LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Dopo il successo dell’ALLENATORE NEL PALLONE Sergio Martino ritorna nel mondo del calcio (sempre spalleggiato dalla solita vagonata di presenze illustri: Falcao, Chierico, Ancelotti, Paolo Rossi e i giornalisti Paolo Valenti, Biscardi, De Laurentiis, Tonino Carino, l'onnipresente Nando Martellini, Fabrizio Maffei…) per un'altra farsa, ancora più grossolana e che dal piccolo gioiello con Lino Banfi eredita la coppia Gigi e Andrea, qui promossa a protagonista. La comicità scende di livello, ciononostante i due sono simpatici e la storia in fondo non è male, soprattutto...Leggi tutto nell'invenzione della figura di Andrea Margheritoni (Roncato), giocatore donnaiolo che dopo una fallimentare esperienza americana nei Cosmos torna in Italia e riesce a farsi comprare (grazie all'aiuto del centrocampista della squadra, Gigi) dalla neopromossa Marchigiana (nell’ALLENATORE NEL PALLONE era la Longobarda, la squadra neopromossa ). Il presidente è incredibilmente rozzo, lo sponsor Pollo Ruspante è rappresentato dalla ninfomane Milena Vukotic (che stenderà definitivamente il già poco aitante Margheritoni) mentre l'allenatore-filosofo è Gianni Ciardo, dopo poco esonerato in favore dell'argentino Fulgenzio (Leo Gullotta, cattivissimo e forte di un brillante spagnolo maccheronico), che lancerà, in sostituzione dello stanco Margheritoni, il nuovo talento veneto dell'attacco Carlo Vacca (un giovanissimo Pino Insegno, quella della Premiata Ditta). Nella seconda parte il film però cede completamente, tra gag tirate per i capelli, risse e le solite fintissime riprese di gioco. Peccato, perché si era partiti bene, con un Andrea molto in forma spalleggiato dal sempre simpatico Gigi. Nel complesso resta comunque tra i film più riusciti della coppia, con una sceneggiatura vivace e belle musiche dei fratelli De Angelis.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

G.Godardi 15/03/07 22:27 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Quasi uno spin-off dell'Allenatore nel pallone. Gigi e Andrea vengono promossi da Martino a protogonisti, nell'improbabile ruolo di due calciatori. Purtroppo il film gira a vuoto, e dopo una partenza tutto sommato piacevole si perde in Germania per un finale improvvisato che non è nemmeno un finale (la Marchigiana sarà retrocessa o meno?). Per fortuna un discreto cast di supporto e l'indubbia simpatia dei due protagonisti salva il film dalla retrocessione. Ma per il rotto della cuffia. Comunque si ride.

Fabbiu 4/04/07 00:49 - 2021 commenti

I gusti di Fabbiu

Tra i punti in comune con L'allenatore nel pallone è facile riconoscere la stessa musica durante alcune scene di gioco: la Marchigiana è come la Longobarda. Molti caratteristi, buone interpretazioni. Roncato in buonissima forma, brava la Vukotic, un po' meno Ciardo. Spassosissimo Sandro Ghiani, sempre preso a sberle da Roncato. Gullotta meno stupido del solito. L'inizio è molto comico e promettente, purtroppo poi "si scemizza" e si verificano parecchie ricadute e scene poco riuscite. La lunghezza del film spesso pesa sulla visione.

Undying 11/08/07 00:15 - 3819 commenti

I gusti di Undying

Evidentemente L'Allenatore nel Pallone non poteva, a distanza di un anno, essere rifatto. Così Sergio Martino (visti i buoni esiti conseguiti dal film con Banfi) decide di realizzare questa scarsa parodia sostituendo Oronzo Canà con i due protagonisti (che nel film precedente fanno una breve comparsa) Gigi e Andrea. Il risultato è deludente su tutti i fronti: per via della comicità sforzata cui Gigi sottopone il suo personaggio e per una regia priva di reale motivazione. Le battute sono patetiche ed il film delude le aspettative.

Lovejoy 13/01/08 20:22 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Uscito in seguito al grande successo di L'Allenatore Nel Pallone, con Gigi e Andrea promossi a protagonisti assoluti nei panni di due scalcinati calciatori. Non così male come si crede: merito sopratutto di un Roncato su di giri e di un Gullotta davvero irresistibile nei panni di un allenatore sui generis. Certo, c'è molta differenza con il film precedente, ma resta un prodotto discreto che garantisce la sua ora e mezzo di puro e onesto intrattenimento.

Galbo 15/01/08 07:18 - 11698 commenti

I gusti di Galbo

Nel tentativo di replicare il fortunato esito commerciale di un precedente film di ambientazione "pallonara", il regista Martino dirige questa scalcinata commedia ambientata nell'Italia provinciale del tifo (allora) più caldo e nello stesso tempo ingenuo. Nonostante, come nel film precedente, sia infarcita di volti noti (calcistici e non), il film altro non è che una raccolta di gag per lo più becere, che sono in gran parte incapaci di segnare (è il caso di dire) il loro vero obiettivo: fare ridere.

Dusso 15/01/08 19:33 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Esce un anno dopo L'allenatore nel pallone e non è allo stesso livello in quanto a comicità, ma non è da buttare via. Non mancano anche qui le scene simpatiche, c'è la bellissima Russinova ed un finale un po' troppo tirato via. Roncato piuttosto in forma e Gigi non è da meno.

B. Legnani 19/03/08 23:56 - 4994 commenti

I gusti di B. Legnani

Sciocchezzuola con varie cadute, ma anche con qualche momento divertente (il gol al 90’ a Firenze, Gullotta che ferma i cani, Margheritoni stupito che D’Annunzio abbia dedicato un libro alla figlia del calciatore Iorio...). Il voluminoso Roncato è talmente assurdo come calciatore che vederlo in maglietta e calzoncini fa quasi ridere. Coligno (Ciardo) richiama Scopigno, Beccaceci è chiaramente il presidente Rozzi. Fra gli italiani a Francoforte c’è, non accreditato, Omero Capanna.

Puppigallo 17/05/09 13:52 - 4681 commenti

I gusti di Puppigallo

Rivedendolo risulta parecchio deludente. Se ne L'allenatore nel pallone c'era un Banfi incontenibile, qui il posto viene preso da Andrea, che fa quel che può, ma che finisce con l'essere ripetitivo (pensa solo alla gnocca e non ha voglia di giocare). Qua e là si accenna un sorriso, si assiste alla passerella di alcuni grandi del passato (Paolo Rossi, Falcao, un giovane Ancelotti), ma soprattutto si subiscono troppe sciocchezze (persino Gullotta, nei panni del duro allenatore, finisce per stufare). Pochissimi momenti riusciti annacquati da un mare di scemenze.
MEMORABILE: L'arbitro, che lo aveva espulso, torna a casa e trova Andrea con sua moglie. Andrea lo guarda e gli dice: "Questa volta il fallo c'è, lo riconosco".

Brainiac 25/08/09 09:23 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Già la presenza dell'amico Marcello Magnelli fra i caratteristi (è il portiere col "baffo italiano" tipico degli Anni Ottanta), lo rende un mio cult personale. Ma c'è un' altra scena memorabile, una delle poche che ha scatenato il mio dormiente orgoglio italico: quella del pre-finale, in cui Margheritoni è umiliato dagli ostili tifosi stranieri. Quella goffa galoppata di Roncato palla al piede, fin dentro la rete, mi ha fatto sempre sobbalzare. Filmare il calcio in maniera appropriata è arduo, si sa, invece Martino costruisce una sequenza a suo modo epica.

Vstringer 30/10/09 17:41 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Sergio Martino batte il ferro finché è caldo, ma Andrea Roncato non è Banfi: il motivo di interesse di questo film, di conseguenza, è provare un'immersione totale in situazioni incredibili e becere, dalle visioni di Milena Vukotic in maglia del Verona fino agli ineffabili soggettisti che s'inventano il nome di Carlo Vacca per il giovane talento che ruberà il posto a Margheritoni/Roncato. Quest'ultimo è così poco credibile come calciatore che il gol maradoniano ai tedeschi ha senso solo nella dubbia logica del trash (c'è pure Cutugno, pensa te).

Milena Vukotic HA RECITATO ANCHE IN...

Manowar79 21/04/10 15:29 - 309 commenti

I gusti di Manowar79

Immediato spin-off de L'allenatore nel pallone, dal quale viene riciclato in parte anche il commento musicale. Stavolta sono gli eterni ausiliari Gigi & Andrea al centro delle (dis) avventure, ma va detto che la mancanza di Lino Banfi avrebbe potuto dare risultati peggiori. Logicamente non all'altezza della matrice originale, è comunque superiore alla media, assolutamente non dozzinale nonostante il recupero della vena erotico-scollacciata (che si fa forte su un Roncato non lontano dal Loris Batacchi di fantozziana memoria). Un piccolo classico.
MEMORABILE: "Quel motivetto che le piace tanto..."

Ghostship 26/06/10 12:21 - 394 commenti

I gusti di Ghostship

Troppo fiacco, derivativo e svelto per diventare un vero cult. Martino sfrutta l'onda de L'allenatore nel pallone copiandone la trama, inserendo i due comici di moda all'epoca e premendo l'accelleratore sul grottesco più sfrenato. A tratti insulso, raramente divertente, male interpretato.

Nando 29/09/10 01:04 - 3583 commenti

I gusti di Nando

Martino, dopo la fortuna ottenuta con Oronzo Canà, cerca di nuovo il colpaccio sfruttando il proficuo mondo del calcio, ma stavolta il risultato latita. In primis manca un interprete accentratore, Gigi e Andrea sono valide spalle ma da soli sono carenti ed in secundis il film non fa ridere, anzi sembra pateticamente rivolto a criticare i ritiri prepartita ed a esaltare il machismo di uno dei due protagonisti.

Cotola 18/02/11 22:03 - 8048 commenti

I gusti di Cotola

A un anno di distanza, Martino prova a bissare il successo de l'allenatore nel pallone, ma fallisce su tutta la linea. Per quanto sgangherato, il film precedente era divertente e gustoso, grazie soprattutto ad un Banfi incontenibile. Qui l'umorismo è quasi del tutto assente o patetico e nemmeno gli amanti del pallone gradiranno. C'è anche un'inutile passerella di personaggi del mondo del calcio giocato e del giornalismo.

Jandileida 15/08/11 14:00 - 1345 commenti

I gusti di Jandileida

Bruttino. Martino prova a sfruttare la scia del successo del grande Oronzo Canà ma, tolto qualche momento appena simpatico, il film non diverte perché l'operazione è fiacca. Roncato, perfetto come spalla, rende solo a metà nel ruolo del semi-ex impegnato più a scappare dai ritiri che ad allenarsi, praticamente un Renato Portaluppi ante-litteram. Purtroppo è il resto del cast a deludere un po' (nullo, come al solito, Gigi, stanacante Gullotta) e tutto il fascino del calcio anni '80, tra baffi e cappellini, non riesce ad emergere. Ghiani brasileiro.

Samuel1979 22/09/12 08:49 - 502 commenti

I gusti di Samuel1979

Tentativo riuscito a metà potrei dire, perchè se da un lato le potenzialità ci sono (Roncato, Gullotta, Spaccesi e Vukotic) dall'altro la sceneggiatura stessa si concentra troppo su gag che risultano poco adatte a un film del genere; in più il giovane Insegno non può sostituire Althaus. Tuttavia i momenti esilaranti non mancano, come la sequenza del raduno della squadra in aperta campagna sotto la guida dell'allenatore Coligno (Ciardo).
MEMORABILE: Il trombone ha suonato adesso...

Motorship 9/10/13 17:46 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Spin-off riuscito a metà del migliore e più divertente L'allenatore nel pallone, uscito esattamente un anno prima. Oltre che della mancanza di Banfi (che doveva originariamente prenderne parte), il film risente anche di una sceneggiatura zeppa di gag evitabili, anche se non mancano quelle riuscite ergo divertenti. Il film regge grazie a Roncato e Sammarchi (in forma), oltre che a formidabili comprimari come Gullotta, Spaccesi e la infoiata Vukotic. Bellissima come sempre la Russinova, inutile Ciardo. Porta a casa la sufficienza.

Rigoletto 25/10/13 14:57 - 1665 commenti

I gusti di Rigoletto

Complice la scoppiettante verve di Andrea Roncato, il film risulta tutto sommato gradevole, ma senza raggiungere L'allenatore nel pallone sia come qualità di film che come gradimento di pubblico. Si porta dietro tutti i difettucci delle commedie italiane post-1975, ma l'avere attinto allo sport nazionale lo mette in rampa di lancio rispetto ad altri film. Niente per cui sgranare gli occhioni per la meraviglia, ma lo si può vedere senza rischiare incubi notturni. **!
MEMORABILE: Gli allenamenti nel pre-campionato sincronizzati con la "Pastorale" di Beethoven.

Herrkinski 10/09/13 19:35 - 6070 commenti

I gusti di Herrkinski

Martino ci riprova: dopo il successo de L'allenatore nel pallone mette in scena un'altra commedia calcistica ma non riesce a bissarne gli esiti, che in questo caso sono poco esaltanti. Ciardo e Gullotta non possono certo rivaleggiare col Banfi del film precedente e i due protagonisti Gigi & Andrea, per quanto nel loro periodo d'oro, azzeccano solo alcune gag risultando alla lunga ripetitivi. La prima mezz'ora resta la migliore, poi il film comincia a ricalcare L'allenatore nel pallone senza la stessa verve, annoiando un po'.

Maxx g 5/10/13 05:03 - 528 commenti

I gusti di Maxx g

Nonostante il regista sia il medesimo, il film non riesce a funzionare come L'allenatore nel pallone, forse soprattutto per l'assenza di Banfi. Gli aficionados troveranno però pane per i loro denti e soprattutto si divertiranno, nonostante la presenza di qualche gag grossolana. Da ricordare un giovanissimo Pino Insegno, Silvio Spaccesi e Milena Vukotic, oltre a un'intrigante Isabel Russinova e un grande Leo Gullotta. Da segnalare l'utilizzo nel finale del tema di Bomber degli Oliver Onions.

Sergio Martino HA DIRETTO ANCHE...

Gabrius79 7/10/13 01:01 - 1273 commenti

I gusti di Gabrius79

Grossolana ma a tratti divertente commedia sul mondo del calcio con un discreto cast capitanato da Gigi e Andrea (anche se quest'ultimo risulta essere il vero protagonista). Buone performance di Gullotta, Ciardo e Spaccesi e della brava Vukotic. La Russinova recita svogliatamente. Parata di camei di calciatori e conduttori sprtivi dell'epoca.

Markus 9/10/13 10:08 - 3439 commenti

I gusti di Markus

Spin-off de L'allenatore nel pallone privato però del personaggio-chiave Banfi. Il risultato non è strepitoso ma nemmeno disdicevole; diciamo che l’assenza dell’attore pugliese si subisce non tanto per l’assenza di adeguata verve comica (qui assicurata da un nutrito cast in cui spiccano in tal senso Roncato e Spaccesi), quanto perché il contesto lo avrebbe richiesto. L'intrattenimento non manca e il film ha un discreto ritmo narrativo.

Saintgifts 27/05/14 16:16 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

L'argomento è il pallone (il calcio) ma i protagonisti sono Gigi e Andrea, che sono noti per interessarsi a tutt'altra cosa. Tentativo quindi di fondere calcio e gnocca per dare la possibilità ai due (ma specie ad Andrea) di esibirsi nel loro campo preferito. Nonostante fosse il loro periodo migliore, non ne esce niente di buono che non sia il fisico di belle ragazze, Isabel Russinova in primis. Milena Vukotic, la più professionale, fa la sua parte uscendo indenne dallo scatafascio, per i due protagonisti patetiche battute e nulla più.

Pinhead80 25/07/14 13:23 - 4155 commenti

I gusti di Pinhead80

Trascinato dal buon successo dell'Allenatore nel pallone, Sergio Martino ci riprova con la coppia Gigi e Andrea. Non mi era piaciuto il film con Banfi e non mi è piaciuto nemmeno questo. A parte qualche battutina qua e là e qualche siparietto della coppia Roncato-Sammarchi ci si diverte poco o nulla. Sempre bravissima invece la Vukotic nei panni dello sponsor "arrapato".

Ryo 12/08/15 14:04 - 2169 commenti

I gusti di Ryo

Avrebbe dovuto bissare il successo de L'allenatore nel pallone, ma in quanto a divertimento non ci arriva nemmeno vicino. La coppia Gigi e Andrea come calciatori è improponibile, dato il loro peso forma. Le battute e le gag (a volte di pessimo gusto) non strappano risate e sanno di forzatura affrettata. Al contrario, il giovanissimo Pino Insegno è un personaggio riuscito e credibile.
MEMORABILE: José Altafini e Nando Martellini, che spudoratamente leggono il copione.

Marione 7/11/15 10:49 - 103 commenti

I gusti di Marione

Gigi e Andrea in serie A, panchinari con riscatto finale. Commedia simpaticissima non solo grazie al duo bolognese, ma anche all'imbranato e poco carismatico allenatore Ciardo (meno efficace Gullotta), a Spaccesi presidente taccagno e ruspante, a Ghiani brasiliano lamentoso e a tanti altri. Insignificante Pino Insegno giovane bomber, sopra le righe la Vukotic. Il paragone con il precedente film di Martino con Banfi non c'entra, anche questo diverte. Peccato, nuovamente, le scene della partita finale, goffe e mal realizzate. Si rivede sempre con piacere.
MEMORABILE: Il gol fortutito di..; Andrea che prima piange poi chiude Gigi in armadio; "No estau cuntempladu in meu contrattu"; Il Presidente che delira in tv.

Alex75 2/01/17 12:14 - 739 commenti

I gusti di Alex75

Martino cerca di replicare L’allenatore nel pallone con gli stessi ingredienti tranne uno, fondamentale: Lino Banfi. Gigi & Andrea, promossi a protagonisti, confermano di essere più adatti a piccoli ruoli (pur cavandosela meglio rispetto ad alcune pellicole precedenti); abbastanza in affanno anche il reparto comprimari, con l’eccezione di Milena Vukotic. Carente sul piano comico, è più interessante come documento del calcio dell’epoca (soprattutto quello di provincia).

Mco 2/08/18 17:42 - 2215 commenti

I gusti di Mco

Scult che conquista, con quell'aria trasognata che ti spinge nel grottesco mondo delle parodie dei film sportivi. Gigi e Andrea sono funzionali al prodotto e regalano più di un sorriso, con il secondo in grande spolvero nelle vesti di playboy impenitente. Nel mare magnum di personaggi coinvolti si segnalano il duo Chierico-Ancelotti, impegnato in una comica partita a tennis, il simpatico Paolo Valenti e Oscar Damiani. Reparto hot affidato alla splendida Romito (topless da urlo) e alle smanie incontenibili della Vukotic. Finale travolgente.
MEMORABILE: Gli insegnamenti filosofici di mr. Ciardo; Le prodezze di Vacca-Pino Insegno; La Vukotic che sentenzia: "Ma quello è un toro".

Vito 18/11/19 14:27 - 686 commenti

I gusti di Vito

Sorta di spin-off de L'allenatore nel pallone con la coppia Gigi e Andrea e il bravo Martino alla regia. Gag e battute funzionano il più delle volte e gli attori sono comunque tutti in parte, soprattutto Gullotta sergente di ferro e la Vukotic. Manca però quel quid, il guizzo giusto per renderlo cult come il film con Banfi. E il finale all'insegna del nazionalpopolare non basta.

Gottardi 21/06/21 15:00 - 126 commenti

I gusti di Gottardi

Fantomatica squadra di calcio denominata Marchigiana, il cui campionato è affossato da un organico sgangherato, approda in serie A: si seguono in particolare le bravate extra calcistiche di Gigi e Andrea; come tradizione nella coppia il primo regge il moccolo al secondo. Farsa sgangherata girata con la mano sinistra, e quel che è peggio non fa ridere. Parziale nota di interesse i volti noti del calcio dell’epoca e il bravo Gullotta nei panni dell’allenatore Juan Carlos Fulgencio che fa il verso ad Herrera (ma la passione e lo spessore umano di Oronzo Canà sono un’altra cosa).

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Nick franc 31/08/21 20:50 - 105 commenti

I gusti di Nick franc

Commediola calcistica non riuscitissima, anche se non priva di alcuni momenti divertenti. Gigi e Andrea sono un po' sottotono (comunque non a livello delle prestazioni calcistiche di Margheritoni), ma per fortuna c'è un buon uso dei caratteristi a regalare qualche risata (Ghiani, Ciardo, Gullotta, Spaccesi presidente avarissimo, Insegno e, soprattutto, una memorabile Vukotic ninfomane innamorata di Margheritoni). Martino imprime il consueto ritmo, ma le gag sono un po' riciclate e il riscatto finale risulta un po' forzato. L'allenatore nel pallone era un'altra cosa.
MEMORABILE: La Vukotic ninfomane; La presentazione della squadra con i polli che scappano.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fedemelis • 4/10/13 00:25
    Fotocopista - 1919 interventi
    Le immagini di repertorio utilizzate il per la partita Inter-Marchigiana sono quelle di Inter-Fiorentina giocata il 14 aprile 1985 e terminata 1-0, 25° giornata di Serie A stagione 84/85.




    Partita "smascherata" da questo errore di taglio delle immagini da parte del regista:

  • Curiosità Fedemelis • 13/10/13 23:47
    Fotocopista - 1919 interventi
    Una squadra tedesca non ha mai partecipato alla Coppa Mitropa. Dal 1979 al 1992 (ultima edizione) la competizione venne modificata in una coppa per i club che vincevano i rispettivi campionati di secondo livello (la Serie B in Italia). Quindi è giusto che la Marchigiana partecipi alla coppa in rappresentanza dell'italia. Sarà proprio una squadra italiana, il Pisa, a vincerla nel 1985.

    Fonte:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Coppa_Mitropa
  • Curiosità Fedemelis • 31/10/13 13:24
    Fotocopista - 1919 interventi
    Le immagini di repertorio utilizzate per la partita Atalanta-Marchigiana sono quelle di Atalanta-Sambenedettese del 10 giugno 1984, 38° giornata di serie B della stagione 83/84, terminata 4-2. Partita già utilizzata da Sergio Martino per il film L'allenatore nel pallone (1984) (fotogramma più in basso), per la partita Atalanta-Longobarda, del quale usiamo un fotogramma per il confronto e rimandiamo per la dimostrazione.


  • Curiosità Fedemelis • 25/02/14 23:04
    Fotocopista - 1919 interventi
    RICICLAGGIO DI DISEGNI PER LE LOCANDINE
    I volti di Gigi e Andrea della locandina del film sono gli stessi utilizzati da Martino anche per la locandina del film L'allenatore nel pallone (1984), ad ulteriore conferma di come il film doveva essere il seguito del film con Banfi.

  • Curiosità Fedemelis • 27/02/14 00:01
    Fotocopista - 1919 interventi
    La particolare maglia, con evidente sponsor circolare, che utilizza la Marchigiana per la partita di Coppa in Germania è quella della Fortuna Düsseldorf. Qui sotto vediamo (a sinistra) Margheritoni indossarla e (a destra) la maglia ufficiale:



    Stragemma del regista per adattarsi alle immagini di repertorio utilizzate per l'incontro, presubilmente Fortuna Düsseldorf - Eintracht Frankfurt. Qui si vede la maglia (bianco rossa) del Düsseldorf:



    mentre qui sotto quella del Frankfurt (a sinistra) riprodotta per le immagini con attori nel film (a destra):

  • Curiosità Zender • 17/05/17 15:05
    Consigliere - 44921 interventi
    Dalla miserella collezione Zender il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della messa in onda del lunedi 22 aprile 1991 di Mezzo destro, mezzo sinistro... 2 calciatori senza pallone:

  • Curiosità Buiomega71 • 12/03/20 09:59
    Pianificazione e progetti - 23188 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (venerdì 12 febbraio 1988) di Mezzo destro, mezzo sinistro... 2 calciatori senza pallone:

  • Discussione Fedemelis • 11/12/20 09:47
    Fotocopista - 1919 interventi
    Nel film anche un piccola comparsata di Paolo Rossi, lo si vede prima intervistato da una giornalista mentre prende il sole in spiaggia, al quale risponde che il prossimo anno "Giocherà per una squadra con le strisce" e poi giocare a tennis.

    Ultima modifica: 11/12/20 12:39 da Fedemelis
  • Discussione Renato • 11/12/20 17:19
    Portaborse - 382 interventi
    Fedemelis ebbe a dire:
    Nel film anche un piccola comparsata di Paolo Rossi, lo si vede prima intervistato da una giornalista mentre prende il sole in spiaggia, al quale risponde che il prossimo anno "Giocherà per una squadra con le strisce"


    Effettivamente nella stagione 1984-85 Paolo Rossi venne a giocare al Milan.

    Anzi no, come non detto: arrivò nel 1985. Quella stagione fu la sua ultima con la Juve. Sempre a strisce comunque.
    Ultima modifica: 11/12/20 17:28 da Renato
  • Curiosità Mauro • 1/01/21 14:56
    Disoccupato - 10299 interventi
    Nelle intenzioni originarie di Sergio Martino il ruolo dell'allenatore chiamato a risollevare le sorti della Marchigiana dove essere affidato a Lino Banfi, che sarebbe così tornato a impersonare il personaggio di Oronzo Canà. Per motivi ignoti la partecipazione di Banfi saltò e così fu inserita la figura dell'allenatore Juan Carlos Fulgencio (Leo Gullotta). 

    Fonte: Wikipedia