LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 5/06/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 6/06/07 00:12 - 4790 commenti

I gusti di B. Legnani

Un mediocre risultato del grande Vittorio De Sica, che vi lavora pensando più che altro al portafoglio. Non male in assoluto, per carità, ma davvero deludente. Con un binomio di attori del genere, poi. I personaggi sono tratteggiati in maniera anche incoerente. C’è Enzo Monteduro nella parte di un prete.
MEMORABILE: "L'ha impollinata!".

Skinner 16/08/08 22:20 - 592 commenti

I gusti di Skinner

Commedia molto sottovalutata, forse perché, visto il regista, legittime erano le aspettative di un risultato ben superiore. Qui siamo dalle parti della commedia leggera con spunti sociali al dire il vero piuttosto tirati per i capelli, ma la commedia in quanto tale è ben scritta e piena di siparietti divertenti (dalla visita alla clinica svizzera ai sospetti d'infedeltà di Manfredi). Ottima la Melato, grandissimo Manfredi, che canta "Almeno una volta al mese", mentre il brano dei titoli di testa verrà da lui cantato e inciso come "Cuore con la Q".

Stefania 11/05/12 00:43 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Brutto film, uno spunto anche interessante cui fa seguito uno svolgimento sciatto, incerto, stiracchiato. Tematiche ecologiste ed anticonsumistiche malamente amalgamate con la tragicommedia privata di una coppia alle prese con la difficoltà di concepire un erede, qualche uscita "contestataria" che sembra messa lì per dare una patina d'impegno ad un film che forse sarebbe riuscito meglio come semplice commedia degli equivoci. Stucchevole la dinamica da Mondaini-Vianello tra la Melato che puntualizza e Manfredi che non si formalizza. Bambinesco.
MEMORABILE: In negativo: orribili le canzonette di Manfredi; in positivo, la visita nella clinica svizzera è un buon intermezzo, breve e vagamente divertente.

Rambo90 2/10/15 23:40 - 6442 commenti

I gusti di Rambo90

Non male, ma visto il nome in regia, il cast e gli sceneggiatori era lecito aspettarsi molto di più. Si tratta di una commediola nel classico stile dei Settanta, che ironizza su una coppia che non riesce ad aver figli e inanella una serie di gag (alcune decisamente riuscite) sui loro tentativi più disparati e sulle visite ai dottori. La parte migliore comunque è la seconda, quando lei (un'ottima Melato) non ha il coraggio di dire al marito che la sbandierata gravidanza era un falso allarme. Orrida la colonna sonora.

Gabrius79 2/12/15 23:58 - 1208 commenti

I gusti di Gabrius79

Film con velati spunti sociali diretto da un Vittorio De Sica non al suo meglio, ma la Melato e Manfredi col loro mestiere rendono il tutto piuttosto appetibile. Non manca qualche momento azzeccato, anche se spesso la pellicola tende a ingolfarsi un po' a causa di una sceneggiatura poco graffiante. Passabile.

Schramm 17/06/16 12:28 - 2454 commenti

I gusti di Schramm

Con la sua incomparabile maschera dove il massimo grado della combustione tragica e quella comica si fondono in un sopraffino magma agrodolce, Manfredi riesce a nobilitare anche il film più errato che decide di abitare: è il non felicissimo caso di questo tardo De Sica che affoga la pellicola (e di conseguenza lo spettatore) in contenutismi di untoso e irritante buonismo, e la vis retoricocentrica tutta spicciolo Greenpeace ante-litteram e democristianoide familismo a oltranza finisce col vessare la bontà recitativa e situazionale dei duetti Manfredi-Melato, a singulti finanche irresistibili.
MEMORABILE: Il refrain del formaggino Stella

Minitina80 5/10/17 14:55 - 2404 commenti

I gusti di Minitina80

Il De Sica che non ti aspetti mischia i toni della commedia con quelli della denuncia sociale fornendo uno spaccato per certi versi sempre attuale. La Melato e Manfredi rappresentano la coppia che non si rassegna all’idea di avere un figlio ricorrendo all’impossibile pur di riuscirci. La fotografia spenta e grigia, invece, fa da specchio all’inquinamento ambientale incontrastato che prevarica la salute del cittadino. La colonna sonora dà l’impressione di non essere adeguata al contesto. Per chi vuole scoprire un De Sica per certi versi inedito.
MEMORABILE: Il talamo adornato con teli di plastica e bombole di ossigeno.

Zampanò 6/05/20 12:22 - 195 commenti

I gusti di Zampanò

De Sica rimette Manfredi in modalità Padre di famiglia. Solo che qui il dramma è farsesco e speculare: la coppia vacilla per mancanza e non per abbondanza di prole. La storia si lascia seguire in virtù di una credibile Melato invasata, ma la nevrosi si annacqua puntualmente nel bozzettismo delle tante scene a scuola. Zavattini scrive pensando allo sturbo femminista della maternità come dovere. Il messaggio è chiaro, però sfarfalla troppo finendo per ridursi a vicenda particolare e non già universale.
MEMORABILE: Gli alunni ignorano l'inno italiano ma cantano in coro a memoria lo spot del formaggino Stella.

Daniela 9/10/20 14:16 - 9661 commenti

I gusti di Daniela

Felicemente sposati, Paolo e Maria sono ossessionati dal desiderio di avere un figlio... De Sica nella fase calante della sua gloriosa carriera dirige questa commedia di costume dai blandi intenti satirici in cui il comportamento dei due protagonisti suscita più sconforto che divertimento, soprattutto considerando il loro mestiere (sono entrambi insegnanti in una scuola elementare). Le poche gag valide non compensano la mediocrità generale a cui il mestiere degli interpreti non può porre rimedio: con genitori così bischeri, il futuro di questo Andrea non si prospetta buono. 
MEMORABILE: In senso negativo: "Paolo, Paolo, è il momento!"
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Gugly • 17/10/10 10:26
    Segretario - 4679 interventi
    Ma nessuno ha il film in questione? Mi state mettendo una curiosità da giorni....

    :-p
  • Discussione B. Legnani • 17/10/10 11:56
    Consigliere - 14007 interventi
    Skinner ebbe a dire:
    B. Legnani ebbe a dire:
    Matrimonio. Lo sposo è Manfredi. L'auto degli sposi parte e la di lui suocera gli dice, più o meno: "Rispetta la mia bambina...". Una volta distaccatisi, lui fa alla neo-moglie: "Tua madre non sa che il matrimonio è già stato consumato?".

    E' questo film?

    no non mi pare proprio (diciamo al 95%) che nel film si veda la scena del matrimonio...


    Anche a me non pare sia questo, ma in FILM DA IDENTIFICARE avevo avuto questa segnalazione.
  • Discussione Stefania • 11/05/12 00:44
    Portaborse - 606 interventi
    B. Legnani ebbe a dire:
    Matrimonio. Lo sposo è Manfredi. L'auto degli sposi parte e la di lui suocera gli dice, più o meno: "Rispetta la mia bambina...". Una volta distaccatisi, lui fa alla neo-moglie: "Tua madre non sa che il matrimonio è già stato consumato?".

    E' questo film?


    No, assolutamente non è questo film. Si tratta invece de
    Il padre di famiglia di Nanni Loy.
    Ultima modifica: 11/05/12 12:12 da Stefania
  • Discussione Mauro • 19/01/13 17:44
    Disoccupato - 9614 interventi
    Battuta che mi ha letteralmente fatto scompisciare (soprattutto perchè messa in bocca ad un bambino).

    L'insegnante (Manfredi) dice agli scolari: "Tutti i maschietti di qua e le femminicce di qua". Uno scolaro chiede: "E io ndo vado?" Manfredi: "Tu che sei, maschio o femmina?" Scolaro: "Io non so ne maschio, ne femmina: SO BI!"

    Potete assistere alla battuta al minuto 3.15
  • Discussione Tersilli • 4/12/15 20:26
    Galoppino - 124 interventi
    Dove si può trovare il film?
  • Discussione Zender • 5/12/15 09:42
    Consigliere - 43744 interventi
    Mai uscitoo in dvd che io sappia. Si aspetterà qualche passaggio tv.
  • Discussione Schramm • 17/06/16 12:34
    Risorse umane - 6724 interventi
    Davvero incredibile il personaggio qua incarnato da manfredi, in assoluta antitesi con l'esser stato, ai tempi, testimonial per il referendum sul divorzio, per il quale era nettamente a favore.
    Ultima modifica: 17/06/16 17:25 da Zender
  • Discussione B. Legnani • 17/06/16 15:57
    Consigliere - 14007 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    davvero incredibile il personaggio qua incarnato da manfredi, in assoluta antitesi con l'esser stato, ai tempi, testimonial per il referendum sul divorzio, per il quale era nettamente a favore.

    Beh... Un attore interpreta un ruolo, indipendentemente dalle sue idee. Pensa a Volonté in INDAGINE, Ghini nel ruolo di Ciano... Una brava attrice sa fare, e fa, sia la puttana sia la suora...
    Ultima modifica: 17/06/16 17:26 da Zender
  • Discussione Schramm • 17/06/16 16:15
    Risorse umane - 6724 interventi
    beh chiaro e lapalissiano che l'attore è un conto e quel che interpreta non necessariamente lo rappresenta; lo facevo notare come curiosità dato che verso la fine del film, durante il conciliabolo di classe col prete, sostiene "sono un uomo ligio alla famiglia, non ho nemmeno simpatizzato e votato per il referendum per il divorzio"... se ti è capitato di vedere prima di questo film lo spot da lui interpretato a favore del divorzio l'effetto è quanto meno bizzarro
    Ultima modifica: 17/06/16 16:22 da Schramm
  • Discussione B. Legnani • 17/06/16 17:05
    Consigliere - 14007 interventi
    Schramm ebbe a dire:
    beh chiaro e lapalissiano che l'attore è un conto e quel che interpreta non necessariamente lo rappresenta; lo facevo notare come curiosità dato che verso la fine del film, durante il conciliabolo di classe col prete, sostiene "sono un uomo ligio alla famiglia, non ho nemmeno simpatizzato e votato per il referendum per il divorzio"... se ti è capitato di vedere prima di questo film lo spot da lui interpretato a favore del divorzio l'effetto è quanto meno bizzarro

    Capito. Grazie.