Made in Hong Kong

Media utenti
Titolo originale: Xianggang zhizao
Anno: 1997
Genere: drammatico (colore)
Regia: Fruit Chan
Numero commenti presenti: 3

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 19/02/07 DAL BENEMERITO FLAZICH
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Flazich 19/02/07 17:20 - 659 commenti

I gusti di Flazich

Secondo film di Fruit Chan girato con pochissimi soldi e con attori non professionisti, distribuito successivamente grazie all'interessamento di persone del settore tra cui Andy Lau. La pellicola è minimalista, negativa e non lascia speranza. Quattro giovani vite diverse fra loro rischiano di avere tutte lo stesso destino. Il film riflette molto il periodo di transizione che Hong Kong stava vivendo e ne trasmette il pessimismo generale. Naturale l'interpretazione di Sam Lee alla sua "prima volta". Riflessivo.

Mickes2 30/11/11 16:58 - 1668 commenti

I gusti di Mickes2

Per le strade di Hong Kong alienazione urbana, egoismo, intolleranza. Storie di personaggi ai margini, di vite appese a un filo in cui è impossibile redimersi, di anime che vagano nella perenne ricerca di un miglioramento o di un punto di riferimento affettivo, amichevole, altruista. Ma nella Cina di Fruit Chan non c'è spazio per tutto ciò. Con una regia minimale e molto attenta ai personaggi, si documenta una storia di distanze difficili da colmare, di speranze disilluse, di morte e elaborazione del lutto che riflette sul passato.
MEMORABILE: I flashback con le inquadrature geometriche e la fotografia azzurrognola.

Daniela 17/09/21 16:09 - 10766 commenti

I gusti di Daniela

Moon, piccolo delinquente che campa riscuotendo crediti per conto di un malavitoso insieme ad un amico disabile mentale, decide di cambiare vita dopo l'incontro con una ragazza malata... Girato con un budget ridottissimo e attori non professionisti, il film mostra esistenze precarie, la cui incertezza riflette quella del particolare momento storico in cui venne girato, ossia il passaggio alla Cina comunista dopo il lungo dominio inglese. L'adozione del punto di vista di Moon si rivela scelta felice perché imprime alla narrazione una vitalità non contraddetta dal finale tragico.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Buiomega71 • 14/01/21 13:59
    Pianificazione e progetti - 23188 interventi
    Prossimamente in blu ray per Cecchi Gori