La rivolta delle ex

Media utenti
Titolo originale: Ghosts of Girlfriends Past
Anno: 2009
Genere: commedia (colore)
Numero commenti presenti: 7

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 14/08/09 DAL BENEMERITO GALBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Galbo 14/08/09 07:14 - 11343 commenti

I gusti di Galbo

Connor Mead, noto fotografo allergico all'istituzione del matrimonio, torna nella casa di famiglia per le nozze del fratello minore. Qui farà i conti con il suo passato. Commedia romantica non particolarmente originale, "La rivolta delle ex" è basata su caraetteri e personaggi alquanto stereotipati (compreso un finale molto prevedibile). La buona confezione d'insieme e la simpatia degli interpreti (compreso un divertente Michael Douglas) lo rende tuttavia piuttosto gradevole.

Renato 16/10/09 11:51 - 1533 commenti

I gusti di Renato

Variazione un po' loffia su un tema comunque sempre gradevole. Lui è un fotografo cinico e sciupafemmine, ma solo perché ha tanto sofferto in passato (certo, come no); lei è perdutamente innamorata di lui da tipo 25 anni... insomma ci siamo capiti. Un film piatto, però Douglas un paio di risate riesce a strapparle e in colonna sonora si può ascoltare "Keep on loving you" dei Reo Speedwagon. Aggiungo solo che considero i segni del tempo sull'incantevole viso della Garner una vera e propria ingiustizia.

Stefania 9/09/10 02:37 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Così come in "Canto di Natale" di Dickens l'avaro Scrooge si redime dopo essere stato visitato da tre fantasmi (Natale presente, passato e futuro), così l'impenitente dongiovanni Connor si redime grazie ai fantasmi delle fidanzate passate, presenti e future! Un riferimento letterario esplicito, molto ben adattato, regala una forma narrativa inconsueta ad una classica commedia romantica. E Michael Douglas nel ruolo di spirito guida impreziosisce il tutto. C'è voluto il fantasma di Dickens per suggerire agli scriptwriters hollywoodiani un modo nuovo per raccontare una storia non nuova!

Didda23 3/10/12 09:11 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Nonostante l'opera reinterpreti per la miliardesima volta il lavoro letterario di Dickens, non si può dire che il risultato finale sia da buttare via. La confezione, come prevedibile, è curata anche se il buon Waters non aggiunge il proprio tocco registico. Pur trattandosi di romanticismo sdolcinato e superficiale, si riesce a sorridere. Buona la prova del cast, soprattutto quella di un insolito Michael Douglas.

Jandileida 29/12/12 22:31 - 1246 commenti

I gusti di Jandileida

Il mitico Matthew nell'ennesima rivisitazione del "Canto di Natale" di Dickens: nonostante quello che potrebbe sembrare uno spunto liso e con ormai pochissimo da dire, il film invece sorprende per freschezza narrativa e capacità di sfruttare al meglio gli spunti più divertenti del racconto adattandoli alla storia dello scapolone impenitente. E anche la citofonatissima storiellina d'amore è mantenuta nei limiti del sopportabile. Douglas nella parte dello zio maestro di vita regala alcuni momenti veramente spassosi. Per il genere, non male.

Belfagor 16/11/13 11:22 - 2621 commenti

I gusti di Belfagor

Un impenitente dongiovanni riceve una dickensiana lezione dai "fantasmi" delle sue ex-fidanzate. Nonostante lo spunto letterario sia interassante, il film lo declina nei modi più banali della commedia romantica, senza mai puntare in alto. Da apprezzare, comunque, la prova della Garner (che conferisce personalità a una storia d'amore altrimenti piatta) e del divertente Douglas.

Daniela 15/01/20 10:50 - 9214 commenti

I gusti di Daniela

Film assai convenzionale vista per completismo scroogesiano, dato che si tratta di una trasposizione in chiave moderna del Canto di Natale di Dickens con una significativa variante: al posto di un vecchio banchiere avaro, un giovane fotografo sciupafemmine che le spettrali apparizioni dovranno mettere in guardia sulle conseguenze della sua vita con tanto sesso e nessun vero amore. Lui è l'inconsistente McConaughey del periodo delle commedie leggerine, il "vero amore" Gardner di non trascinante simpatia, per cui Douglas vince facile con il suo zio porcellone dispensatore di cattivi consigli.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.