Napoleone - Film (1927)

Napoleone

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/01/09 DAL BENEMERITO FORD
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ford 5/01/09 11:04 - 582 commenti

I gusti di Ford

Apprezzato da Chaplin e salvato dall'oblio da Francis Ford Coppola, Napoleone è sicuramente il personaggio più fotogenico della storia e qui le sue imprese sono raccontate con piglio innovativo. Del film ci sono un sacco di versioni che oscillano dai 200 ai 330 minuti. Parecchio lungo e a tratti invecchiato, ma almeno l'ultimo quinto deve essere visto: tre proiettori proiettano immagini diverse perfettamente sincronizzate, con un montaggio multiplo assolutamente imperdibile chiuso da un viraggio dei 3 schermi verso il tricolore francese.

Pigro 21/06/10 09:29 - 9607 commenti

I gusti di Pigro

Dall'infanzia in collegio all'inizio della campagna d'Italia, Gance racconta la vita di Napoleone (folgoranti gli attori Dieudonné e Roudenko) come la cavalcata trionfale nella Storia di un eroe assoluto. Un film mitico per un mito, costellato nelle 4 ore di durata (visto nella versione restaurata da Coppola) di infinite scene geniali, con un linguaggio cinematografico disinvolto, abilissimo e fantasioso, dall'inizio con una stupefacente battaglia a palle di neve alla mezzora finale su 3 schermi da far rimanere a bocca aperta. Adrenalina pura.

Deepred89 19/05/15 17:27 - 3693 commenti

I gusti di Deepred89

Kolossal d'altri tempi di una durata direttamente proporzionale alla sua intensità. Il Napoleone di Gance (volto pazzesco) entra nei cuori degli spettatori sin dalla prima sequenza sulla neve e la sua avventura diventa, ancora prima che un racconto eroico, una storia di riscatto. Regia che degli anni non avverte minimamente il peso, grande classe nelle sequenze più spettacolari e nell'impiego delle simbologie. Ma a fare la differenza è proprio il ritratto del personaggio principale, che si impadronisce sin da subito del film e dello spettatore.

J.d.s. 19/07/17 11:34 - 20 commenti

I gusti di J.d.s.

Cinema assoluto, magnetico, dove a impressionare e incantare non è tanto il racconto della prima parte della vita di Napoleone ma la tecnica registica e la caratterizzazione impressionante dei personaggi storici che di quella vita fecero direttamente o indirettamente parte. E' un cinema di immagini, di volti, su tutti quello del protagonista certo, ma non solo: indimenticabili Danton, Marat e Robespierre alla Convenzione. Potente, maestoso, smisurato, anche nella durata. Imprescindibile.

Max dembo 2/12/23 16:56 - 427 commenti

I gusti di Max dembo

Visione formativa in ogni scuola di cinema, per quanto utile/inutile possa essere, possiede certamente una modernità tecnica intesa in senso di mestiere, sapienza visiva e di ripresa, senza quasi eguali nella storia del cinema muto. Quando la cinematografia del momento non poteva supportare le invenzioni e intuizioni di Gance, che dovette inventarsele lui stesso. Varie edizioni ma certamente quella che offre la migliore ripulitura e nitidezza, per un film di 96 anni fa, è la 4K di Brownlow, perfezionata dall'80 al 2016. Stupefacente il pre-Cinerama di 30', gonfiato da Coppola in 70mm.
MEMORABILE: L'arrivo a Tolone; Ritorno da parenti e amici in Corsica, giovane artigliere; Il montaggio simbolico con il rapace; I colori virati della pellicola.

Abel Gance HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina La fine del mondoSpazio vuotoLocandina Napoleone ad AusterlitzSpazio vuotoLocandina La torre del piacereSpazio vuotoLocandina Max nel castello degli spettri
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.
  • Discussione Pigro • 12/06/10 20:05
    Consigliere - 1658 interventi
    Mi risulta che sia comunemente usato il titolo italiano "Napoleone" (documentato anche su Imdb Italia), quindi suggerisco di cambiarlo.
    Invece va sicuramente corretto il titolo originale che è semplicemente "Napoléon".
    Infine, aggiungerei nelle note: "Di questo film esistono numerose ricostruzioni". Questo sperando che (come ha fatto Ford e come farò io nel mio commento) dichiari ogni volta quale ricostruzione ha visto.
  • Discussione Zender • 13/06/10 09:15
    Capo scrivano - 47634 interventi
    Ok, fatto. Sulla speranza che chi guarda scriva che ricostruzione ha visto nutro seri dubbi :)
  • Discussione Pigro • 13/06/10 09:37
    Consigliere - 1658 interventi
    In effetti, mentre lo scrivevo mi veniva un po' da ridere... :-)
  • Discussione Deepred89 • 25/09/14 16:16
    Comunicazione esterna - 1601 interventi
    Rassegna THICK AS A BRICK - Livello 9 (23/09/2014)
    Napoleone (durata: 5 ore e 10 minuti)

    Eccoci ad una delle visione più titaniche e temibili dell'intera rassegna, qui visionata in una versione che dovrebbe corrispondere, come durata, con quella restaurata della Cinématèque Française ma, ahimé, priva del "trittico" alla fine. Premetto che quest'ultimo avrebbe alzato il pallinaggio di almeno un punto esclamativo, ma mi atterrò, nel commento e nel voto, a quanto visionato nella mia copia.

    Il timore di trovarsi di fronte ad un insostenibile macigno si dissolve già dalla prima, bellissima, sequenza. Un Napoleone bambino che usa la propria abilità strategica per difendersi dai bulletti durante una battaglia a colpi di palle di neve. Una descrizione che entra subito nel cuore (che rimanda quasi a quella del giovane Hitler descritto nel racconto di Buzzati) poi rafforzata dalle successive sequenze in collegio, con la bellissima scena dell'aquila (il motivo conduttore del film) che rientra dalla finestra.

    Poi si entra della cosiddetta Storia, ed ecco che ci appare un Napoleone memorabile, eccessivo, truccatissimo (talvolta pure con rossetto) e impostatissimo, sempre pronto a padroneggiare sia sul campo di battaglia (che affronta con un portamento da viandante sul mare di nebbia) sia nei tumultuosi dibattiti rivoluzionari. Le sue avventure appassionano e, anche quando il ritmo rallenta per il subentrare della sottotrama sentimentale, una piacevole ironia (esempio: la scena di Napoleone bendato) rende comunque piacevole il tutto.

    Parliamo poi della tecnica. I seguaci di Guidobaldo Maria Riccardelli tirano spesso in ballo il termine "modernità" in riferimento a certi classici del muto, ma poi controllando dvd (o nitrato) alla mano si trova poco più che qualche intermezzo sperimentale e qualche soggettiva. Qui, per una volta, il regista sfrutta TUTTE le possibilità disponibili all'epoca (sovrapposizioni, split screen, montaggio subliminale, montaggio intellettuale) applicandole ad un montaggio essenzialmente canonico, inserendo soluzioni assolutamente pionieristiche, come l'utilizzo della mdp a mano per le scene più concitate o incredibili movimenti di macchina (con moti ellittici, quasi alla Bava). In definitiva, il più tecnicamente avanzato tra i film del decennio da me visionati, peraltro forte di un lunghissimo segmento di battaglia che bisognerà attendere gli anni 60 per rivederne di così tumultuosi e sanguigni (con tanto di dettagli violenti, come arti martoriati dai carri o uomini soffocati dal fango).

    Ho detto tutto e non ho detto niente (soprattutto alla luce di quanto è già stato scritto) su questa straordinaria pellicola. Peccato soltanto che la mancanza del trittico nella versione da me visionata demoralizzi notevolmente gli ultimi minuti, inficiando sul risultato. Resta comunque un film imperdibile ed esaltante, al quale assegno, a malincuore, 1 Tarr politico in rispetto al pubblico non avvezzo al genere (si tratta pur sempre di un film muto dalla durata di 5 ore). In ogni caso, grandissimo cinema.

    voto:****
    peso specifico:T
    Ultima modifica: 25/09/14 20:24 da Deepred89
  • Discussione Rebis • 25/09/14 16:22
    Compilatore d’emergenza - 4419 interventi
    Complimenti Deep, prima o poi toccherà anche a me... posso chiederti dove hai recuperato la versione integrale? Esiste in dvd?
  • Discussione Deepred89 • 25/09/14 20:23
    Comunicazione esterna - 1601 interventi
    La versione che ho visionato me l'ha passata un'amica cultrice del film, che tra l'altro possiede anche un'ulteriore edizione. Non appena mi sposterò dalle tue parti (domenica o lunedì) ci penseremo noi a procurarti tutto! :)
  • Discussione Rebis • 25/09/14 23:52
    Compilatore d’emergenza - 4419 interventi
    Deepred89 ebbe a dire:
    La versione che ho visionato me l'ha passata un'amica cultrice del film, che tra l'altro possiede anche un'ulteriore edizione. Non appena mi sposterò dalle tue parti (domenica o lunedì) ci penseremo noi a procurarti tutto! :)

    Grande Deep!!! Attendo ansioso un tuo segnale allora :)
  • Homevideo Etienne • 23/08/23 13:12
    Galoppino - 195 interventi
    Di questo film esiste un'edizione italiana in DVD, distribuita da DNA Srl: NAPOLEONE (1927) Versione Integrale + LA ROSA SULLE ROTAIE (1923) - (2 Film, entrambi di Abel Gance, su un unico Dvd).
    I due film sono muti (con accompagnamento musicale) e “Napoleone” ha i sottotitoli in italiano (forced).
    Rapporto schermo: 1.33:1 (Riadattato in formato 16/9 Pillarbox) e alcune sequenze in Polivisione panoramica (tipo 2.40:1 anamorfico)
    Il dvd contiene la versione lunga del film “Napoleone”, restaurata e ricostruita!
    Extra: L’introvabile film di Abel Gance “LA ROSA SULLE ROTAIE” (La Roue, 1923), in versione originale integrale (il film è muto è non ha cartelli in italiano). Una produzione monumentale che ha ispirato registi come Jean Cocteau, Pabst, e Kurosawa. 
    Il film è stato rieditato con il contributo dello studioso di storia del cinema Riccardo Cusin. Questa versione è disponibile anche in streaming su alcune piattaforme.

    https://www.dailymotion.com/video/x8nfczm
    https://youtu.be/WT0NQDKrh9Y
    Ultima modifica: 23/08/23 15:46 da Zender