LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 23/05/09 DAL BENEMERITO CIAVAZZARO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Ciavazzaro 30/08/09 19:32 - 4765 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Ottimo horror inglese. Un nobile è perseguitato dallo spirito della moglie morta suicida anni prima e dal sospetto di essere il suo omicida, ma i colpi di scena sono dietro l'angolo. Una confezione perfetta in puro stile inglese, con bravi attori e un finale con numerose sorprese e una buona atmosfera rendono il film un piccolo gioiellino. Consigliato.

Il Gobbo 3/09/10 23:29 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Gotico inglese realizzato al di fuori del duopolio Hammer-Amicus, inglesissimo eppure non lontano per certi aspetti dai nostri horror coevi. La soluzione dell'enigma è letteralmente scaraventata in faccia agli spettatori dopo nemmeno un quarto d'ora, ma lo svolgimento specie nell'ultima parte è sapiente e rende il film degno di riscoperta da parte degli amanti del fantastique.

Myvincent 26/12/10 11:56 - 2575 commenti

I gusti di Myvincent

Gothic movie anni '60 dalle tinte fosche e non privo di attrattive per le atmosfere sinistre, la trama contorta e l'ambientazione noir. Non mancano colpi di scena finali che tengono lo spettatore in dubbio sino all'epilogo finale. Politically correct...

John trent 8/04/15 16:39 - 326 commenti

I gusti di John trent

Discreto thriller inglese anni '60 di ambientazione ottocentesca e travestito da horror gotico. Alla produzione non ci sono né la Hammer né la Amicus ma il risultato è ugualmente molto interessante. Ottimo soprattutto John Turner, tormentato e convincente protagonista principale. La canagliesca distribuzione italiana, sfruttando il grande successo commerciale dei coevi film di Roger Corman, spaccia la pellicola come ispirata a un fantomatico racconto di Edgar Allan Poe. Comunque, al di là della furbata tutta italiana, il film è buono.
MEMORABILE: La sedia a rotelle che precipita per le scale; L'inseguimento a cavallo nella foresta con la dama in bianco che grida: "Assassinooo!"

Daniela 5/08/15 11:58 - 9510 commenti

I gusti di Daniela

Tornato al castello avito in compagnia della seconda moglie, un nobilotto si trova circondato dall'ostilità dei villici che lo ritengono responsabile della morte della prima e di altri delitti... Tipica storia gotica degli anni '60 che, per trama ed ambientazione, richiama le pellicole della gloriosa Hammer, anche se con minore eleganza e un certo pressapochismo, dovuto non tanto agli scarsi mezzi quando alla mancanza di stile del regista. In un ruolo alla Vincent Price, il modesto John Turner se la cava grazie all'aspetto severo e barbuto. Film comunque godibile come reperto d'epoca.

Undying 2/12/15 17:46 - 3840 commenti

I gusti di Undying

Raffinato prodotto inglese ispirato dalle produzioni AIP dirette da Corman e ambientato nella suggestiva foresta nera, testimone di una delle scene più belle del film: l'inseguimento - nel bosco - del presunto fantasma a cavallo. Pur essendo sostanzialmente un thriller le atmosfere gotiche predominano. Interessante il continuo "sdoppiamento" del protagonista, sospettato (dietro accorta regia) di essere un serial killer. Belle ambientazioni e bravi protagonisti per una storia whodunit davvero accattivante. Piacevole.

Von Leppe 10/03/16 19:31 - 1032 commenti

I gusti di Von Leppe

Ottima trama in un'ambientazione settecentesca ben realizzata e forse anche originale rispetto ai coevi horror gotici, ma che proprio per questo manca di una certa atmosfera lugubre (anche se alcune sequenze macabre sono alquanto riuscite). Il film scorre bene tra misteri e colpi di scena fino alla conclusione, dove c'è purtroppo un calo nella spiegazione e nella risoluzione, che ricorda il genere cappa e spada.

Rufus68 29/12/18 22:03 - 3117 commenti

I gusti di Rufus68

Non infimo e tuttavia è come se lo fosse. Ci sono film brutti e bruttissimi, ma anche tali rimasticature (aura gotica che si stempera nel complottazzo familiare) senza la minima parvenza di originalità e con la feroce renitenza del regista a ogni minima incidenza autoriale: uno sberleffo, una citazione colta, un lampo di crudeltà... Niente, encefalogramma piatto. La Hammer, almeno, vantava una certa classe scenografica oltre a caratteristi di prim'ordine. Tediosissimo, da evitare.

Caesars 16/07/19 10:06 - 2723 commenti

I gusti di Caesars

Decisamente non male questa produzione britannica, che non fa rimpiangere i coevi film Hammer. La storia, che pur presenta parecchie lacune a livello di logica, è interessante e la regia di Hartford-Davis tiene ben desta l'attenzione fino allo svelamento finale. Buona l'atmosfera che si viene a creare in alcuni momenti, mentre è curioso e non molto integrato col resto, lo scivolamento finale nel genere"cappa e spada". Interpreti più che sufficienti, ma viene da chiedersi come sarebbe stata la pellicola con Vincent Price protagonista.
MEMORABILE: L'inseguimento a cavallo.

Mco 8/07/20 18:40 - 2155 commenti

I gusti di Mco

La Compton Films produce un film che sa tanto di Hammer. Castelli, scalpiccìo di zoccoli equini, ectoplasmi e ripide scale che s'inerpicano in immense stanze illuminate da candelabri. Turner è un buon padrone di casa, che mette subito a suo agio gli ospiti spettatori, lasciandoli nel dubbio sulla sua reale identità (e colpevolezza assassina). La Sears allieta i primi piani stretti su di lei con ampie scollature e i costumi coloratissimi regalano quel sano senso d'antan. Pecca di prevedibilità, questo è indubbio, ma rappresenta ugualmente un lavoro più che discreto.
MEMORABILE: L'incipit.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Homevideo Homesick • 23/05/09 17:32
    Capo scrivano - 1378 interventi
    Un Lord appena risposato è sospettato dalla polizia d'essere l'assassino della prima moglie, del padre e della cognata, ma potrà dimostrare la sua innocenza... Horror inglese anni Sessanta, da poco pubblicato in dvd dalla diligente Sinister Film.
  • Curiosità Ciavazzaro • 30/08/09 19:09
    Scrivano - 5605 interventi
    La versione trasmessa nei cinema inglesi venne tagliata nella scena iniziale dell'omicidio nella foresta.
    Fonte:Imdb
  • Curiosità Ciavazzaro • 14/10/09 16:03
    Scrivano - 5605 interventi
    Scheda di doppiaggio:

    Pino Locchi:John Turner
    Cesare Barbetti: Peter Arne
  • Homevideo Il Gobbo • 3/09/10 23:26
    Contratto a progetto - 771 interventi
    Homesick ebbe a dire:
    Horror inglese anni Sessanta, da poco pubblicato in dvd dalla diligente Sinister Film.

    Cui siamo assai grati, e ancor più lo saremmo se ci dicessero qual è "l'allucinante racconto di Edgar Allan Poe" da cui il film, a leggere la copertina, sarebbe tratto. Ottimo video, audio italiano terribile (ma dev'essere l'unica traccia reperita; Pino Locchi doppia il protagonista), solita presentazione/autospot di Cozzi.
  • Homevideo John trent • 24/10/15 13:11
    Servizio caffè - 511 interventi
    Incredibile come il film sia stato spacciato in Italia come ispirato ad un racconto di Poe. Evidentemente si voleva sfruttare la scia dell’enorme successo dei film di Roger Corman con Vincent Price. E’ curioso notare come negli extra l’ineffabile Luigi Cozzi cada anch’egli nell’errore di considerare il film come tratto effettivamente da Poe, evidentemente preso dalla bramosia di pubblicizzare ben 3 libri (!) da egli scritti: uno sulla American International Pictures (la casa di produzione della serie di Corman), uno su Roger Corman e uno su Vincent Price. Ma l’avrà visto il film?

    Formato video 1,85:1 anamorfico
    Durata 1h 22’ 28’’
    Immagine al minuto 12:43

    Ultima modifica: 24/10/15 16:56 da Zender