LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 20/11/09 DAL BENEMERITO NICOLA81
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Nicola81 6/05/11 09:28 - 1905 commenti

I gusti di Nicola81

Tratto da un romanzo di Francis Durbridge, è considerato il capostipite di quegli sceneggiati gialli Rai di cui proprio D'Anza diventerà il massimo artefice. Per metà è solo interessante, poi il coinvolgimento cresce fino alla soluzione, imprevedibile ma plausibile e ben congegnata. Brazzi credibile nei panni del protagonista al centro di una situazione dai contorni quasi kafkiani, ma Turi Ferro (l'abile ispettore di Scotland Yard) è ancora più bravo. Bella la sigla finale Regent's Park cantata da Connie Francis.
MEMORABILE: Il finale all'autodromo.

Homesick 13/10/11 18:36 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Sovrano degli sceneggiati Rai anni 60-70, D’Anza fonda il suo regno con “Melissa”, immettendo nell’intrigo poliziesco quel senso di inquietante mistero (telefonate di persone scomparse, oggetti che compaiono e scompaiono) che ne Il segno del comando imboccherà dritta la strada del soprannaturale. Ad ogni colpo di scena l’enigma si fa sempre più appassionante e ciascuna puntata – tranne forse l’ultima, che dura venti minuti in più delle altre – scorre velocissima, spinta dal caldo temperamento di un Brazzi preso nel gorgo degli eventi e dal severo raziocinio di Ferro.
MEMORABILE: Il simpatico personaggio di “Nottingham” interpretato da Carlo Bagno; la trappola all’autodromo.

Stefania 20/05/12 22:37 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

"You just keep me hanging on...": con tutto il rispetto per Connie Francis, è il ritornello di Lou Reed quello che mi batteva in testa guardando questo sceneggiato; la curiosità sale, ma è bello restare in sospeso, cercando di interpretare dettagli che sono veri rompicapo (quale donna uscirebbe di casa dimenticandosi la borsetta? Perché comprare cappellini se non li si indossa mai? Chi può imitare così bene la voce di una morta tanto da ingannare il di lei marito?) Ammirevole la compostezza british degli italianissimi interpreti, impeccabile la soluzione a incastro del complicatissimo puzzle.
MEMORABILE: Il colpo di scena del ragazzino dal barbiere; la prima immagine di Melissa, un volto malinconico e misterioso.

Dusso 26/06/13 17:28 - 1533 commenti

I gusti di Dusso

Questo sì che è un po' più lento rispetto agli sceneggiati tratti Durtbridge che verranno dopo... Meno intrigante di altri almeno nelle prime puntate, poi diventa sempre più interessante (anche l'azione e gli esterni aumentano, anche se sono davvero brutti i frequenti fondali finti, soprattutto nelle scene in macchina). Il finale non spiega alcune cose e si ha l'impressione che non si sia stati molto onesti con noi spettatori...

Myvincent 3/06/20 07:37 - 2503 commenti

I gusti di Myvincent

Durdbridge e Daniele D'Anza, un'associazione vincente nel tradurre in immagini e volti un giallo al solito intricatissimo e naturalmente inverosimile. Una affascinante donna viene trovata strangolata a Regent Park, ma il vero enigma è ricostruire la sua personalità. Brazzi, Serato, Ferro, Tieri, Adani... tutti a concorrere alla riuscita di una storia che fino in fondo riluce dell'ombra ambigua della contraddizione umana. Finale-trappola alla Agatha Christie.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 20/11/09 11:38
    Capo scrivano - 1383 interventi
    Dal 1 dicembre 2009 in dvd per Elleu Multimedia.
    Ultima modifica: 20/11/09 11:38 da Homesick
  • Musiche Lucius • 6/11/12 12:59
    Scrivano - 8423 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:
    Ultima modifica: 6/11/12 19:11 da Lucius
  • Curiosità Zender • 8/07/14 17:40
    Consigliere - 43832 interventi
    Gli sceneggiati televisivi italiani tratti da Francis Durbridge sono come riporta Wikipedia: 1963: La sciarpa, regia di Guglielmo Morandi 1964: Paura per Janet, regia di Daniele D'Anza 1966: Melissa, regia di Daniele D'Anza 1969: Giocando a golf una mattina, regia di Daniele D'Anza 1970: Un certo Harry Brent, regia di Leonardo Cortese 1971: Come un uragano, regia di Silverio Blasi 1973: Lungo il fiume e sull'acqua, regia di Alberto Negrin 1976: A casa, una sera..., regia di Mario Landi 1976: Dimenticare Lisa, regia di Salvatore Nocita 1977: Traffico d'armi nel golfo, regia di Leonardo Cortese 1980: Poco a poco, regia di Alberto Sironi Purtroppo i primi 2 sembrano andati perduti per sempre.
  • Discussione Dusso • 6/03/17 12:16
    Segretario - 1632 interventi
    Segnalo due ritrovamenti strepitosi per i fans di "Francis Durbridge" non so da dove siano spuntati ma su Youtube sono da due giorni disponibili due sceneggiati radiofonici della Rai proprio tratti da due opere del popolare(all'epoca) scrittore britannico: La Boutique del 1968 con le voci principali di Ilaria Occhini, Mico Cundari e Lia Zoppelli https://www.youtube.com/watch?v=p7fGEG1BfN4&t=3s Margò del 1967 con le voci principali di Aroldo Tieri e Lia Zoppeli (che interpretano Paul e Steve Temple) poi tra gli altri Giuliana Lojodice e Corrado Gaipa https://www.youtube.com/watch?v=Dn2xXK8pIjE&t=246s
    Ultima modifica: 6/03/17 12:59 da Dusso