La rapina perfetta

Media utenti
Titolo originale: The Bank Job
Anno: 2008
Genere: thriller (colore)
Note: Film basato su una vera rapina in una banca di Londra nel 1971.
Numero commenti presenti: 21

LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 26/01/10 DAL BENEMERITO SAINTGIFTS
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Saintgifts 26/01/10 23:04 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Cosa si può scatenare se una principessa della Reale Casa inglese fa sesso e viene fotografata? Non è la solita rapina in un caveau superblindato ma che non resiste a una lancia termica, è qualcosa che tira in ballo tutta la polizia inglese, servizi segreti compresi, il Governo e la Casa Reale. Film coinvolgente dove la tensione è sempre alle stelle. Gli interpreti sono giusti, la regia è una delle migliori di Donaldson e la colonna sonora fa il suo dovere. Cosa abbastanza insolita il cattivone è un uomo di colore.

Supercruel 27/01/10 12:36 - 498 commenti

I gusti di Supercruel

Un gruppo di amici, con qualche piccola esperienza di furto alle spalle, tenta il colpo della vita. Si ritroveranno in un gioco più grande di loro, tra interessi politici, economici e corruzione ad alti livelli. Tratto da una storia vera, The Bank Job (produzione tutta inglese) è un film sobrio, compatto, ben recitato e abbastanza coinvolgente. Niente per cui gridare al miracolo, ma si arriva alla fine senza sbadigli e piuttosto soddisfatti. Bene Jason Statham in un ruolo molto meno cafone del solito.

Magnetti 8/11/10 11:11 - 1103 commenti

I gusti di Magnetti

Proprio una bella sorpresa. Senza gridare al miracolo, mi sono trovato di fronte a un film interessante, intrigante e originale. Non la solita rapina alla americana (genere che comunque non disdegno) ma una apprezzabile variante all'inglese grazie al bel lavoro del regista, degli sceneggiatori e della fotografia. Lo spunto è una storia vera: un gruppo di ladri che svaligiando un caveau aprono il cd "vaso di pandora" e qui mi fermo per evitare anticipazioni. Consigliato.
MEMORABILE: La tortura al piede con fiamma ossidrica.

Didda23 8/12/10 14:23 - 2282 commenti

I gusti di Didda23

Prima della visione avevo davvero pochissime aspettative, ma alla fine della visione sono rimasto davvero soddisfatto, perché pur trattando di un tema classico, quello della rapina, lo sceneggiatore è riuscito ad inserire elementi interessanti (corruzione, politica) che rendono la pellicola godibile. In conclusione il prodotto è ben confezionato: la regia non regala colpi di scena ma è garbata e i personaggi sono credibile. Non è un ottimo film, ma tutto sommato è da vedere.

Daniela 11/01/11 09:38 - 9222 commenti

I gusti di Daniela

Per mettere le mani su alcune foto compromettenti per la famiglia reale custodite nel caveau di una banca , il servizio segreto inglese organizza sotto copertura una rapina da parte di un gruppo di criminali di mezza tacca, ma nel caveau ci sono altre cose destinate a restare segrete, e così tutto si complica. Buon film che dopo una prima parte piuttosto tradizionale, sterza nel post-colpo verso i territori del pulp, ma senza eccessi, in un riuscito mix fra politica/sesso/affari. Cast di facce giuste, con Statham più contenuto del solito.

Galbo 7/01/12 16:21 - 11344 commenti

I gusti di Galbo

Gradevole "heist movie", diretto dal veterano Roger Donaldson. Tratto da una vicenda realmente accaduta, il film mette in scena una rapina in una banca condotta con un doppio scopo. Il film si avvale di una buona ricostruzione ambientale (la Londra dei primi anni '70), è diretto con un buon ritmo e può contare su un gruppo di attori convincenti, a partire da Statham, qui in uno dei suoi ruoli migliori. Da recuperare.

Cif 8/05/11 19:17 - 272 commenti

I gusti di Cif

Lo spunto originale non è proprio il massimo dell'originalità, però man mano che si dipana la vicenda acquista in freschezza, schivando abilmente luoghi comuni e situazioni scontate. Il ritmo è alto, non arriva alla frenesia tarantiniana però funziona, mescolando il pathos dei protagonisti all'incoscienza dei rapporti d'amore - sempre sotto traccia - di due dei protagonisti ad azione pura ed imprevedibile. Piacevole action lontano dall'americanata imperante e con un pizzico di dialoghi da commedia inglese. 3 palle.

Nando 4/06/11 20:54 - 3458 commenti

I gusti di Nando

Ispirato da un fatto realmente accaduto, il film narra le vicende di un gruppo di scadenti ladri alle prese con un colpo in cui sono invischiati i servizi segreti britannici. Un discreto intreccio ben coadiuvato da un cast eterogeneo che mostra una prima parte preparativa ed una seconda sicuramente più accattivante. La Burrows trasuda fascino inquietante.

Gestarsh99 8/03/12 20:24 - 1315 commenti

I gusti di Gestarsh99

Che banche, quelle della Londra del '71! Custodi non di belle ricchezze da ostentare bensì di brutte miserie da occultare: segreti disdicevoli, foto compromettenti, magagne illecite e tutta una ragnatela di sporchi affari tra polizia corrotta, mondo del porno, servizi segreti, giri di bordelli, attivisti politici ed esponenti troppo libertini della casa reale. Con sbeffeggiante precisione, Donaldson stringe i suoi insetti in un complesso intrico di ricatti e controricatti, di alleanze e contro-alleanze, esibendosi nel suo miglior spy-thriller, solido anche grazie alla professionalità di Statham.
MEMORABILE: Lo stupendo parco auto d'epoca sfoggiato durante tutto il film: Jaguar, Bentley, Rover, Bmw, Chevrolet e Mercedes.

Matalo! 9/03/12 12:35 - 1368 commenti

I gusti di Matalo!

Passabile ma senza voli. Piacevole dopocena con un finale un po' melodrammatico (il rinvenimento dell'amante/spia dello scrittore attivista). Però almeno Statham mena di meno e recita anche un po'. Modernariato un po' stucchevole ma non così strabordante, ma gli anni 70 non si percepiscono. Lintern è un quasi sosia del Connery dei 60. Uno di quei film che non voglion esser altro che un prodotto medio con qualche punta ma che cavalcano tiepidamente gli eccessi stilosi della propria contemporaneità. Saffron Burrows è semplicemente stupenda...

Pigro 22/06/12 08:47 - 7733 commenti

I gusti di Pigro

Una banda di rapinatori manovrata dallo spionaggio e bersagliata da criminali ben peggiori: un bel plot, ispirato liberamente a una storia vera e raccontato con una buona ricchezza di spunti e un ritmo incalzante e compatto, in cui la molteplicità degli intrecci esalta la tensione e il godimento dello spettatore. Ma il gusto vero sta nella perfidia con cui il film disegna una presunta “buona società” piena di indecenti scheletri nell’armadio, tra sesso e corruzione, che rendono i “soliti ignoti” dell’East London quasi un gruppo di angioletti.

Guru 2/06/14 11:31 - 348 commenti

I gusti di Guru

Film su una rapina realmente accaduta. Buone la sceneggiatura e le luci. Le sfumature intelligenti e ben rappresentate incuriosiscono lo spettatore. Anche la fotografia punta a esaltare la parte più difficile del film (quella dentro il caveau) e immortala aspetti comunque poi determinanti della storia. La regia e le interpretazioni non deludono.

Ruber 16/07/14 17:32 - 662 commenti

I gusti di Ruber

È probabilmente il miglior action sul tema rapine che abbia mai visto. Girato veramente bene, con un cast eccellente e una regia da manuale di Donaldson, maestro in questo genere che avevo già apprezzato nel remake di Getaway. Nella sceneggiatura Donaldson è stato certamente molto aiutato dal fatto di cronaca del 1971 su cui si basa il film, ma è riuscito ad allestire un film che non è la solita mera cronaca dei giornali dell'epoca. Nel cast su tutti volano la sexy Burrows e Statham. Ricatti, alleanze e soldi per un eccellente thriller.

Vitgar 27/07/14 11:35 - 586 commenti

I gusti di Vitgar

Scandali della casa reale, politici sado-maso, vertici della polizia corrotti... questo è il vaso di Pandora che una improvvisata banda di rapinatori di banca scoperchiano. Bello questo thriller anche perché inconsueto nella trama e nel finale. Buona sceneggiatura, non ha momenti vuoti o lungaggini inutili. Il cast non ha stelle di prima grandezza ma tutti rendono bene nella loro parte. Forse un po' troppa musica di sottofondo.

Nicola81 23/07/14 22:42 - 1925 commenti

I gusti di Nicola81

La prima parte è intrigante, quella conclusiva addirittura elettrizzante. Una rapina in banca (realmente avvenuta) diventa il pretesto per mostrarci un insolito spaccato di Inghilterra fatto di crimine, pornografia, politici viziosi, corrotti, che non risparmia nemmeno la Casa Reale. Donaldson dirige con ritmi perfetti una storia parecchio intricata e al tempo stesso plausibile, senza propinarci quelle spacconate che affliggono gran parte del più recente cinema action. Cast senza stelle ma decisamente in parte. Una vera sorpresa!

Kinodrop 22/08/14 13:56 - 1462 commenti

I gusti di Kinodrop

Lavoro piuttosto pretenzioso che vorrebbe ricostruire un fatto di cronaca degli anni '70 ma con tutte le distorsioni e i cliché riferiti a quel periodo storico. Svolgimento confuso che mescola troppe vicende e sottovicende, diluendo sia l'interesse che la suspance. Che si rifaccia a un fatto reale o meno poco importa, visto che quello che conta alla fine è la narrazione; il ritmo e la recitazione sono molto standard a tremendamente televisivi. Non entusiasma e delude nella conclusione; sulle rapine in Inghilterra si è visto di meglio.

Furetto60 15/07/15 07:45 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Solido thriller liberamente tratto da una rapina realmente avvenuta nel 1971 a Londra. Ben caratterizzati i numerosi personaggi, il film ingrana la quarta dopo il colpo, già di per sé interessante nella sua meccanica, rivelando una trama intrecciata e un ritmo incalzante. Statham è qui in uno dei suoi ruoli migliori. Bella la ricostruzione ambientale d'epoca.

Lythops 4/02/16 07:36 - 972 commenti

I gusti di Lythops

Per affrontare film che trattano di rapine, per quanto tratte da storie vere, bisognerebbe avere qualcosa da dire, se non altro perché il genere ha precedenti illustri o quanto meno dignitosi e andrebbe trattato con rispetto. Donaldson fa invece affidamento su bellone patinate di turno, dialoghi di una banalità sconcertante, e... Londra, l'unica a recitare decentemente. Negli uffici dei servizi manca solo Moneypenny, come qualsiasi tensione che un commento musicale tutto sommato ben scritto cerca inutilmente di suscitare. Credibilità zero.

Il ferrini 22/12/16 00:38 - 1665 commenti

I gusti di Il ferrini

Notevole commedia-thriller dal ritmo e dal montaqggio forsennato: non c'è un'inquadratura che superi i 3 secondi. Il tunnel per raggiungere il caveau non è certo una primizia (Ladykillers, Criminali da strapazzo) però stavolta la posta in gioco, quella che conta davvero, non è il denaro ma qualcosa che vale molto di più e a cui sono in molti a essere interessati. Attori in parte, regia dinamica, dialoghi brillanti, un film che scorre via davvero piacevolmente. Ottimo.

Rambo90 4/01/17 22:41 - 6317 commenti

I gusti di Rambo90

Heist movie che prende qualcosina in prestito anche dai primi film di Guy Ritchie, in particolare lo stile, soprattutto all'inizio un po' ridanciano, che poi fa strada rapidamente alla serietà tra inganni e imprevisti. Statham eccelle su un cast in parte, in cui si fa notare anche Suchet/Poirot in un ruolo insolitamente laido. Bella la ricostruzione londinese anni 70 e azzeccata la colonna sonora. Qualche caduta nel ritmo qui e là, ma nel complesso gradevole.

Puppigallo 16/11/17 23:21 - 4499 commenti

I gusti di Puppigallo

Thriller, che dà tutto nella seconda metà, dove pur di non far scoppiare un tremendo bubbone da perdita della faccia, qualsiasi mezzo diventa lecito, ricatto, tortura e omicidi a sangue freddo compresi. Gli attori danno una buona mano per determinare la riuscita di questa pellicola, dove esseri umani dei più svariati generi (vermi, politicanti, psicopatici, servitori, individui dotati e privi di coscienza) si alternano nel pericoloso balletto, dall'incerto risultato, visti i vari colpi e colpetti di scena. Niente di eclatante, ma ha la dote di aver ricostruito vivacemente un fatto reale.
MEMORABILE: L'effetto domino causato dalle foto; Il protagonista si sfoga sugli aguzzini dei suoi compagni.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Musiche Samuel1979 • 31/03/13 21:23
    Call center Davinotti - 2925 interventi
    Il brano dei titoli di testa è "Get it On" dei T Rex.
    Ultima modifica: 31/03/13 21:24 da Samuel1979
  • Homevideo Ruber • 16/07/14 17:36
    Compilatore d’emergenza - 8949 interventi
    Da noi purtroppo il br latita ancora e bisogna accontentarsi del semplice dvd della 01 oltretutto senza nemmeno uno straccio di extra, cosa parecchio deludente se si pensa che il film si basa su un fatto di cronaca realmente avvenuto.