LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/07/18 DAL BENEMERITO DIDDA23
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Didda23 23/07/18 10:38 - 2306 commenti

I gusti di Didda23

Giordana firma un'opera che cerca di far riflettere su un tema attualissimo, ovvero le molestie sessuali subita da donne sul luogo di lavoro. La regia è buona e la direzione attoriale impeccabile con una Capotondi di rara veridicità. Peccato che la sceneggiatura banalizzi un po' troppo la vicenda narrata e sia alquanto prevedibile nello svolgimento. Il corpo centrale è il migliore, soprattutto nelle dinamiche omertose fra colleghe. Storti in chiave prettamente drammatica è sorprendente. Un film dalla tematica importante, ma non sempre brillante.
MEMORABILE: La bellissima location dell'istituto; Le micacce velate nei confronti della bambina; La figlia del direttore.

Capannelle 4/08/18 17:33 - 3801 commenti

I gusti di Capannelle

Girato tra le province di Pavia e Cremona, rappresenta un lodevole tentativo di porre l'accento su temi quali le molestie lavorative, la solidarietà tra lavoratrici e gli intrecci di potere nella sanità privata della ricca provincia lombarda. Alle intenzioni non corrisponde una scrittura altrettanto profonda, certe parti sembrano prese a prestito da film tv per quanto sono didascaliche e "fluttuanti in superficie" ma la prova della Capotondi e di Storti, oltre alla mano registica, tengono a galla l'opera.

Nando 14/03/19 22:46 - 3512 commenti

I gusti di Nando

Giordana affronta un tema attualissimo inerente le molestie sessuali in ambito lavorativo ma realizza una pellicola lontana dai fasti di alcuni suoi precedenti lavori e mostra un taglio cinematografico tendente alla fiction. In parte la Capotondi ma alla fine discreta, monumentale la Asti in una simpaticissima parte, laido Storti. Nel complesso un'occasione mancata nonostante le buone intenzioni.

Ira72 26/06/19 22:43 - 995 commenti

I gusti di Ira72

Togliamoci subito il dente: non fosse per la tematica trattata, questo film non varrebbe granché. La trama è scontata, il finale prevedibile fin dalla prima scena di molestia sessuale, le interpretazioni in buona parte potabili, ma non certo memorabili. Bucare lo schermo, come si suol dire, è un’altra cosa. Lodevole la scelta di affrontare un tema tanto attuale quanto bistrattato. Ma. E' stato fatto in modo un po' utopistico, quasi fiabesco, comunque in chiave troppo leggera, da filmetto all’italiana per capirsi. Peccato!

Valerio Binasco HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.