LE LOCATION

I COMMENTI

TITOLO INSERITO IL GIORNO 17/04/07 DAL BENEMERITO IL GOBBO
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

Il Gobbo 17/04/07 13:28 - 3011 commenti

I gusti di Il Gobbo

Lovelock coniugato Fenech tuttavia non riesce a consumare, per la disperazione dello zio Montagnani che le studia tutte. Nonostante l'inverosimiglianza dell'assunto di partenza il film si segnala per l'epica performance di Montagnani (forse solo in Dove vai se il vizietto non ce l'hai riuscirà a superarsi), con pesante accento meneghino e lancia perennemente in resta (vedi scena con la Giorgelli), e per la vacanza della Baker dai gialli lenziani e dintorni. Sfrontato, a suo modo liberatorio (quasi più oggi che ieri) antidoto alle fiction Raiset.

Homesick 6/08/07 18:43 - 5737 commenti

I gusti di Homesick

Gustosa commedia sessual-coniugale, testimonianza di un cinema eclettico, senza barriere e senza pregiudizi: qui infatti troviamo una Baker con accento brianzolo e uno scatenato Montagani con le sue consuete invenzioni lessicali accanto alla "coppia in bianco" Lovelock-Fenech e quella "al pepe" Gammino-Barnes.

Undying 2/01/08 20:03 - 3828 commenti

I gusti di Undying

Ovvio che nessuno ci crede: come mai potrà, la bella mogliettina del titolo, aver preservato la sua "dote"? L'ironia viene offuscata dalle belle presenze sceniche, sia femminili (la Fenech e la Baker, quest'ultima pur in avanzata età) sia maschili (Lovelock). Montagnani è alla sua massima forma ed il bravo Gammino (una delle migliori voci di doppiatore italiano) sostiene dignitosamente la parte. Un film da vedere in relax, senza porsi troppi patemi e senza volere trovare il classico "capello". Più erotico, comunque, che comico.

Lovejoy 21/05/08 16:15 - 1824 commenti

I gusti di Lovejoy

Discreta commedia del filone sexy che vede impegnati, per l'ennesima volta, la coppia Fenech/Montagnani. Lei è sempre splendida, raggiante e anche brava. Lui si riconferma, una volta di più, un mostro di bravura, impagabile. Il film comunque è quello che è. Si ride, ma si poteva di certo fare di più. Sopratutto in cabina di regia, del tutto anonima.

Vstringer 9/11/09 21:55 - 349 commenti

I gusti di Vstringer

Coppia Montagnani-Fenech come nel coevo Il vizio di famiglia e ottimi risultati anche per questa commedia erotica in linea con i trend di liberazione sessuale del decennio, zeppa di presenze femminili (anche Maria Rosaria Riuzzi nel ruolo della servetta) e sorretta da una sceneggiatura dignitosissima per il genere. Montagnani è comunque il mattatore assoluto, laddove i più "seri" Lovelock e Baker rendono sufficientemente credibile l'intreccio. Regia un po' povera.

Shannon 3/08/10 17:16 - 72 commenti

I gusti di Shannon

Giovannino e Valentina ritornano dal viaggio di nozze senza aver consumato il matrimonio a causa di un complesso psicologico che blocca il fresco sposo. Dopo innumerevoli tentativi andati a vuoto, sarà la suocera a trovare la soluzione del problema. Commedia divertente solo a tratti, grazie soprattutto ad un Montagnani al top, come sempre irresistibilmente attratto dalle grazie del personale di servizio. Si può vedere ma non rientra sicuramente fra le pietre miliari del genere.
MEMORABILE: Montagnani, ovviamente: "No, niente complessi, io suono da solo... il piffero: sono il Severino Gazzelloni della spingardata!" (a Carroll Baker)

Deepred89 10/03/11 23:45 - 3385 commenti

I gusti di Deepred89

Commedia sexy più spinta del solito (numerosi accoppiamenti e svariati nudi integrali, tra cui due, fugaci, della Fenech) ma incapace di elevarsi al di sopra della mediocrità a causa di una trama assolutamente statica, con l'intero film che gira intorno allo spunto iniziale (neomarito impotente a causa del complesso di Edipo, che novità!), senza particolari evoluzioni. C'è comunque da dire che la regia, per quanto effettistica, è ben ritmata e che il ricco cast funziona integralmente. Colonna sonora di Trovajoli, con title-track spassosissima.

B. Legnani 18/09/11 00:49 - 4932 commenti

I gusti di B. Legnani

Molto scarso. Ancor più che grossolano, è risaputo (servette disponibili, siciliani focosi e suocere compiacenti). Non si aveva una chiara idea della Lombardia, visto che si fanno dialoghi in milanese, ambientando il tutto (conclamatamente!) in provincia di Brescia, della quale si vede e rivede il lago d'Iseo, Montisola compresa! Il salvabile è costituito dalla verve di Montagnani e dalla classe della Baker. Pure la Fenech incide meno che altrove. Sorprendente citazione (le forbici enormi) de Il prigioniero del terrore.

Herrkinski 1/07/12 02:26 - 5770 commenti

I gusti di Herrkinski

Il film è davvero poca cosa, una commediaccia sexy poco originale e molto ripetitiva in riguardo all'assunto di base; a tenere in piedi la baracca ci pensano ovviamente i numerosi nudi delle procaci attrici, scene sexy abbastanza spinte per l'epoca e soprattutto la notevole prova di Montagnani, che con pesante accento milanese inanella moltissimi giochi di parole e doppi sensi veramente spassosi. Certo, la qualità dei dialoghi è a dir poco volgare, ma talvolta è davvero impossibile non farsi scappare una risata. Mediocre, ma si salva per Renzo.

Stefania 29/10/12 22:09 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Della (lunga) serie "purché tutto resti in famiglia", questa commedia è tra le meno divertenti e, stranamente, tra le meno piccanti, nonostante la sovraesposizione di nudi femminili: sono le situazioni ad essere poco stuzzicanti, è la trama ad essere monotona. Quante volte è possibile proporre la stessa gag, carina quanto si vuole, di Montagnani castiga-femmine senza annoiare? Eppure è tutto lì, one man's show di Montagnani, Lovelock moscio (in ogni senso), la Fenech madonnina infilzata, la Baker sciattissima come tutto l'insieme, filmato e assemblato senza fantasia. E senza malizia: che noia!
MEMORABILE: Il tentato amplesso di Gammino con la servetta nella dispensa in mezzo a salsicce e salami... che trovata!

Michele Gammino HA RECITATO ANCHE IN...

Jurgen77 27/12/12 15:21 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Pruriginosa commedia sexy all'italiana. In stato di grazia una splendida Fenech e l'esilarante Montagnani. Tematiche "scottanti" affrontate con doppi sensi e senza eccessiva volgarità. Buona carrellata di altre nude starlette dell'epoca. Chiaramente pellicola da visionare senza troppe pretese e pseudo considerazioni filosofico morali!

Rogerone 13/02/13 17:59 - 55 commenti

I gusti di Rogerone

Una delle migliori commediacce sexy del periodo. Sarei tentato di dargli **! e veramente per poco non ci arriva. Il film scivola via liscio, divertente, molto spinto (tante scene piccanti e di nudo, ma mai volgarissime) con uno straordinario mattatore: un Renzo Montagnani sensazionale. Ma anche il resto del cast sfoggia una discreta prova, Lovelock sopratutto. I dialoghi sono azzeccati, i doppi sensi gustosissimi; finale gradevole. Il soggetto è il solito, ma il film è guardabilissimo.

Trivex 2/01/14 14:00 - 1560 commenti

I gusti di Trivex

Divertente e spintarello quanto basta grazie al "funzionante" (in tutti i sensi) Montagnani e alla bellissima e brava Fenech (succube di madre, ma col punto fermo); poi c'è pure Carrol Baker, insospettabilmente efficace nella parte e per finire quello che "non funziona" (grande Ray, un mito). Anche morbosetta, la storia; con un finale che in parte si capisce da una delle prime scene e per l'altro verso affonda ancor più nel torbido (relativamente, s'intende!).

Nando 31/08/17 15:21 - 3553 commenti

I gusti di Nando

Tipica commedia erotica italiana anni 70 in cui emergono le figure della moglie vogliosa e il marito impotente. Trama impreziosita dalla verve di Montagnani e da altri caratteristi, nonostante lo sviluppo narrativo tenda allo scontato. La Fenech è sempre lei mentre Lovelock è monoespressivo. Nel complesso dignitoso ma poco originale, anche se l'evidenziazione del perbenismo di facciata si nota.

Il Dandi 25/03/19 00:38 - 1917 commenti

I gusti di Il Dandi

Farsa pruriginosa con un canovaccio di quelli in cui si recita a soggetto: sulla scena stavolta abbiamo una Fenech insoddisfatta come da titolo, un Lovelock sposino impotente, una Baker suocera piacente e zio Montagnani solito galletto ruspante, mentre nelle seconde file mugugnano hippy francesi, erotomani siculi e ninfomani tedesche. Né il migliore né il peggiore esempio del genere ma il paradigma di un cinema né davvero comico né davvero erotico, che aveva una sua funzione (sia commerciale che sociale) solo prima dell’avvento del porno.
MEMORABILE: Il riferimento al chirurgo Barnard, autore del primo trapianto di cuore della storia: "Quello è un genio, magari trapianta anche i coglioni!"

Markus 11/04/20 17:35 - 3409 commenti

I gusti di Markus

Commedia del filone sexy casereccio che le mani esperte di Girolami trattano con la quasi dovuta volgarità che quel tipo di cinema allora imponeva. Una sessualità gratuita e volgare sparsa per tutto l'arco di questa farsa che nemmeno la professionalità di Montagnani riesce a risollevare. Sveltine tra sacchi di farina e tedeschine per casa che si concedono a provocatorie frizioni post bagno; in tutto questo marasma c'è una paradossale vicenda d'impotenza dal fiato cortissimo che par proprio un mero collante per situazioni pretestuose.

Il ferrini 7/12/20 11:06 - 1828 commenti

I gusti di Il ferrini

Sceneggiatura davvero misera, che si basa su un'unica idea e neanche particolarmente originale. Ci ritroviamo dunque ad assistere a una serie infinita di tentativi d'accoppiamento che puntualmente falliscono - da cui il titolo - causa il di lui complesso edipico. Il soggetto in questione è uno sbiadito Ray Lovelock, che non crede minimamente in quello che sta facendo (e c'è da capirlo), soprattutto perché ha di fronte una Fenech in forma a dir poco smagliante. L'unico a salvarsi è Montagnani, tremendamente volgare ma almeno credibile. Pessimo.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione Undying • 3/09/09 16:14
    Scrivano - 7616 interventi
    Come moderatore io sì.
    Ma ti assicuro che non mi passerebbe mai per la testa l'idea di rimuovere un tuo intervento, tantomeno quello di altri senza avere l'autorizzazione da parte dell'interessato.
    Ultima modifica: 3/09/09 16:15 da Undying
  • Discussione R.f.e. • 3/09/09 16:16
    Call center Davinotti - 853 interventi
    Boh... Allora vado a rimetterla nel settore curiosità...
    Ultima modifica: 3/09/09 16:26 da R.f.e.
  • Discussione Undying • 3/09/09 16:18
    Scrivano - 7616 interventi
    R.f.e. ebbe a dire:
    Boh... Allora vado arimetterla nel settore curiosità...

    Anche a me è capitata una cosa simile: poi mi sono accorto che avevo scritto una curiosità in un altro punto del forum e realtiva ad un altro film.

    Può capitare, visto che sono migliaia i film nel database.

    Prova a ricordare e vedrai che la curiosità che hai inserito è, sicuramente, sotto la scheda di un altro film.
  • Discussione Zender • 3/09/09 16:30
    Consigliere - 44539 interventi
    Confermo. Si cancella solo se è proprio grave la cosa, e ovviamente non era il caso di quella curiosità. Confermo quel che dice Undying: attualmente siamo sopra le 17.000 schede, confondersi è abbastanza facile. I moderatori, ad ogni modo, se cancellano, lo fanno avvisando che l'hanno fatto.
  • Discussione Undying • 3/09/09 16:31
    Scrivano - 7616 interventi
    R.f.e. ebbe a dire nella SEZIONE CURIOSITA':
    Fatto curioso: in questo film - doppiaggio a cura della C.D. - Ray Lovelock è doppiato da Renato Izzo (che presumibilmente ne è anche il direttore di doppiaggio, sebbene non potrei certo metterci la mano sul fuoco...) e la Fenech dalla figlia, Rossella Izzo!

    In realtà non c'è nulla di strano. Mi ricordo che accadde anche in Manhattan di Woody Allen, dove Woody era doppiato dal solito Oreste Lionello e la Hemingway dalla figlia, Cristiana Lionello.

    Inoltre, nel film compare l'attore Antonio Guidi, nel ruolo di un avvocato, e ovviamente si doppia da sé.


    Mi sono messo alla ricerca del tuo ipotetico inserimento, ma non lo trovo.
    Fammi sapere, se riesci a ricordare, a cosa ti riferisci: vorrei fosse chiaro che QUI non è stato rimosso nulla, almeno da parte mia e, sono più che sicuro, di Zender.

    P.s.
    ribadisco che stai apportando un significativo contributo al Davinotti: grazie all'inserimento di preziose informazioni sul doppiaggio e molto altro...
    Ultima modifica: 3/09/09 16:32 da Undying
  • Discussione R.f.e. • 3/09/09 16:38
    Call center Davinotti - 853 interventi
    Si, si, tutto chiaro. Non lo trovi perché rimasero solo le prime parole, per questo potei essere sicuro che l'intervento era "sparito". Allora ELIMINAI con l'apposita funzione "elimina" quelle tre frasi senza senso che rimanevano, dalla sezione Curiosità, e venni qui nella sezione Discussione Generale per chiedervi lumi. Poi, come ben sai, l'ho riscritto ex-novo nella sezione Curiosità. Tutto qui. Ma forse l'avevo "parzialmente" cancellato io per sbaglio uscendo dalla funzione...
    Ultima modifica: 3/09/09 16:39 da R.f.e.
  • Curiosità B. Legnani • 20/09/11 01:44
    Consigliere - 14222 interventi
    Lovelock che brandice le grandi forbici è una citazione da IL PRIGIONIERO DEL TERRORE (1944), di Fritz Lang.
  • Homevideo Rogerone • 22/12/13 15:31
    Galoppino - 178 interventi
    Anche questo titolo non è (ancora) mai stato editato in dvd. Nel frattempo ho registrato la versione passata ieri su Iris.

    Durata effettiva al netto di pubblicità e con titoli di coda completi inclusi è precisamente : 91m 6s

    Ho notato un paio di passaggi sospetti, uno netto con un salto di musica lampante. E' cut, ma non credo di molto (la sensazione è che sia sforbiciato di qualche fotogramma), anche se diverse fonti lo danno a 99'/100'...

    chi è che possiede la VHS integra?
    Ultima modifica: 22/12/13 15:31 da Rogerone
  • Homevideo Deepred89 • 22/12/13 18:22
    Comunicazione esterna - 1439 interventi
    Io dovrei avere la versione uncut presa dal satellite. COntrollo e poi ti faccio sapere.
  • Homevideo Geppo • 8/03/20 22:21
    Addetto riparazione hardware - 4209 interventi
    La fascetta della rara VHS del film "La moglie vergine" etichetta SSV Star Video, direttamente dalla Geppo Collection.
    Edizione uncut (durata effettiva: 01h34m53s).

    Ultima modifica: 9/03/20 08:02 da Zender