vincente che buca lo schermo e arriva dritto al cuore dello spettatore. Ricchi e poveri sono uguali di fronte alla morte incombente. Tema trattato con sensibile ironia, con profonda leggerezza, in punta di piedi quasi, strappando sorrisi senza riderci sopra. "Non è mai troppo tardi" solo per chi si ricorda di non essere eterno.

Magi94 6/11/17 21:39 - 735 commenti

I gusti di Magi94

Reiner si inoltra in un argomento pericoloso usando toni leggeri e non manca il bersaglio; solo per questo meriterebbe i tre pallini. A tratti stucchevole, con una sceneggiatura un po' scontata? Certamente, ma anche scorrevole e tutto sommato sincero nel raccontare uno dei "mostri" della nostra società occidentale. Freeman e Nicholson duettano con maestria nelle parti che si aspetterebbe da loro e si arriva al finale commossi come da copione, ma soddisfatti.

Ryo 11/03/20 12:04 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Ottima accoppiata formata da un mostro sacro come Nicholson e un eccellente Freeman, che interpretano un ottimo film sull'amicizia toccando bene le corde emotive. Non disturba il fatto che sia un po' irrealistico: è una buona fiaba felice che la maggior parte della gente comune sognerebbe prima di morire; i tipi di personaggi interpretati da Nicholson e Freeman lo rendono credibile, divertente e commovente nei momenti giusti.

Lou 5/10/20 18:47 - 1007 commenti

I gusti di Lou

Tema già ampiamente sfruttato ma sempre accattivante: prendersi in extremis delle soddisfazioni prima di una morte annunciata. Il successo del film poggia tutto sulle capacità di due grandi attori come Nicholson e Freeman, che, nonostante alcune banalità e il tono da commedia grottesca, sanno trasmettere un edificante messaggio di inno alla vita e all'amicizia.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.