La tempesta del secolo (3 puntate)

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Titolo originale: Storm of the century
Anno: 1999
Genere: fiction (colore)
Note: Aka "La tormenta del secolo". Scritto da Stephen King.
Papiro: cartaceo

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Red Dragon 26/03/07 00:56 - 125 commenti

I gusti di Red Dragon

Rispetto a Rose Red qui si respira aria di capolavoro. Peccato che il regista si sia buttato via così... A parte gli scherzi, questa tempesta non spazza via tutto ma qualche scossa la assesta vigorosa. Colm Feore copre bene il ruolo del misterioso flagello che giunge nell'isoletta felice e tutto sommato il mistero che persiste a lungo crea un'atmosfera accattivante. Peccato per qualche lungaggine di troppo e un pòo' di ridondanza negli eventi, ma il prodotto finale è tutt'altro che malvagio.

Enzus79 23/11/08 10:41 - 2284 commenti

I gusti di Enzus79

Forse è una delle migliori idee di Stephen King ma è, purtroppo, portata male sullo schermo. L'inizio è pesante e la storia decolla quando il cattivo comincia a rapire ed uccidere gli abitanti dell'isola. Gli attori sono tutti di bassa-media caratura (escluso forse il cattivo).

Rickblaine 23/11/08 12:10 - 635 commenti

I gusti di Rickblaine

Film che trasmette suspense nella giusta dose. Horror Kinghiano che trascorre lento, ma in modo affascinante da non farti chiudere occhio... prosegue facendoti aprire la bocca e rimanere senza saliva. Peccato che questo accada solo la prima volta. Una volta che si sa la fine, diventa noioso.
MEMORABILE: il suicidio di massa

Ciavazzaro 30/07/09 12:37 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

L'atmosfera non funziona come dovrebbe ed è un peccato, perché il risultato poteva essere molto più interessante. Si può citare il primo omicidio, ma poi il film perde colpi e diventa abbastanza prevedibile, o perlomeno senza troppo ritmo. Evitabile.

Brainiac 28/07/09 18:21 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Terzo capitolo dell'ideale (e immaginario) "trittico contro l'insonnia" che è la produzione Tv basata sulle opere del "Maestro" King. Insieme a Rose red e a I langolieri, infatti, questo film potrà garantirvi ore di prezioso sonno (purtroppo privo di incubi). Rispetto ai già citati, lentissimi film Tv, questo "Storm of the century" vanta una fotografia bluastra e un ritmo non così estenuante che lo fa apprezzare. Il punto debole è il "cattivo" della situazione, che incute poco timore. Tutto sommato mi è piaciuto, ha un suo fascino gradevolmente soporifero.
MEMORABILE: "Guarda il continente, quando non si vede più è ora di rientrare... e quando non si vede più neanche il faro, allora bisogna correre."

Daniela 31/07/09 08:30 - 11444 commenti

I gusti di Daniela

Colm Feore ha proprio una bella faccia da cattivo, di quelli che sanno essere minacciosi con solo sguardo, mentre Tim Daly ha una credibile faccia da buono, di quelli tormentati, però anche loro - pur svettando in mezzo alle mezze calzette che li circondano - appaiono sottotono, spenti, in questo lunghissimo, barbosissimo adattamento da King. Complice un ritmo lasco, il gelo, invece di raddoppiare i brividi, favorisce l'intorpidimento delle membra, mentre cala la palpebra e l'allarga lo sbadiglio. Poche scene da salvare in 4 ore di noia

Galbo 17/06/11 05:56 - 11852 commenti

I gusti di Galbo

Miniserie televisica scritta da Stephen King, presenta la situazione narrativa classica dello scrittore americano, quella cioè della piccola comunità sconvola dall'arrivo di un particolare ed inquietante personaggio. La storia è intrigante, ma la lunghezza eccessiva e una sceneggiatura non impeccabile smorzano un pò troppo la tensione anche se in alcuni punti grazie anche alla buona interpretazione di Colm Feore si fa qualche "balzo sulla sedia". Bella l'ambientazione.

Rufus68 13/07/17 20:31 - 3541 commenti

I gusti di Rufus68

Il film è mediocre, ma proprio tale discutibile qualità permette sia di mantenere il ritmo senza vistosi cedimenti sia di ricalcare con fedeltà lo stile torrenziale di Stephen King. Gli attori, coerentemente, non brillano, barcamenandosi dignitosamente (non sfugge alla regola il cattivo a cui basta ogni tanto digrignare una dentiera guasta). Regia in accordo con quanto detto: corretta e priva di sorprese.

Rigoletto 2/06/17 21:21 - 1714 commenti

I gusti di Rigoletto

Un po' horror, un po' fiabesco; di sicuro Baxley poteva fare di più tenendo lo spettatore sulla corda della tensione e spingendo sul lato onirico. Anche la durata meritava, anzi necessitava, di maggiori cambi di ritmo che il regista non ha saputo imprimere. Il cast trova le sue punte più aguzze nel protagonista e nell'antagonista mentre gli altri sono solo sufficienti. Non mi è dispiaciuto, lo rivedrei volentieri.
MEMORABILE: "Datemi quello voglio e io me ne andrò".

Belfagor 8/11/17 19:46 - 2653 commenti

I gusti di Belfagor

Una sordida città tenuta sotto scacco da un mostro? Già visto in "It". L'eroe costretto a convivere col cattivo in mezzo alla neve? Ci aveva già pensato "Misery". La derivatività di questa sceneggiatura firmata da King non sarebbe un grosso problema, se almeno fosse la base di una storia avvincente; invece lo svolgimento è lineare e spudoratamente sbilanciato a favore di un cattivo che, nonostante la buona interpretazione di Feore, non colpisce a causa di un conflitto pressoché assente. Nessun brivido di paura, solo molto torpore.

Debrah Farentino HA RECITATO ANCHE IN...

Rebis 19/02/21 20:59 - 2178 commenti

I gusti di Rebis

Una delle migliori miniserie tratte da King, questa volta da una sceneggiatura originale pubblicata come tale. Se si è disposti a sorvolare su alcuni limiti oggettivi dovuti a un budget inadeguato (la distruzione del faro è un pessimo accrocchio tra modellini e CGI) e sulle solite kinghiate (il vero aspetto di Linoge, il sogno con i bimbi a volo d'uccello...), regala un'atmosfera avvolgente e implacabile. Colm Feore, senza trucco e parrucco, mette davvero i brividi. Il ritmo lento e analitico, invita a una visione dilazionata. Evitare il binge watching e il doppiaggio italiano.

Von Leppe 18/03/21 12:53 - 1141 commenti

I gusti di Von Leppe

Su un'isola al largo del Maine si avvicina una tempesta di neve e insieme a essa arriva uno sconosciuto che conosce gli scheletri nell'armadio degli abitanti della piccola comunità che vi abita: ottimo spunto; lo svolgimento però non è dei migliori, causa anche attori non tutti all'altezza ed effetti a volte scadenti. Tuttavia questo prodotto televisivo tratto da Stephen King si fa seguire con un certo interesse per tutte le tre puntate fino ad arrivare a un finale che comunque soddisfa. Colm feore è piuttosto azzeccato come cattivo, specie nella sua versione antica.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Buiomega71 • 13/12/12 19:32
    Pianificazione e progetti - 23908 interventi
    Zender, sia nella scheda della tempesta del secolo, sia in quella di Rose Red, il nome del regista e scritto Craig Baxley, mentre in realtà e Craig R. Baxley

    Infatti, entrambe, non compaiono nella lista davinottica di ricerca del regista di Arma non convenzionale
    Ultima modifica: 13/12/12 19:32 da Buiomega71
  • Discussione Zender • 13/12/12 19:44
    Pianificazione e progetti - 45701 interventi
    Ok, grazie. Ma tra l'altro Rose red è 3 puntate o 4? Imdb dice tre, ma nel riassunto finale scrive "4 parts". Mah...
  • Discussione Buiomega71 • 13/12/12 19:48
    Pianificazione e progetti - 23908 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ok, grazie. Ma tra l'altro Rose red è 3 puntate o 4? Imdb dice tre, ma nel riassunto finale scrive "4 parts". Mah...

    Io ho la vhs Warner divisa in due parti (due vhs), con la prima e la seconda parte.

    Non saprei come e stato trasmesso in tv a dire il vero...
    Ultima modifica: 13/12/12 20:00 da Buiomega71
  • Discussione Mco • 13/12/12 23:26
    Scrivano - 9918 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Ok, grazie. Ma tra l'altro Rose red è 3 puntate o 4? Imdb dice tre, ma nel riassunto finale scrive "4 parts". Mah...

    Mi permetto di rispondere io, avendo la registrazione di Rose Red in archivio, direttamente da Rai Due.
    Fu mandata in onda in 2 puntate (1 e 2 settembre 2004).