LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/03/07 DAL BENEMERITO FABBIU
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Fabbiu 24/03/07 01:32 - 2007 commenti

I gusti di Fabbiu

Il flashback di Renato negli anni 40, quando durante il periodo della guerra da ragazzino scoprì la sessualità attraverso l'ossessione per Malena (Bellucci). Storia drammatica sulla passione e sul bigottismo della Sicilia antica. Anni 40 e il clima della guerra rappresentati perfettamente. I sogni di Renato sono fatti benissimo, le musiche sono ben studiate. Atroce il pestaggio di lei, divertenti le scene dell'esorcismo. Se non fosse per uno stile simile alla fiction sarebbe anche più bello.

Stubby 26/05/07 17:01 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Si tratta di un film divertente ed anche triste allo stesso tempo: un bambino vive in una Sicilia anni 40 con tutte le sue prevenzioni nei confronti di certi tipi di persone. La Bellucci mi piace in questo film (forse perchè parla poco) ed alcune scene sono veramente divertenti (Renato e le sue fantasie sessuali). Film simpatico, merita una visione.

Galbo 28/05/07 06:57 - 11596 commenti

I gusti di Galbo

Se come già in altre occasioni è efficace il ritratto della sicilia pre e post bellica di Tornatore, in questo film c'è poco altro. La sceneggiatura (stranamente, per un film di Tornatore) è poco più che una bozza, i dialoghi a volte ridicoli per non parlare della Bellucci per la quale recitare deve essere divertente ma non la si può certo considerare una professione. Si salvano giusto un paio di momenti divertenti nei quali la protagonista è fortunatamente assente.

Capannelle 15/03/08 10:41 - 3864 commenti

I gusti di Capannelle

Perchè Tornatore decide di ridurre a macchietta quella che poteva essere una splendida denuncia dell’ipocrisia e dell'invidia? Perchè insistere tanto sui tormenti giovanili del pur bravo Sulfaro e su ridicole citazioni cinematografiche? Sia lui che Morricone attingono a piene mani al loro repertorio ma senza riuscire a caratterizzare la pellicola. Ricostruzioni storiche superficiali (vedi i bombardamenti), dialoghi leggeri. Due scene degne di nota: i pettegolezzi che passano di finestra in finestra e la punizione delle paesane sulla povera Malena.

Undying 21/05/08 22:55 - 3833 commenti

I gusti di Undying

Ne è passato del tempo (e di acqua sotto i ponti), ma il tema "malizioso" sembra essere immortale. Non ha origine (siamo nel dopoguerra), non conosce confini (piccola periferia siciliana) e sembra radicato all'età adolescenziale. Malèna fa il suo effetto (e te lo dico: è interpretata dalla Bellucci) sul tredicenne Renato Amoroso, scatenandone l'inevitabile fantasia adolescenziale. Siamo però parecchio lontano dal risultato ottenuto da Samperi, per staticità narrativa e per lentezza del girato.

Daniela 9/08/09 09:27 - 10233 commenti

I gusti di Daniela

Più un lungo spottone pubblicitario che un film. Il che non vuol dire che sia brutto e fatto male (la Sicilia - sia pure formato esportazione - incanta), tanto è vero che ci sono spot che esteticamente sono piccoli capolavori, come appunto quello ispirato al film stesso. Però è fastidiosamente leccato, bozzettistico alle soglie del razzismo, segaiolo (termine tecnico, considerato il contenuto di alcune scene). E' stato unanimamente apprezzato il fatto che la Bellucci pronunci così poche battute: ma allora perchè non farla addirittura muta?

Tarabas 5/03/09 10:58 - 1769 commenti

I gusti di Tarabas

Bellissima vedova scatena pulsioni di ogni genere in un paesetto della Trinacria fascista. Tipico prodotto da esportazione con catalogo di tutti i tic e i clichè che rassicurano gli stranieri (e forse un poco anche noi stessi) sul nostro paese, sugli europei meridionali, sul rapporto per forza torbido tra sesso, colpa e pentimento. Operazione in stile Mediterraneo, per intendersi, con in più il glamour patinato della supersexy Bellucci, bella come non mai e come sempre sostanzialmente decorativa. Non a caso ispirerà un noto spot tv.

Ciavazzaro 3/03/09 16:55 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

La Bellucci protagonista assoluta della pellicola può fare poco se non mostrare le sue grazie direttamente in faccia allo spettatore. La pellicola delude molto e sembra soltanto un monumento alla sensualità della diva. Tornatore fallisce nel rappresentare la realtà siciliana, nonostante ci provi. Da evitare.

Renato 4/03/09 19:16 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Altro imbarazzante scivolone per quello che, una volta, era anche un buon regista. Mah. Lo vidi in sala proprio per necessità, dato che l'alternativa era un film di Kitano che avevo già visto due volte in poco tempo, ma pensandoci bene avrei dovuto optare per la tripletta. Pura oleografia da esportazione, storia con troppi buchi per essere credibile ed ovvia voce over, senza contare la goffa presenza della Bellucci (beh, goffa quando è vestita). Davvero brutto.

Matalo! 18/05/09 10:56 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Rubata dalle esperienze di Vincenzoni, ecco Tornatore al suo peggio: fotografia da cartolina, lentezza Leoniana, idea di un cinema "bello" ridicola e retrograda. La storia di questa "peccatrice", Maddalena, amata da un ragazzino e lapidata per la relazione con un fascista è misera e non interessante. Inoltre la Bellucci è antipatica e incapace. Certo è di una bellezza senza limiti: infatti 'sto film l'ho visto solo per vederle le zizze di fuori.

Giuseppe Tornatore HA DIRETTO ANCHE...

R.f.e. 15/01/10 11:26 - 817 commenti

I gusti di R.f.e.

Ho letto in un blog sulle "Pin-up del 2000" (lingerie, burlesque, "donne con le curve", scuole di seduzione per signore) che il film viene consigliato - io però gli raccomanderei di studiarsi anche gli "sculettamenti" di Marilyn Monroe in Niagara, A qualcuno piace caldo e in Quando la moglie è in vacanza - affinché le ragazze più imbranate "imparino ad ancheggiare" come Dio comanda!!! Davvero singolare, come utilizzo. Andrò controcorrente, ma io ho apprezzato questo film, volutamente retrò, con Monica Bellucci esteticamente al suo meglio.

Vstringer 25/02/10 20:31 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Poteva essere bello: pulsioni adolescenziali in salsa siciliana Samperi-style, lo spunto felliniano della bella donna formosa che incanta tutto il paese, il corpo della Bellucci. Invece è un film brutto e sempre in bilico: la Sicilia da cartolina perfetta per il magniloquente commento sonoro morriconiano, il trash reiterato quando il ragazzino cade nei suoi raptus onanisti comprensivi di goffe rielaborazioni cinematografiche ad hoc. Qualcosa si salva: è che Tornatore ci mette il racconto di ipocrisie e viltà di paese, ma al contempo lo soffoca.
MEMORABILE: Il linciaggio di Malena, con le donne scatenate e gli uomini spettatori un po' vigliacchi.

Smoker85 4/08/10 13:45 - 411 commenti

I gusti di Smoker85

Il film gira attorno alla Bellucci e questo basta per non farlo fisiologicamente andare oltre la sufficienza. Purtroppo la storia di contorno, un'ossessione sessuale di un adolescente che passa il tempo a sollazzarsi arrivando a sfondarsi le tasche dei pantaloni, non aiuta il film ad aumentare di livello. La confezione è ottima, ma storia e protagonista affossano la pellicola. Da guardare se si è emuli del protagonista.

Luckyboy65 5/05/10 00:36 - 144 commenti

I gusti di Luckyboy65

Strano e zeppo di controsensi questo film di Tornatore, una quasi-parodia dei film di Tinto Brass. Girato e fotografato così bene da sembrare (ed è) finto. Scritto così male da far sorridere (ed è un pregio). La protagonista che (per fortuna) non parla e si spoglia spesso. Tutti bravissimi e non a caso bruttissimi gli attori, il che fa risaltare ancor più quanto sia bella e negata la Monica nazionale. Insomma un film così brutto che non puoi fare a meno di sbirciarlo (e ti credo!).

Nando 22/10/10 00:21 - 3545 commenti

I gusti di Nando

La Sicilia, terra natale del regista, è la protagonista del film che vede la Bellucci cavalcare l'onda di un periodo storico ben distinto. Molto patinato, con immagini pulite accompagnate da una discreta colonna sonora. Tuttavia il risultato non è esaltante, anzi la narrazione sembra arrancare nonostante la bellezza folgorante della predetta attrice.

Gugly 1/01/11 10:35 - 1029 commenti

I gusti di Gugly

Film decisamente non riuscito: se l'intento era quello di raccontare da una parte l'ossessione adolescenziale del protagonista per Malena (fastidiose le scene di nudo tra i due) e dall'altra l'invidia di tutto un paese (la scena del pestaggio rimane impressa), resta nei ricordi la mania onanistica del ragazzino, che si traduce in bozzetti familiari nemmeno comici. La Bellucciè bella, nulla da dire, ma i gridolini durante le seduzioni di avvocati, farmacisti, ecc. on indicano grande dote recitativa. Mah.
MEMORABILE: Il pestaggio e la rapatura a zero ad opera delle donne del paese; il passeggio in piazza a braccio del marito.

Lythops 11/04/11 20:17 - 980 commenti

I gusti di Lythops

Sicuramente il film peggiore di Tornatore (che beato lui c'ha pure fatto un libro ultrapatinato), attentissimo alla scenografia, ai movimenti di macchina, alla sola esaltazione del corpo di una Bellucci dalla recitazione completamente inesistente e alle attività masturbatorie ossessivo-compulsive di un sedicenne di lei innamorato (?). Pietose e assolutamente riciclate le parole della voce fuori campo nel finale. Le ottime musiche di Morricone, nonostante gli sforzi, non innalzano la qualità del film di un millimetro.

Guru 16/04/12 18:15 - 348 commenti

I gusti di Guru

Ho apprezzato la genialità di Tornatore e la sua regia impeccabile come la fotografia. La sceneggiatura ha solo un merito, quello di non aver messo troppe parole in bocca di Malena: l'espressione del corpo parla per lei. I colori splendidi e caldi contribuiscono alla buona riuscita del film. Un film di emozioni e non solo... L'amore visto come necessità e l'immaginazione come trionfo dell'umanità. Il tutto spalmato in una Sicilia ricca di contraddizioni e di false verità.

Giacomovie 21/04/13 12:16 - 1362 commenti

I gusti di Giacomovie

Tutto si può dire su questo film tranne che Tornatore sia stato sprovveduto. Ha girato con la sua solita cura e attenzione, ricostruendo il più fedelmente possibile la Sicilia del periodo fascista. Inoltre ha creato belle rielaborazioni-flash in bianco e nero di celebri film (Tarzan, Cleopatra, ecc.). Della Bellucci molti hanno sottolineato che non recita. Vero è che parla poco, ma il suo corpo è un monologo sulla bellezza. Da notare la genialità melodica di Morricone nel rimarcare i tratti umoristici e malinconici della storia. ***!
MEMORABILE: "Non posso vivere senza la mia vita, non posso morire senza la mia anima".

Saintgifts 6/05/16 00:32 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Siamo tutti in bicicletta assieme al giovane protagonista, a inseguire la Bellucci che attraversa a occhi bassi la piazza del paese tra i focosi commenti del maschio siciliano. Le scene meno belle sono all'inizio del film, dove Tornatore fatica a trovare la giusta misura per raffigurare la (troppa) bellezza della protagonista. Come dice il buffo avvocato nell'arringa al processo, l'unica colpa dell'"imputata" è proprio la sua bellezza, difficile da gestire, da lei stessa e dal regista. Non male la parte politico-sociale, con un giusto finale.

POTRESTI TROVARE INTERESSANTI ANCHE...

Magi94 17/09/17 21:31 - 749 commenti

I gusti di Magi94

Tornatore ancora una volta racconta la sua isola, scegliendo di parlare della visione riprovevole che la parte peggiore dei siciliani ha delle donne. Si riconosce chiaramente il suo stile e il film scorre gradevole, eppure qui Tornatore si fa prendere la mano ed esagera tutto, arrivando al manierismo o alla farsa; perfino la fotografia splendente risulta un po' falsa e incerta. Non un brutto film, ma tutto sommato dimenticabile.

Xamini 25/10/19 22:48 - 1050 commenti

I gusti di Xamini

Un film che sembra indeciso tra l'attenzione al senso del periodo storico (niente approfondimenti, questo è chiaro da subito) e alla sensualità di Monica Bellucci. Nel dubbio affronta entrambi i temi in maniera leggera, restituendo giusto un pelo il sapore del tempo andato grazie alle musiche di Morricone ma evitando (tra realismo e surreale) di spingere il pedale laddove andava fatto, sulla protagonista. La quale, imparasse a recitare come si deve, potrebbe anche quasi fare l'attrice. Ah, no.

Maurizio98 24/07/20 22:02 - 26 commenti

I gusti di Maurizio98

Tornatore ha fatto di meglio rispetto a questa torbida sceneggiata di lusso. Monica Bellucci aveva più fascino nella sentita, intensa prova cinematografica con Mel Gibson, in cui non mostrava un centimetro di pelle nuda. Esteticamente ineccepibile, insulso e già visto per i significati dell'etica cinematografica e del vero cinema d'autore. Malizia rivisitato senza l'incantevole, apparente candore di Laura Antonelli. Neorealismo applicato al fotoromanzo patinato di facile consumo.

Minitina80 29/10/20 20:27 - 2516 commenti

I gusti di Minitina80

Tornatore traspone un copione, esile e poco bilanciato alla qualità tecnica con cui lo ha realizzato, che narra le vicissitudini di una donna la cui bellezza le si è ritorta contro. Se non fosse per i continui indugi sulla Bellucci si potrebbe parlare quasi di film storico ed è un peccato non poterlo fare perché le possibilità per realizzare qualcosa di più sostanzioso non mancavano. Eccellente il lavoro di Morricone capace di esaltare le immagini oltre il dovuto. In definitiva, una sciocchezzuola realizzata con cura e dovizia di mezzi.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Ruber • 20/05/10 14:48
    Contratto a progetto - 9037 interventi
    Il film mandanto in onda da rete4 e'stato pesantemente tagliato o censurato come preferite, ma di brutto, diverse scene hot con la Bellucci sono state ridimensionate, la stessa cosa era avvenuto qualche mese fa con il film con la Parietti Il Macellaio.

    Se Mediaset vuole tagliare scene hot, lo dica e scriva versione censurata, e il pubblico lo saprebbe, certo che poi mandare in onda le ragazze escort tutte nude de "La Pupa e il Secchione", e' un reale controsenso.
  • Discussione Zender • 20/05/10 15:35
    Consigliere - 44449 interventi
    E' tutta una questione di orario. Probabilmente i tagli son stati fatti quando lo si trasmise in prima serata. Per ritrasmetterlo in seconda non si saran neanche degnati di verificare che non fosse la versione tagliata...
  • Discussione Ruber • 20/05/10 21:27
    Contratto a progetto - 9037 interventi
    Zender ebbe a dire:
    E' tutta una questione di orario. Probabilmente i tagli son stati fatti quando lo si trasmise in prima serata. Per ritrasmetterlo in seconda non si saran neanche degnati di verificare che non fosse la versione tagliata...

    Concordo.
  • Discussione Capannelle • 21/05/10 11:14
    Scrivano - 2619 interventi
    Ruber ebbe a dire:
    Se Mediaset vuole tagliare scene hot, lo dica e scriva versione censurata, e il pubblico lo saprebbe, certo che poi mandare in onda le ragazze escort tutte nude de "La Pupa e il Secchione", e' un reale controsenso.

    Davvero. E un'offesa al buon gusto.
  • Discussione Guru • 17/07/10 10:18
    Servizio caffè - 468 interventi
    Zender ricordati come da accordi di inserire il nome dell'attore Fausto Siddi nel cast. Grazie
  • Discussione Zender • 17/07/10 13:49
    Consigliere - 44449 interventi
    Certo, qui l'ho fatto. Altrove hai detto "varie fiction tipo Crimini et". Se mi dai i titoli esatti e se sono in database le aggiungo anche lì.
  • Discussione Gugly • 1/01/11 12:46
    Segretario - 4667 interventi
    Peccato, davvero un'occasione sprecata: l'invidia e le malelingue che possono arrivare ad uccidere una persona potevano essere gli elementi forti e principali del film, coadiuvati proprio dal sex appeal davvero esplosivo (e muto) della Bellucci...invece non siamo nemmeno dalle parti di Malizia: ok che l'adolescenza è piena di ormoni da sfogare, però a mio avviso certi aspetti intimi di una persona vanno suggeriti, non sbattuti in faccia.
    Ma questo è un mio parere personale, sia chiaro.
  • Discussione Samuel1979 • 7/02/16 12:26
    Call center Davinotti - 3152 interventi
    Sottolineo la presenza di due attori Palermitani,

    Angelo Pellegrino , nei panni di un segretario politico






    e Totò Borgese , nei panni di un gerarca fascista



  • Discussione Sebastian • 21/08/18 18:59
    Disoccupato - 2 interventi
    Ciao a tutti, ma la casa di Malena..quella stupenda casetta sul lungomare polveroso con le barchette, i panni sballottolati dal vento dove Renato si siede al muretto,dove si trova?secondo me è la location più importante..qualcuno ne sa qualcosa?