La morte ti fa bella

Media utenti
MMJ Davinotti jr
Lo trovi su

LE LOCATION

I COMMENTI

L'IMPRESSIONE DI MARCEL M.J. DAVINOTTI JR. (cos'è?)

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Stubby 23/02/07 22:37 - 1147 commenti

I gusti di Stubby

Ritengo questo film piuttosto piacevole, nonostante sia una storiellina horror-comica piuttosto banale; quando passa in tv lo riguardo sempre volentieri. Innanzitutto la pellicola può fare conto su di un cast a dir poco eccezionale e poi comunque è ben interpretata, scorre via velocemente e soprattutto diverte molto. Bruce Willis si toglie le vesti da macho per indossare i panni di un medico timido e sfigato. Da vedere.

Undying 26/08/07 16:42 - 3826 commenti

I gusti di Undying

Ottimi attori, eccellenti scenografie, effetti speciali (siamo in una commedia, ma assai "distorta" e dal gusto macabro) sopra alla media. Robert Zemeckis è regista raffinato e dotato di raro talento visionario (la scena con Meryl Streep a testa "rivoltata" e Goldie Hawn con buco nella pancia) e riesce a comporre un film visivamente fantastico. Il titolo allegorico (e quasi pro necrofilo) è uno dei pochi esempi di italianizzazione riuscita (in origine è Death becomes her). La sceneggiatura non è mai banale, sviluppata con dialoghi di qualità.

Galbo 22/11/07 05:50 - 11648 commenti

I gusti di Galbo

Feroce satira della logica dell'apparire e di tutti i mezzi (chirurgia estetica e manipolazione del proprio corpo in primis) per soddisfarla, La morte ti fa bella assume spesso i toni della farsa e della commedia grottesca. Il film è indubbiamente ben realizzato (con effetti speciali mirabolanti curati dalla società di Lucas) ma difetta nella scrittura dei personaggi che estremizzati come cartoons perdono in spessore psicologico anche se interpretati da un buon terzetto di attori. Cosicché, alla lunga, il film tende ad annoiare.

Renato 25/07/08 23:44 - 1648 commenti

I gusti di Renato

Zemeckis si avventura nel difficile territorio della fiaba dai contorni dark e sebbene il film non possa dirsi del tutto riuscito, è comunque decisamente divertente. L'ironia di fondo è evidente, ed alcune scene sono a dir poco spettacolari... anche se in certi momenti il film diventa un po' troppo cupo anche per i parametri della black comedy. È comunque interessante vedere Bruce Willis in un ruolo così diverso dai suoi soliti...
MEMORABILE: La visita del dottore (Pollack) a Meryl Streep, senza dubbio.

Ciavazzaro 14/01/09 17:03 - 4769 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Davvero niente male. Molto piacevole, una divertente storia nera firmata da Zemeckis, con una strepitosa coppia di nemiche: la Streep e la Hawn, che si fanno dare dalla sexy Isabella Rossellini, qui novella strega, una sostanza che permette di rimanere giovani in eterno. Però non tutto va bene e quando cominciano gli scontri tra le due ci ritroviamo teste rovesciate, pance bucate e altre amenità. Ottimo cast, divertenti gli scontri tra le due con conseguenze devastanti per i due corpi. Divertente.

Scarlett 9/09/09 17:04 - 307 commenti

I gusti di Scarlett

Pellicola molto originale e ben fatta, una commedia dark molto divertente che non annoia, neanche a molteplici visioni. Un cast eccezionale e molto preparato con una splendida Streep, eccezionale nella sua parte, e con un divertente Willis nei panni del marito, alcolizzato ed impotente. Effetti speciali assolutamente ben riusciti per il 1992.
MEMORABILE: La visita della Streep al pronto soccorso, dopo la caduta.

Pigro 26/02/10 09:27 - 8444 commenti

I gusti di Pigro

La pozione magica fa ringiovanire in eterno, ma le due amiche-nemiche diventate zombi vedono il corpo disfarsi senza mai morire. La storia è già di per sé strampalata e divertente. Zemeckis ci aggiunge un ottimo ritmo e uno sguardo che gioca con il macabro, il gotico, la commedia. Ma ovviamente a tener banco sono Streep e Hawn, impegnate in un gioco autoironico che dà una marcia in più al lavoro. Insomma, un buon film che al divertissement grottesco unisce una sapida riflessione sull'esagerazione del mito della bellezza e della giovinezza.

Stefania 1/03/10 02:57 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Nevrastenica e menopausica commedia nera. La seria tematica dell'ossessione per l'eterna giovinezza vista attraverso la lente deformante dell'umorismo grottesco, proiettata in una dimensione totalmente surreale, fumettistica. Giustamente, riesce a passare il messaggio di fondo: l'immortalità del corpo la si ottiene rinunciando a tutto il resto, in fondo rinunciando a se stessi. Divertenti effetti speciali, la Streep la Hawn giustamente eccessive, ridanciane perdenti.
MEMORABILE: La battuta finale.

Cotola 27/08/10 01:49 - 7954 commenti

I gusti di Cotola

Commedia nera condita da Zemeckis con molti effetti speciali (davvero ben fatti) che a tratti risulta divertente ed in certi frangenti un pò puerile. Il cast è ricco e gli attori sono in buona forma, mentre la sceneggiatura non fa appieno il suo dovere e la regia non è particolarmente ispirata. Non male.

Saintgifts 11/10/13 11:02 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

I settantuno anni (nel film) di Isabella Rossellini, con un trucco adeguato che la rende quasi irriconoscibile, in effetti sono portati bene. Tutto merito della rosa e luminescente pozione. Pozione che anche le "amiche" protagoniste (Streep, Hawn) assumono, nonostante il caro prezzo. Ma poter avere l'eterna giovinezza non ha prezzo. Ci sono però scale malandrine sul percorso delle due e improbabili restauri. Forse sono prorio gli effetti speciali a togliere lo smalto che questa commedia avrebbe meritato. Distraggono da più ampie riflessioni.

Isabella Rossellini HA RECITATO ANCHE IN...

Maxx g 21/11/13 00:23 - 523 commenti

I gusti di Maxx g

Zemeckis truffa lo spettatore promettendogli una commedia nera e invece lo inganna con un film che è per lo più aria fritta. E dire che il cast poteva promettere bene; invece viene sfruttato che peggio non si poteva fare. Oltre al ridicolo Willis con i baffi, il film riesce a ridicolizzare persino attrici brave come la Hawn (patetiche le scene in cui è grassissima) e la Streep. La noia impera e non si vede l'ora di arrivare al finale. Poteva salvarci la Rossellini, vera delizia per gli occhi, ma sono scene rapide. Da perdere.

Rigoletto 1/01/15 23:05 - 1649 commenti

I gusti di Rigoletto

Piacevole passatempo che lascia il tempo che trova e che va preso per quello che è: un simpatico giocattolino che, a tutta prima, indurrà lo spettatore a osservarlo meravigliato per certe mirabilie; ma, stringi stringi, il tutto viene affidato alle capacità attoriali del trio Streep-Wills-Hawn a discapito di una sceneggiatura che avrebbe meritato maggior cura e una migliore definizione dei personaggi. Comunque un buon lavoro di Zemeckis, che dimostra anche di saper condurre con mano spensierata ma non inetta.

Mco 4/01/15 23:11 - 2197 commenti

I gusti di Mco

L'horror vacui di Zemeckis. Un punto fermo dell'essere umano è l'invecchiamento, tanto quanto lo è la volontà di rimaner giovani e gaudenti. Al posto della Bathory di sanguinaria memoria ci pensano i chirurghi a scatenare la smania di eterna bellezza. E le conseguenze possono anche essere tremebonde... Humour di quello nero come la pece ed effetti tanto divertenti quanto efficaci portano a un notevole mix di sano genere, impreziosito altresì dalle prove attoriali del trio Streep-Willis-Hawn. Sempre attualissimo.

Belfagor 8/01/15 23:24 - 2640 commenti

I gusti di Belfagor

Spinte dalla paura degli "anta", due acerrime rivali si rivolgono a una strega per acquisire l'eterna giovinezza. Il nucleo di questa grottesca commedia nera è appunto l'insaziabile vanità delle due protagoniste, che le spinge a un esilarante gioco al massacro. Eppure, anche il "perdente" interpretato da Willis ha una sua vis comica, strattonato com'è tra le due arpie. Grazie agli ottimi effetti speciali (Zemeckis è una garanzia), alcune scene fanno ancora colpo.
MEMORABILE: Al pronto soccorso dopo la caduta; Il finale sulla scalinata.

Sircharles 19/07/15 13:00 - 93 commenti

I gusti di Sircharles

Un cult della tv mainstream (repliche a ripetizione). Film gradevolissimo, con tre star hollywoodiane e un'ospite d'onore (Isabella Rossellini che mostra generosamente le sue forme) ottimamente caratterizzati in un affresco fatto di ironia e surrealismo, a tratti volutamente caricaturale. Eccellente esempio di humour macabro e satira in punta di fioretto, contro la mania (che all'epoca iniziava a dilagare) del voler fermare il tempo per restare fisicamente giovani in eterno. Goldie Hawn al top.

Taxius 23/07/15 20:41 - 1651 commenti

I gusti di Taxius

Divertente commedia nera che parla del mitico siero dell'eterna giovinezza. Il punto forte sono sicuramente gli effetti speciali: memorabile la scena col "torcicollo" della Meryl Streep. Il grande livello del cast (una su tutti proprio la Streep) ha sicuramente aiutato la riuscita. Si parla di necrofilia, ma in modo simpatico, prendendo in giro la morte.

Minitina80 9/12/19 21:41 - 2576 commenti

I gusti di Minitina80

Solo discreto ma non per particolari demeriti artistici in quanto è ben realizzato e interpretato con disinvoltura. Parrebbe esprimere una critica verso chi non accetta lo scorrere del tempo, ricorrendo a qualsiasi mezzo pur di apparire più giovane; eppure non riesce a essere caustico e credibile fino in fondo, assomigliando a un qualcosa a metà tra una fiaba moderna e una commedia. Probabilmente è una scelta voluta e si può condividere la scelta di spezzare la serietà di fondo con un carisma irridente e irriverente.

Noodles 21/05/20 23:20 - 1156 commenti

I gusti di Noodles

Classica black comedy americana con satira annessa che qui però non incide e non lascia il segno. È un film che fondamentalmente si basa su qualche divertente effetto visivo e sulla consueta bravura di Meryl Streep (anche se va detto che Goldie Hawn non sfigura e Bruce Willis qui non è male). C'è qualche buona idea ma il tutto resta scialbo per la maggior parte della durata e in qualche momento ci si annoia anche (pecca troppo grave per una commedia di questo genere). Evitabile.

Fedeerra 10/01/21 05:17 - 688 commenti

I gusti di Fedeerra

Un film che rifiuta qualsiasi connessione con il simbolismo o l’esoterismo, nonostante la storia parli di rituali decisamente luciferini. Zemeckis, per raccontare i suoi morti viventi di Beverly Hills, si appoggia esclusivamente sul grand guignol delle situazioni, sul lato grottesco dei personaggi e sul velenoso cinismo dei dialoghi. Meryl Streep, Goldie Hawn e Isabella Rossellini pioniere dell’intemperanza. Tra le migliori black comedy degli anni 90.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Maxx g • 22/11/13 23:26
    Servizio caffè - 26 interventi
    Catherine Bell sostituì la Rossellini nella scena di nudo nella piscina.
  • Curiosità Mauro • 16/04/16 10:57
    Disoccupato - 10118 interventi
    Il film inizialmente prevedeva un finale diverso rispetto a quello che fu poi fu effettivamente girato. Ecco come doveva essere (da wikipedia)

    "Inizialmente il film aveva un finale completamente differente: in esso, dopo essere fuggito dalla casa di Lisle, Ernest trovava rifugio nel bar dove lavorava Toni, una ragazza con cui aveva stretto amicizia interpretata da Tracey Ullman (questo personaggio appariva anche in numerose altre scene nel corso del film). Con lei l'uomo riusciva a inscenare la sua morte e a scappare via. Il film terminava ventisette anni dopo in Europa: Madeline ed Helen, ormai ridotte a manichini grotteschi, sono in viaggio per sfuggire alla noia di quella "vita forzata"; qui vedono un'anziana coppia che si tiene per mano su una panchina, e se ne prendono gioco. Mentre se ne vanno, la telecamera zooma sulla mano dell'uomo anziano e si nota che essa è di un ragazzo molto più giovane, rivelando che si tratta proprio di Ernest.

    Questo finale fu tagliato e sostituito con quello attuale, meno sdolcinato e più in tono col resto del film, dopo che la prima proiezione privata aveva fatto riscuotere commenti negativi; il personaggio di Toni e tutte le sue scene furono completamente cancellate. L'unico elemento sopravvissuto nel montaggio finale è la fotografia di Ernest davanti alla sua bara, nell'ultima scena: si tratta di un'immagine di scena dell'Ernest invecchiato. Lo script originale con tutte le scene tagliate e il finale alternativo è disponibile online."
  • Curiosità Buiomega71 • 31/10/16 10:29
    Pianificazione e progetti - 22903 interventi
    Direttamente dall'archivio privato di Buiomega71, il flanetto di Tv Sorrisi e Canzoni della Prima Visione Tv ("I Filmissimi", lunedì 27 novembre 1995) di La morte ti fa bella: