Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONLE LOCATION

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Un thriller incredibilmente complesso, questo di Luciano Ercoli, ma allo stesso tempo ben congegnato, assistito da una sceneggiatura che riesce a chiarificare con cura tutti i molteplici aspetti del caso. Personaggi delineati con sagacia e un piacevole senso di rilassatezza (forse dovuto all'ambientazione, la campagna inglese) aiutano a seguire i costanti colpi di scena senza perdere la testa, ed Ercoli è molto bravo a gestire la situazione senza indulgere nel ritmo esasperato tipico di molti polizieschi all'italiana. Parche le esibizioni erotiche (di nuovo inspiegabile il divieto ai minori di 18 anni), sottolineate delle classiche musiche d’ambiente inflazionate nei thriller rosa dei Settanta. Sufficientemente credibile...Leggi tutto la storia, insolite le location (sembra quasi di essere in un film inglese). L’aderenza al thriller all'italiana è comunque sancita da alcuni topoi quali l’assassino vestito in nero e rigorosamente guantato, l’inseguimento notturno, il personaggio della diva da night-club destinato a diventare la chiave di volta del mistero, l'inserimento dei flashback riassuntivi, le telefonate minatorie (qui l'assassino parla però a scatti attraverso un apparecchio per la gola), l'agguato sul letto, il finale a sorpresa... Tutto l'insieme è però così ben montato nel meccanismo a incastri del film da non sembrare pretestuoso. Non è facile emergere nel panorama sconfinato dei cloni argentiani (ma qui siamo più dalle parti del Fulci di UNA SULL’ALTRA e gli altri suoi gialli); Ercoli ce l'ha fatta, anche se non riuscirà a ripetersi allo stesso livello con il simile LA MORTE ACCAREZZA A MEZZANOTTE.
Marcel M.J. Davinotti jr.
Chiudi
TITOLO DAVINOTTATO NEL PASSATO (PRE-2006)
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 7/02/07 00:58 - 5173 commenti

I gusti di B. Legnani

Il miglior giallo di Luciano Ercoli, che non sforna un film indimenticabile ma che confeziona, con quello che ha, un prodotto più che onesto, con qualche trovata magari scientificamente discutibile, ma molto divertente e resa piuttosto bene. Girato in massima parte in Spagna, fingendo d'essere in Gran Bretagna…

Caesars 7/02/07 10:00 - 3338 commenti

I gusti di Caesars

Discreto giallo anni '70, migliore del gemello La morte accarezza a mezzanotte. Il film comunque non riesce ad elevarsi rispetto alla media dei film di questo tipo girati all'epoca. Sicuramente De Palma si è ispirato ad esso per alcune scene di Omicidio a luci rosse (lavoro però di tutt'altra caratura). Bella Susan Scott (alias Nives Navarro), moglie di Luciano Ercoli. Ambientazione finto-inglese funzionale alla storia.

G.Godardi 20/03/07 03:03 - 950 commenti

I gusti di G.Godardi

Giallo intricato e complicato ai limiti della comprensibilità. Ha l'ambizione di rifarsi ad Hitchcock (la morte della presunta protagonista a metà film) e a Bava (l'assassino), ma per colpa di una sceneggiatura maldestra che punta tutto sui cambi di marcia e sui colpi di scena a raffica, ne è venuto fuori un pastrocchio. Di buono ha comunque la confezione: fotografia, scenografia e montaggio sono ben curati e la musica di Cipriani è ottima. Curiose analogie con Omicidio a luci rosse e Vestito per uccidere.

Giapo 23/03/07 16:14 - 242 commenti

I gusti di Giapo

Film che inizia come una classica pellicola di genere all'insegna del sangue e dell'erotismo, ma che ben presto assume le sembianze di un giallo ben articolato non privo di colpi di scena. Nonostante la fattura “artigianale” non nasconde forzature nella sceneggiatura, la storia risulta ben congegnata grazie a un fitto intrigo di piste false e personaggi sospetti. Violenza poca, tensione pochissima e per di più stemperata da umorismo e scene di sesso che comunque non scadono mai nella volgarità.

Undying 30/07/07 23:00 - 3814 commenti

I gusti di Undying

Altro giallo italiano che, con probabilità tutt'altro che peregrina, ha ispirato De Palma (qualcuno ha già ricordato i titoli). Pur essendo dannosa la commistione giallo/poliziesco (intreccio tipico del regista, come seguirà nel gemello La morte accarezza a mezzanotte) il film di Ercoli ha dalla sua la presenza magnetica della bella moglie spagnola (Nieves Navarro aka Susan Scott), alcuni delitti rappresentati con particolare ferocia per l'epoca e le discrete musiche di Stelvio Cipriani. Resta, comunque, il titolo di punta siglato dal regista.

Homesick 23/09/07 08:29 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Gastaldiano e confuso, esagera in una interminabile e poco credibile serie di false piste senza mai riscire a raggiungere un accettabile livello di tensione. Buoni alcuni omicidi, lo sfruttamento del binomio bellezza-simpatia tipico della Scott e l'idea di far fuori a metà film quella che sembra essere la protagonista (evidente richiamo a Psyco; di Hitchcock si cita pure La finestra sul cortile). Le lenti a contatto azzurre preludono a Il bandito dagli occhi azzurri.

Ciavazzaro 11/02/08 16:28 - 4774 commenti

I gusti di Ciavazzaro

Decisamente superiore a La morte accarezza a mezzanotte, è il miglior giallo di Ercoli, che dirige una storia intricata ma godibile, con la bella moglie Susan Scott (apprezzata caratterista nella prima parte della carriera del filone giallo). Vi sono anche Andreu e il bravo Frank Wolff. Colonna sonora indimenticabile di Stelvio Cipriani. Buona dose di emoglobina nella rappresentazione dei delitti (memorabile quello sul letto di Claudie Lange, che ci offre anche un inusale nudo integrale da dietro).

Puppigallo 14/02/08 10:07 - 4858 commenti

I gusti di Puppigallo

Nella prima metà arranca, tra spogliarelli (i vestiti scivolano via in maniera naturale dalla protagonista, quasi ne fosse refrattaria) e momenti pseudo-romantici ai limiti del latte alle ginocchia, anche se il regista dimostra una certa classe. Poi, dall’incontro e conguente partenza col dottore, la pellicola si anima e, nonostante qualche ricaduta, la vicenda si fa interessante, tingendosi sempre più di giallo e di rosso sangue. Brava la protagonista, ma anche l’ispettore, con la sua calma apparente, non gli è da meno. Non male.
MEMORABILE: “In dieci anni si possono imparare tante cose, ma non bastano dieci vite per imparare a conoscere una donna”.

Mark 13/05/08 13:55 - 264 commenti

I gusti di Mark

Il film non ha nulla da invidiare a mio parere a tutta quella serie sterminata di gialli made in USA e Gran Bretagna: identiche sono, infatti, seppur riprodotte con estrema economia a causa del budget ridottissimo, le atmosfere e l'abientazione complessiva, le quali accompagnano una trama che si intrica progressivamente, che àltera il quadro generale dei personaggi fornito all'inizio con una serie di colpi di scena davvero validi. La forzata ricerca della sensualità della protagonista è in sintonia con i canoni del cinema di genere del tempo.

Bruce 4/12/08 09:59 - 1007 commenti

I gusti di Bruce

I due film gemelli di Ercoli hanno in comune parte del titolo, la protagonista (la disinvolta moglie spagnola del regista), una trama intrigante e complicata secondo la miglior tradizione gialla, una buona colonna sonora e una certa leggerezza nel tono che rende nel complesso piacevole la loro visione. Non si sta parlando di capolavori ma di storie ben congegnate e dirette. Tra i due questo è il migliore, forse anche per merito delle gradevoli località nelle quali è girato.

Luciano Ercoli HA DIRETTO ANCHE...

Solops 18/03/09 12:46 - 1 commenti

I gusti di Solops

Film ben scritto e ben diretto. Il mio approccio è stato un po' prevenuto ed invece mi ha sorpreso. La trama regge bene, l'intreccio è avvincente, le scene eleganti e rassicuranti. Le sequenze degli omicidi non perfette ma degne di essere godute. Insomma un bel thriller che si avvicina a qualcosa del primo Argento.

Brainiac 21/03/09 15:05 - 1083 commenti

I gusti di Brainiac

Film a due facce. Buono ma non eccelso. Solido ma poco coinvolgente. Il cast è equamente diviso fra ottimi interpreti (Frank Wolff) ed attori davvero poco espressivi (la bella Susan Scott è imbarazzante e sembra non saper bene quando sorridere o meno). Molto piacevole l'ambientazione bucolica (compreso il superbo commissariato parigino), ma il regista insiste su alcuni stereotipi (quali il poliziotto anziano e scontroso che redarguisce il giovane e stolto allievo, il pescatore) in maniera invero fastidiosa. La storia è comunque ben congegnata. Non male.

Corinne 20/03/10 20:05 - 412 commenti

I gusti di Corinne

La prima parte è lenta e fa pensare al solito gialletto con venature erotiche, poi il film prende ritmo e riserva qualche sorpresa e colpo di scena, risultando nel complesso godibile, particolarmente negli ultimi dieci minuti. Bella l'ambientazione inglese.

Stefania 6/10/09 15:00 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Un Fulci sguaiato, un Hitchcock senza traumi edipici, un rurale De Palma (ante litteram): una vera sorpresa. Divertente, voyeristico, acidulo e sanguinoso, tinte brumose e psichedeliche. La trama (e, con essa, molta della tensione) si disperde in molti frastornanti rivoli, poi si rivela lodevolmente semplice e abbastanza credibile. Una piacevolissima visione!
MEMORABILE: Il paesotto (finto) inglese. Le battute del commissario anziano, tipo: "Il caso è risolto, possiamo bere un buon caffé...".

Rebis 13/12/09 01:07 - 2178 commenti

I gusti di Rebis

Ridicolissimo giallo di Luciano Ercoli in cui la deliberata assenza di un punto di vista da consegnare allo spettatore consente assoluta arbitrarietà nell'omissione di indizi: si puntella l'enigma di un soggetto che non avendo il potenziale per sostenere tale esubero di complicazioni finisce con l'implodere su se stesso. Le sequenze, giustapposte senza criterio né ritmo, sono allestite con dialoghi allucinanti e attori penosi. Non difendetelo: è anche a causa di film come questo che il cinema di genere italiano ha subito giudizi disonorevoli e nomee infamanti.

Cotola 23/01/10 23:47 - 8313 commenti

I gusti di Cotola

Blando thrillerino all’italiana con le solite nudità assortite (ovviamente gratuite) ma con poca tensione e suspence. Colpa di una sceneggiatura priva di interesse che non riesce a costruire un intreccio degno di attenzione e che è caratterizzata da ritmi piuttosto lenti. Brutta, risibile e prevedibile anche la soluzione finale. Consigliato solo agli amanti incalliti del genere.

Il Dandi 4/03/10 02:52 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Come nel precedente Foto proibite... il giallo di Ercoli è più martiniano che argentiano (sceneggia sempre Gastaldi). Ma nonostante una Scott bellissima e perennemente seminuda, Ercoli sembra ansioso di stemperare il clima continuamente. Si fa notare per un compiaciuto e divertito gusto trash a quei tempi inedito (l'operazione sulla retina del cieco, l'ubriaco che vomita sull'elmetto del poliziotto...). Storia corretta, ma è lontano dai migliori esempi del genere.
MEMORABILE: Icona anni '60 irrealizzabile oggi: Frank Wolff riprende con una Super 8 il balletto di Susan Scott sul palco del night.

Metuant 15/09/16 08:33 - 455 commenti

I gusti di Metuant

Italian giallo abbastanza sui generis sebbene, essendo ancora all'inizio del filone, non ci sia molta violenza e la suspense sia alquanto ridotta. Gli attori sono la solita parata di facce caratteristiche e la storia non è nulla di che, ma almeno si è scelto di creare suspense attraverso la storia e non solo attraverso gli omicidi. Il ritmo tuttavia è alquanto blando, alcune soluzioni troppo ingenue e alla fine non lascia molto soddisfatti. Comunque decoroso.
MEMORABILE: L'omicidio nella stanza da letto.

Lucius 5/04/10 16:52 - 2953 commenti

I gusti di Lucius

Dominano gli anni settanta, con le pettinature del decennio, i super8 e la moda di allora in questo bel film di Ercoli in cui, nonostante un montaggio non superbo (il film risente di qualche lungaggine) lo spettatore è catapultato in una vicenda fatta di spionaggio, omicidi e diamanti spariti. Ho molto apprezzato la prima parte del film e l'erotismo, mai volgare della pellicola.

Deepred89 27/04/10 19:53 - 3488 commenti

I gusti di Deepred89

Un giallo piuttosto interessante, dallo svolgimento macchinoso e che troppo spesso gira a vuoto, ma che riesce a stupire più volte grazie a trovate, sia di regia che di sceneggiatura, decisamente insolite. Ad esse si aggiungono una fotografia elegantissima, una colonna sonora piacevole e un discreto cast. Spunti umoristici non azzeccatissimi ma neanche fastidiosi. Tutt'altro che disprezzabile.

Nieves Navarro HA RECITATO ANCHE IN...

Fauno 18/11/11 21:26 - 2075 commenti

I gusti di Fauno

Diciamo che il film ha un'ottima estetica e la dote non indifferente di far paventare allo spettatore ogni possibile alternativa, anche la più grottesca o demenziale, per venire a capo dell'enigma, senza mai considerare di basso livello il tutto. Lo stile composito di Ercoli è quasi unico e gran parte del merito va al fatto di avere avuto Nieves Navarro non solo come attrice, ma anche come moglie. Il film, pur se molto buono, non è ancora il suo capolavoro, che però non tarderà a venire, per di più con un cast discretamente sovrapponibile...
MEMORABILE: Il ghiaccio, ma il punto più alto è il tentato omicidio che dà il titolo al film.

Saintgifts 19/07/10 23:55 - 4098 commenti

I gusti di Saintgifts

Non lo vidi quando uscì. Visto ora mostra tantissimo gli anni che ha e un modo di fare cinema, questo tipo di cinema, dell'inizio anni settanta. È come un oggetto vecchio; forse diventerà antico e acquisterà valore. Gli stereotipi del genere ci sono tutti e molti gratuiti. La trama del giallo alla fine non è male, ma è appesantita da personaggi non indispensabili e messi li forse con l'intenzione di arricchire, ma declassano il resto del lavoro. C'è l'approssimazione nel copiare i classici, ma senza uno spunto originale. Attori discreti.
MEMORABILE: Frank Wolff a letto ferito che guarda con interesse il didietro della cameriera di colore. Gratuità.

Funesto 25/12/10 23:56 - 525 commenti

I gusti di Funesto

Un thriller rosa gradevolissimo e ben congegnato. Grazie alla storia contorta ma mai noiosa e sviluppata con gran chiarezza, riesce a distinguersi dalla massa di gialli argentiani (qui direi più lenziani). Tre morti e zero sangue (eccetto in una forte scena dove l'effettista ci regala un seno squarciato ottimamente realizzato), a testimoniare che con le buone idee si va lontano anche senza gore. Bel cast e confezione eccelsa, ma manca di tensione...
MEMORABILE: Il sanguinoso omicidio di Claudie Lange (indizio: notare come il killer sceglie con attenzione i punti del corpo di lei da incidere col pugnale...).

Capannelle 30/11/10 12:14 - 4043 commenti

I gusti di Capannelle

Film dove Ercoli mescola più registri narrativi e una classica galleria di personaggi tipici del periodo. Il risultato? Discontinuo ma interessante. La prima metà è caratterizzata dalla lingerie della Nieves e tanta musica "rosa". Poi inizia la parte thriller con un minimo di gore e un crescente ventaglio di personaggi ambigui. Il tutto un po' ingenuo ma ben articolato. Peccato solo che non facciano fuori l'assistente del commissario: a volte i dialoghi fra loro due richiamano Stanlio e Olio. Non male.

Trivex 12/12/10 12:17 - 1624 commenti

I gusti di Trivex

Qui troviamo la Susan più bella e brava. Sexy in tutte le sue accezioni artistiche; disinibita, ma fragile quando innamorata. Giallo con venature erotiche prima, thriller d'indagine poi, con buoni momenti splatter ed un colpo di scena apprezzabile. Ben girato, coadiuvato da splendide location del Regno, macchiette d'istituto (l'aiutante dell'ispettore e le sue domande adeguate, il biondo con la mano pesante), una calda atmosfera di genere con relativi vizi (whisky e tabacco, per il buon giorno del mattino). Degna menzione per lo sguardo libidinoso del Wolff.

Myvincent 7/02/11 14:47 - 3190 commenti

I gusti di Myvincent

Sederi in quasi tutta la prima metà del film, associati ad assortiti strip-tease, vestaglie trasparenti e svolazzanti e musiche da commedia rosa-porno. Poi si dipana disordinatamente una trama gialla dal doppio fondo che conduce continuamente, e sino all'ultimo, a false soluzioni. Inconsapevolmente comico.

Daidae 8/02/11 01:11 - 2934 commenti

I gusti di Daidae

I thriller di Ercoli hanno un loro personale valore: buona fotografia, attori non eccelsi ma che non sfigurano affatto (Andreu in altre pellicole è imbarazzante), storia interessante e complessa. Anche qui abbiamo, come ne La morte accarezza a mezzanotte, strani personaggi e alcuni momenti comici. Film che considero un piccolo gioiello degli Anni Settanta.
MEMORABILE: Il finale.

Onlypippo 25/04/11 22:24 - 38 commenti

I gusti di Onlypippo

Discreto film diretto dal buon Luciano Ercoli ed interpretato dalla sua bellissima moglie sapgnola Nieves Navarro (Susan Scott). Trama accattivante, colpi di scena (più o meno credibili) ed interpretazioni al di sopra della media sono le principali componenti positive di un "thriller all'italiana" dallo scorrimento lento ma che non annoia lo spettatore. E questo è già un bel pregio. Incredibilmente azzeccata la figura del commissario e la protagonista (come già detto) è di una bellezza ammaliante.

Herrkinski 14/09/11 02:41 - 6610 commenti

I gusti di Herrkinski

Forse il più famoso giallo di Ercoli, che dà vita ad un mix tutto sommato insolito in cui confluiscono influenze hitchcockiane, echi argentiani (è il periodo), stralci da poliziesco e noir all'inglese. La sceneggiatura di Gastaldi è ben architettata e offre una trama complessa e imprevedibile; fin troppo, tanto che nella seconda metà si rischia di perdere il filo. Ercoli scorda però di dare ritmo alla pellicola (difetto che correggerà nel seguente La morte accarezza a mezzanotte), indugiando in qualche lungaggine. Notevoli Wolff, Scott e Rossi.

Giùan 19/12/11 12:32 - 3669 commenti

I gusti di Giùan

Se non fosse un aggettivo detestabile, delizioso calzerebbe a pennello per sostantivare questo giallo di Ercoli. Ad una prima parte decisamente glamour, in cui a farla da padrona sono le grazie di Nieves Navarro/Scott Susan, segue una seconda metà ricca di colpi di scena, nella quale fondamentale è il contrappunto ironico dei due "segugi" di Scotland Yard, Gentili e Rigaud (nello script di Gastaldi ci mette lo zampino Dino Verde). Ponderate ma ben focalizzate anche le sequenze sanguinolente. Di chiara ispirazione Lenziana, si avvale di un Wolff maiuscolo.
MEMORABILE: L'omino del pesce fresco; L'assasinio truculento della moglie di Mrs Matthews; La lotta finale tra Wolff e "il francesino" Simon Andreu.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Casinista 30/12/11 09:12 - 39 commenti

I gusti di Casinista

Piacevolmente sorpreso da questo thriller del nostrano Luciano Ercoli. La prima parte del film la fa da padrona Susan Scott nei panni di una ammiccante ballerina esibizionista sulle note del pregevole Stelvio Cipriani. Successivamente una matrioska impazzita di false piste si snoda per tutta la durata del film, intervallata da tinte black humor all'inglese da parte del commissario e del suo assistente. Mitica la scena che vede protagonista Luciano Rossi, imparruccato e travestito da donna, combattere con una mano di legno contro Andreu. Consigliabile.

Ronax 4/11/12 02:04 - 1053 commenti

I gusti di Ronax

La repentina uscita di scena della protagonista a solo metà film lascia di stucco lo spettatore, che si vede privato di tanta grazia, ma la storia mantiene un buon ritmo e giunge senza annaspare al pur prevedibile colpo di scena finale. Nettamente superiore al suo successivo clone, il film si avvale di una sceneggiatura ben congegnata, di belle location, di un'ottima fotografia e delle languide musiche di Cipriani. Nieves Navarro, sensualissima, si concede generosamente allo sguardo, nature o avvolta da deliziosi capi di lingerie anni '70.
MEMORABILE: La Navarro che si esibisce nei locali parigini di strip; La brutale uccisione della Lange.

Sabryna 28/01/13 02:46 - 225 commenti

I gusti di Sabryna

Girato un anno prima de La morte accarezza a mezzanotte, questo film di Ercoli risulta pressoché diviso in due blocchi sostanziali: il primo consta di un'atmosfera votata all'erotico/romantico, con sottofondo musicale in tema come era usuale nei '70; nel secondo blocco, poi, il film si riprende con ritmi più veloci (benché comunque cadenzati) e ricchi di suspense, sfociando nel più classico thriller all'italiana, ricco di colpi di scena. Complessivamente l'opera è piuttosto godibile, pur essendo lunga quasi due ore, il che non è poco.

Jdelarge 16/04/13 11:29 - 984 commenti

I gusti di Jdelarge

Non il solito giallo all'italiana. Ercoli riesce a realizzare un film che si muove tra le leggi del thriller argentiano (soprattutto nelle scene degli omicidi) e quelle di una comicità nera tipicamente british (gli investigatori hanno un che di Holmes e Watson). L'inizio può sembrare lento, un po' troppo focalizzato su smancerie varie e sulle nudità della bellissima Susan Scott, ma è tutto funzionale allo sviluppo degli eventi, che è assolutamente fluido col passare dei minuti. Bellissima la scenografia, buona la scelta della location esterna.

Coyote 18/05/13 12:50 - 185 commenti

I gusti di Coyote

Alcuni tra i mille gialli che furono prodotti a cavallo tra gli anni Sessanta e i Settanta si distinguono dagli altri per una maggiore cura nella sceneggiatura, nelle ambientazioni, nella fotografia. È il caso di questo film di Ercoli, più interessato a proporre una trama intricata che a mostrare le nudità della bella protagonista. La storia regge e, una volta tanto, pare che tutti i tasselli del puzzle trovino la loro sistemazione.

Nicola81 29/09/13 11:56 - 2394 commenti

I gusti di Nicola81

Più lo rivedo e più mi piace questo giallo di Ercoli. Il regista, senza possedere la classe di Argento o l'estro di Martino, sforna un prodotto che si distingue dalla media per la cura nelle ambientazioni e la solidità della sceneggiatura (c'è anche la firma di Gastaldi). Forse troppo squilibrio, in termini di ritmo, tra le due parti in cui risulta diviso il film, che decolla sul serio solo dopo l'inattesa uscita di scena della Scott, ma il finale ripaga l'attesa. Buone caratterizzazioni, bella fotografia e pregevoli musiche di Cipriani.
MEMORABILE: L'aggressione sul letto; Il feroce omicidio della Lange; L'ispettore Baxter di Gentili; Il finale.

Beffardo57 6/10/13 22:03 - 262 commenti

I gusti di Beffardo57

Scorrevole prodotto d'annata, relativamente ben congegnato, recitato professionalmente, con un'ambientazione abbastanza credibile; coevo dei primi film di Dario Argento ma lontano dal loro modello e dalla loro originalità. Si lascia vedere quasi piacevolmente; in sostanza un B-movie senza particolari ambizioni: raggiunge lo scopo di essere un semplice intrattenimento, che però funziona. Il modello di riferimento è il giallo british-style, destinato a estinguersi negli anni successivi con la sequela degli imitatori ed epigoni argentiani.

Furetto60 22/11/13 09:39 - 1129 commenti

I gusti di Furetto60

Giallo di qualità, dalla buona interpretazione al colpo di scena finale, dalla sceneggiatura alle ambientazioni (grazioso il paesino inglese). Non mancano inserti sexy-rosa e momenti action, ma la nota caratteristica distintiva è rinvenibile nello humor molto british usato dai due investigatori, che di fatto investigano poco e sono ridotti a macchiette, conferendo al tutto un tono leggero. La Scott è bella e brava e quando esce di scena se ne avverte la mancanza.
MEMORABILE: Il capo ispettore: “Il merito è stato tutto nostro”.

John trent 29/06/14 10:16 - 326 commenti

I gusti di John trent

Ricollegandosi più al giallo alla Martino che a quello argentiano, abbiamo anche qui una misteriosa persecuzione nei confronti della protagonista femminile ma stavolta un geniale colpo di scena la vede escludere dalla storia praticamente a metà film. E da qui in poi cominciano a susseguirsi i delitti, in un continuo crescendo di tensione. Stavolta il movente del killer è di quelli belli concreti (il recupero di alcuni diamanti, frutto di una rapina). Bella e nuda la Scott, ottimo Frank Wolff. Ottima la regia che cerca di confondere il pubblico.
MEMORABILE: Le lenti a contatto colorate; Il rumore dei tacchi alti; Il ghiaccio...

Lythops 12/10/14 17:09 - 981 commenti

I gusti di Lythops

Vagone letto. Un uomo fa appena in tempo a mettere sotto il cuscino la propria pistola che qualcuno bussa chiedendo il suo passaporto. Senza sospettare alcunché (?!?), costui apre la porta e viene freddato. A questo improbabile inizio fanno seguito dialoghi insulsi e banali, una carrellata di personaggi antipatici e una voce dell'assassino quantomeno ridicola. Il film si lascia guardare fino alla fine unicamente perché nella seconda parte qualcosa di apparentemente buono c'è. Buona la prestazione dei doppiatori. Da vedere se proprio si deve.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Faggi 29/01/16 20:00 - 1527 commenti

I gusti di Faggi

Interessante ma non proprio riuscito; cervellotico nella sceneggiatura e latitante di asciuttenza registica. C'è qualcosa di troppo, è mancante di semplicità (che gli avrebbe giovato). Anche la direzione degli attori non convince (o sono proprio alcuni attori a non funzionare?). Bella musica. Buona fotografia. Qualche sequenza é pure azzeccata. Atmosfera così e così, qua riuscita là no. Parti pseudo-comiche inutili. Poco credibili certi snodi dell'intreccio. Finale prevedibile e astruso.

Maik271 4/01/16 16:41 - 436 commenti

I gusti di Maik271

Tutto è giocato sulla intricatissima trama che vuole in tutti i modi sviare lo spettatore dalla verità facendo leva su situazioni spesso inverosimili. Fatto sta che la pellicola non può essere considerata un granché, nonostante un'ottima messa in scena e una valida location. Riusciti i balletti della Scott, molto meno gli omicidi, malamente realizzati.

Markus 19/03/16 09:52 - 3502 commenti

I gusti di Markus

Dai lustri delle paillette, della lingerie e dalle parrucche indossate dalla spogliarellista Susan Scott nei libidinosi night club (il suo fidanzato a fine spettacolo gli regala un complimento: "mi piace quando sei truccata da negra") alla solitaria ambientazione in una costa inglese il passo è breve; così come l'avvento di un misterioso assassino dagli occhi blu e... dal rasoio facile! Thrillerino di buona fattura; con scenografie affascinanti e una vicenda talvolta arzigogolata ma che in definitiva convince per come è posta.

Minitina80 1/09/16 09:00 - 2740 commenti

I gusti di Minitina80

Ercoli ha un buon occhio e concentra gli sforzi esaltando la bellezza dei paesaggi e il gioco di luci negli interni; ne esce un film esteticamente raffinato che sfrutta furbescamente le esibizioni pruriginose e mai volgari della Navarro. Si prende il tempo necessario più per confondere le acque che per costruire una tensione vera e propria, sebbene i colpi di scena non manchino e siano ben assestati. La dovizia nel delineare i particolari e la psicologia dei personaggi è innegabile e malgrado gli anni resta nel complesso un buon giallo.

Samdalmas 9/09/16 15:32 - 302 commenti

I gusti di Samdalmas

Ercoli dirige la bella moglie Nieves Navarro che interpreta Nicole, una donna affascinante e spregiudicata. Da spogliarellista di night-club finisce sulla costa inglese con il ricco amante (Wolff). Nella seconda parte la trama diventa alquanto intricata, puntando sul giallo e il ritmo cala. Non manca una dose di voyeurismo che forse ha ispirato Brian De Palma per "Omicidio a luci rosse".
MEMORABILE: Wolff riprende in Super 8 la Navarro che balla.

Silimone 24/09/16 15:24 - 3 commenti

I gusti di Silimone

Giallo dall'avvio intrigante, che si incarta mettendo sul tavolo troppi elementi. Inizia con un mélange di eros e thriller, virando poi verso il poliziesco alla Scotland Yard, con tanto di siparietti umoristici della coppia detective/allievo. Il finale, non scontato ma anche poco probabile, rimette un po' di ordine. Nella seconda parte latita un po' la componente femminile e che aveva galvanizzato la prima. Belle sia le location che le scene girate in interni. Azzeccate le musiche di Cipriani.

Pessoa 11/06/17 23:02 - 2107 commenti

I gusti di Pessoa

Onesto thriller di Ercoli che si inerpica su una storia piuttosto arzigogolata (che comunque si segue senza troppa fatica). La fattura risente di qualche lungaggine evitabile e di una regia non sempre impeccabile, ma la tensione resta sempre piuttosto alta e tutto sommato può essere considerato un prodotto in media con gli altri film di genere dello stesso periodo. La Navarro ci mette anima e corpo e alla fine risulta essere la migliore del cast, in cui mi sono piaciuti anche Gentili ispettore flemmatico e Luciano Rossi. Si può guardare.

Rufus68 7/09/18 22:51 - 3542 commenti

I gusti di Rufus68

Se avesse retto il ritmo erotico-bamboleggiante della prima parte (con la solita Navarro sugli scudi) avremmo avuto un bel giallo vintage. Purtroppo il secondo tempo arranca assai e il finale, a parte la rivelazione, si perde in spiegazioni ponderose e in un ulteriore colpetto di scena condito da prosaici sganassoni. Bravo Wolff, come sempre. Gli affezionati del genere e dei tempi non rimarranno, tuttavia, delusi.

Ira72 14/08/18 14:47 - 1168 commenti

I gusti di Ira72

Nulla di eclatante. Eppure. Certe pellicole sono come il vino: con il tempo migliorano. C’è l’erotismo quasi impacciato dell’epoca, così naïf. E ci sono gli omicidi che, forse, ai tempi potevano anche sembrare efferati, ma che oggi fanno sorridere. Con nostalgia. Infine c’è la Navarro, icona del genere, che già da sola, più nuda che vestita, fa il film. Nel complesso gradevole con leggerezza, senza troppe pretese. Certo, siamo lontani dai lavori argentiani, baviani e fulciani. Ma permane, comunque, un piacevole allure.

Lavrenti 22/08/19 15:57 - 11 commenti

I gusti di Lavrenti

Ritenuta a conoscenza del nascondiglio di un cospicuo numero di diamanti frutto di una rapina, giovane spogliarellista finisce uccisa. Malriuscito tentativo di thriller italico dove il thriller si perde tutto nei nudi della Scott (nella prima parte) e poi nella ricerca compulsiva del colpo di scena nella seconda. La suspense non alberga da queste parti. Attori sottotono e irritanti siparietti pseudo-british tra ispettore e assistente.

NELLO STESSO GENERE PUOI TROVARE ANCHE...

Berto88fi 18/04/20 13:08 - 211 commenti

I gusti di Berto88fi

Mediocre opera di Ercoli, un po' giallo e un po' thriller, ma la tensione è totalmente assente. Gli sviluppi, farraginosi e forzati, arrancano cercando di distogliere l'attenzione dello spettatore dalla verità e gli irritanti sketch umoristici non alzano certamente l'asticella. Il film desta interesse nelle singole scene d'omicidio e nell'ultimo quarto d'ora; troppo poco, nonostante la presenza della bella e brava Susan Scott.

Victorvega 26/03/20 00:20 - 458 commenti

I gusti di Victorvega

Talmente macchinoso che si perde il filo, questo thriller di Ercoli che dimentica ritmo e tensione per tessere una trama fitta fitta eppure molto ben congegnata. Menzione particolare per la Navarro, all'epoca in particolare forma che qui non esita a mostrarsi. Belle anche le ambientazioni finto francesi e inglesi ma in realtà spagnole. Punto debole i momenti tra ispettore e assistente, con quest'ultimo che non brilla per simpatia. Complicatissimo ma valido.

Manfrin 27/03/20 15:35 - 351 commenti

I gusti di Manfrin

E' diviso praticamente in due parti: nella prima è un film al limite dell'erotico, con l'esposizione in tutte le pose da parte di Ercoli della bella moglie Navarro, interprete perfetta di una spogliarellista. Diventa poi un giallo molto interessante e ben congegnato e con un azzeccato utilizzo della location principale. Bravo Gentili nella figura dell'ispettore Baxter.

Zender 29/01/21 10:08 - 298 commenti

I gusti di Zender

Parte deciso come uno spot alle qualità fisiche della Navarro e così prosegue per un po', poi finalmente s'accorge di voler essere un giallo e prende a far scattare le lame. Dominato dallo sguardo variamente interpretabile di un eccellente Wolff, il film trova sede definitiva sulla verde costa inglese e nell'ultima mezz'ora lascia esplodere una girandola di colpi di scena che d'improvviso t'impegnano facendosi apprezzare per l'ingegnosità e lasciandoti col cervello ingombro ma anche col sorriso di chi alla fine almeno il cortocircuito giallo l'ha capito.

Teddy 2/04/22 14:32 - 178 commenti

I gusti di Teddy

Un filo conduttore che unisce più elementi annodati fra loro. Un reotomo che serve ad aprire e chiudere un circuito di violenza più decorativa che narrativa. Il film di Ercoli è proprio come un macchinario elettronico: si accende e si spegne a intermittenza, toglie luce alla logica e alla verosimiglianza ma irradia elementi preziosi, disattesi e brillantemente metaforici. Pregevole fotografia di Fernando Arribas, enigmatica e seducente Susan Scott.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Zender • 17/11/10 18:35
    Pianificazione e progetti - 45714 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Anch'io trovo la cosa interessante, bravo Funesto.
    Una considerazione: entrambi i film hanno tra i soggettisti Ernesto Gastaldi, sarà per questo che hanno così tante cose in comune?

    Beh, direi che non può essere un caso: sarà lui che se ne sarà uscito con l'idea gabellandola per originale :)
    Comunque dei due è senz'altro uscito molto prima la signora Wardh, per cui è la morte, che copia...

    LO STRANO VIZIO DELLA SIGNORA WARDH: v.c. n. 57415 del 23.12.70
    al cinema: 15 gennaio 1971
    LA MORTE CAMMINA COI TACCHI ALTI: v.c. n. 59026 del 06.10.71
    al cinema: 19 novembre 1971
  • Discussione Funesto • 17/11/10 18:58
    Fotocopista - 1417 interventi
    Caesars ebbe a dire:
    Anch'io trovo la cosa interessante, bravo Funesto.
    Una considerazione: entrambi i film hanno tra i soggettisti Ernesto Gastaldi, sarà per questo che hanno così tante cose in comune?


    Grazie! Lo segnalo nelle curiosità!
    La cosa sta diventando seria qui...
  • Musiche Ciavazzaro • 25/02/11 20:53
    Scrivano - 5618 interventi
    Il bellissimo tema musicale del film:

    http://www.youtube.com/watch?v=TeX2WEjH5tY
  • Discussione Fauno • 19/11/11 10:46
    Compilatore d’emergenza - 2638 interventi
    Volevo aggiungere qualche considerazione molto personale riguardo allo stile di Ercoli, che definisco composito, visto che in 550 battute è difficile rendere l'idea...

    Sarà stato per il fatto di avere Nieves Navarro a fianco non solo nel lavoro, come attrice, ma anche nella vita, come moglie, che ha permesso a Ercoli di valutare con tutto il tempo necessario allo scopo le sue qualità e i suoi limiti per imperniare e costruire su di lei dei thriller con caratteristiche molto particolari: all'occorrenza del sangue ce n'è, anche se non a livello splatter, ma che dire dei personaggi grotteschi e primitivi, delle scazzottate da cambiarsi i connotati, degli incidenti sparsi dovunque, dei personaggi più strani dalla vita strampalata, dell'ambientazioni in capitali nelle quali non c'è soltanto il vizio, ma c'è di tutto e di più? della comicità quasi salace che si spinge fino all'autoironia? Tutte componenti di questi tre film in particolare e di Ercoli in generale, ma come mia personalissima opinione niente è dovuto al caso...Tutto è stato studiato a puntino per le qualità eccelse di Nieves, che comprendono un fisico quasi perfetto, la sua capacità di contorcersi come le belve più agili e affascinanti, il suo savoir faire inarrivabile e la sua duttilità estrema. Io lo dico dopo aver visto una decina di volte almeno ogni suo film, ma mi sono anche reso conto che molti altri cinefili sono stati a loro volta colpiti da così tante componenti, esplicitate a fondo o anche solo rasentate, ma che comunque hanno inciso nella visione, e alla fine ne sono stati quasi inconsapevolmente deliziati...Dico inconsapevolmente perchè se c'è stato un regista massacrato dalle critiche dei palinsesti questo è stato Ercoli, ma col tempo e con la paglia è stato molto rivalutato e apprezzato fino a raggiungere la considerazione che merita nel panorama del cinema e nel genere thriller di quell'epoca. E questo non può che farmi un immenso piacere... FAUNO.
  • Homevideo Xtron • 14/05/12 10:17
    Servizio caffè - 1985 interventi
    Il dvd Noshame ha una durata di 1h43m23s

    Ultima modifica: 14/05/12 15:21 da Zender
  • Discussione Kaciaro • 26/03/20 15:47
    Galoppino - 495 interventi
    la SCOTT in questo film e' di una bellezza allucinate toglie il fiato....
  • Discussione Il Dandi • 26/03/20 16:35
    Formatore stagisti - 1492 interventi
    La versione che circola sulle reti Mediaset (Iris, Cine 34) è tagliata.
  • Discussione Buiomega71 • 26/03/20 16:50
    Pianificazione e progetti - 23913 interventi
    Il Dandi ebbe a dire:
    La versione che circola sulle reti Mediaset (Iris, Cine 34) è tagliata.

    Stesso master Rete 4 quindi...
  • Discussione Il Dandi • 26/03/20 17:36
    Formatore stagisti - 1492 interventi
    Buiomega71 ebbe a dire:
    Il Dandi ebbe a dire:
    La versione che circola sulle reti Mediaset (Iris, Cine 34) è tagliata.

    Stesso master Rete 4 quindi...


    Credo di sì. Per l'esattezza mancano:

    - Operazione sulla retina del cieco (circa 30 secondi)

    - Andreu ubriaco che vomita dalla finestra sulla testa di un poliziotto (6 secondi)

    - Parte del celebre omicidio della Lange con coltello (accorciato di circa 11 secondi)



    Non arriviamo neanche a un minuto di tagli quindi, ma tutti su scene madri o memorabili.
    Ultima modifica: 26/03/20 17:37 da Il Dandi
  • Discussione Dusso • 23/01/22 08:00
    Archivista in seconda - 1677 interventi
    A me la ragazza ad inizio film nel night (screen dal blu ray arrow) sembra proprio una non accreditata Daniela Giordano (che poi ho letto che questa segnalazione era già presente in un altro forum):

    [url=https://postimg.cc/MnXDqHLm][img]https://i.postimg.cc/vZtS76Lk/1642920380634.jpg[/img][/url]
    [url=https://postimg.cc/yJmSHz7T][img]https://i.postimg.cc/nL5KqH5N/1642920380656.jpg[/img][/url]
    [url=https://postimg.cc/Z9CrtQC7][img]https://i.postimg.cc/KY5QLSF2/1642920380671.jpg[/img][/url]