Minority report

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Minority Report
Anno: 2002
Genere: fantascienza (colore)
Note: Da un racconto di Philip Dick.
Numero commenti presenti: 30
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Non ha il grande respiro di A.I., è anzi molto prosaico, freddo, distaccato. La tecnologia del 2054 ci appare credibilissima, assai poco distante dalla realtà attuale. Le innovazioni più vistose riguardano le reti stradali e la cibernetica, il resto rientra nell'ottica del normale progresso evolutivo. All'interno di un quadro fantascientificamente affascinante proprio in virtù della sua probabile attuazione, Spielberg innesta le basi di un racconto di Philip K. Dick e lo sviluppa seguendo i trend del momento: i finali multipli a sorpresa, le sequenze spezzettate (con le quali la fotografia del solito Janus Kaminski va a nozze), il colpo...Leggi tutto di scena che spaventa (uno solo, ma tremendo, nella vasca dei precog) e naturalmente l'azione pura. Il mix tra fantascienza e thriller trova in MINORITY REPORT il suo rappresentante ideale: mai i due filoni si erano incontrati con altrettanta perfezione, al cinema. L'intreccio, complesso e affascinante, viene spiegato con esemplare chiarezza, lasciando soddisfatti fino all'ultimo (questa volta un po' prevedibile) colpo di scena. Cast all'altezza (senza strafare), qualche inevitabile paradossale irrisolto, musiche (di John Williams) di buon accompagnamento. Uno Spielberg insolito, che sembra rinunciare alla magia pura del suo cinema in favore di uno stile molto più essenziale, rigoroso. Le scene da antologia sono comunque tante, a partire da quella con i ragni rivelatori che scandagliano le pupille (e la relativa parentesi nel rifugio “postatomico” del medico trapiantatore) e i particolari gustosi che animano il contesto sono ancor di più. Insomma, un gran bel film, forse non molto originale ma profondamente dickiano. La madre di Agatha (la precog) è Jessica Harper, l'ex giovane protagonista del nostro SUSPIRIA.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Puppigallo 5/05/07 15:27 - 4523 commenti

I gusti di Puppigallo

Bella l’idea (i precog sono notevoli). La prima scena fa già capire che il livello del film sarà alto. Tom Cruise è in parte e chi gli ruota attorno è all’altezza (eccezion fatta per la donna delle piante, che è un po’ troppo eccessiva, come ciò che coltiva). E’ una sorta di fantagiallo dal buon ritmo, simile, come impostazione (braccato, cerca la verità) al Fuggitivo, ma con quel tocco fantascientifico da leccarsi i baffi. Segnalo: auto in verticale, vomito esorcistico, il “dottore”, robot insetto, gli occhi. Grande cinema.

Caesars 14/06/07 11:49 - 2758 commenti

I gusti di Caesars

Sulla carta (Dick+Spielberg) un grande film, in realtà l'operazione è soltanto parzialmente riuscita. L'idea di partenza è molto valida ma lo svolgimento lascia un po' troppo spazio all'azione frenetica a discapito dell'analisi psicologica dei protagonisti. Comunque il mestiere di Spielberg c'è ed è sempre in bella evidenza ma, in questa come in molte delle sue ultime opere, colpisce più i sensi che il cuore.

Galbo 14/07/07 06:12 - 11445 commenti

I gusti di Galbo

L'accoppiata Dick-Spielberg è ideale per un film di fantascienza. Questo però è qualcosa di diverso: sguardo angosciato (e angosciante) sul futuro (i precog) per nulla fantascientifico, anzi piuttosto credibile almeno nelle premesse (il controllo delle intenzioni) grazie ad un'ottima sceneggiatura e girato con il solito grande ritmo di cui Spielberg è capace; una delle migliori interpretazione di Tom Cruise; bravi anche Farrell e la Morton. Bella la fotografia desaturata.

Rebis 22/10/07 20:45 - 2088 commenti

I gusti di Rebis

Cyber-Spielberg dall'ironia inattesa - ma le plumbee tematiche avranno fatto gioco forza - che dà una buona prova di fantascienza adulta e coscienziosa, attenta a svolgere le linee chiare dell'intrattenimento senza rinunciare alle ovvie e generose implicazioni filosofiche sullo sguardo. I tre Precog sono mutuati direttamente dall'Akira di Otomo ma ci sono cose nuove in questo mondo rigoglioso che si lancia ad arte nel futuro tecnologico senza mai smarrire troppo la memoria del presente. Interpreti a loro agio e in parte. Formalmente smagliante.

Capannelle 14/12/07 16:14 - 3741 commenti

I gusti di Capannelle

Bel film, non entra tra i cult da rivedere più volte ma lascia soddisfatti. Spielberg confeziona bene la parte di Tom Cruise e la trama avvince lo spettatore senza assumere percorsi strani; in altri termini la componente di fantascienza non va a scapito del thriller. Belle l'idea dei Precog (classica ma resa bene) e le lotte intestine tra i poliziotti. Qualche cedimento forse nelle ripetute visioni nella parte finale. Fotografia desaturata e musiche azzeccate.
MEMORABILE: I ragnetti spia.

Xamini 20/12/07 17:36 - 1026 commenti

I gusti di Xamini

La fantascienza di Dick possiede un appeal decisamente cinematografico e Spielberg, in questa trasposizione, lo rende molto bene; le sue inquadrature non denotano solo estro (a parte i piani sequenza, l'ispezione dei ragnetti), ma anche precisione chirurgica (i filmati sovrapposti, il volto di Cruise in primo piano allineato con il suo riflesso). Ciò detto il fantathriller è costruito su qualche buon colpo di scena e un ottimo ritmo, che appare accelerato solo in occasione della visita alla dottoressa Hineman, cui si poteva dedicare un dialogo più lento e consono all'ambientazione.
MEMORABILE: La fuga della precog e il suo ruolo all'avvicinarsi del momento zero.

Redeyes 14/02/08 13:57 - 2158 commenti

I gusti di Redeyes

A mio giudizio uno dei migliori film di fantascienza dell'ultimo ventennio. Cruise è in gran forma e gli attori di contorno efficaci e bravi. Nonostante un sottofondo di retorica, pegno da pagare in quasi ogni film del genere, mi hanno molto colpito sia la trama che la sceneggiatura (tenendo conto dell'esilità del racconto di Dick). La fotografia è molto bella e direi che anche il ricorso a battute, ignobili, tipiche da prodotto U.s.a. è ridotto. Non ha la forza di un Blade Runner o di un Gattaca, ma il film vale, e molto!!!

Hackett 15/09/08 11:22 - 1741 commenti

I gusti di Hackett

Ottimo fanta thriller che Spielberg trae da Dick ma plasma sapientemente con la tecnica e il talento visivo che ne fanno un grande regista. Tom Cruise (magari discutibile nel privato) è in gran forma e regala un'ottima interpretazione all'interno di un cast di grande livello. Belle le creazioni visive, notevole la tensione. Da vedere.

Ciavazzaro 13/09/08 11:33 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Tratto da un buon racconto, ha già il punto debole di avere protagonista l'onnipresente attore cane Tom Cruise. Ma comunque il regista (il famoso Spielberg) sa dare il suo tocco alla pellicola e a rendere il film un buon esempio di fantascienza, in un futuro forse non troppo lontano. Più che discreto.

MAOraNza 16/09/08 16:53 - 190 commenti

I gusti di MAOraNza

Eccezionale interpretazione di una grande opera di Dick: Spielberg confeziona il Blade Runner del nuovo millennio, scopiazza qua e là e recupera una vena "noir" che aveva perso nel corso degli anni. Una panoramica di temi etici toccati con maestria e senza cadere nei cliché (il controllo della società, la discutibilità delle leggi): un bravissimo Tom Cruise monopolizza la scena con un'interpretazione convincente e Spielberg si diletta in una regia serrata di un giallone fantascientifico. Da vedere.

Cotola 18/09/08 13:36 - 7603 commenti

I gusti di Cotola

Tratto da uno dei migliori racconti di Dick, non riesce a renderne appieno il senso angoscioso e pessimista a causa di uno stravolgimento finale che Spielberg regala allo spettatore in nome delle regole commerciali. Ovviamente però è come sempre un buon film, la confezione è ottima (anche se Cruise è un po' monocorde), ma non convince appieno e certe spielbergate stucchevoli potevano essere evitate (il ricordo piagnucoloso del figlio, per esempio). Godibile e divertente.

Cangaceiro 10/10/08 18:56 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Quando gli americani (Spielberg forse più di tutti) decidono di fare sul serio con film di questo genere danno la paga a tutti. Il regista, anche se non è tutta farina del suo sacco perché si ispira a un romanzo di Philip K. Dick, riesce a rappresentare un futuro molto plausibile e avvenieristico con una cura maniacale dei dettagli. La storia poi è ben scritta e non presenta pause. Cruise sempre più a suo agio in ruoli di questo tipo firma qui una prova, tra le sue, seconda solo a quella in Rain man per efficacia ed aderenza al personaggio. Da vedere.

Magnetti 24/06/10 09:16 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Un film quasi perfetto, diretto magistralmente e con gran cura da Spelberg. Intrattenimento garantito e gustoso tanto da diventare un must fra le grandi produzioni di fantascienza. Scenografie memorabili con effetti speciali curatissimi: la vasca dei precog è da urlo! Tom Cruise è un attore di peso e qui si impegna parecchio, ma, come spesso gli capita, esagera un pò e questo forse è l'unico neo evidente. Minority report aiuta a far pace con i blockbuster altre volte inutili, superficiali e ridondanti.

Luckyboy65 13/12/10 03:49 - 144 commenti

I gusti di Luckyboy65

Grande fantascienza made in Spielberg: soggetto stile orwelliano, alternanza di ritmi dilatati e frenetiche scene d'azione, personaggi caricaturati al punto giusto (a parte Bellone Tom). Sopra tutto gli strepitosi effetti speciali, destinati a durare anni senza invecchiare. Il finale è come al solito un po' banale ma in fondo pretendere realismo da un film di fantascienza è una contraddizione in termini. Di sicuro un film coinvolgente.

Mickes2 14/02/11 10:11 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Thriller noir ottimamente interpretato e rivisitato in chiave futuristica! M'è piaciuta molto la tecnica di Spielberg. Il film coniuga buon intrattenimento e buone congetture sceneggiative. Ottimo ritmo e interpretazioni ficcanti, capovolgimenti di fronte e scene action di grande impatto visivo. La fotografia di Kaminski è sublime.

Greymouser 24/05/11 09:43 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Magniloquente come da aspettative, questo film di Spielberg è tratto da un'opera di Philip Dick, ispiratore ormai di gran parte della Sci-fi cinematografica degli ultimi anni. Il soggetto quindi, originale e inquietante, non si discute, così come pure la realizzazione tecnica del regista e il cast stellare, con l'ormai attore-feticcio di Spielberg, Tom Cruise, a far da personaggio principale. Pur con qualche prolissità e qualche consueto effetto-vaniglia, è un lavoro ben fatto che avvince e si lascia guardare.

Piero68 6/06/11 09:57 - 2778 commenti

I gusti di Piero68

Metti un racconto di Dick e la regia di Spielberg e non puoi che avere un capolavoro. A mio (modesto) parere, sicuramente uno dei tre migliori film sci-fi di sempre. La storia tiene bene nonostante l'eccessiva durata e il cast gira a meraviglia. Effetti e fotografia poi ad ottimi livelli. Da antologia del cinema la scena dell'inseguimento con i jet a spalla a danno di Cruise/Anderton.

B. Legnani 26/07/11 01:57 - 4778 commenti

I gusti di B. Legnani

Film più che buono (***½). Splendido nella prima ora (nonostante la terribile "donna delle piante"), subisce un calo centrale, ma si rialza nel finale nonostante un vistoso punto debole ("affogata"), uno snodo che non si trova più neppure nei gialletti a vignette de La Settimana Enigmistica... Fotografia intrigante, attori discreti, tema etico interessante (già presente in Cicerone!). Qualche cortocircuito tauto(il)logico nel "previsto" omicidio del rapitore. Il bimbetto del primo omicidio studia a memoria il discorso di Lincoln a Gettysburg!
MEMORABILE: Il primo omicidio.

Lupoprezzo 30/09/11 13:40 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

Fantascienza dal meccanismo ad orologeria, inzuppata di una azione adrenalitica altamente spettacolare. Steven Spielberg piega al suo volere di burattinaio un breve racconto di Philip Dick, attenuandone forse un po' i temi (il beneficio del dubbio negato, l'invasività della privacy, la condanna delle intenzioni, la manipolazione e lo sfruttamento), proprio in favore di una frenetica carica narrativa. La sceneggiatura regge l'urto di una produzione pachidermica e non delude. Gli attori fanno la loro parte (in particolar modo il Max von Sydow). Avercene...

Rambo90 28/09/12 01:14 - 6423 commenti

I gusti di Rambo90

Ottimo film sci-fi di Spielberg: grande ritmo fatto di momenti concitati e altri più riflessivi, trama ingarbugliata (tranne il colpo di scena finale prevedibile) e intrigante, scene action realizzate con grandissima cura negli effetti speciali. Tom Cruise se la cava più che degnamente, ma è il cast di contorno a essere strabiliante, in particolare l'eccellente Von Sydow e il divertente Peter Stormare. Più che a Dick (il cui racconto è per molte cose diverso) somiglia a Orwell. Imperdibile.

Furetto60 24/05/13 08:59 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Non era facile riassumere la trama intrigata e intrigante ordita da Dick; il film è infatti abbastanza lungo... Riesce però a dipanarsi bene, con rare pause per lo più iniziali. L’inseguimento a Cruise è effettuato da un Farrell con gli occhi iniettati di sangue che ricorda il miglior Lee Jones. La pellicola riesce a trasmettere l’oppressività di un sistema di controllo governativo che ha chiari riferimenti sia al 1984 di Orwell, sia a V per Vendetta.
MEMORABILE: Le veggenti nella vasca; Lo schermo olografico touch-screen.

Saintgifts 10/03/14 09:37 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Il frenetico incipit tende già a spiegare tutto, come spesso si usa prima di passare alla storia (o fantastoria) vera che, guarda caso, ha come protagonista l'eroe puro (con immancabile peso sulla coscienza); e un simile adrenalitico incipit riesce però a consumare in un qualche modo tutto l'interesse dello spettatore. In virtù di questo fatto e delle aspettative che crea, tutto ciò che avviene dopo diviene man mano sempre più pesante da sostenere, anche se il tema è interessante. Niente da ridire sulla realizzazione tecnica.

Minitina80 10/04/17 18:11 - 2392 commenti

I gusti di Minitina80

Il racconto di Philip K. Dick è tanta roba e affidato alle mani di Spielberg non poteva che dar vita a qualcosa di buono, almeno a livello visivo. Si potevano approfondire determinati aspetti che avrebbero potuto conferire maggiore profondità alla storia avendo a disposizione numerosi spunti, ma si è scelto di curare la confezione facendone lo stesso un ottimo lavoro. Particolare la saturazione cromatica scelta da Kaminski, su cui si potrebbe discutere a lungo. Resta comunque un film gradevole, veloce e incapace di annoiare per davvero.

Almicione 28/05/17 01:35 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Soggetto sbalorditivo quello di Dick, che riesce a mischiare ottimamente la fantascienza con l'azione. Spielberg lo sfrutta abilmente non esagerando con le funzionalità avveniristiche e quindi con gli FX, i quali non danno nausea come altrove. Non sempre ottima risulta invece la sceneggiatura, che presenta delle parti non collaudate e purtroppo i due colpi di scena principali sono risultati prevedibili. Il cast non mi emoziona, in particolare la Morton: insopportabile il suo personaggio. Comunque vale senza dubbio una visione.
MEMORABILE: La pistola a ultrasuoni (o almeno credo); I ragni-robot.

Pinhead80 9/04/18 13:16 - 4000 commenti

I gusti di Pinhead80

In un futuro prossimo verrà istituita una polizia in grado di incriminare gli assassini prima che commettano l'atto (grazie alle premonizioni dei Precog). Spielberg adatta il racconto di Philip Dick aggiungendo dal canto suo in sceneggiatura alcuni elementi drammatici che ammorbidiscono solo in parte la componente fantascientifica. Bellissime le scene d'inseguimento e quelle in cui i protagonisti elaborano le precognizioni degli individui dotati di poteri extrasensoriali.

Taxius 21/02/19 15:37 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Se unisci la regia di Spielberg al genio di Philip Dick non può che venirne fuori un capolavoro, o quasi; e infatti è impossibile non considerare Minority Report uno dei migliori film di fantascienza della storia del cinema. La trama è molto avvincente, coi suoi colpi di scena e i paradossi temporali, senza dimenticare il fatto che il film non si prende neanche un momento di pausa. Nonostante l'età è invecchiato benissimo e questo grazie soprattutto agli splendidi effetti speciali.

Magi94 20/01/20 13:29 - 701 commenti

I gusti di Magi94

Film di culto della fantascienza moderna che pare un lungo e melenso pappone spielberghiano. L'idea, ovviamente, è più che buona venendo da un racconto di Dick, ma la presentazione è di una superficialità imbarazzante (si veda la presenza di "Tom Cruise") così come la caratterizzazione dei personaggi è lontana dalla filosofia e dal divertimento. Funziona come ottimo film d'azione, ma ci sono tante parti da tagliare (lo strazio del bambino perduto, etc.).

Ryo 20/04/20 15:29 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Film che si scatena selvaggiamente tra immagini noir, sentimentalismo straziante ed eleganti sequenze d'azione. Riesce perennemente a coinvolgere grazie al materiale di partenza di Phillip K. Dick, su cui si basa e che contiene un concetto molto stimolante, che Spielberg sviluppa abbastanza bene. La scenografia cyberpunk è discreta e i cartelloni pubblicitari che scansionando le retine delle persone offrono pubblicità personalizzate al tempo potevano sembrare orwelliani, ma non si discostano molto dalla realtà odierna.

Thedude94 14/05/20 00:22 - 609 commenti

I gusti di Thedude94

Spielberg si cimenta con Dick mettendo in scena una buona trasposizione che vede un Cruise al massimo del suo splendore interfacciarsi con un futuro nel quale è possibile prevedere gli omicidi. Se la prima parte risulta essere più interessante, soprattutto perché tocca temi anche fortemente etici e morali, la seconda si trasforma in un thriller classico (abbastanza prevedibile), più agile per ogni tipologia di pubblico. Il resto del cast è anch'esso ottimo. Scene d'azione ben girate; un po' troppo ridondanti quelle delle previsioni.

Daniela 19/11/20 19:31 - 9623 commenti

I gusti di Daniela

Nella Washington del futuro,  si previene il crimine arrestando gli aspiranti rei grazie a veggenti in grado di prevederne le intenzioni. Un poliziotto imparerà a sue spese quanto il sistema possa essere iniquo... Ispirandosi ad un racconto del visionario Dick, Spielberg dirige un film altamente spettacolare, con una prima parte quasi perfetta ed una seconda che, pur con qualche intoppo, contiene scene di notevole impatto per poi cedere nel finale alle esigenze commercial-divistiche. All'altezza della fama del regista la messa in scena, funzionale Cruise, buono il resto del cast. 
MEMORABILE: Il trapianto d'occhi ed I ragni esploratori; La sequenza con gli ombrelli aperti.  
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 26/06/09 15:08
    Scrivano - 5606 interventi
    Meryl Streep fu originariamente scritturata nel ruolo di Iris,ma alla fine fu costretta a ritirarsi.
  • Curiosità Ciavazzaro • 28/07/09 11:40
    Scrivano - 5606 interventi
    Matt Damon e Yorick Van Wageningen vennero considerati per il ruolo di Danny Witwer.

    Fonte:Imdb
  • Musiche Qed • 8/05/10 23:55
    Galoppino - 167 interventi
    La meravigliosa sequenza iniziale, con Cruise che gestisce il sistema di analisi delle immagini per il primo omicidio, deve tutto all'accostamento fra ultratecnologia e Romanticismo musicale: il primo movimento dell'ottava Sinfonia in si minore D 759 di Franz Schubert, notoriamente L'Incompiuta, peraltro sovente utilizzata al cinema (ad esempio in Oltre il giardino di Hal Ashby).
    Ultima modifica: 1/03/11 23:49 da Qed
  • Homevideo Gestarsh99 • 28/02/11 00:23
    Scrivano - 15027 interventi
    Disponibile in Blu-Ray Disc dal 16/03/2011 per 20th Century Fox.
  • Homevideo Zender • 28/02/11 08:01
    Consigliere - 43734 interventi
    Mah, io ce l'ho già in Blu-ray, mi sa che son tutte ristampe queste, Gest...
  • Homevideo Gestarsh99 • 1/03/11 00:48
    Scrivano - 15027 interventi
    Dal momento che l'uscita del Blu-Ray originale non era stata segnalata in questo settore, ho pensato fosse utile indicare quantomeno la pubblicazione della ristampa ;)
  • Discussione Luckyboy65 • 3/07/11 19:31
    Galoppino - 8 interventi
    Nella cast è stata clamorosamente dimenticata Samantha Morton, ovvero Agatha la precog!
  • Discussione Zender • 3/07/11 19:59
    Consigliere - 43734 interventi
    Aggiunta.
  • Discussione Daniela • 19/11/20 19:40
    Consigliere massimo - 5284 interventi
    Fra i non accreditati, compaiono nel film come comparse
    l'attrice Cameron Diaz, al tempo già famosa, e i registi Cameron Crowe e Paul Thomas Anderson.
    Appena possibile, cercherò di trovare i relativi fotogrammi.

    Ultima modifica: 20/11/20 08:17 da Zender