Lionheart - Scommessa vincente

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 16/07/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 16/07/07 10:30 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Ex membro della Legione straniera, sbandato, si ricicla come streetfighter entrando in un giro di scommesse dove i cazzotti si danno sul serio... Dallo sceneggiatore di Rambo un'idea che non trasuda proprio originalità da tutti i pori. A trasudare in modo torrenziale è il testosterone, e ovviamente il prode Van Damme ha ampio spazio per esibire le sue innegabili credenziali atletiche. Quelle recitative si limitano al consueto digrignamento, ma raramente gli estimatori di questi film vi cercano brividi shakespeariani

Redeyes 19/01/08 16:23 - 2144 commenti

I gusti di Redeyes

(A) TRAMA: Incontri clandestini. (B) SOTTOTRAMA: Amicizia & buoni sentimenti. Ecco il film! Soldi e violenza: banale quanto ipoteticamente reale. Per ogni buon film di Van Damme eviterei di andare troppo in profondità alla ricerca di qualsiasi cosa che non sia un esercizio di stile per i calci spinti, i low kiks, ed i laterali, nonchè l'immancabile spaccata del sopraccitato. Rispetto ad altri film un intreccio leggermente più ricercato. Cammeo del mastodontico Abdel Qissi! Soundtrack non male.
MEMORABILE: Finalone banalone con il malconcio Jean Claude che appare all'orizzonte!

Lovejoy 28/01/08 16:48 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Ennesimo filmetto con protagonista lo scialbo Van Damme. Come al solito l'originalità in questo caso è del tutto assente, così come sono assenti personaggi non banali e dialoghi orecchiabili. Per non parlare della regia, veramente scarsa. Parlare di attori e anche di recitazione è veramente pretendere troppo. Da evitare.

Cangaceiro 25/07/08 12:33 - 982 commenti

I gusti di Cangaceiro

È noto che Van Damme stia al cinema come l'ipotenusa al cerchio ma in questo caso il suo film è tutt'altro che disprezzabile. La storia di fondo sebbene sia troppo melensa (fratello morto, cognata e nipote in mezzo a una strada...) è ben sviluppata ed è il giusto pretesto per scatenare il protagonista in una serie di combattimenti spettacolari, puntualmente vinti dal belga che ha comunque il merito di essere un interprete energico e non antipatico.

Buiomega71 23/01/11 18:25 - 2262 commenti

I gusti di Buiomega71

Uno dei migliori film del Van Damme della prima ora, ottimamente e ferocemente diretto dallo sceneggiatore di Rambo 3. Memorabile la fuga rocambolesca di Van Damme dalla legione straniera, per poi sbarcare a New York stile Jason in Venerdì 13 VIII. Feroci e spietati i combattimenti clandestini, soprattutto quello nel garage sotteraneo, con tanto di sangue che schizza sul visetto di una biondina spettatrice della violenta e selvaggia mazzulata. Infine deliziato da momenti di inusuale crudeltà (il fratello di Van Damme arso vivo all'inizio).
MEMORABILE: Van Damme sedotto e circuito dalla crudele e sexyssima Cinzia... ma lui niente, impassibile! Ma perché, mi chiedo io.

Daidae 8/03/09 19:06 - 2738 commenti

I gusti di Daidae

Solito scialbo e inutile filmetto d'azione. Un ex legionario tutto muscoli e zero cervello deve combattere per aiutare un amico. Rispetto alla media dei filmacci di questo "attore" è pure guardabile, ma resta pur sempre una mezza fetenzia fatta di colpi (che si dice Van Damme tirasse veramente ai poveri stuntmen) e condita di fesserie. Solo per tredicenni.

Galbo 26/01/11 07:17 - 11386 commenti

I gusti di Galbo

Diretto dallo sceneggiatore di Rambo, Lionheart rappresenta uno dei culmini della carriera artistica (si fa per dire!) di Jean Claude Van Damme. Il solito film di arti marziali dove la trama è ridotta a puro pretesto e l'andamento della storia ampiamente prevedibile con i personaggi oltremodo stereotipati. Tuttavia i combattimenti sono coreografati con cura e compare qualche buon caratterista. Per chi si accontenta...

Herrkinski 21/03/11 13:54 - 5133 commenti

I gusti di Herrkinski

Dei Van Damme prima maniera, uno dei più riusciti. Il film si fa apprezzare per un ritmo sostenuto, che riesce a non annoiare anche nelle (poche) parti non propriamente d'azione; certo, a parte tanti bei combattimenti (ben coreografati, tra l'altro) e una dose di buoni sentimenti non c'è molto altro, ma per un film d'azione come questo è già abbastanza. Van Damme dimostra miglioramenti a livello recitativo, seppur sia lontano dall'essere un attore drammatico; non male il resto del cast e le apparizioni di Abdel e Michel Qissi. Buono.

Jcvd 13/11/11 20:32 - 258 commenti

I gusti di Jcvd

Un film cardine per tutti gli amanti del genere. Un Van Damme in stato di grazia combatte all'interno di un film ben sceneggiato e con ottimi personaggi. Indimenticabili il combattimento finale e l'epilogo da lacrimuccia, come pure il manager di colore. Indimenticabile la comparsata del Tong Po di Kickboxer. Indimenticabile un po' tutto...
MEMORABILE: "Hai scommesso contro di me? Hai fatto male!"

Rambo90 15/05/12 01:13 - 6345 commenti

I gusti di Rambo90

Uno dei più riusciti fra i primi film con Van Damme: combattimenti coreografati molto bene, ritmo veloce, musiche adeguate e una storia di base coinvolgente e, in alcuni casi, strappalacrime. Il cast non è malvagio come altre volte; in particolare la spalla del protagonista, Harrison Page, è piuttosto simpatica. Un cult per tutti gli appassionati del genere.
MEMORABILE: Il combattimento in piscina; Atilla.

Nando 17/05/12 01:43 - 3475 commenti

I gusti di Nando

Un prodotto abbastanza scontato con l'attore belga discreto protagonista nel difendere tutto il possibile. Qualche sprazzo di umanità emerge, nonostante la lobotomizzazione recitativa imperi. I combattimenti tutto sommato appaiono piuttosto veritieri e la pellicola può servire per una serata d'antan...

Belfagor 4/11/14 23:17 - 2623 commenti

I gusti di Belfagor

Uno dei primi film con Van Damme (qui nei panni di un legionario disertore) imperniato completamente sulla fisicità del protagonista e sui combattimenti, ben coreografati e ripresi con un certo dinamismo. Per il resto la storia è sempre quella: un passato tragico e la ricerca del riscatto che passa inevitabilmente per una serie di scontri. Da segnalare il cast di contorno discreto (simpatico Harrison Page) e la violenza più esplicita rispetto alla media del genere.

Stuntman22 4/02/15 20:21 - 114 commenti

I gusti di Stuntman22

Divertente ed epocale sarabanda di combattimenti con scopo "a fin di bene": salvare dalla rovina la famiglia del fratello morto di Van Damme. Muscle from Bruxelles raduna qui alcuni suoi vecchi amici (i fratelli Qissi, Kamel Krifa...) conosciuti all'epoca dei primi calci in palestra in Belgio, accompagnandoli al bizzarro e sopra le righe Harrison Page, nonché alla meteora Deborah Rennard, dalla torreggiante acconciatura e dal notevole stacco di gambe. La versione italiana taglia inspiegabilmente vari dialoghi, ma alla fine non servono...
MEMORABILE: Voyo Goric, lo spietato sergente Yushin di Rambo, nei panni di un legionario alla ricerca di Van Damme.

124c 28/10/15 17:59 - 2771 commenti

I gusti di 124c

Uno dei titoli "forti" di Jean Claude Van Damme è anche una delle pellicole più scontate, con finale happy end scritto sin dalle sequenze iniziali. La trama è quella del legionario/combattente da strada dal cuore d'oro che cerca d'aiutare i suoi familiari, ma quel che dispiace è che Jean Claude neanche fa un peccatuccio con l'algida e bella Deborah Rennard, che gli mostra più d'una volta le sue beltà. Per il resto, più che i combattimenti di Van Damme, funziona lo squillante manager di Harrison Page, co-protagonista del film. Mediocre.

Disorder 9/11/15 17:58 - 1408 commenti

I gusti di Disorder

Assieme all'imprescindibile Kickboxer, forse il miglior film mai girato da Van Damme. La trama è quanto di più basilare si possa immaginare: la solita vendetta/riscossa personale, ovviamente solo un pretesto per permettere al marzialista belga di mostrare i muscoli e i numeri del suo repertorio. Ma la confezione è davvero buona e i combattimenti molto ben coreografati. Il ritmo è perfetto e l'azione sempre ben dosata. Buono il cast di contorno. Piccolo classico evergreen.
MEMORABILE: Il combattimento finale con il terribile Atilla.

Jena 28/06/17 17:33 - 1189 commenti

I gusti di Jena

JCVD giovane quanto a recitazione faceva sembrare Schwarzy o Sly come De Niro o Al Pacino. Si aggiunga poi che mentre Arnold era diretto da gente come James Cameron o John McTiernam, il forzuto belga si affidava a Sheldon Lettich, la cui regia è da tale rozzezza da far cascar le braccia. Però qui si riesce ad arrivare alla fine senza dormire, più che altro per delle discrete scazzottate (quella con la banda di teppisti palestrati, o quella col bestione finale) in cui JCVD fa l'unica cosa che sa fare bene: menare. Inguardabili le scene dolciastre - sentimentali con la nipotina.

Pinhead80 30/10/18 13:27 - 3948 commenti

I gusti di Pinhead80

Un legionario fugge dai suoi superiori per tornare negli States a fianco del fratello gravemente ferito. Per aiutare la propria famiglia si lancerà negli incontri di lotta clandestina. Film muscolare fatto di combattimenti all'ultimo sangue che non riescono a impressionare. Van Damme accompagna ogni colpo con la solita mimica facciale e i contendenti non sono per niente credibili. Tutto sommato la cosa migliore è la parte sentimentale e questo, per un film di arti marziali, la dice lunga sulla sua qualità.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 27/06/12 13:41
    Consigliere - 43513 interventi
    Fatto. Vedo che è la giornata di André quest'oggi :)
  • Discussione Kanon • 16/03/14 22:06
    Fotocopista - 814 interventi
    Gli utenti Redeyes e Herrkinski citano nei loro commenti la presenza di André the giant nel film; in realtà si tratta di Abdel Qissi.
  • Discussione Herrkinski • 17/03/14 04:06
    Scrivano - 2294 interventi
    Hai ragione, chissà perchè sono sempre stato convinto che fosse André. Paragonando le foto del wrestler e di Abdel, in effetti a parte una certa somiglianza nel look "basettato" sono fisicamente abbastanza distanti.
    A questo punto se Zender può modificare nel mio commento e mettere "non male il resto del cast e le apparizioni di Abdel e Michel Qissi"... Grazie!
  • Discussione Zender • 17/03/14 07:12
    Consigliere - 43513 interventi
    Corretto. Grazie Kanon.