LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Sesso e psicanalisi, come nel precedente DIAVOLO IN CORPO. Marco Bellocchio continua a seguire le teorie dell'analista romano Massimo Fagioli e le applica a una storia di stregoneria moderna, in cui la protagonista Beatrice Dalle, bella e ammaliante, uno sguardo penetrante come pochi, dice di essere nata in pieno 1600. E’ accusata di omicidio e a giudicarne lo stato mentale è chiamato Daniel Ezralow (di professione ballerino, tanto che le coreografie del lungo sabba sono opera sua), il quale non tarda a innamorarsene trascurando la moglie. Bellocchio passa dalla realtà al sogno in costume per tutto il film, portando elementi dell'uno nell'altro e viceversa, cerca e trova location...Leggi tutto di grande fascino (siamo a Massa Marittima) e le riprende sfruttando il proprio talento visionario, dirige il cast con grande professionalità immergendo ogni dialogo in un clima di profonda riflessione, soppesando ogni parola. Eppure, nonostante tutto, LA VISIONE DEL SABBA si rivela un’esperienza deludente, che non porta da nessuna parte. La celebre scena del sabba, centrale in ogni senso (notoriamente accorciata dal produttore Manzotti di una decina di minuti a causa di un protrarsi ritenuto eccessivo), ci appare davvero come un balletto deprivato di ogni consistenza storica, una parentesi interminabile tra acqua e fuoco con Ezralow a danzarci in mezzo con leggiadria. Tale è la mancanza di spessore del film che a tratti pare di essere cascati nei soft-core pretenziosi alla Gabriele Lavia, dove almeno la presunzione dei dialoghi possedeva una spassosa valenza trash qui assente. Tanta forma e un paio di ottime scene.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Undying 18/05/08 02:46 - 3837 commenti

I gusti di Undying

Maddalena (Beatrice Dalle) è convinta d'esser una strega: ma non è chiusa in un carcere per questo motivo, bensì per un omicidio commesso ai danni d'un presunto violentatore. E sì che la ragazza svela, allo psichiatra di ruolo, d'esser in attesa di qualcuno che dovrebbe deflorarla. La bellezza e la convinzione della donna spingono in uno stato mistico-allucinatorio (comprensivo di Sabba, torture e visioni medievali) anche il pragmatico dottore. Ennesimo film cervellotico girato da un regista che SI psicanalizza al cinema: a nostro danno...

Cotola 4/07/08 19:12 - 7707 commenti

I gusti di Cotola

Classico film fatto per non far capire niente a nessuno al fine di poterlo poi così spacciare per una pellicola d’autore. In realtà le cose stanno in maniera del tutto diversa: trattasi, infatti, di un “pasticcio” indigeribile a base di sesso e psicanalisi (Bellocchio si è ispirato ancora una volta alle teorie dello psichiatra Massimo Fagioli) che non coinvolge minimamente lo spettatore ma anzi lo annoia mortalmente. Se lo visionerete lo farete a vostro rischio e pericolo. Come si dice: uomo avvisato…

Homesick 27/11/11 18:02 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Poteva diventare un Diavolo in corpo bis, in quanto ad esso lo accomunano il medesimo atteggiamento antipsichiatrico e le tesi sulla liberazione dell’Io attraverso l’istintività sessuale. Sullo schermo si assiste invece ad un esercizio freddo e cervellotico, costituito dall’incessante spola fra sogno e realtà, amplessi soft-core tentati di sconfinare nell’hard e un metaforico sabba che non stonerebbe come coreografia in uno show televisivo del sabato sera. Si salva il travolgente vitalismo di Beatrice Dalle, lubrica ammaliatrice dai capelli corvini in abito rosso.
MEMORABILE: Lo psichiatra che ripete i movimenti della paziente correndo per la stanza e sbattendo contro le pareti.

Acid burn 25/02/16 00:07 - 45 commenti

I gusti di Acid burn

Sono un amante delle trame logiche ma stavolta sono rimasto attratto da questo film in cui la sottile trama è solo un pretesto per flashback, visioni e salti onirici da una realtà all'altra, dal passato al presente. Le scene dei sabba sono avvincenti, hanno belle location, ma sono troppo lunghe e appesantiscono troppo il film; i dialoghi degli interrogatori invece sono resi abbastanza bene e danno un significato. Oltre alla seducente strega è reso bene anche il personaggio della moglie del protagonista, lui molto meno.
MEMORABILE: "Sono nata 8 gennaio 1630" "Se io dico che sono nato ieri, non è vero, è un allegoria!"

Myvincent 15/04/18 20:35 - 2671 commenti

I gusti di Myvincent

La donna secondo la visione del regista; pazza o strega cambia poco, se la sua natura resta ignota e atavicamente legata a quel senso di libertà animale che gli uomini hanno sempre cercato di soffocare perché profondamente impauriti. Purtroppo, nonostante gli intenti, il risultato espressivo non è all'altezza (anche a detta di Bellocchio che farà autocritica molti anni dopo), scadendo dell'erotismo vuoto e fuori tempo. Si salvano solo gli elementi visionari e la fotografia lucente.
MEMORABILE: La lunga scena del Sabba, davvero degna di un balletto di Ezralow.

Marco Bellocchio HA DIRETTO ANCHE...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Herrkinski • 23/03/09 13:03
    Vice capo scrivano - 2317 interventi
    Fascetta originale della VHS Achille Manzotti/Univideo:

    Ultima modifica: 24/03/09 01:33 da Zender
  • Homevideo Gestarsh99 • 3/08/11 01:44
    Scrivano - 15558 interventi
    Disponibile in edizione dvd dal 07/09/2011 per Medusa:



    DATI TECNICI

    * Audio: Italiano (5.1)
    * Sottotitoli: Italiano
  • Homevideo Xtron • 14/01/13 21:42
    Servizio caffè - 1840 interventi
    Ecco il dvd MEDUSA:

    Audio italiano 2.0
    Sottotitoli in italiano
    Formato video 1.66:1 Anamorfico 16/9
    Durata 1h30m44s
    Extra Trailer, interviste a M. Bellocchio-B. Dalle e D. Ezralow, Sul set del film

    Un'immagine dal dvd (si trova al min. 28:29)

    Ultima modifica: 15/01/13 08:35 da Zender
  • Homevideo E.m. • 17/01/13 23:40
    Galoppino - 78 interventi
    Uno dei miei guilty pleasures di sempre, a torto considerato un Bellocchio minore è in realtà un film particolarissimo e molto originale.

    L'edizione in dvd è ottima, contiene anche delle interviste sul set a Ezralow e a Beatrice Dalle e in più un backstage sempre dell'epoca. Corredata da un intervista a Bellocchio nel 2010.

    La vhs Manzotti purtroppo è molto scura ma la fascetta è altresì affascinante con una delle locandine più belle degli anni '80
  • Curiosità Buiomega71 • 5/10/16 19:27
    Pianificazione e progetti - 22311 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ( "Lunedì cinema!", 4 giugno 1990) di La visione del sabba: