Le rosier miraculeux - Corto (1904)

Le rosier miraculeux
Media utenti
Titolo originale: Le rosier miraculeux
Anno: 1904
Genere: corto/mediometraggio (bianco e nero)
Note: In italiano: "Il rosaio miracoloso".

Location LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 24/01/22 DAL BENEMERITO B. LEGNANI
1
1!
2
2!
3
3!
4
4!
5

Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione ( vale mezzo pallino)
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Caesars 24/01/22 14:35 - 3827 commenti

I gusti di Caesars

Non certo tra i prodotti meglio riusciti, tra quelli del grande Georges Méliès. Ci troviamo sostanzialmente davanti al  solito gioco di apparizioni/sparizioni, senza che il regista riesca a proporre qualche soluzione in grado di nobilitare l'operazione. Méliès, come usuale nei suoi filmati, veste anche i panni del protagonista (un mago/santone indiano?) e compie sotto i nostri occhi i soliti "prodigi". La narrazione è un poco caotica e non riesce a catturare più di tanto l'attenzione dello spettatore. Trascurabile.

B. Legnani 24/01/22 00:38 - 5567 commenti

I gusti di B. Legnani

Méliès stavolta non si accontenta del gioco di prestigio: punta infatti al miracolo, con intervento divino! Vestito all'orientale, invoca aiuto dall'alto. Il doppio prodigio, in effetti, funziona, ma poi una danzatrice "serpentine" crea qualche pasticcio, fino ad un finale un po' caotico. Più che la vicenda (si tratta della consueta serie di apparizioni e di sparizioni), risulta interessante la scenografia, con un'ampia caverna dall'imbocco regolare e, lassù in alto, un tempio, forse di fattezze indiane.

Pigro 27/01/22 10:55 - 9800 commenti

I gusti di Pigro

C’è un po’ di tutto in questa pellicola tirata un po’ troppo per le lunghe nonostante la breve durata: l’esotismo di un’ambientazione indiana, la meraviglia magica di apparizioni e sparizioni (in questo caso di un roseto), la classica danza serpentina che però è ormai vista e stravista (anche se qui riposizionata narrativamente). Insomma, il tentativo di una micro-storia e soprattutto di un’atmosfera fiabesco-orientale c’è. Mancano però nuove idee o almeno un guizzo in più, senza contare l’avvio troppo rallentato.

Pinhead80 20/06/24 10:20 - 4922 commenti

I gusti di Pinhead80

Una specie di santone/mago (intepretato per l'occasione dallo stesso Méliès) si prodiga in tutta una serie di numeri che daranno il la all'apparizione di una sorta di roseto. Il solito gioco di apparizioni/sparizioni che Méliès porta sul grande schermo è qui inserita in un contesto esotico sufficientemente suggestivo. Viene nuovamente (e a sproposito) tirata in ballo la danza serpentina che però scompiglia tutte le carte finendo per spiazzare lo spettatore, mettendolo nelle condizioni di pensare che si sia voluta utilizzare per rinforzare un contenuto abbastanza misero.

Georges Méliès HA DIRETTO ANCHE...

Spazio vuotoLocandina Il viaggio nella LunaSpazio vuotoLocandina L'illusioniste double et la tête vivanteSpazio vuotoLocandina L'oeuf du sorcier ou l'oeuf magique prolifiqueSpazio vuotoLocandina Spiritisme abracadabrant
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare l'iscrizione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICHE:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.