LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Molto più che il titolo italiano è quello originale e chiarire bene gli intenti degli autori: THE LOST CONTINENT si riaggancia ai gloriosi prodotti d’avventura fantastica alla Giulio Verne, definisce fin da subito che la meta alla quale giungerà la nave che salpa a inizio film non sarà quella prevista (ovvero Caracas, in Venezuela). Tutta la prima mezz’ora, quindi, con le dispute tra il capitano ansioso di continuare il viaggio a ogni costo e l’equipaggio che vorrebbe subito tornare indietro dopo aver sentito che si sta avvicinando un uragano, è fuorviante. Così come lo sono i dialoghi tra i pochi passeggeri (tutti dal passato dubbio) o il loro terrore dato dal sapere di avere a bordo...Leggi tutto tonnellate di esplosivo che a contatto con l’acqua si infiammerebbe immediatamente. Ci sarà un naufragio, un attacco di squali alla scialuppa, il razionamento del cibo, ma il vero film comincerà con l’arrivo  in un affascinante tratto di mare immerso nella nebbia e infestato da rumorose alghe “constrictor” (nonché da mostri di foggia ridicolmente gommosa). Il citato continente perduto è questo (all'origine c’è il romanzo “Uncharted Seas” di Dennis Wheatley, sceneggiato da Michael Nash), abitato dai discendenti diretti di Cortez rimasti fermi al tempo che fu (con tanto di Inquisizione al seguito). Ci saranno scontri, catture impostate secondo uno schema banale che annientano la magia del luogo (il colore predominante è il nebbioso arancione del cielo) e fanno sì che LA NEBBIA DEGLI ORRORI possa essere ricordato quasi esclusivamente per la sua suggestiva e molto ben scenografata (tra relitti di antichi velieri) parte centrale. Recitato correttamente, ma nulla più.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Mco 20/07/09 12:16 - 2159 commenti

I gusti di Mco

Una vecchia imabarcazione è diretta in Venezuela con un gruppo di persone a bordo poco raccomandabili ma, giunta nel Mar dei Sargassi, perde l'orientamento. Mélange di avventure e orrori fantascientifici davvero peculiare. Si vedono nostalgici dei tempi dell'Inquisizione, congegni ingegnosi per muoversi nelle acque melmose ed animali giganti a dare quel sano tocco (leggero) di eco-vengeance alla vicenda. Raro.

Fauno 20/11/09 13:07 - 1935 commenti

I gusti di Fauno

Di solito non guardo film del genere, ma questo mi è riuscito a coinvolgere e mi ha anche divertito. Per quanto lontano anni luce dagli odierni effetti speciali, mi ha regalato qualche brivido non indifferente. Non solo le alghe carnivore, ma anche la battaglia tra insetti giganti e le esecuzioni capitali di chi non era all'altezza. Anche i disastri sulla nave non sono male, come pure le storie private dei protagonisti. Molto carino.

Ciavazzaro 15/07/10 21:27 - 4766 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Interessante esempio di fantascienza orrorifica hammeriana. A parte qualche piccola ridicolaggine (i palloni che aiutano i protagonisti a camminare sull'isola), il film si fa seguire con piacere. Cito il buon Michael Ripper marinaio. Il film non presenta tempi morti e può contare su adeguati effetti speciali (le creature, l'esplosione della nave). Consigliato.

Lupoprezzo 11/05/11 20:19 - 635 commenti

I gusti di Lupoprezzo

L'idea trasognante di un fantastico continente perduto è suggestiva, così come il gruppo di anime dannate in viaggio su di una imbarcazione (seppur non originalissima); ma la realizzazione è sbilanciata: si perde troppo tempo nella barca e nel tratteggio dei personaggi e il continete misterioso con le sue bestie fantastiche e le sue leggi inquisitorie viene relegato nell'ultimissima parte e sviluppato frettolosamente. Titolo italiano poco consono.

Digital 25/05/11 00:51 - 1122 commenti

I gusti di Digital

Film avventuroso impostato sulla classica scoperta del continente perduto che si lascia sicuramente vedere ma che palesa anche diversi limiti dettati in primis dal risultare inevitabilmente datato (e ciò si può facilmente riscontrare nei risibili effetti speciali, che comunque per l'epoca non sono affatto male) e in secundis per lo scadere più volte nel ridicolo. La prima parte è piuttosto soporifera; meglio la seconda, decisamente più movimentata.

Didda23 20/11/11 21:08 - 2297 commenti

I gusti di Didda23

Carreras, privo di ingenti mezzi, gira una piacevole opera che ha nel finale la parte migliore e più riuscita (infatti si apprezza decisamente l'artigianalità degli spassosissimi effetti speciali). Sarebbe stata perfetta se lo sceneggiatore avesse optato per un finale meno retorico. Si segue con piacere pure nella prima parte, soprattutto per merito di attori (incredibilmente) capaci e convincenti (l'ho visto in originale e quindi non so come sia il doppiaggio). Tutto sommato non male.

Myvincent 9/03/12 18:55 - 2603 commenti

I gusti di Myvincent

Michael Carreras da produttore della Hammer si cimenta in veste di regista, con risultati discutibili, in un film che paiono due, con una metà stile disaster-movie e l'altra ricca di idee, crostacei e molluschi giganti, alghe pestifere e figure ancora ferme all'età dei conquistatori spagnoli. Il risultato, ovviamente, è un pasticciaccio non privo di un certo fascino suggestivo che lo rende fruibile e attraente. Il titolo è fuorviante, ma accattivante.

Puppigallo 10/10/12 18:06 - 4525 commenti

I gusti di Puppigallo

Plaudo l'impegno nella realizzazione delle alghe mordaci, dei mostri (lo scorpione gigante, il mega paguro, il polpone mutante) e dell'ambientazione (il cimitero delle navi), nonostante i risultati non siano certo eccelsi (si ridacchia. Da piegarsi i pallonati con ciaspole). Ma non posso fare a meno di notare anche la puerilità della sceneggiatura (il Supremo e il suo esercito di pellicciottati, guardie spagnole e un consigliere incappucciato...). In più, qua e là ci sono evidenti rallentamenti; e questo non giova di certo alla pellicola. Mediocre, ma un'allegra occhiata gliela si può dare.
MEMORABILE: Ferito, sul tavolo e un passeggero ubriaco suona la marcia funebre; Mega scorpione assurdo vs altrettanto assurdo mega paguro con occhioni verdi.

Schramm 28/11/14 16:29 - 2450 commenti

I gusti di Schramm

Carreras vò ffà l'Hammericano, e invece anticipa il ciclonico René Cardona, per poi giocare a mosca cieca tra navi fantasma congreghe di neo-Rosacrux, creature innominabili (alcune le ritroveremo in Creepshow 2), passando in un amen dal dramma avventuroso a un intrippato umore psicoattivo non lontano da Matango, e non si capisce più se siamo dalle parti di un Melville che si è lasciato prendere la mano da un Asimov ebbro o di un Salgari che ha preso una tranvata per Lovecraft. Certo è che more solito la Hammer non si è fatta mancare proprio nulla. Più che nebbia, felici fumi alcolicoppiacei.

Rufus68 25/02/18 17:56 - 3152 commenti

I gusti di Rufus68

La storia è un po' andante. Lo spettatore spera sempre nella professionalità della produzione che, in effetti, per quanto riguarda attori e dialoghi, si mantiene su livelli dignitosi. Purtroppo sono troppe le cadute di gusto (i palloni, il superscorpione o quello che è) e perciò il versante fantastico, costruito col mestiere anzidetto, svapora in fretta. Solo per patiti.

Ronax 26/08/18 01:33 - 920 commenti

I gusti di Ronax

Curioso fanta-horror diretto, a quanto pare solo nominalmente, dal produttore Carreras che sostituì a riprese ultimate il vero regista Leslie Norman. Sorvolando sulla trama, che non brilla certo per originalità, il film offre il meglio nella prima parte, tutta incentrata sul clima malsano che aleggia nella nave e sulla caratterizzazione degli ambigui personaggi che la popolano. Cade invece impietosamente nella seconda, ridicolizzata da effetti speciali che definire patetici è un eufemismo e da un finale abborracciato. Ottimi Porter e la Knef.
MEMORABILE: La lotta fra i due grotteschi insettoni.

Daniela 30/11/19 13:25 - 9640 commenti

I gusti di Daniela

Dopo varie vicissitudini, una nave carica di esplosivo e di passeggeri problematici si trova intrappolata in un'angoletto oceanico infestato da alghe aggressive e creature fameliche... Non bastasse la piovra gigante con gli occhi luminosi ed i tentacoli con il glitter, ci sono pure alcuni naufraghi spagnoli rimasti ai tempi dell'Inquisizione a rendere più curioso questo fantasy marinaro scombinatissimo e pieno di incongruenze ma reso potabile proprio da una bizzarria che lo salva dal mare della mediocrità destinata all'oblio.
MEMORABILE: Gli arnesi usati per camminare sul mare di alghe: imbragatura con palloni a forma di salcicciotto e ciaspole che danno un'andatura da papera

Anthonyvm 9/01/20 22:57 - 2128 commenti

I gusti di Anthonyvm

Comincia come un dramma avventuroso in alto mare, fra carichi illegali, fughe con refurtiva, ammutinamenti. A metà strada va inweirdendosi di minuto in minuto, buttando nel calderone alghe assassine (che ricordano il blob lacustre di Creepshow 2), mostri tentacoluti, fanatici religiosi discendenti dei Conquistadores (!), paguri e scorpioni giganti (adorabili pupazzoni di gomma). Buone atmosfere brumose e una scollatissima Dana Gillespie completano il quadro. Una delle opere hammeriane più bizzarre e trash di sempre. Puro intrattenimento retrò.
MEMORABILE: Il violento ammutinamento; I ridicoli palloni di elio indossati dai residenti dell'isola; I tizi giustiziati dal mostro-alga; Il finale "negato".
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Ciavazzaro • 15/07/10 21:07
    Scrivano - 5612 interventi
    La prima versione trasmessa nei cinema fu tagliata di 8 minuti.
    Questi minuti sono stati recuperati nella versione dvd della Anchor Bay.
  • Curiosità Ciavazzaro • 5/09/10 20:43
    Scrivano - 5612 interventi
    Scheda di doppiaggio:

    Luciano De Ambrosis: Eric Porter
    Benita Martini: Hildegard Knef
    Micaela Esdra: Dana Gillespie
    Pino Colizzi: Tony Beckley
    Massimo Foschi: Ben Carruthers
    Ferruccio Amendola: Jimmy Hanley
    Michele Gammino: Neill Mc Callum
  • Homevideo Digital • 19/03/11 19:27
    Segretario - 3058 interventi

    Il 10/05/2011 esce il dvd targato Sinister Film
  • Homevideo Xtron • 30/06/12 17:59
    Servizio caffè - 1833 interventi
    Il dvd Sinister ha una durata di 1h23m19s
    Extra: introduzione di Luigi Cozzi, trailer ed il filmato I mondi perduti del cinema in inglese sottotitolato in italiano

    Ultima modifica: 1/07/12 09:38 da Zender
  • Homevideo Ciavazzaro • 30/06/12 21:25
    Scrivano - 5612 interventi
    Ma qualcuno sa per caso se il dvd sinister ha la versione lunga ?
    Ve ne potete accorgere nel caso,perchè alcune scene risultano essere di qualità minore rispetto al resto del film
    Grazie mille !
  • Homevideo Xtron • 30/06/12 22:15
    Servizio caffè - 1833 interventi
    Io ho notato che in alcuni momenti il master è più "granoso".
    Ma quanto dovrebbe durare questa versione lunga?
    Ultima modifica: 30/06/12 22:15 da Xtron
  • Homevideo Digital • 1/07/12 09:31
    Segretario - 3058 interventi
    Io ho notato invece che la traccia italiana è in leggero fuori sincrono (siamo sui 500 ms).
    E comunque il dvd Sinister, potrebbe non essere integrale, infatti il dvd ntsc segna 97 minuti, il che -anche tenendo conto del passaggio da 23 fps a 25 fps- vuol dire che mancano all'appello come minimo cinque minuti. ;)
  • Discussione Schramm • 28/11/14 16:35
    Risorse umane - 6724 interventi
    Nel suo commento, Ciavazzaro ebbe a dire:
    [b]: Il film non presenta tempi morti

    credo ciò sia in parte dovuto a numerosi passaggi assenti nell'edizione italiana, recuperabili nel mux estero (che presenta i passaggi supplementari in lingua originale): in finale niente di tedioso, ma un paio di cosette erano effettivamente rafforzativi superflui che evidentemente la distribuzione nostrana ha ben pensato di segar via. in altri casi credo invece ci abbia messo le mani nostra signora delle forbici... non so quella tricolore, questa versione di cui parlo dura circa 96'
    Ultima modifica: 28/11/14 16:36 da Schramm