Lo trovi su

Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/04/11 DAL BENEMERITO DUSSO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Dusso 13/04/11 18:50 - 1548 commenti

I gusti di Dusso

Salce secondo alcuni realizzava film un po' troppo superficiali, a mio avviso molti di essi erano "avanti di qualche anno" e sono invecchiati molto bene. Qui Tognazzi si trova bene nel ruolo del marito con rimorsi per essersi sposato. Il film è leggero ma divertente con un ritmo veloce. Cameo di Salce che interpreta un passante.

Markus 20/06/12 08:35 - 3575 commenti

I gusti di Markus

Luciano Salce, nell'Italia del boom economico, tratteggia una farsa di carattere semi-sociologico presentando (a mo' di poachade) l’arduo passaggio di una giovane coppia da fidanzati-amanti a coniugi: sì, insomma, quando s’inizia a dividere il calzino e la minestra, i mugugni saltano fuori! Il film è ben costruito, ma si perde via nei dialoghi un po' troppo romanzati per essere considerati realistici, tuttavia necessari per sostenere il meccanismo dello spettacolo.

Homesick 31/08/12 16:30 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Nella sua allegra farsa sull’ammosciante routine matrimoniale, Salce si dimostra regista acuto, documentando usi e costumi borghesi dell’Italia del boom – un’Italia, mutatis mutandis, invero non troppo lontana da quella di oggi – e inserendo nel tipico canovaccio da commedia inattese parentesi oniriche (l’incubo di Tognazzi) e schizofreniche (le scenate della Steele e l’apparente svolta “mercenaria” della Riva). Buone l’alchimia dell’equilibrata coppia protagonista e la caratterizzazione del viveur incallito D’Orsi.
MEMORABILE: Le domande dello psicologo in spiaggia; l’incubo di Tognazzi; la scenata della Steele in auto.

Motorship 17/05/14 17:51 - 585 commenti

I gusti di Motorship

Buon film di Salce che attraverso una satira sul boom economico degli anni 60 analizza abbastanza bene il rapporto di coppia sui problemi riguardanti il passaggio dal fidanzamento al matrimonio. Un film leggero ma non troppo (visto che comunque si riscontrano tratti analitici piuttosto significativi sempre con il solito graffio del regista) e comunque sia molto divertente. Inoltre ci sono elementi ancora attuali, nonostante sia uscito più di 50 anni fa. Ottima la coppia Tognazzi-Riva e nel cast secondario spicca D'Orsi.
MEMORABILE: L'incubo di Tognazzi.

Cotola 25/07/14 13:53 - 8564 commenti

I gusti di Cotola

Commedia amarissima in pure stile Salce (si veda il finale ma non solo) che pur avendo ormai mezzo secolo sulle spalle, risulta ancora riuscita ed attuale. Certo il tipo di comicità è diversa da quella odierna (e secondo me: meno male) ma c'è anche tanto coraggio, per l'epoca soprattutto, nel trattare con tanto disincanto e cinismo un argomento importante come il matrimonio e la conseguente vita di coppia. Ottimi i due protagonisti. Tra le figure di contorno si segnalano la Steele e d'Orsi. Da recuperare.

Myvincent 6/01/20 10:47 - 3418 commenti

I gusti di Myvincent

Ieri come ora ci si interroga sull'utilità del matrimonio, classicamente definito come "tomba dell'amore". Scapoli che millantano una vita invidiabile e irresistibile, donne alla ricerca dell'amore eterno in una giostra di vicende dove ogni cosa finisce com'era iniziata, senza risposte definitive. Su tutto spadroneggia un irresistibile Ugo Tognazzi nel ruolo di marito instancabilmente irrequieto.
MEMORABILE: Barbara Steele nel ruolo insolito di vamp.

Paulaster 7/06/22 09:43 - 3913 commenti

I gusti di Paulaster

Coppia di sposini novelli capisce che il matrimonio cambia il rapporto. Salce evita la critica sociale e si concentra sul duo protagonista. Prima lo dipinge frivooo e immaturo, poi egoista e annoiato. Vario il registro narrativo, che spazia dal farsesco al serioso, con brevi accenni onirici che non dispiacciono. Tognazzi è misurato in ogni frangente e la Riva viene progressivamente sacrificata. Musichette di chitarra jazz che accompagnano le vicende con malinconia.
MEMORABILE: Allo stadio; I soldi nel camino; Le sedicenni in casa; Sotto l'acqua in terrazzo; Il ragno.

Noodles 28/11/22 16:48 - 1771 commenti

I gusti di Noodles

Commedia di grande amarezza sul matrimonio, che ci fa riflettere sull'amore e odio che la stragrande maggioranza delle persone provano per quest'istituzione e su come, in fondo, comunque vada, saremo sempre scontenti. Un film molto intelligente, che tratta il tema con garbo e in maniera leggermente diversa da tante commedie dell'epoca sul matrimonio. Erano tempi diversi, non c'era il divorzio e il finale dimostra proprio come in certi casi ci si dovesse arrangiare in maniera differente. Godibile e arguto, con un bel cast e una Barbara Steele per una volta fuori dal gotico.

Luciano Salce HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Fedemelis • 27/10/13 23:12
    Fotocopista - 2040 interventi
    La partita Roma-Milan che Gianni (Ugo Tognazzi) e Maretta(Emmanuelle Riva) andranno a vedere allo stadio è Roma-Milan del 9 dicembre 1962, 12° giornata di Serie A stagione 62/63, terminata 0-1.

    Della partita si vedono pochi fotogrammi, ma è possibile riconoscerla da questi elementi:

    1) La maglia bianca con linee oblique e calzoncini neri della Roma è stata utilizzata nella partita contro il Milan nella stagione 62/63, come dimostra QUESTO sito.

    2) Nella maglia del Milan è possibile "riconoscere" lo scudetto, vinto dalla squadra rossonera nella stagione 61/62. Qui una foto d'epoca dell'incontro che permette di vedere meglio la maglia di entrambe le squadre:



    Inoltre consultando QUESTO sito e altri filmati d'epoca, possiamo escludere che si tratti di un'altra squadra a giocare contro la Roma. Ecco il fotogramma tratto dal film: