London Boulevard

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 8/02/11 DAL BENEMERITO JANDILEIDA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Jandileida 8/02/11 20:23 - 1253 commenti

I gusti di Jandileida

L'unico merito del film è avermi fatto capire che gli olandesi preferiscono il cinema per chiaccherare. Lo sceneggiatore Monahan (Fuori controllo, The departed) si cimenta per la prima volta dietro la MDP ma evidentemente, tutto preso nella nuova attività, si scorda di scrivere qualcosa che non sia già trito e ritrito. Farrell appena uscito di galera diventa la guardia del corpo di una star perseguitata dalla boulevard press. State già immaginando tutto il resto? Probabilmente avete fatto centro. Buon cast sprecato.

Cotola 17/06/11 10:44 - 7521 commenti

I gusti di Cotola

Noir dai ritmi compassati che alterna momenti "dialoganti" a scoppi di violenza improvvisi che nell'ultima parte diventano tuttavia frequenti. Il vero problema è però costituito dalla trama: oltre ad essere estremamente prevedibile, accumula nella parte finale numerose e grandi inverosimiglianze riscattate solo in minima parte dal beffardo finale che almeno evita trionfi e sdolcinature. Anzi, è più cattivo della media di genere, per quanto si potrebbe tacciare anch'esso di un pò di inverosimiglianza. Stile leccato, attori accettabili.

Lattepiù 17/06/11 14:10 - 208 commenti

I gusti di Lattepiù

Noir corale e malinconico, all’insegna di un pessimismo assoluto. Piccolo gangster esce di galera e vuole tirare dritto; naturalmente i suoi ex colleghi non glie lo permetteranno. Una sceneggiatura di grande intensità e finezza, misuratissima nel dosare dramma e commedia (nera) ci conduce in mezzo ad un’umanità marginale e sconfitta, in un mondo spietato in cui scrupoli e pietà si pagano a caro prezzo. Straordinaria prova del cast, capitanato da un grande Colin Farrell e una Keira Knightley commovente. Gran bel film.

Galbo 24/06/11 07:03 - 11386 commenti

I gusti di Galbo

Da uno sceneggiatore (premio Oscar per The departed) come William Monahan era lecito aspettarsi qualcosa di più al debutto dietro la macchina da presa. Un noir con personaggi principali intriganti (il criminale in cerca di redenzione, l'attrice alienata), alcuni buoni dialoghi e una suggestiva ambientazione, che spreca le sue potenzialità a causa di una storia poco interessante e figure di contorno stereotipate.

Schramm 10/01/12 15:15 - 2414 commenti

I gusti di Schramm

Monahan porta i capelli Ritchie ma tinti e unti, è tarantinato senza esser tarantolato, lo script nasce per snocciolare cult quotes da tramandare ai posteri, il miscasted parterre attoriale è compassato (passi per Farrell, ma che schiaffo alla miseria sprecare così malamente un cavallo di razza come Thewlis), il rubinetto narrativo registra qualche perdita, il plot è avaro di sorprese, la regia procede diligente e mediocre senza mai strappare applausi. Se non altro si ha il coraggio -capirai...- di un finale che lasci un po' di fiele in bocca.
MEMORABILE: "L'hai vista nuda? Non fosse stato per Monica Bellucci sarebbe stata l'attrice più violentata del cinema europeo, e molto prima dei 30 anni!"

Magnetti 17/07/12 11:20 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Film con un'interessante ambientazione londinese e un riuscito personaggio ben interpretato da Colin Farrell che segue il minato percorso della redenzione. Insomma fin che si parla di criminali, ex criminali (con ancora il crimine nel sangue) che menano fendenti e delinquono... tutto bene. Peccato che poi ci sia anche la Knightely con un personaggio scontatissimo che toglie qualità al film, rendendo ridicolo anche Farrell quando recitano insieme. Si rimane a bocca aperta di fronte al finale amaro, inaspettato e forzato.
MEMORABILE: Il personaggio di David Thewlis: indolente, stralunato e simpatico anche quando si trasforma in...

Homesick 14/09/12 17:44 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

A visione ultimata ci si rende conto di aver assistito solo ad una semplice rivisitazione dei percorsi del noir più classico (la difficile fuga dal passato dell’ex criminale e l’inevitabile scontro con il boss), aggiornati con deboli accenni pulp post-tarantiniani e reminescenze del Wilder di Sunset boulevard (il titolo non è casuale). Attori poco credibili: Farrell troppo levigato per fare il duro, la Knightley troppo giovane come star al tramonto. Buona la colonna sonora, florilegio di evergreen del rock aperto da “Heart full of soul” degli Yardbirds.
MEMORABILE: La Knightley che interroga Farrell prima dell’assunzione; il boss che racconta le sue memorie alle vittime prima di ucciderle.

Piero68 17/09/12 09:12 - 2758 commenti

I gusti di Piero68

Dallo sceneggiatore premio Oscar di The departed, un altro noir pessimistico, anche questo ottimamente sceneggiato, che però purtroppo vive di alti e basi. Tra le strade di Londra un ex delinquente cerca la redenzione, ma il passato è più forte di lui. Se Farrel finalmente convince in un ruolo, la Knightley è soltanto un sacco vuoto e inutile. Winstone insuperabile e cast ben assortito. A una prima parte lenta e noiosa si alterna una seconda di altissimo livello, con un finale davvero convincente. Ottimi colonna sonora e montaggio.

Enzus79 25/01/14 10:35 - 1799 commenti

I gusti di Enzus79

Buon film, diretto dallo sceneggiatore del bellissimo The Departed di Martin Scorsese. Storia apprezzabile perché coinvolge e con ritmi abbastanza veloci. Buono il cast (su tutti l'eccellente Ray Winstone). Finale amaro ma che ci sta. Discreta la colonna sonora.

Cangaceiro 25/01/14 12:46 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

Esordio registico per lo sceneggiatore Monahan che si sveglia dal torpore narrativo solo nella conclusiva escalation di violenza dal sapore tarantiniano. È un bignamino noir molto londinese (notevole sfilata di attori britannici, compreso Winstone, autentico feticcio dell'autore) che gioca su meccanismi consumati, in una continua tensione tra eros e thanatos. Funziona meglio la seconda pulsione, visto che la love story sembra messa lì tanto per e non appassiona minimamente. Bene Farrell, sorprendente e creativo Thewlis, robusto il colpo di coda.
MEMORABILE: "Ho saputo che mi stavi cercando..."

Furetto60 25/01/14 13:19 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Molto simile a Carlito's Way, dal quale si differenzia per l'improponibile confronto degli interpreti; recupera solo nel commento sonoro, qui proprio notevole. Trattasi di thriller noir del solito fuoriuscito di galera che resta avviluppato dal turbine del proprio passato. Nel complesso non è male, anche se il rapporto con l'attrice è poco sviluppato; meglio quello dell'assistente. Il finale è riuscito.
MEMORABILE: La colonna sonora.

Daniela 7/11/15 13:27 - 9393 commenti

I gusti di Daniela

Per quanto molto poco originale, non sarebbe neppure mal raccontata questa storia del pregiudicato che vorrebbe cambiar vita ma deve fare i conti con il boss ben deciso a non mollarlo, ma se Monahan se la cavicchia sul fronte criminale casca a peracotta su quello sentimentale con la povera diva da rotocalco assediata dai paparazzi che si innamora del bel tenebroso proveniente dai bassifondi. Così il film, pur apprezzabile a tratti e ricco di belle facce nel cast di contorno, non deraglia mai dai binari del trito & ritrito, evitando però il naufragio Harmonyco grazie al finale elisabettiano

Bruce 30/05/16 10:10 - 1004 commenti

I gusti di Bruce

Noir londinese, con buon protagonista Colin Farrel nel ruolo del pregiudicato redento, circondato dal male e in fuga dal proprio passato. La trama, pur con qualche semplificazione di troppo, non è male e avvince, sono i dialoghi a risultare a volte un po' forzati, forse per colpa della traduzione. Bravi tutti gli interpreti. Ottima la colonna sonora. Luci e ombre ma da vedere.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Gestarsh99 • 6/10/11 12:21
    Scrivano - 14483 interventi
    Disponibile in edizione Blu-Ray Disc dal 30/11/2011 per 01 Distribution:



    DATI TECNICI

    * Lingue Italiano , Inglese
    * Schermo Anamorfico 1080p High Definition
    * Audio Dolby Digital 5.1 Dts Hd
  • Musiche Samuel1979 • 26/01/14 11:03
    Call center Davinotti - 2928 interventi
    Nei titoli di coda è presente la meravigliosa "Heart full of soul" (Yardbirds)