Mirage

Media utenti
Titolo originale: Mirage
Anno: 1965
Genere: thriller (colore)
Note: Soggetto da "Fallen Angel", romanzo dello scrittore statunitense Howard Melvin Fast, pubblicato nel 1952 con lo pseudonimo di Walter Ericson.
Numero commenti presenti: 6

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 12/07/10 DAL BENEMERITO RAMBO90
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Rambo90 12/07/10 21:58 - 6738 commenti

I gusti di Rambo90

Un uomo comincia progressivamente a perdere la memoria e c'è gente che lo cerca continuamente per ucciderlo. Da qui prende il via una storia complicata, dal sapore hitchcockiano, ottimamente diretta dal bravo Dmytryk e interpretata dall'inedita coppia Peck-Matthau (il secondo nei panni di un investigatore privato) che dimostra di interagire alla grande. Peck (più presente) è ottimo e ricorda molto il suo ruolo in Io ti salverò. Soluzione inprevedibile.

Myvincent 17/03/18 08:11 - 2843 commenti

I gusti di Myvincent

Black out in un grattacielo di NY, black out nella mente di un uomo che da quel momento in poi non riesce a collegare i pezzi della sua vita. Gregory Peck dà volto a quest'uomo con la classe e la bravura a cui ci ha abituati, zigzagando sul terreno scivoloso di un thriller troppo verboso per allarmare veramente. Come contraltare un Walter Matthau superironico, il cui contrasto funziona alla grande.
MEMORABILE: La caduta tutta hitchcockiana del magnate dal grattacielo.

Galbo 25/05/11 19:24 - 11618 commenti

I gusti di Galbo

Deve molto ad Alfred Hitchcock questo thriller di Edward Dmytryk, oltre che per la complessità della trama (il tema centrale è quello dell'amnesia) per la costruzione della tensione e il meccanismo narrativo generale, anche se manca quella componente sottilmente ironica che caratterizza i capolavori del maestro inglese. Buona la prova dei due protagonisti Gregory Peck e Walter Matthau.

Nicola81 25/04/16 10:03 - 2129 commenti

I gusti di Nicola81

Bel thriller d'annata innescato da uno spunto di partenza (quello dell'amnesia) che nel genere ha spesso dato buoni frutti. Qui prelude a una storia piuttosto intricata, ma che riesce a coinvolgere fin da subito grazie a una tensione costante e a una narrazione che si concede poche pause. Forse un po' forzato, ma perdonabile, l'espediente che conduce all'auspicato lieto fine. Gregory Peck è bravissimo nel trasmettere i tormenti del protagonista, Matthau (l'ironico investigatore privato) il migliore dei comprimari, un po' lagnosa la Baker.

Didda23 13/08/18 10:08 - 2317 commenti

I gusti di Didda23

Un'opera indubbiamente girata con tutti i crismi del caso e interpretata magistralmente da Peck e da un Matthau in grandissimo spolvero, eppure si avverte costantemente l'assenza di un qualcosa che la possa rendere indimenticabile. La sceneggiatura, forse eccessivamente arzigogolata, non permette una piena empatia con il protagonista alle prese con un'amnesia che ne limita le capacità cognitive per valutare ciò che gli ruota attorno. La soluzione della vicenda non soddisfa appieno, ma nel mentre si assaporano momenti più che notevoli. Altalenante.
MEMORABILE: L'entrata di scena di Matthau; Le scale sotterranee; I primi ricordi che iniziano a riaffiorare.

Daniela 17/06/20 13:54 - 10357 commenti

I gusti di Daniela

Un uomo colpito da una parziale perdita di memoria si trova al centro di un pericoloso intrigo in cui è difficile distinguere realtà ed immaginazione... Se il personaggio da lui interpretato ha dimenticato quasi tutto, Peck dimostra di ricordarsi bene lo smemorato che ne fece un divo, e la sua presenza, unita alla complessità della trama, imprime un'impronta hichcokiana al film,  un poco verboso ma reso gradevole anche dall'ottimo parco attoriale nel cast di supporto, a partire da Matthau, impagabile nel ruolo di un detective al suo primo cliente ma già molto scafato.  
MEMORABILE: Il detective si inventa una segretaria e un socio per darsi arie, salvo confessare subito dopo candidamente di essere al suo primo cliente. 

Edward Dmytryk HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.