Mondo cane 2000 - L'incredibile

Media utenti
Anno: 1988
Genere: documentario (colore)
Note: Sceneggiatura: Luigi Mancini
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/05/08 DAL BENEMERITO MARKUS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Schramm 13/05/08 23:53 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Col solito tono da imbonitore da mercato del pesce e con una passerella di squallide croci e delizie nata vecchia presentataci dalla solita voice-over a cavallo tra il cinismo d'accatto e lo sfottò da caserma a far da pseudofilosofico corollario, Crisanti s'affanna a dimostrarci che malgrado il tempus fugit e l'emanciparsi delle civiltà /società, il mondo resta più cagnaccio idrofobo che mai. Tra una vivisezione e una pasticceria sexy, fa del suo peggio per scioccarci stordirci e titillarci, ma la mondo-mela è ormai ridotta al torsolo.
MEMORABILE: La scimmietta cui viene gratuitamente espiantato il cuore e il mercato di cornee, i momenti più cruenti del lotto.

Markus 13/05/08 12:39 - 3291 commenti

I gusti di Markus

Seguito ideale di Mondo cane oggi (1985). Gabriele Crisanti assembla filmati scartati in altri mondo-movie concentrando "l'inchiesta" principalmente sugli usi e costumi sessuali americani. Siamo ai limiti del tedio assoluto: il materiale a disposizione è davvero di infima qualità e quasi mai emozionante (la lunga parentesi al gay-pride a New York come mero riempitivo). Nemmeno l'irriverente voice-over riesce a dare un senso all'opera. Un campionario di scellerate amenità condite dal perenne suono delle tastiere di Claudio Cimpanelli.

Funesto 25/06/10 15:12 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Fiacchissimo mondo movie che chiude male la saga di Mondo Cane. Ormai tutto sa di già visto e, soprattutto dopo aver visionato il violento Mondo cane oggi (che nella saga è precedente a questo), non c'è più nulla che riesce a impressionare. Persino l'ironia dei commenti non riesce a pungere mai e il documentario si trascina stancamente fra qualche sequenza sul sesso (come curare frigidità... con l'ascolto di orgasmi!) e qualcuna più morbosetta, che non fa nemmeno più impressione. Fotografia scialbissima, musiche del tutto insignificanti. Bah...
MEMORABILE: Il gay pride parade.

Pol 9/12/11 11:22 - 589 commenti

I gusti di Pol

Film di rara pochezza che a differenza del diretto predecessore (in confronto un capolavoro) si concentra quasi esclusivamente sulle "bizzarrie" sessuali negli USA (per la serie: gli scarti degli scarti degli scarti...) montando immagini veramente squallide commentate con il solito becero umorismo che da solo qualifica l'intera operazione come una baracconata senza senso. Poi, giunti alla fine, l'incredibile segmento del robot Gordon, una cialtroneria senza pari, degna conclusione di un filone ormai defunto.

Fabbiu 20/02/14 10:18 - 1932 commenti

I gusti di Fabbiu

Il mondo movie più trash in assoluto; se i film di questo filone cercavano di impressionare e far riflettere, questo fa involontariamente ridere (se preso con il difficile spirito giusto) per come cerca di copiare i film del filone (basta una delle prime sequenze: quella della martellata) ma fallendo appieno: non solo le riprese sono scialbe, ma anche il contenuto (palesemente fintissimo) è misero; per questo cercano di salvare l'insalvabile: il commento (decisamente pessimo) e soprattutto una massacrante marcetta musicale fastidiosissima.

Buiomega71 5/11/14 19:46 - 2261 commenti

I gusti di Buiomega71

Di incredibile c'è solo la miseria e lo squallore imperante che per tutti i 73 minuti tediano inesorabili con musichette che manco La soldatessa alle grandi manovre e una voce narrante simpatica come le unghie sulla lavagna. Battutacce da caserma ("Un taglio fatto proprio pene!"), momenti tristissimi (le desolanti candid camera, il finale futuristico con un ridicolissimo robot), il solito becero razzismo contro gay e lesbiche e qualche punta nello schock più gratuito (la vivisezione scimmiesca). Caleidoscopio di degrado (filmico) e comicità ignobile.
MEMORABILE: Le musiche da commediaccia erotica di Caludio Cimpanelli, che anche se ascoltate una volta entrano in testa stile tormentone; L'addio finale al robot.

Mco 23/12/14 11:07 - 2149 commenti

I gusti di Mco

La voce di Renzo Stacchi ci accompagna in questo tardo "mondo" che sfrutta gli abbondanti materiali girati da Massi sotto l'egida del produttore Crisanti. La formula è quella canonica e tende allo choc visivo, con un'alternanza di momenti forti (i poveri bimbi ma soprattutto le operazioni dettagliate) e parentesi sessuali (con nudi integrali maschili e femminili in bella mostra). Malgrado qualche gioco di parole di troppo l'operazione riesce nel suo intento e fa girare la testa più volte. Rimane comunque indirizzato ai soli amanti del genere.
MEMORABILE: L'asportazione dei testicoli.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 21/02/14 21:55
    Pianificazione e progetti - 21885 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    cioé fammi capire, le scene della tratta dei bambini handiccapati, del mercato nero di cornee o della scimmietta vivisezionata ti avrebbero fatto scompisciare??



    Non prendo mai seriamente questi "mondo" farlocconi, ricordo che le scene "forti" (rammento i ragazzini storpi di Bogotà, se non erro), mi avevano lasciato totalmente indifferente,ho visto un reportage di RaiTre-sullo stesso tema-molto più scioccante e toccante, quello si reale, non le pagliacciate che il buon Crisanti vuole farmi spacciare per vere...Mancava solo Valenty Demy o Miss Pomodoro e poi eravamo apposto

    Però ammetto che come weirdone comico funzionava, ancor di più che in Nudo e Crudele (altro "caplavorone" imprescindibile)

    Meglio i pornazzi, a stò punto...
    Ultima modifica: 21/02/14 22:01 da Buiomega71
  • Discussione Buiomega71 • 21/02/14 21:56
    Pianificazione e progetti - 21885 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Schramm ebbe a dire:
    cioé fammi capire, le scene della tratta dei bambini handiccapati, del mercato nero di cornee o della scimmietta vivisezionata ti avrebbero fatto scompisciare??



    Non prendo mai seriamente questi "mondo" farlocconi, ricordo che le scene "forti" (rammento i ragazzini storpi di Bogotà, se non erro), mi avevano lasciato totalmente indifferente,ho visto un reportage di RaiTre-sullo stesso tema-molto più scioccante e toccante, quello si reale, non le pagliacciate che il buon Crisanti vuole farmi spacciare per vere...Mancava solo Valenty Demy o Miss Pomodoro e poi eravamo apposto

    Però ammetto che come weirdone comico funzionava, ancor di più che in Nudo e Crudele (altro "caplavorone" imprescindibile)


    Poi, vabbè, la vivisezione e terribile di per sè, non serve che Crisanti me la mostri facendo il patetico, per poi giuggiolarsi su quel che riprende (o mette nel montaggio)
  • Discussione Schramm • 22/02/14 11:40
    Risorse umane - 6710 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Non prendo mai seriamente questi "mondo" farlocconi, ricordo che le scene "forti" (rammento i ragazzini storpi di Bogotà, se non erro), mi avevano lasciato totalmente indifferente,ho visto un reportage di RaiTre-sullo stesso tema-molto più scioccante e toccante, quello si reale, non le pagliacciate che il buon Crisanti vuole farmi spacciare per vere...

    chiaro ma all'epoca -cos'avevamo, 17 anni?- non era dato discernere fino a che punto lo fossero, e scene come quelle di cui si discute erano, soprattutto per come venivano apparecchiate, ammorbanti il giusto. lo squallore d'insieme faceva il resto. rivisto oggi non so come lo prenderei, certo è che la zoommata sul ragazzo sbulbato e la vivisezione dubito che mi abbiano lasciato propriamente indifferente. poi ripeto, chiaro che siamo ormai scafatissimi, chiaro che vi sono molti mondos migliori di 20 spanne, chiaro che oggi un film come questo lo si rivede (e rivaluta) con occhio e spirito estremamente diverso, ma atmosfericamente parlando nei suoi passaggi oscuri è un prodotto che su fruitori disabituati al genere potrebbe far presa.
  • Discussione Buiomega71 • 22/02/14 11:52
    Pianificazione e progetti - 21885 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Non prendo mai seriamente questi "mondo" farlocconi, ricordo che le scene "forti" (rammento i ragazzini storpi di Bogotà, se non erro), mi avevano lasciato totalmente indifferente,ho visto un reportage di RaiTre-sullo stesso tema-molto più scioccante e toccante, quello si reale, non le pagliacciate che il buon Crisanti vuole farmi spacciare per vere...

    chiaro ma all'epoca -cos'avevamo, 17 anni?- non era dato discernere fino a che punto lo fossero, e scene come quelle di cui si discute erano, soprattutto per come venivano apparecchiate, ammorbanti il giusto. lo squallore d'insieme faceva il resto. rivisto oggi non so come lo prenderei, certo è che la zoommata sul ragazzo sbulbato e la vivisezione dubito che mi abbiano lasciato propriamente indifferente. poi ripeto, chiaro che siamo ormai scafatissimi, chiaro che vi sono molti mondos migliori di 20 spanne, chiaro che oggi un film come questo lo si rivede (e rivaluta) con occhio e spirito estremamente diverso, ma atmosfericamente parlando nei suoi passaggi oscuri è un prodotto che su fruitori disabituati al genere potrebbe far presa.


    Io lo vidi intorno al 1991 (quando acquistai, ahimè, la vhs della Rca Columbia), e non al cinema (naturalmente)

    Che ti devo dire, i miei ricordi sono tra le grasse risate, la noia sovrana e lo squallore generale (le battutacce del narratore, poi, manco Pierino...)

    Non ha un grammo dei mondo settantiani, non ha lo spirito corrosivo di un Vanderbees, lo metto sullo stesso livello di "ciofecone" come Nudo e Crudele, e ti dirò, Mondo New York era molto più divertente (anche se nel "trashume" del tutto, un pò le somiglia)
  • Discussione Schramm • 22/02/14 12:09
    Risorse umane - 6710 interventi
    ok, ho capito l'effetto che fece e continua a fare a te, ma sto facendo un discorso più di insieme, pensando ai non avvezzi che potrebbero vederlo oggi. va da sé che se si parla del nostro ombelico e del nostro vissuto le parole restano sempre le stesse: noia, risatacce, squallore, paragoni con tizio o caio. però pensa se lo vedesse un impreparato diciassettenne di oggi. per quanto cambiati -e parecchio- i tempi, non credo che di fronte a certi passaggi si spanzerebbe o che sentenzierebbe un filologico "pfui, climati&morra erano meglio"...

    certo, pensare che crisanti partì fondando una cooperativa cinematografica con orson welles, c'è di che sbigottire...
  • Discussione Buiomega71 • 22/02/14 13:25
    Pianificazione e progetti - 21885 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    ok, ho capito l'effetto che fece e continua a fare a te, ma sto facendo un discorso più di insieme, pensando ai non avvezzi che potrebbero vederlo oggi. va da sé che se si parla del nostro ombelico e del nostro vissuto le parole restano sempre le stesse: noia, risatacce, squallore, paragoni con tizio o caio. però pensa se lo vedesse un impreparato diciassettenne di oggi. per quanto cambiati -e parecchio- i tempi, non credo che di fronte a certi passaggi si spanzerebbe o che sentenzierebbe un filologico "pfui, climati&morra erano meglio"...

    certo, pensare che crisanti partì fondando una cooperativa cinematografica con orson welles, c'è di che sbigottire...


    Mhà, non credo, i diciassettenni di oggi sono molto più "smaliziati" di quanto lo eravamo noi. Penso che rivisto oggi, susciti solo pena e risa.

    Mi e rimasta però in testa la musichetta (che pareva uscita dalle commediacce "porcaccione" nostrane), che ogni tanto fischietto inconsapevolmente. Atroce e terribile tormentone che però il suo effetto (quella sì) lo fà...
    Ultima modifica: 22/02/14 13:26 da Buiomega71
  • Discussione Schramm • 22/02/14 13:33
    Risorse umane - 6710 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Mhà, non credo, i diciassettenni di oggi sono molto più "smaliziati" di quanto lo eravamo noi. Penso che rivisto oggi, susciti solo pena e risa.

    non tutti, credimi. per una manciata di teppa molto sveglia e molto avanti che fa un preoccupante paio con l'esempio rappresentato in un clip ce ne sono una discreta dose di ingenui e svaporati. conosco non pochi quindicenni che ancora sono caparbiamente fermi ai cartoni animati, per cui non credo si possa fare di tutt'erba un fascio, specie in merito alle sequenze harsh del film.

    Buiomega71 ebbe a dire:
    Mi e rimasta però in testa la musichetta (che pareva uscita dalle commediacce "porcaccione" nostrane), che ogni tanto fischietto. Atroce e terribile tormentone che però il suo effetto (quella sì) lo fà...

    io ricordo maggiormente quella patetica (che pareva un jingle di radio maria) che partiva puntuale nei momenti seri. come vedi anche qui, quel che un film suscita e lascia varia sempre da spettatore a spettatore...
    Ultima modifica: 22/02/14 13:35 da Schramm
  • Discussione Buiomega71 • 22/02/14 14:05
    Pianificazione e progetti - 21885 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Mhà, non credo, i diciassettenni di oggi sono molto più "smaliziati" di quanto lo eravamo noi. Penso che rivisto oggi, susciti solo pena e risa.

    non tutti, credimi. per una manciata di teppa molto sveglia e molto avanti che fa un preoccupante paio con l'esempio rappresentato in un clip ce ne sono una discreta dose di ingenui e svaporati. conosco non pochi quindicenni che ancora sono caparbiamente fermi ai cartoni animati, per cui non credo si possa fare di tutt'erba un fascio, specie in merito alle sequenze harsh del film.

    Buiomega71 ebbe a dire:
    Mi e rimasta però in testa la musichetta (che pareva uscita dalle commediacce "porcaccione" nostrane), che ogni tanto fischietto. Atroce e terribile tormentone che però il suo effetto (quella sì) lo fà...

    io ricordo maggiormente quella patetica (che pareva un jingle di radio maria) che partiva puntuale nei momenti seri. come vedi anche qui, quel che un film suscita e lascia varia sempre da spettatore a spettatore...


    Mhà, allora conosciamo quindicenni ben diversi (a sentirli parlare mi si drizzano i capelli che non ho)
  • Discussione Schramm • 22/02/14 14:46
    Risorse umane - 6710 interventi
    ti dico, con bambini e con ragazzi di ogni età ci lavoro, ogni volta ne vedo davvero di ogni: da dodicenni spregiudicatissime che ormai hanno bruciato ogni tappa a ingenuissimi sedicenni che ancora son rimasti alla preadolescenza e magari hanno ancora paura del buio. culturalmente parlando è tutto talmente sparigliato che è impossibile stabilire un modello di adolescente-tipo.
  • Discussione Raremirko • 22/02/14 23:55
    Addetto riparazione hardware - 3474 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    o

    certo, pensare che crisanti partì fondando una cooperativa cinematografica con orson welles, c'è di che sbigottire...




    COOOOOSA?????
    O_________o