La notte della cometa

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

I titoli di testa dicono “scritto e diretto da Thom Eberhardt”. Sul diretto non v’è evidentemente dubbio, sullo “scritto” invece il semiesordiente Eberhardt poteva perlolmeno citare come fonte d'ispirazione il celebre libro di fantascienza di John Wyndham “Il giorno dei trifidi”, vista la spudorata somiglianza: stessa l’idea della cometa che al passaggio acceca chi la osserva, medesimo il risveglio solitario del protagonista (qui la splendida Catherine Mary Stewart), che vagherà in una città desolata immerso tra l'altro in un'atmosfera identica a quella nella quale si trova Charlton Heston nel film 1975: OCCHI BIANCHI SUL PIANETA TERRA. Mescolando...Leggi tutto quindi Wyndham e Matheson (l'autore del libro “I vampiri” da cui è tratto il film con Heston), Eberhardt cerca di rinnovare vecchie idee inserendovi (ma solo in poche, sciocche scene) improbabili zombi al posto dei ciechi di Wyndham e dei vampiri di Matheson. Il risultato è avvilente: una regia piatta, che non propone mai inquadrature anche solo vagamente ricercate, un montaggio penoso e una sceneggiatura incredibilmente vacua affossano un film che non doveva proprio nascere, la cui unica forza è la bellezza tipicamente americana delle due sorelle protagoniste (la Bruna Stewart e la platinata Kelli Maroney). Le musiche di fondo, puro AOR a stelle e strisce, non sono nemmeno male, ma vengono utilizzate in contesti inadatti e sempre fuori luogo. Non essendoci poi le riflessioni sociali dei testi a cui NIGHT OF THE COMET fa riferimento (un po' le stesse dell' "Ombra dello scorpione" di Stephen King, per capirsi) manca davvero quel minimo di substrato che servirebbe a rendere credibile un'opera simile. Se questa è fantascienza moderna, allora è meglio tornare alla GUERRA DEI MONDI!
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Lercio 23/09/07 12:12 - 232 commenti

I gusti di Lercio

Una sceneggiatura pari a uno scolapasta, derivata da vari film tra cui 1975 Occhi bianchi sul pianeta Terra con Heston e Zombi di Romero. Le vicende seguono un filo comune caratterizzato dal delirio, i dialoghi sono completamente fuori contesto e stendiamo un velo pietoso per quanto riguarda il doppiaggio italiano. Il film è noioso, piatto, vi sono alcuni momenti interessanti, ma si lascia guardare per l'aurea trash che emana. Una visione la merita giusto per il delirio che lo caratterizza.

Undying 25/09/07 10:22 - 3839 commenti

I gusti di Undying

Low budget destinato (e buona grazia) a trovare la distribuzione italiana solo in Home Video (VHS Avo). Certo che, all'epoca, passava davvero di tutto: come questo incredibile guazzabuglio, ispirato dall'evento epocale della celebre cometa di Halley, di lì a due anni dalla "manifestazione" (1986) e che, per pura curiosità, in questo si apparenta allo Space Vampires di Tobe Hooper (1985). Per il resto il film di Thom Eberhardt s'ispira (malamente) al tema degli zombi ed al catastrofico mescolando il tutto ad un'ironia fuori luogo e mal gestita.

Herrkinski 22/09/08 19:53 - 5275 commenti

I gusti di Herrkinski

Bizzarro horror fantascientifico anni '80, con sprazzi di humour tipici del periodo. Diciamocelo, il film in sè è appena sufficiente, a causa di una sceneggiatura campata per aria, di una fotografia penosa, di effetti speciali abbastanza avvilenti e di attori di rara antipatia, ma per chi ha vissuto gli anni '80 (da bambino o da ragazzo perlomeno) è divertente rivivere l'atmosfera del periodo, ben sottolineata dalle musiche e dal look dei protagonisti. Qualche buona scena comunque c'è e l'atmosfera non è malaccio, ma è invecchiato molto male.

Brainiac 15/01/09 19:28 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Da ripetute visioni su scalcinate televisioni private, nelle ore più disparate della notte, nella fascia d'età che va dai nove ai dodici anni, ne conservavo un ricordo positivo. Rivedendolo, in effetti, è abbastanza divertente (versante demenziale-spinto), bizzarro (gli zombie parlano!) e trash (un po' di terra rossa su vestiti gettati in terra per descivere l'apocalisse!!!) da meritare almeno due pallini e un punto esclamativo di stima thrasologa, ma non un'altra visione (diciamo per i prossimi cinque anni) da quella che gli ho concesso pochi minuti fa.
MEMORABILE: "Non puoi telefonare a nessuno, perché non c'è rimasto più nessuno... Nessunooo!!!"

Tomastich 13/04/10 13:00 - 1216 commenti

I gusti di Tomastich

Un bel miscuglio di rip-off dai classici della fantascienza rende questa pellicola un prodottino interessante per i patiti di certe visioni fantastiche. Peccato per la piattezza dei dialoghi che non rendono giustizia ad una sceneggiatura quantomeno interessante. Finale ottimistico.

Gestarsh99 21/08/10 20:51 - 1334 commenti

I gusti di Gestarsh99

Trasposizione ottantiana low-budget (ma very very low) del romanzo di Matheson "I am legend", o meglio può considerarsi una sottospecie di remake dello sciapo film di Sagal The omega man. La storia però non inizia in medias res (con l'ultimo superstite al mondo) ma con il passaggio di una cometa che riduce tutta la popolazione in polvere rossa. In pochi la scampano e dovranno vedersela con un nutrito gruppetto di "leucopi", parzialmente contaminati, desiderosi di fresco "sangre caliente". Pretestuosi rimandi a Zombi per una sciocchezza annacquata.
MEMORABILE: La scena della prova abiti, miserandamente ricalcata sul modello romeriano...

Kekkomereq 5/01/12 20:09 - 359 commenti

I gusti di Kekkomereq

Commedia horror per teenager in cui si respirano le atmosfere anni '80, con qualche zombi e un po' di sparatorie. Tutto avviene in assenza di genitori, perché la cometa se li è portati via e i superstiti dovranno cavarsela tra attacchi di zombi e sequestri da parte di scienziati. La versione italiana del film è breve e potrebbe essere anche più breve senza una miriade di scene estese. Buona la cover di "Girls Just Want To Have Fun".

Mco 3/06/12 23:50 - 2157 commenti

I gusti di Mco

Ecco un filmetto che le nostre benemerite emittenti private mandavano in onda con regolarità nei "favolosi" anni novanta. Si tratta di un fantahorror che mescola anche qualche accenno di fantapolitica nel calderone di comete polverizzanti e zombizzanti. Le due protagoniste non perdono occasione per correre verso centri commerciali (Romero docet) a loro disposizione e si barcamenano tra non morti e paramilitari non ben identificati. Nostalgici ricordi, poco più...

Disorder 20/11/12 13:09 - 1410 commenti

I gusti di Disorder

Sorta di remake a basso costo di Occhi bianchi sul pianeta Terra, il film si segnala come uno dei post-apocalittici più anonimi e improbabili di sempre. Per la verità l’idea di fondo della cometa portatrice di morte non era malvagia, ma il film proprio non va: la trama è troppo esile e confusa, i personaggi poi sembrano assortiti in modo del tutto casuale. Dialoghi spesso da mani nei capelli per banalità e volgarità. Noioso e poco comprensibile, sicuramente da sconsigliare...

Pumpkh75 26/02/14 19:15 - 1335 commenti

I gusti di Pumpkh75

Gustoso biscottino anni 80, è un riuscito mix tra fantascienza, horror e commedia, sapientemente mescolati senza sproporzioni nocive. Da apprezzare la fotografia virata sul rossastro e lo sviluppo della trama, meno la sensazione che tutto sia un gioco divertito e anche un poco indolore. Rimangono impresse le due attrici protagoniste, meno la presenza, forzata e poco convinta, di qualche pseudo-zombi. Intrattenimento senza la minima pretesa.

Minitina80 18/04/16 08:39 - 2392 commenti

I gusti di Minitina80

Quelle quattro idee messe in fila che costituiscono il soggetto, esile e stiracchiato, sono prese in prestito qua e là, ma da sole non sono bastate a raggiungere la sufficienza per gravi carenze di scrittura. Non si riesce a capire dove voglia andare a parare a causa della inconsistenza conclamata dei dialoghi. Vale la pena ricordare l’atmosfera surreale di una Los Angeles completamente deserta e immersa in un cielo rosso.

Vito 12/10/16 07:39 - 665 commenti

I gusti di Vito

Post-apocalittico completamente demenziale e fuori di testa, con le immancabili canzonette anni '80. Le due protagoniste sbaragliano a colpi di mitra zombi, teppisti e governativi malvagi per poi andare a fare shopping in piena fine del mondo. Novanta minuti per staccare il cervello dalla realtà e farsi un mucchio di risate. C'è Geoffrey Lewis che fa il militare cattivo e Mary Woronov reginetta del trash ottantiano.

Jena 14/11/16 17:11 - 1216 commenti

I gusti di Jena

Divertente e bizzarro film apocalittico che si colloca un po' fuori dai soliti schemi. Qui arriva la fine del mondo ma i sopravvissuti sono delle scanzonate teenager che pensano più che altro a rifarsi il guardaroba, oltre che a mitragliare i cattivi. Il tutto condito da meravigliosa musica anni '80. Il film però non scade mai nella baracconata o nel demenziale, mantenendo una sua incredibile struttura interna. In definitiva funziona anche grazie ad alcuni scorci registici ben riusciti e alla bravura e bellezza della protagonista.
MEMORABILE: Alcune immagini della città deserta all'alba; La banda degli ex commessi del supermercato.

Cotola 14/01/17 11:22 - 7599 commenti

I gusti di Cotola

Fantascienza con spruzzate horror (gli zombi) che ha il piacevole sapore tipico dei film ottantiani. Ed è proprio questo aspetto che potrebbe piacere e quindi salvare, solo in piccola parte, la visione di chi si imbatterà in esso. Molto derivativo (pesca da tante pellicole), con qualche tratto noioso e sicuramente prevedibile ma non del tutto disastroso. Si lascia guardare. Qualcosina da salvare c'è.

Gabigol 20/06/17 09:56 - 418 commenti

I gusti di Gabigol

Dialoghi sopra il livello di guardia e la sceneggiatura rabberciata sono le peculiarità che subito risaltano all'incauto spettatore. Difficile poter salvare un film che attinge (diciamo così) da alcuni grossi autori di fantascienza e cerca di acquisire una propria autonomia attraverso la dubbia gestione di uno scenario post apocalittico contraddistinto da polvere rossa di calcio (vittime sbriciolate), zombi in perenne sciopero e scene riempitive un tanto al chilo. Le spruzzate di humour, paradossalmente, peggiorano l'intero esito.
MEMORABILE: La protagonista che fa la scema davanti al videogame con il capo che la riprende; Il doppio incubo iper trash; Lo shopping al centro commerciale.

Acid burn 4/08/18 01:25 - 45 commenti

I gusti di Acid burn

Si inizia con una cometa che porta con sé una inspiegabile scomparsa di quasi tutte le persone in città. Inquietanti le scene delle strade sotto l'alba rossa. Le protagoniste, resesi conto del dramma, "fanno l'unica cosa che possono fare e cioè sopravvivere". Un horror survival dai toni giovanili sulle note di Cyndi Lauper. L'arrivo degli zombi e la base degli scienziati portano a una commistione di molti film, con sviluppi prevedibili, ma il film conserva una sua valida essenza alternativa.
MEMORABILE: "Mia sorella ha scopato con ogni ragazzo che mi piaceva e ora con l'ultimo ragazzo dell'intero mondo devastato!". "Tua sorella è morta!".

Rambo90 28/10/20 03:10 - 6423 commenti

I gusti di Rambo90

Gradevole mix di teen comedy e fanta-horror, molto calato negli anni Ottanta per stile di regia e sceneggiatura. La componente horror a dire il vero è appena accennata e la mano è calcata su schermaglie tra sorelle, momenti che muovono al sorriso e una cospirazione di alcuni geni per sopravvivere poco coinvolgente. L'idea di partenza della cometa è buona, peccato non sia approfondita troppo. Ritmo altalenante, ma sui titoli di coda prevale la sensazione di essersi divertiti.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


DISCUSSIONE GENERALE:
Per discutere di un film presente nel database come in un normale forum.

HOMEVIDEO (CUT/UNCUT):
Per discutere delle uscite in homevideo e delle possibili diverse versioni di un film.

CURIOSITÀ:
Se vuoi aggiungere una curiosità, postala in Discussione generale. Se è completa di fonte (quando necessario) verrà spostata in Curiosità.

MUSICA:
Per discutere della colonna sonora e delle musiche di un film.