Mak pigreco 100

Media utenti
Anno: 1988
Genere: commedia (colore)
Note: Aka "Mak P 100", "Mak pi greco cento" o "Mak pi greco 100" o "Mak P greco 100".
Numero commenti presenti: 10

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/09/07 DAL BENEMERITO CAESARS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 19/09/07 09:11 - 2766 commenti

I gusti di Caesars

Se vi piacciono i fotoromanzi e le fiction televisive allora siete serviti. Si narrano le gesta di un allievo dell'accademia di Livorno che si scontra con un guardiamarina per le grazie di Rosita Celentano. A complicare le cose c'è il fatto che l'uno è il timoniere e l'altro lo skipper della barca della scuola che partecipa a un'importante regata. Riuscirà a vincerla? Chi otterrà l'amore di Rosita? Peccato, anzi peccatissimo, vedere la firma di Bido in questo film coprodotto da Claudia Mori (ecco il perché della scelta della protagonista).

Lovejoy 19/07/08 15:26 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Inguardabile commedia giovanilistica che vede coinvolti la figlia del Molleggiato nel ruolo della bella di turno e Claudia Mori in quelli della produttrice. Il risultato era prevedibile: scarsa lei, penoso il film (?). Sceneggiatura priva di idee, piatta come una tavola da surf, diretta senza un briciolo di iniziativa da Bido. E il resto del cast è altrettanto inguardabile. Evitare.

Tomastich 13/10/08 15:55 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Dopo i buoni risultati di Il gatto dagli occhi di giada e Solamente nero, torna Antonio Bido con un film che mischia sentimento ed un pizzico di avventura. Protagonisti sono Rosita Celentano (la mamma Claudia Mori era la produttrice) e Christophe Bouquin. Interessante l'ambientazione a Livorno (e Castiglioncello), molto meno il filo logico del film, sviluppato in maniera superficiale e facilona. Resta tuttavia un film da inserire nel filone giovanilistico italiano degli anni 80 insieme alla serie sportiva di Stefania Casini.

B. Legnani 11/02/11 19:08 - 4785 commenti

I gusti di B. Legnani

Micidiale. La mescolanza fra "militarello", commedia sentimentale e momenti di lacrima-movie produce un ibrido ai limiti dell'inguardabile. Attori scadenti, trama con momenti prevedibili e/o involontariamente esilaranti (compreso il ricordo ferale, reso surreale dal contatto, svelato poi, fra lo scomparso e il personaggio di Lovelock). Unica cosa decente sono le scene militaresche, che hanno un che di documentaristico: ne avessero fatto un documentario sull'Accademia non lo avrebbe visto nessuno, il che è, peraltro, successo col prodotto finale...

Belfagor 3/08/12 17:28 - 2627 commenti

I gusti di Belfagor

Un cadetto dell'Accademia Navale di Livorno cerca di conquistare la bella Claudia, già fidanzata. Amalgama mal riuscita fra musicarello militare (decisamente fuori tempo massimo), commedia sentimentale fiacca e dramma lagnoso. Protagonisti senza verve, tant'è che per Bouquin questa sarà la prima e ultima apparizione sul grande schermo. Da salvare giusto qualche buona ripresa delle regate.

Homesick 7/01/15 16:42 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Autore di due ottimi gialli negli anni Settata, nel decennio successivo Bido si rilassa con un fotoromanzo militaresco tra donne contese, gelosie, amicizia e rivalità virili. Come si può intuire, la storia è frivola e gli attori incapaci di uscire dalla monoespressività, ma il regista se la cava con la sicurezza del mestiere - ravvisabile soprattutto nelle scene della regata, avventurose e spettacolari - e i limiti impostigli dalle scarse pretese del genere giovanilistico.
MEMORABILE: La regata e il regolamento di conti finale tra Roberto e Paolo.

Panza 29/06/15 15:51 - 1506 commenti

I gusti di Panza

Di cinematografico questo film ha solo la regia di Bido, che da spettacolarità alle scene finali della regata e alla vita quotidiana all'Accademia; per il resto lo si può pure considerare - per dialoghi e sceneggiatura - una puntata qualsiasi di una fiction anni ’80. Il target è quello giovanile, intrattenuto con una storiella d'amore infarcita dal dramma familiare del protagonista. La Celentano è più bella che brava mentre Bouqin, faccia anonima e monoespressiva, al cinema non si è mai più visto. Beh, almeno adesso so cos'è 'sto Mak pigreco 100.

Disorder 2/02/18 16:57 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Se non fosse per l'ambientazione medio-borghese e la mancanza di musica e canzoni, lo si potrebbe tranquillamente scambiare per un film di Nino D'Angelo (e non certo uno dei migliori...). La trama è quanto di più prevedibile si possa immaginare, le battute sono degne di un fotoromanzo e per di più sono recitate in modo inespressivo da tutto il cast. Da salvare solo qualche scena d'azione in mare, in cui Bido dimostra di saperci fare con la macchina da presa. Nel complesso comunque un film tranquillamente dimenticabile...

Markus 12/06/19 15:58 - 3331 commenti

I gusti di Markus

Esordio per Claudia Mori come produttrice, ma anche per la graziosa figlia Rosita Celentano come attrice (il belloccio di turno è Christophe Bouquin, un fotomodello di Armani) per un film para-televisivo di scarso valore artistico che ha il solo merito di far conoscere al grande pubblico qualche dietrologia sugli italici "marines". La regia di Antonio Bido, piegata ai voleri della famiglia Celentano e alla sceneggiatura di Berto Pelosso, abbraccia il filone giovanilistico Anni '80. Flop al cinema e mancata rivalutazione in chiave trash.

Nando 23/09/20 21:37 - 3495 commenti

I gusti di Nando

Bido si fece notare negli anni 70 con due pellicole di stampo argentiano che si mostrarono discret, virò poi nel documentarismo militare per approdare infine a questa pellicola-fotoromanzo in cui si mescola il mondo dei cadetti con regate e amori giovanili. Il risultato è patinato e scadente, con interpreti poco noti (a parte un'erede Celentano e il solito Lovelock). Pellicola di cui non si sentiva il bisogno e in cui tutto appare telefonato.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Carla • 21/03/10 15:56
    Disoccupato - 2 interventi
    ciao.. qualcuno mi sa dire il titolo della musica di questo film?? è introvabile
  • Musiche Markus • 21/03/10 16:20
    Scrivano - 4801 interventi
    Carla ebbe a dire:
    ciao.. qualcuno mi sa dire il titolo della musica di questo film?? è introvabile

    Carla, mi risulta che le musiche sono tutte di Pinuccio Pierazzoli. Non uscì ai tempi l'LP.
    Ultima modifica: 13/06/19 08:31 da Markus
  • Musiche Carla • 23/03/10 22:10
    Disoccupato - 2 interventi
    grazie mille!!!
  • Curiosità Buiomega71 • 13/06/19 19:06
    Pianificazione e progetti - 22102 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv (giovedì 22 novembre 1990) di Mak pigreco 100 :