LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
PAPIRO DAVINOTTICO INSERITO IL GIORNO 5/10/06
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Deepred89 21/06/07 20:44 - 3268 commenti

I gusti di Deepred89

Filmaccio veramente inguardabile. Gli attori (se si esclude il discreto Giorgio Ardisson) sono veramente osceni: mai visto volti così inadeguati per un film horror. La regia è dilettantesca, il montaggio incredibilmente approssimativo e la fotografia mediocre. Inoltre, per tutta la durata, non accade assolutamente niente e i dialoghi fanno spesso accapponare la pelle. Il sangue ovviamente è assente e purtroppo latita pure l'ironia involontaria. Mediocre colonna sonora di Cipriani, in parte riciclata. Da evitare come la peste.

Cotola 13/03/08 23:35 - 7444 commenti

I gusti di Cotola

Incredibile film che raggiunge livelli di grottesco e di ridicolo involontario assolutamente inauditi. Il merito, si fa per dire, è di una regia dilettantesca, di autori assolutamente ridicoli e di una sceneggiatura delirante, caratterizzata da una totale ed assoluta vacuità, il cui pezzo forte sono dei dialoghi semplicemente impresentabili (alcuni dei quali meritano di entrare di diritto negli annali del trash).

Ciavazzaro 25/04/08 12:41 - 4758 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Le mie parole saranno considerate dai più un eresia, ma il seguente film non l'ho trovato così orrendo come molti affermano. Nel cast possiamo trovare alla sua ultima partecipazione la bella Beba Loncar e Ardisson. Il prologo è inquietante e il film nella sua interezza scorre abbastanza bene, a parte due o tre salti un po' troppo violenti. In sintesi un discreto gotico che merita la sufficienza.

Daidae 25/03/09 00:26 - 2726 commenti

I gusti di Daidae

Cosa è questa roba? Uno dei film più brutti mai girati da un regista davvero poco dotato come Ausino. Attori inguardabili (solo Ardisson si salva), scene ridicole, trama pessima e battute da brivido. Persino per un appassionato di film dell'orrore sarà difficile trovare qualcosa di decente in questa porcheria. Zero assoluto.

Tomastich 21/06/09 16:10 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Alla pari della la serie "Lucio Fulci presenta" e La croce dalle sette pietre, questo film di Carlo Ausino (in passato autore di scalcinati polizieschi come Torino violenta) si presenta come un clone dei film sulle case maledette. Naturalmente il tutto corredato da un cast di professionisti dell'orrore e in questo caso dell'orrido.

Homesick 22/11/10 14:12 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Già artefice di scadenti polizieschi subalpini, Ausino non fa di meglio neppure in un horror su case maledette presidiate dal misterioso custode di turno e convenzionale corredo di incubi, voci medianiche, apparizioni. Predomina il dilettantismo tecnico-artistico, sebbene il cruento antefatto, il pre-finale vagamente visionario e la location torinese salvino a stento il film dal disastro completo. Loncar e Grapputo alla loro ultima fatica, Ardisson telegrafico e Lombardi in vena di stupri come ne La ragazza del vagone letto; Cipriani scopiazza le arie da lui stesso composte per Solamente nero.

Max92 14/10/11 19:30 - 104 commenti

I gusti di Max92

Acclamato negli ultimi anni come l'"inventore" dei b-movies, Carlo Ausino nella sua modesta avventura cinematografica (solo 6 film, tutti realizzati con budget risicatissimi) non riuscì mai a dimostrare le corde del suo talento. "La villa delle anime maledette", il suo film più conosciuto, è poverissimo e recitato veramente da cani (nonostante la presenza di attori come Aumont e Beba Loncar). Assurdi i dialoghi della sceneggiatura, ma perfetta e decisamente inquietante la location, immersa in una Torino uggiosa e tenebrosa: di grande fascino.

Myvincent 18/09/14 11:27 - 2520 commenti

I gusti di Myvincent

Una malefica villa sarà terreno di scontro all'ultimo sangue fra i tre giovani che la erediteranno. In sintesi: gli interpreti sono a dir poco inappropriati, alcuni punti nodali della sceneggiatura suonano assurdi, mentre Torino appare come una location per nulla terrorizzante. Il vero mistero è come abbiano partecipato al progetto Jean-Pierre Aumont e il musicista Stelvio Cipriani. Valido solo per i maniaci dell'horror di serie C...

Tarchetti 18/11/14 13:01 - 34 commenti

I gusti di Tarchetti

Un Ed Woodiano Carlo Ausino gira una perla dell'horror b-movie italiano. Ingredienti: 1 cast ai minimi termini (Ardisson, intramontabile presenza del cinema di genere italiano, Beba Loncar qui al suo ultimo film, Aumont attore con un curriculum di tutto rispetto) oltre a pochi altri caratteristi di contorno; 2 location risicate: la villa (che però è stupenda), pochi esterni deserti. Il risultato è comunque un cultissimo che scorre, anche se il mistero qui è svelato sin dall'inizio, fino al finale consolatore. Cinque pallini per il culto.
MEMORABILE: La bellissima villa dove si svolge la vicenda.

Ronax 29/11/14 23:14 - 897 commenti

I gusti di Ronax

Città del mistero per eccellenza, Torino meritava omaggio migliore di questo horror di serie z - giusto perché l'alfabeto non prevede lettere successive - girato con rara insipienza da Carlo Ausino sulla base di un soggetto di sconsolante povertà e di una sceneggiatura scombinata, condita da dialoghi inascoltabili. A ciò si aggiunge la prova pietosa del cast, che vanta incredibilmente nomi rispettabili come Ardisson, Aumont, la Loncar e la Grapputo, le quali non potevano chiudere nel modo peggiore la loro carriera cinematografica.

Lucius 11/06/15 00:59 - 2819 commenti

I gusti di Lucius

Un inquietante, elegante film gotico (ambientato in una villa maledetta, teatro di un morte), ricco di suggestioni non tanto esplicite quanto sussurrate. Ausino gioca la carte dell'assenza di sangue e il risultato non delude grazie a una sceneggiatura impregnata di suspense e richiami al passato. Ancora una volta Torino al servizio di un horror demoniaco. Argentiano, con un suo perché. Cosa accade in quella villa?

Gabigol 2/01/19 10:21 - 411 commenti

I gusti di Gabigol

Improbabile horror gotico, in quel di Torino, in cui tutto sembra improvvisato: regia, fotografia e montaggio; aggiungiamoci un'evidente penuria di mezzi e la frittata parrebbe fatta. Un paio di domande che rimarranno irrisolte eternamente: il custode cosa stava a custodire in quella casa? Le presenze che muovono le lenzuola e spiano appartati chi sarebbero, giacché la progenie maledetta numero sette corrisponderebbe ai quattro sciagurati riuniti nella villa?
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Ciavazzaro • 25/04/08 19:46
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Due curiosita' sul doppiaggio In primis questo e' uno dei pochi film italiani,che nei titoli di coda riportano il nome dei doppiatori,in questo caso: Jean Pierre Aumont:Pino Locchi Beba Loncar:Vittoria Febbi Annarita Grapputo:Serena Verdirosi In secundis il doppiaggio e' dato da una curiosa collaborazione tra una cooperativa minore,e la gloriosa C.D. (cooperativa doppiatori) che fornisce i tre doppiatori qui sopra citati.
  • Homevideo Herrkinski • 5/10/09 16:14
    Scrivano - 2291 interventi
    Fascetta originale della VHS Broadcast:
    Ultima modifica: 6/10/09 11:42 da Zender
  • Homevideo Undying • 6/10/09 20:38
    Scrivano - 7634 interventi
    Purtroppo rimane, ad oggi, anche l'unica edizione Home Video italiana. Tra l'altro difficile da reperire...
  • Curiosità Ciavazzaro • 2/12/09 16:19
    Vice capo scrivano - 5596 interventi
    Scheda di doppiaggio: Pino Locchi:Jean Pierre Aumont Vittoria Febbi:Beba Loncar Serena Verdirosi:Annarita Grapputo L'avvocato è doppiato da Gianni Marzocchi Il medium è doppiato da Sandro Iovino Gennaro è doppiato da Gianfranco Bellini Jean-Claude è doppiato da Sergio Fiorentini Il portiere è doppiato da Michele Gammino
  • Musiche Zender • 4/02/11 07:39
    Consigliere - 43542 interventi
    Fa notare Blazer00: Durante il funerale in sottofondo si sente una musica che riprende il motivo di "zombi" dei Goblin, probabilmente una ricopiatura spudorata, mentre i suoni di sottofondo nei momenti di mistero sono presi in presito dal Triangolo delle Bermude di René Cardona Jr.
  • Musiche Deepred89 • 4/02/11 09:51
    Comunicazione esterna - 1426 interventi
    Vidi La villa delle anime maledette un po' di anni fa ma ricordo chiaramente che era riciclata anche parte della soundtrack di Un'ombra nell'ombra. Quindi adesso mi viene il sospetto: non è che la colonna sonora di Un'ombra nell'ombra (che a sua volta riprende alcuni passaggi da Solamente nero) riproponga alcuni brani del Triangolo delle bermude? E che magari si tratti proprio nei brani presenti nella Villa? Purtroppo il Triangolo l'ho visto davvero troppo tempo fa, quando nemmeno sapevo chi fosse Cipriani, quindi non ricordo...
  • Homevideo Buiomega71 • 16/10/11 14:07
    Pianificazione e progetti - 21732 interventi
    L'unica non credo proprio. La prima edizione fu della mitica Gvr.
    Ultima modifica: 16/10/11 14:18 da Buiomega71
  • Homevideo Mco • 16/10/11 19:54
    Scrivano - 9642 interventi
    Confermo!! Mitica (e ricercata) la General Video del film di Ausino
    Ultima modifica: 21/01/17 11:03 da Zender
  • Discussione Zender • 10/06/15 07:53
    Consigliere - 43542 interventi
    Cancellato. Reinseriscilo pure.
  • Homevideo Buiomega71 • 21/01/17 10:45
    Pianificazione e progetti - 21732 interventi
    Direttamente dalla collezione privata di Buiomega71, la vhs General Video:
    Ultima modifica: 21/01/17 11:02 da Zender