LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Ficarra & Picone, cabarettisti televisivi siciliani, approdano al cinema con un film scritto da loro (e da loro co-sceneggiato) che ironizza senza alcuna originalità sulla scarsa voglia di lavorare di tanti giovani d'oggi, legati a una vita senza responsabilità di alcun tipo. L'argomento non è nuovo, specialmente se rapportato alla Sicilia, regione in cui da sempre la tendenza al perder tempo durante i pomeriggi al bar è oggetto al cinema di gustose commedie (quasi sempre ispirate al “Don Giovanni in Sicilia” di Vitaliano Brancati) e la storia dei due nullafacenti che sfruttano concorsi di lavoro in tutta Italia per visitare il belpaese a spese dei genitori (i quali sognano un giorno di poter sistemare finalmente i figli) è una trovata...Leggi tutto da nulla, in grado di reggere al massimo venti minuti, senza una sceneggiatura decente. Così il soggetto prevede che i due partano per Milano dove, inseguiti dalla polizia per via dei soliti equivoci, tenteranno con scarsi risultati di aggiornare la leggendaria spedizione di Totò e Peppino vista in TOTO’, PEPPINO E LA MALAFEMMINA. Ma il paragone non può reggere e i due, già alle prese con gag stravecchie o ampiamente prevedibili (alle quali si aggiunge una regia debolissima), naufragano nel mare della mediocrità sollevandosi solo qua e là con un paio di battute azzeccate. Mal sfruttate le figure di contorno (in primis il Don Ciccio di Luigi Maria Burruano, sprecato), bidimensionali quelle delle due fidanzate, che fanno e dicono ciò che tutti ci aspettavamo facessero e dicessero (tranne nel finale, che però a quel punto diventa ancora più insopportabile).
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 27/08/08 15:18 - 11424 commenti

I gusti di Galbo

Esordio cinematografico della coppia di cabarettisti di Zelig, Ficarra e Picone, alle prese con personaggi che ricalcano quelli già interpetati sul piccolo schermo: lo sforzo è dunque minimo e il risultato non è memorabile: una sceneggiatura piuttosto scontata e una regia ad impronta televisiva per un film assai scontato nelle premesse e nello svolgimento e giustamente snobbato dal pubblico.

Ciavazzaro 3/12/08 14:50 - 4764 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Orrido. I due non mi piacciono in televisione (Zelig lo diserto sempre) e figurarsi in questo pattume. Ogni tanto mi chiedo se sia necessario che io mi veda immondizie del genere, temo di essere autolesionista alle volte. Pazienza. Il voto mi pare scontato.

Geppo 17/05/09 20:40 - 288 commenti

I gusti di Geppo

Una semplice commedia come quelle che si facevano negli anni '70-'80 interpretate da Bombolo & Cannavale oppure da Franco & Ciccio. Certo, non sarà un film di qualità, ma questa pellicola fa proprio capire come ci si possano fare due risate senza mettere in scena la volgarità. Purtroppo, di questi tempi in tv si vedono vergogne di ogni tipo... almeno salviamo la semplicità, anche banale, dei giorni nostri.

Pigro 12/10/09 08:33 - 7835 commenti

I gusti di Pigro

Con la scusa di un concorso due sfaticati ragazzi siciiliani vanno a Milano per divertirsi, ma vincono. Classica commediola superficiale che si colloca bene nel filone, a suo modo pregevole, della produzione commerciale senza volgarità, imperniata su comici popolari (da Totò a Franchi-Ingrassia), senza dimenticare il repertorio proprio degli sketch tv e teatrali degli stessi protagonisti. Dialoghi divertenti, situazioni scontate, interessante musica dei Tinturia: risultato mediocre, ma esordio migliore dei colleghi Aldo Giovani e Giacomo.

Luchi78 24/04/10 15:22 - 1521 commenti

I gusti di Luchi78

Simpatico e leggero. La storia è certamente banale e senza nessuna pretesa, ma in fondo il film si può guardare e strappa più di qualche sorriso, soprattutto in alcune situazioni comiche molto divertenti (vedi la discoteca sui Navigli a Milano...). Merito di Ficarra e Picone, che riescono a rendere divertenti semplicissime battute tramite la loro espressività.

Giacomovie 25/07/10 19:08 - 1352 commenti

I gusti di Giacomovie

Al di là della simpatia che posso avere per i due protagonisti, gratificati dai successi televisivi e miei conterranei, non si va oltre qualche risata strappata a stento. L'idea di base non è male, ma i dialoghi sono improvvisati e le battute spesso infantili. Il materiale comico ci sarebbe ma viene rovinato dalle più scontate ovvietà e dalla ricerca di una filosofia troppo puerile. La storia dei due scansafatiche prende in giro una generazione di trentenni senza prospettive. Colonna sonora con musiche dialettali del gruppo dei “Tinturia". *!

Tarabas 4/02/12 23:37 - 1706 commenti

I gusti di Tarabas

Due sfaccendati siciliani perdono apposta i concorsi per continuare a vivacchiare al bar e non sposare le fidanzate. I due sarebbero simpatici, per carità, ma qui l'unica idea (oddìo, ideuzza) è pure di seconda mano (Totò e Peppino a Milano) e dura 10 minuti. Il resto è una sequela di gag senza ritmo, con attori di contorno mediocri. Tant'è che basta dare cinque minuti di camera fissa a un attore vero (Burruano) e i limiti dell'operazione diventano evidenti. Scarso.

Gigi90 20/09/12 23:37 - 16 commenti

I gusti di Gigi90

Per me che sono siciliano il film è - purtroppo - uno spaccato della società. Lavoro non ce n'è e molti sono costretti a migrare al Nord per studiare o partecipare ai concorsi. Ficarra e Picone sono riusciti a far satira su tutto ciò in modo impeccabile, con la loro comicità del paradosso (più o meno): il candidato a sindaco che promette la neve, i due ragazzi che non vogliono vincere il concorso perché "nati stanchi"... Ottima la colonna sonora dei Tinturia, famosissimi nell'Isola.
MEMORABILE: I biglietti si...?? Pagano!

Samuel1979 6/01/13 21:28 - 472 commenti

I gusti di Samuel1979

Esordio niente male per la coppia palermitana, la quale sfrutta al massimo il proprio potenziale con un repertorio già consolidato da anni di cabaret. Se è vero che la sceneggiatura è molto semplice, è altrettanto vero che comunque il film risulta ben fatto anche grazie all'apporto di bravi attori siciliani (Burruano su tutti).
MEMORABILE: Ficarra: "No così che ci mandano tutti a lavorare e al bar chi ci va? Nessuno? Questo è mettere in ginocchio l'economia di una regione!"

Saintgifts 31/12/16 09:27 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Storia di due bamboccioni siculi che non fa onore né ai giovani né alla Sicilia, ma siamo in una "commedia" satireggiante e ci può stare. Meglio le due fidanzate controcorrente, che hanno capito con chi hanno a che fare e alla fine si rivelano. Forse quella delle fidanzate è l'unica idea con qualche originalità, nel primo lavoro cinematografico di questi due cabarettisti per la verità non molto divertenti e che non suscitano nemmeno troppa empatia.

Pessoa 5/02/17 04:47 - 1183 commenti

I gusti di Pessoa

Esordio senza botto per Ficarra e Picone, che portano nelle sale una striminzita commedia con il merito di essere garbata e, tutto sommato, originale. Purtroppo l'idea ha il fiato corto del cabaret e si arriva con molta fatica agli 80 minuti, nonostante le gag (alcune riciclate) che inframezzano il racconto. Prove attoriali così così, Burruano è il solo che dia in qualche modo l'idea di attore. Alcune trovate sono esilaranti (il citofono, la discoteca) ma perdono nerbo sul grande schermo, altre da dimenticare (il municipio). Mediocre!
MEMORABILE: Passalacqua; La discoteca; Il capomafia Burruano sottomesso dalla moglie.

Redeyes 20/01/20 08:05 - 2148 commenti

I gusti di Redeyes

L'esordio del duo ricalca un po' il titolo dell'opera: è come se fosse la pigrizia stessa a dirigere questa pellicola che ha ben poco da dire e che sfrutta male anche le poche idee intriganti. Dal canto loro i nostri mettono una simpatia che non gli si nega ma non trovano mai il cambio di passo e il cast di contorno non li aiuta. Spiccano nel mare magnum della mediocrità i personaggi delle fidanzate.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Samuel1979 • 6/01/13 12:17
    Call center Davinotti - 2955 interventi
    1)Il brano dei titoli di testa è "Dumani Dumani"


    2)Il brano dei titoli di coda è "Occhi a Pampina"

    3) E'presente anche il brano "Jovanotto"

    P.s. Brani eseguiti dal gruppo "Agrigentino" dei Tinturia
  • Curiosità Samuel1979 • 6/01/13 12:22
    Call center Davinotti - 2955 interventi
    La voce narrante è dell'attore Palermitano Marcello Mordino, che nel film interpreta il ruolo di Romeo.
  • Discussione Graf • 5/04/16 01:05
    Call center Davinotti - 904 interventi
    Costantino Carrozza è’ venuto a mancare il 31 gennaio scorso a 78 anni: l’attore catanese, che aveva partecipato anche a tre episodi del Commissario Montalbano (La voce del violino, La gita a Tindari, Il campo del vasaio), è morto improvvisamente nel Teatro Valentino di Catania appena dopo aver finito di recitare in un spettacolo teatrale.
    Una prece.
    Ultima modifica: 5/04/16 01:11 da Graf
  • Discussione Ruber • 2/05/20 23:23
    Compilatore d’emergenza - 9000 interventi
    In una recente intervista al duo comico da parte di Mara Venier a "Domenica in", entrambi hanno affermato che questo loro primo film è piaciuto molto al pubblico e ai loro fans che lo ricodano sempre con piacere, anche più dei delle pellicole che poi i due hanno fatto seguire negli anni. Anche a me è sempre piaciuto e lo metto nei primi posti di una personale classifica dei film dei due.
    Ultima modifica: 3/05/20 09:08 da Zender