MIB III - Men in Black 3

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Men in Black 3
Anno: 2012
Genere: fantascienza (colore)
Note: Aka "MIB 3".
Numero commenti presenti: 18
Papiro: elettronico

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Per non stuccare, in una saga in cui già il secondo capitolo pareva un'inutile clonazione del primo, c'era la necessità di una svolta vera: questa avviene con l'introduzione di Josh Brolin, particolarmente indicato per rivestire (grazie al suo bel mimetismo) il ruolo dell'agente Kappa (Tommy Lee Jones) giovane. La somiglianza con Jones si riconosce nelle espressioni di granito, soprattutto, e l'alchimia creata dalla forte differenza di carattere con Will Smith può esser così riproposta anche in un 1969 ricreato forse sbrigativamente ma in modo credibile quanto basta. Di viaggi nel tempo si tratta, in poche parole,...Leggi tutto con Smith costretto a ritornare a New York il giorno prima della partenza di Armstrong e i suoi per la Luna dopo essere entrato in un presente alternativo in cui Kappa è morto da ormai 40 anni. L'obiettivo è ritrovare Boris "l'animale" (un pericolosissimo alieno senza un braccio), salvare la vita a Kappa e far rientrare tutto nel solco corretto. La formula a dire il vero non cambia di molto, e il divertimento sta ancora nell'incrociare alieni dalle fogge più bizzarre con i quali i nostri si scontrano. La matrice umoristica è quella di sempre, la sceneggiatura torna a offrire qualche discreto spunto, Will Smith si conferma attore brillante di rango (esemplari le sue espressioni quando si accorge che Kappa già da giovane era solito ascoltare musica country in auto) e il 3d aggiunge spettacolo nel finale a Cape Canaveral o nell'incredibile salto "temporale" dagli ultimi piani del Chrysler Building. Ce n'è abbastanza per accontentare i fan della saga, un po' meno il resto degli spettatori, che difficilmente potranno soprassedere sulla ripetitività di molte situazioni o sull'approccio un po' tanto ingenuo e facilone, che riduce gli inconvenienti dei viaggi nel tempo a meri scioglilingua da mettere in bocca a un non troppo simpatico "esperto" in paradossi temporali (Michael Stuhlbarg). Anche il finale (con rivelazione) lascia un po' il tempo che trova, a conferma di un film la cui vocazione commerciale appare esageratamente esplicitata. Sono soprattutto i tre protagonisti a salvare la baracca, perché Brolin riesce nell'intento di far coppia con Smith svecchiando (anche letteralmente) il personaggio di Kappa e Jones si conferma la spalla ideale per gli slanci comici dell'ex principe di Bel Air. La formula, in poche parole, era buona, e lo si capisce da quanto venga sfruttata ricavandone senza sostanziali variazioni ben tre film. Simpatica l'idea di Andy Warhol come M.I.B. in incognito stanco di inventare scemenze per apparire sufficientemente eccentrico e all'avanguardia; ad uno dei suo celebri party si ascolta intanto "Pictures of matchstick men", il primo singolo degli Status Quo uscito correttamente l'anno prima.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/05/12 DAL BENEMERITO B. LEGNANI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 27/05/12
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 24/05/12 01:27 - 4976 commenti

I gusti di B. Legnani

Funambolica fanta-commedia in tre dimensioni, impreziosita dalla presenza di Tommy Lee Jones e della rivisitazione del lancio dei primi uomini verso la Luna. Il meccanismo della corsa nel tempo non può colpire più di tanto chi ha più di venticinque anni. Qualche battuta funziona, qua e là gira meno bene. Potabile: **

Puppigallo 27/05/12 18:11 - 4651 commenti

I gusti di Puppigallo

Dopo lo scivolone del secondo episodio, il terzo risolleva un po' le sorti della saga proponendoci tre personaggi che portano ossigeno: Boris l'animale, il pluridimensionale e la versione giovane di K. Non male anche Warhol che è in realtà un agente e non ne può più di fare stranezze e vivere in quel modo. La formula è molto semplice: buoni contro super cattivo; e l'azione non manca. Qualche trovata in più avrebbe sicuramente giovato; e se il 3D visto nel volo temporale fosse stato ripetuto altre volte, invece della solita profondità standard, non ci si sarebbe sentiti allocchi extrapaganti.
MEMORABILE: L'evasione; K sceglie la torta a modo suo; Boris l'animale che commenta: "Sono stato più bravo di me".

124c 28/05/12 12:45 - 2813 commenti

I gusti di 124c

Terza puntata di una saga che sembrava aver detto tutto col primo capitolo. Un duo d'attori che diventa trio, grazie ad un viaggio nel tempo dell'agente J (Will Smith), che puzza di trovata alla Robert Zemeckis. Eppure Josh Brolin, sostituto di Tommy Lee Jones, è accettabile nella parte del giovane agente K, come anche il "Daniele Luttazzi" made in USA che sa tutto degli eventi passati, presenti e futuri. Breve comparsata dell'attrice inglese Emma Thompson, che interpreta la nuova capa del MIB senza irretire, come la M di Judy Dench. Da due.
MEMORABILE: Boris l'animale - Ammesso e non concesso!

Funesto 13/06/12 17:12 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Deviazione di stile nella saga, che forse dopo il deludente secondo capitolo (cento gradini sotto il primo) necessitava di qualcosa di diverso che puntasse meno sulla mera comicità e sul bim-bum-bam e più sulla trama. Tralasciando il 3D (funzionale sì ma un po' di contorno), questo terzo si fa notare in positivo per la storia che, pur sfruttando uno dei tòpoi della fantascienza che è il time-travel, riesce a farsi però estremamente complessa ma egregiamente sviluppata grazie all'ottima sceneggiatura. Smith e Jones (e Brolin!), d'altra parte, erano una garanzia!
MEMORABILE: Andy Warhol MIB in incognito; Il finale che fa luce sul passato di Will Smith.

Motorship 15/06/12 16:59 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Il primo non si batte, ma se lo si confronta col loffio secondo, vince di sicuro. Funzionale l'amalgama tra Will Smith e Tommy Lee Jones che arreca gradevolezza al film. Gli effetti speciali, grazie anche alla tecnologia 3D, risultano spettacolari, così come dovrebbero essere in qualsiasi film di fantascienza. Resta il fatto che le inventive qui si siano rinnovate rispetto al passato; nota di merito che giustifica il ritrovato gradimento dopo il numero due. Will Smith grande come al suo soltito ma non superbo quanto in Io sono leggenda.

Daniela 25/06/12 08:43 - 10645 commenti

I gusti di Daniela

Meglio del secondo capitolo, risolve brillantemente il problema di far girare un nuovo scattante film d'azione a Jones, grande attore che però col passare del tempo si sta mummificando. Come? Ma spedendo nel passato il sempre giovanile Smith per far coppia con il K di 40 anni prima, ossia un plausibile Brolin. Spettacolo senza troppe pretese, se non quelle di far cassetta, che però assolve bene al suo compito di far passare gradevolmente il tempo, fra salti temporali, alieni fantasioni e qualche gags simpatica (la migliore è quella che svela la vera natura di Andy Warhol).
MEMORABILE: All'inizio, il discorso di commemorazione funebre di K.

Cloack 77 27/06/12 10:21 - 547 commenti

I gusti di Cloack 77

Se il primo aveva stupito per la furbizia del soggetto, il secondo deluso per l'inutilità, questo terzo si pone nella via di mezzo: una storia diversa dalle precedenti, una figura nuova e quel pizzico di furbizia che torna. Buona l'idea del viaggio nel tempo con Josh Brolin perfettamente a suo agio; il 3D è la furbata che fa respirare l'intera operazione. Resta il solito gusto amaro dell'esercizietto divertente, della commediola innocua per trascorrere del tempo senza alcun fine se non il consumo di popcorn.

Galbo 13/09/12 15:21 - 11672 commenti

I gusti di Galbo

Giunge fuori tempo massimo questa terza avventura dei Men in black, ad oltre dieci anni di distanza dalla seconda. L'introduzione del personaggio di K giovane (affidata ad un convincente Josh Brolin) è una novità più formale che sostanziale e il film segue piuttosto pedissequamente quanto a gag e situazioni i due precedenti, il primo soprattutto del quale in alcuni momenti (vedi la scalata finale) sembra quasi un remake. Qualche risata qua e là, affidata alla verve degli attori, ma un pò poco.

Piero68 26/09/12 14:13 - 2841 commenti

I gusti di Piero68

La squadra rimane identica: Sonnenfeld in regia, Lee Jones e Smith punte di diamante, Spielberg produttore esecutivo. Eccetto la novità Brolin (K da giovane, che se la cava egregiamente) e la sterminata e bizzarra tipologia di alieni che si rinnova quasi ad ogni capitolo, c'è poco altro. Più convincente del numero 2; la sceneggiatura questa volta decide di puntare tutto sul famigerato butterfly effect. E nonostante sia argomento già ampiamente saccheggiato dal cinema, questa volta riesce ad essere convincente
MEMORABILE: Il finale e la scoperta di J.

Greymouser 15/10/12 12:42 - 1458 commenti

I gusti di Greymouser

Sicuramente più articolato ed interessante, anche dal punto di vista spettacolare, rispetto al soporifero secondo capitolo, il nuovo episodio della saga non esce tuttavia dai canali solidi e collaudati di un decoroso intrattenimento. La vicenda è arricchita da una faccenda di piani temporali ed ipotetici che danno una patina di complessità ad una sceneggiatura altrimenti scarna ed essenziale. Alla fine si rimane moderatamente soddisfatti, anche se continuo a pensare che questo ciclo - in base all'idea di partenza - poteva dare molto di più.

Tommy Lee Jones HA RECITATO ANCHE IN...

Rambo90 6/12/12 02:21 - 6814 commenti

I gusti di Rambo90

Migliore del secondo capitolo grazie alle novità portate dalla trama, dalla decisione di svelare anche qualcosa in più sui personaggi protagonisti. Alto il ritmo, ottimi gli effetti speciali e finale in grande crescendo. Simpaticissimo Smith come sempre, Brolin sorprendente nella sua interpretazione del giovane K, un po' defilato (ma sempre indispensabile) Tommy Lee Jones. Notevole.

Cangaceiro 14/08/13 21:12 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Dopo 10 anni gli uomini in nero vengono richiamati al dovere cinematografico per il terzo capitolo della saga. Il succo è sempre quello: avventura fracassona per la salvezza del mondo tra mirabolanti diavolerie. Il viaggio nel tempo è espediente vecchio ma affidabile, utile a sparigliare le carte e mettere in gioco Brolin, il più ispirato del trio visto che i due veterani vanno di pilota automatico. Ben utilizzati, more solito, gli effetti speciali, con Sonnenfeld che si sbizzarrisce, per lo più inizialmente, a pennellare alieni graziosamente ributtanti.

Viccrowley 17/01/14 03:26 - 804 commenti

I gusti di Viccrowley

Dopo un pessimo, terribile secondo capitolo, Sonnenfeld ributta nella mischia gli Uomini in Nero riuscendo ad aggiustare leggermente il tiro e cavandone una discreta commedia fantascientifica. In parte come sempre Tommy Lee Jones e Will Smith, con l'azzeccata new entry dell'ottimo Josh Brolin. Inutile dire che la parte del leone la fanno i simpatici effetti speciali ricchi di alieni di ogni foggia. Pollice verso per il super cattivo alieno che sembra una fotocopia sbiadita di Macho Man, famoso wrestler anni 80. Vedibile.
MEMORABILE: L'inseguimento sulle moto mono-ruota; La vera identità di Andy Warhol.

Almicione 16/02/15 00:25 - 765 commenti

I gusti di Almicione

Dopo dieci anni dall'ultimo episodio Sonnenfeld dirige questo nuova pellicola sostituendo – almeno in parte – Jones con Brolin, il quale riesce inaspettatamente ad adattarsi ottimamente al personaggio di K. La trama risulta un po' più complessa e interessante delle precedenti, comprendendo anche dei salti temporali, ma generalmente lo spettatore inizia a sentire la pesantezza di situazioni che tendono a ripetersi. Inoltre ci sono meno tecnologia, meno creature, meno azione e quindi meno divertimento rispetto al passato. Comunque non male.

Minitina80 5/06/15 00:10 - 2596 commenti

I gusti di Minitina80

È forse il capitolo più introspettivo e con una buona vena sentimentale che gli permette di non ripetere identica la trama di fondo dei suoi predecessori. La scelta si rivela indovinata perché non si limita solo agli effetti speciali o all’azione, che comunque non mancano. Divertente nella sua assurdità, anche se a volte certi dialoghi sono troppo macchinosi. Il finale chiude degnamente la saga, senza esagerare troppo con le melensaggini.

Aco 1/10/19 11:08 - 91 commenti

I gusti di Aco

Migliore del secondo, il film ha i suoi punti di forza nella recitazione dei tre attori (o due più uno?), in un cattivo davvero credibile, in un buono (l'ultimo degli extraterrestri?) che con la sua invenzione salva la Terra, nella rievocazione di un momento storico glorioso per gli States. Buona l'idea di una trama ambientata tra passato e presente e la ricostruzione delle armi retrofuturiste. Quel che si dice un buon film che, forse, senza volere diventa un'operazione nostalgia degli anni 60.

Pinhead80 1/04/20 18:30 - 4154 commenti

I gusti di Pinhead80

Nonostante si sia arrivati al terzo capitolo della saga la qualità rimane sempre invariata ed è ben al di sopra della sufficienza. Questa volta Will Smith dovrà viaggiare nel passato per poter sventare una pericolosissima minaccia aliena e salvare il suo compare. La sceneggiatura è ben sviluppata e ci aiuta a capire il passato dell'imperscrutabile Tommy Lee Jones. Ben curati come al solito gli effetti speciali, capaci di garantire momenti di sana ilarità.

Tarabas 29/07/21 11:16 - 1801 commenti

I gusti di Tarabas

Piuttosto difficile fare una terza puntata migliore delle prime due, ma i MIB ci riescono con un terzo capitolo che mette a frutto idee e gag tipiche della saga, aggiungendo ritmo e una riuscitissima per quanto strausata parentesi di viaggio nel tempo. Ottimo il cast, che fa girare bene la macchina dell'intrattenimento scacciapensieri, obiettivo del film. Ovviamente il progresso nella tecnologia degli effetti speciali fa il suo, ma l'operazione è nel complesso ben realizzata.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 16/07/12 20:07
    Scrivano - 17758 interventi
    Disponibile l'intera trilogia in Edizione Limitata (3 Blu-Ray Disc - DigiBook) dal 26/09/2012 per Sony Pictures:



    DATI TECNICI

    * Formato video 1,85:1 Anamorfico 1080p
    * Formato audio 5.1 Dolby Digital: Italiano Spagnolo
    5.1 DTS HD: Inglese
    Dolby TrueHD 5.1: Italiano Inglese Spagnolo
    * Sottotitoli Italiano Inglese Spagnolo
    * Extra Commento del regista Barry Sonnenfeld
    Trivial
    Scene eliminate
    Documentario
    Decostruzione delle scene
    Multi-Angle
    Galleria fotografica
    Storyboard a confronto
    Montaggio delle scene
    Video musicale
    Chiedi a Frank il cane Carlino
    Il gioco a quiz intergalattico interattivo BD-Live per sfidarsi on line con le curiosità su Men in Black
    I divertenti sottotitoli in ''Alieno''