LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 5/02/07
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 5/02/07 16:25 - 2673 commenti

I gusti di Caesars

Discreto film tratto dalla commedia di De Filippo "Filumena Marturano" che ha sicuramente nelle grandi interpretazioni di Mastroianni e della Loren il suo punto di forza. Discretamente divertente nella prima parte scade un po' nel melodrammatico verso la fine, restando comunque uno spettacolo perfettamente godibile.

Almayer 16/10/07 10:44 - 169 commenti

I gusti di Almayer

De Sica si affida ad un trio inossidabile di scenaggiatori (Guerra + Benvenuti + De Bernardi) e aggiorna la commedia rendendola meno cupa e più appetibile al pubblico. Ma la vera chiave di volta è riproporre la coppia d'oro Mastroianni-Loren, qui ai massimi livelli: Sofia, in una delle sue più belle interpretazioni, sarà candidata all'Oscar come miglior attrice (il film come miglior film straniero), Mastroianni vincerà il David di Donatello (assieme alla Loren, a Ponti e De Sica). Commedia perfetta per personaggi, riprese, ritmo, dialoghi.

Gugly 8/01/08 23:11 - 1013 commenti

I gusti di Gugly

Commedia perfetta per il mercato internazionale: è così che ci volevano vedere all'estero. Peccato che così si perda gran parte della magia del testo teatrale eduardiano, ma tant'è. La Loren riesce a restituire in parte il dramma di Filumena, Mastroianni è un simpatico indolente al quale è difficile resistere. Ultima parte meno efficace.

Galbo 13/02/08 15:51 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Bellissima opera, realizzata grazie alla collaborazione di alcuni tra i protagonisti assoluti del cinema italiano del '900. La regia di De Sica (con un testo tratto da Eduardo) è magistrale per l'impeccabile direzione degli attori (Mastroianni e la Loren) che danno corpo e anima ai loro personaggi, una memorabile figura femminile e un coprotagonista maschile a cui l'attore romano regale una nobile indolenza e un disincanto tipico delle sue migliori performances.

B. Legnani 15/06/08 23:58 - 4690 commenti

I gusti di B. Legnani

Parto dalla Loren, fenomenale. Fantastica nel fare la diciassettenne spaurita, cogli occhioni sgranati e coi capelli corti (quel primo piano non lo dimenticherò per tutta la vita), nel fare la donna sia briosa sia matura, nel fare la quarantenne grintosa. Fra quelle che ho visto è la sua prestazione migliore, persino superiore a Una giornata particolare. Il film è più che buono per oltre un'ora, ma cala un po' nel finale. Molto buono (sai che novità) il maschilista Mastroianni e gradevoli tutti gli altri (a partire da Puglisi). Da vedere senz'altro.

Pigro 24/06/09 09:38 - 7731 commenti

I gusti di Pigro

Nuova versione della classica "Filumena Marturano", storia della prostituta che si sposa con l'inganno e poi rivela al marito che è il padre di uno dei suoi tre figli. De Sica infonde nuovo brio, ritmo e colore vernacolare alla viscerale commedia di De Filippo, trovando nella coppia Mastroianni-Loren due straordnari assi nella manica. Il film è vivace e intenso, e lo svluppo della trama verso i flashback (e lo sguardo verso gli esterni napoletani) rende al film un'autonomia da romanzo popolare che il regista guida con polso saldo.

Daniela 27/07/09 19:25 - 9217 commenti

I gusti di Daniela

Bel film, che può contare sull'interpretazione della migliore coppia del cinema italiano: Loren grintosa e credibile, Mastroianni in una dei suoi classici ritratti di donnaiolo indolente. Rispetto all'opera teatrale c'è però un ammorbidimento che ne stravolge in buona parte il senso: laddove in De Filippo c'è una resa dei conti che non lascia spazio che all'amarezza delle occasioni perdute, nel film de De Sica ai due protagonisti, più giovani anagraficamente, viene data un'altra opportunità.

Rickblaine 7/09/10 12:20 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Un ottimo film di De Sica che prende da un soggetto di Eduardo De Filippo la storia di due amanti che si ingannano a vicenda. Mastroianni è straordinariamente affascinante, la Loren invece è da oscar per un'interpretazione che percorre tutti (o quasi) gli stati emotivi possibili. Unica pecca è il finale, forse un po' improvvisato o frettoloso.
MEMORABILE: La camminata della Loren sul marciapiede durante il comizio dei monarchici.

Enzus79 18/11/10 16:23 - 1759 commenti

I gusti di Enzus79

Commedia brillante con una delle migliori coppie (uomo-donna) del cinema italiano. Mastroianni donnaiolo è esilarante, ma è la Loren che gli "ruba" la scena: grandissima e bellissima. Finale buonista. Alla sceneggiatura c'è anche Tonino Guerra.

Cotola 15/02/11 00:52 - 7458 commenti

I gusti di Cotola

Seconda versione cinematografica della grande opera teatrale di De Filippo. La buona (ma non eccezionale) riuscita è dovuta, oltre che alla sapiente regia di De Sica ed all'ottimo testo di partenza, dalla prova attoriale della coppia Loren-Mastroianni e dei comprimari, tutti in parte. Più ottimista della pagina scritta e dai risultati inferiori ma in ogni caso buoni.

Lucius 27/07/11 20:49 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Un dramma del cuore, diretto in maniera certosina e interpretato da una Loren in stato di grazia, che ci regala una delle sue grandi performance attoriali (forte del grande affiatamento con il suo caro Marcello Mastroianni). Una di quelle opere che han fatto grande il cinema nostrano, verace come il cuore di Napoli. Ripetuti flashback per un film icona, specchio dell'Italia di quei tempi, con due idoli immortali a confronto in un libero adattamento di uno dei capolavori di Eduardo de Filippo. Cult.

Nancy 30/06/12 18:20 - 774 commenti

I gusti di Nancy

De Sica prende il soggetto dall'opera Filumena Marturano di De Filippo ma se ne discosta in più momenti, la "attualizza" agli anni 60, la mette completamente nelle mani dei suoi due "divi": Loren e Mastroianni, giganteschi, riempono del tutto ogni scena con la loro presenza, valorizzati ovviamente dall'ottima regia e dalla sceneggiatura (alcune punte di cinismo della Loren sono azzeccatissime). Perfettamente calibrati i tempi: non ci si annoia mai, dall'inizio alla fine. Emozionante e coinvolgente.
MEMORABILE: "Domenico, sto piangendo. E com'è bello piangere!"

Graf 26/04/14 04:11 - 685 commenti

I gusti di Graf

Dopo lo splendido Il "boom", De Sica conferma, nel 1964, la ritrovata vena poetica con questa sciccosa pellicola tratta da “Filumena Marturano” di Eduardo De Filippo. Tra ironia e pietà, fra lacrime e gioia, tra fitto tratteggio psicologico e profonda commozione umana, De Sica ci dona, in questo film arioso e iridescente, un umanissimo ritratto di donna e di madre e ci fa toccare col cuore quell'esplosivo sentimento universale della maternità e della paternità che viene prima di qualsiasi etichetta giuridica e di buona educazione. Loren strepitosa.
MEMORABILE: La candida umanità popolare di Filumena giovane, quando viene corteggiata da Domenico Soriano, è quasi fatata: Sophia Loren nella sua migliore prova.

Nando 22/08/14 00:45 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Da una commedia del grande Eduardo sorge questa pellicola di grande impatto recitativo e registico che vede all'opera tre mostri sacri del cinema italiano. I dialoghi tra Mastroianni, serio e gigione, e la Loren, eccelsa sia giovane che invecchiata, sono ricchi di spunti e la regia del grande De Sica colora il tutto.

Jdelarge 23/08/14 12:28 - 847 commenti

I gusti di Jdelarge

Commedia a tinte drammatiche che ritrae la storia d'amore tra un "Don" e una prostituta a Napoli. Il film non regala molti momenti di vero interesse e si muove su binari piuttosto scontati, ma le grandi interpretazioni di Mastroianni e Sophia Loren conferiscono alla pellicola un'importanza non da poco. Delle buone inquadrature e un buon utilizzo del trucco rendono l'idea dello sforzo progressivo che la protagonista femminile sarà costretta a compiere per salvare la sua "posizione". Buono.

Almicione 25/11/14 00:48 - 765 commenti

I gusti di Almicione

La sofferenza di una prostituta che vede passare sotto gli occhi la vita sognata si tramuta in uno stratagemma di notevole macchinazione. Sulla falsariga del primo episodio del precedente film premiato – anche qui il soggetto è di De Filippo e i protagonisti Mastroianni e la grandissima Loren –, De Sica ritrae una storia drammatica incorniciata da un contesto a tratti tipico della commedia, analizzando con severo occhio critico la differenza sociale, i sogni e l'ipocrisia del dopoguerra italiano attraverso una lodevole narrazione a flashback.

Paulaster 3/11/14 10:20 - 2731 commenti

I gusti di Paulaster

Spaccato di vita familiare in 20 anni di amore, guerra, bugie e redenzione. De Sica non è un mostro nel ritmo, ma riesce a far trasparire la vivacità post-bellica con una triste delicatezza. La Loren ha la passione da guagliona e madre, Mastroianni veste come un guanto i panni del donnaiolo irresponsabile. Incastri temporali che richiamano la giovinezza che passa per calarsi in una finale condizione di affetto e mestizia.
MEMORABILE: I tre scatti ai figli nel momento delle foto matrimoniali.

Deepred89 24/12/14 19:55 - 3269 commenti

I gusti di Deepred89

Ben realizzato ma ridondante e faticoso, a partire da due protagonisti bravi ma piuttosto insopportabili cui spetta il compito di condurre a destinazione un intreccio (di cui ignoro le differenze con l'originale teatrale) che spicca il volo quando ormai è troppo tardi. Eppure riletto a posteriori ne esce uno spaccato storico e sociale che funziona e l'effettivamente riuscita parte finale riesce in parte a riscattare tutto il resto. Ad ogni modo nulla di eccezionale.

Elsolina 25/04/15 00:38 - 41 commenti

I gusti di Elsolina

È la storia di Filumena Marturano che, grazie a Eduardo De Filippo, è entrata attraverso il teatro nella cultura e nella vita di ogni partenopeo. A Vittorio De Sica il gran merito di aver trasformato una grande opera da palcoscenico in un capolavoro cinematografico grazie all'interpretazione di un grandioso e bellissimo Mastroianni, al fianco della giovane Loren. Un connubio perfetto per presentare allo spettatore una storia che non stanca mai, alla base della quale sono percepibili le capacità del maestro Eduardo. Capolavoro del cinema italiano.
MEMORABILE: "Sto piangendo Don Mí e comm' è bell' chiagner!"

Didda23 13/09/16 19:41 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Nonostante una prima parte appesantita da flashback che hanno lo scopo di introdurci i personaggi principali (una sorprendente Loren e un abile Mastroianni) la narrazione si fa via via sempre più interessante, con una seconda parte che raggiunge picchi di eccellenza assoluta. La regia di Vittorio De Sica si dimostra abile nel districarsi fra parti più leggere e momenti più drammatici e riflessivi. L'opera è sicuramente uno spaccato interessantissimo dell'Italia nel pieno del boom economico nel quale sono in trasformazione i diritti e di doveri del cittadino.
MEMORABILE: La Loren in fin di vita; I figli cresciuti a distanza.

Minitina80 12/10/17 14:55 - 2304 commenti

I gusti di Minitina80

Partire da un soggetto come quello elaborato da Eduardo non è un lavoro semplice perché al suo interno riversa molteplici condizioni umane difficili da trasmettere nel loro insieme. I personaggi, inoltre, portano con sé le contraddizioni di un’Italia che sta cambiando pelle e ancora deve assimilare la sua nuova identità. Mastroianni e la Loren sono abili a donare diverse sfumature ai loro ruoli confermando una grande versatilità all’interno di un contesto dalle sensazioni contrastanti. Non immediato e non sempre di facile lettura.

Jandileida 7/04/18 08:51 - 1247 commenti

I gusti di Jandileida

Grande classico della commedia all'italiana che si fa forte soprattutto della grande faccia di Mastroianni e della disinvoltura in regia di De Sica, grande affabulatore e notorio furbacchione che tocca, non senza un certo stile, tutti i bottoni che negli anni '60 potevano garantire successo in Italia e all'estero, a cominciare da una Loren oltremodo gesticolante. Peccato per una prima parte che un po' fatica a ingranare, quasi fosse indecisa se imboccare la strada più tormentata De Filippo o bere con gioia le bollicine del boom.

Piero68 31/05/18 10:17 - 2754 commenti

I gusti di Piero68

Tratto dal fortunato "Filumena Marturano" che, anche se impreziosito dalla regia di De Sica e dalla partecipazione di Mastroianni e la Loren, non sempre riesce a eguagliare l'opera di De Filippo. In primis per un Mastroianni che proprio napoletano non è, anche se stranamente gli hanno affidato spesso parti in vernacolo. Anche il resto del cast un po' scompare rispetto all'originale. Ne guadagna sicuramente in ritmo e regia, visto che De Sica è regista di professione. Quando comunque il cinema si faceva con la C maiuscola!

Giacomovie 27/05/19 09:39 - 1341 commenti

I gusti di Giacomovie

Durante il secondo dopoguerra la prostituta Filumena Marturano usa la furbizia per farsi sposare dal ricco amante Domenico. De Sica accentua i connotati teatrali che ben si adattano al contesto partenopeo dell’originale commedia di De Filippo, ma riesce a non farlo sembrare un film troppo teatrale. La sceneggiatura è ricca di dialoghi e la storia si mantiene scorrevole. Splendida la prova di Sofia Loren, che le è valsa solo un David ma che avrebbe meritato di più.

Lou 8/08/19 17:23 - 940 commenti

I gusti di Lou

De Sica porta sullo schermo il testo di Eduardo con la giusta dose di brillantezza e amarezza, avvalendosi delle splendida prova della straordinaria coppia Loren - Mastroianni. Le pose magistrali dei due protagonisti sono indimenticabili e si inquadrano molto efficacemente nell'ambiente popolare napoletano del dopoguerra. Anche se la parte finale risulta meno appassionante, lo sviluppo della storia è nel complesso godibile e interessante.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 20/10/09 19:39
    Consigliere - 43514 interventi
    No beh, hai fatto bene a precisarlo, ci mancherebbe!
  • Curiosità Macbeth55 • 20/01/10 21:46
    Galoppino - 100 interventi
    All'inizio del film si vede Marilu' Tolo chiusa nel retrobottega con una sarta. Si tratta dell'attrice Giannina Leonardo, in arte Vanna Nardi, che compare anche come la mitica lavandaia di Totò Truffa ( buona donna....sciorinate pure). La fonte è certa in quanto trattavasi di mia nonna, moglie dell'attore Ettore Carloni.
  • Discussione Macbeth55 • 23/01/10 11:29
    Galoppino - 100 interventi
    Macbeth55 ebbe a dire:
    All'inizio del film si vede Marilu' Tolo chiusa nel retrobottega con una sarta. Si tratta dell'attrice Giannina Leonardo, in arte Vanna Nardi, che compare anche come la mitica lavandaia di Totò Truffa ( buona donna....sciorinate pure). La fonte è certa in quanto trattavasi di mia nonna, moglie dell'attore Ettore Carloni.

    Si Gugly della famiglia Carloni, attori napoletani. Mio nonno era Ettore, poi c'erano nell'ordine Italia, Pietro ( marito di Titina de Filippo), Alberto, Ettore, Ester, Adelina ( moglie di Peppino de Filippo), Edvige e Maria. Su Facebook c'è un gruppo, con foto e albero genealogico "La famiglia Carloni, attori per forza". Io ne sono il fondatore
    Ultima modifica: 28/11/11 11:27 da Zender
  • Discussione Gugly • 23/01/10 11:31
    Segretario - 4678 interventi
    Macbeth55 ebbe a dire:
    Grazie mille Zender! Si Gugly della famiglia Carloni, attori napoletani. Mio nonno era Ettore, poi c'erano nell'ordine Italia, Pietro ( marito di Titina de Filippo), Alberto, Ettore, Ester, Adelina ( moglie di Peppino de Filippo), Edvige e Maria. Su Facebook c'è un gruppo, con foto e albero genealogico "La famiglia Carloni, attori per forza". Io ne sono il fondatore

    Vado subito a vedere, io sono una appassionata cultrice della commedia napoletana !
  • Musiche Lucius • 6/11/11 12:41
    Scrivano - 8345 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, due 45 giri originali:



    Ultima modifica: 29/05/18 11:17 da Zender
  • Curiosità Neapolis • 27/11/11 19:44
    Fotocopista - 2020 interventi
    4 David di Donatello 1965: miglior regista, miglior produttore, migliore attrice protagonista (Sophia Loren), miglior attore protagonista (Marcello Mastroianni)
  • Discussione Graf • 7/05/14 02:29
    Call center Davinotti - 917 interventi
    Personalmente ritengo che l'interpretazione di Sophia Loren in questo film sia, in assoluto, la sua migliore . Sono rimasto letteralmente incantato.
    Ultima modifica: 7/05/14 03:50 da Graf
  • Discussione Gestarsh99 • 7/05/14 22:17
    Scrivano - 14063 interventi
    Graf ebbe a dire:
    Personalmente ritengo che l'interpretazione di Sophia Loren in questo film sia, in assoluto, la sua migliore . Sono rimasto letteralmente incantato.

    Secondo me il vero culmine della carriera espressiva della Loren è arrivato con La ciociara. Un exploit indimenticabile.

    La sua bella interpretazione in Matrimonio all'italiana personalmente la metto al secondo posto :)
  • Discussione Gugly • 20/09/14 14:34
    Segretario - 4678 interventi
    Auguri all'ultima vera diva dello star system :)
  • Discussione Amors@2 • 25/06/19 17:14
    Disoccupato - 1 interventi
    un'interpretazione toccante, misurata e drammatica al punto giusto. A tratti esilarante, per quelle frasi taglienti di Filomena, che mettono a nudo la ipocrisia e la falsità di don domenico soriano, un esempio classico di uomo del secolo scorso, un capolavoro diretto magistralmente e ambientato nella Napoli barocca di piazza del Gesù, quel bugnato rude e freddo somiglia tanto al carattere del protagonista.