LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 29/07/09 DAL BENEMERITO STEFANIA
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stefania 29/07/09 11:58 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Angela vive imprigionata da disturbi ossessivi-compulsivi ed è insensatamente innamorata di un insegnante di musica che conosce solo di vista e che si guarda bene dall'avvicinare. Un caso difficile, ma dove la psicanalisi fallisce forse il destino può dare una mano... Certi passaggi narrativi sono un po' forzati, troppo studiati alcuni dialoghi, però il film ha il merito di affrontare i temi della nevrosi e dell'incomunicabilità senza pesantezze o tinte fosche, anzi con equilibrio, leggerezza, persino un po' di soave ironia!
MEMORABILE: Il cammeo di Gerard Depardieu come innamorato immaginario di una paziente della clinica.

Nando 11/01/11 12:33 - 3541 commenti

I gusti di Nando

Una giovane donna psicolabile vive difficilmente le sue nevrosi e s'innamora di un maturo insegnante di violoncello senza aver il coraggio di esternare il proprio amore. Una narrazione rarefatta ma ben congegnata in cui si osserva un tratto delicato ed intimista. Valido il cast.

Galbo 13/01/11 11:04 - 11587 commenti

I gusti di Galbo

Film dalle atmosfere rarefatte, che ha per argomento la difficoltà d'amare da parte del personaggio principale, donna della numerose manie compulsive che finiscono per scandirne e segnarne marcatamente l'esistenza. La buona sceneggiatura effettua una pregevole caratterizzazione psicologica dei personaggi affidati ad interpreti capaci e sensibili. Buona la regia di Calopresti.

Paulaster 25/02/21 09:39 - 3094 commenti

I gusti di Paulaster

Nevrotica ma bisognosa d’amore si innamora a prima vista di un insegnante di violoncello. La pima parte affronta la voglia di relazione in maniera didascalica tra l’analista e i biglietti d’amore. Quando la sceneggiatura si concentra solo sul personaggio della Bruni Tedeschi i dialoghi son curati molto bene sottolineando il suo lato tra l’aggressivo e lo spaurito. Bentivoglio serve come controparte, anche se risulta fin troppo smemorato. Conclusione simbolica.
MEMORABILE: Il numero 11 da staccare dalla porta; L’equivoco con la violoncellista che si offende; Senza benzina.

Valeria Bruni Tedeschi HA RECITATO ANCHE IN...

Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Curiosità Macbeth55 • 19/03/11 10:18
    Galoppino - 100 interventi
    Nel film compare, nella parte di un paziente della Clinica, Mario Monaci Toschi, aiuto regista di Nanni Moretti e interprete di numerosi camei nei film di quest'ultimo.