Volti del cinema italiano nel cast VOLTI ITALIANI NEL CAST Volti del cinema italiano nel cast

LE LOCATIONCineprospettive

L'IMPRESSIONE DI MMJ

Clicca qui per leggere il papiro di Marcel M.J. Davinotti Jr.
TITOLO INSERITO IL GIORNO 13/04/07 DAL BENEMERITO B. LEGNANI POI DAVINOTTATO IL GIORNO 13/11/08
Clicca sul nome dei commentatori per leggere la loro dissertazione
ORDINA COMMENTI PER: BENIAMINI GERARCHIA DATA

B. Legnani 14/04/07 01:04 - 5173 commenti

I gusti di B. Legnani

Un Dino Risi minore. Era il periodo dei preti che lasciavano la tonaca per sposarsi ed il cinema italiano vi prestò attenzione, con una serie di film dall'eterogeneo grado di serietà. Questo aveva molte carte per funzionare al meglio, invece non ce la fa. I due divi non paiono convinti, cosicché il migliore del cast finisce con l'essere Giuseppe Maffioli, bravissimo quando incontra Mastroianni e inizialmente finge che la sua vita da spretato vada bene, per poi confessare la verità. Ma, in definitiva, si sorride poco e poco si riflette.

Gugly 2/02/08 17:49 - 1054 commenti

I gusti di Gugly

Film simpatico di ambientazione padovana, con una Loren molto bella e i cui vestitini Anni Settanta danno un'aria simpaticamente kitsch; meno a suo agio Mastroianni (deve anche scimmiottare l'accento veneto) che tuttavia nella parte finale si riscatta, dando al personaggio quella meschinità che è la zampata del regista, a mio avviso un bel monito per chi considera la pellicola un film minore, da non tenere in grande considerazione.

Galbo 25/07/08 06:47 - 11855 commenti

I gusti di Galbo

Diretta da Dino Risi, non è tra le sue opere più riuscite. Lo spunto di partenza, piuttosto originale e indovinato, non viene appieno sfruttato da una sceneggiatura che sembra scritta con poco coraggio (forse per non urtare troppo le gerarchie cattoliche su un tema scottante tutt'oggi come quello del celibato sui preti). I due attori principali (Mastroianni e la Loren) funzionano meno bene come coppia che in altre occasioni, probabilmente a causa di personaggi non nelle loro corde.

Markus 10/08/08 20:56 - 3502 commenti

I gusti di Markus

Commedia dal tono sentimentale, tipica di Dino Risi, che si avvale della collaudatissima accoppiata Loren-Mastroianni. Una donna affranta ma bella e un prete affascinante: un'amore impossibile e scandaloso il loro, specie per l'italietta provinciale dell'epoca. Risi riesce a captare la giusta chiave di lettura, senza cadere nel macchiettismo (il pericolo era quello, visto l'argomento) ma senza nemmeno farci rinunciare alle italianità che, seppur forzate, divertono.

Matalo! 19/09/08 13:55 - 1371 commenti

I gusti di Matalo!

Mediocrissimo escamotage per ripresentare due amati divi, qui nel ruolo di macchiette (Mstroianni prete veneto un po' rinco, Loren maliarda con fastidiosissime pose da signora con molletta al naso). Un film truffaldino salvato in parte dalla gustosa apparizione di Gino Cavalieri; si fa credere di trattare una problematica seria per veicolare lo spettatore in un divismo di recupero.

Stefania 13/12/09 20:43 - 1600 commenti

I gusti di Stefania

Parte molto bene, con una trovata azzeccata, che immediatamente ci svela il carattere dei personaggi e ci mette in sintonia con le loro fragilità. Poi, la storia perde vigore, diventa meccanica e prevedibile, invece di graffiare butta sul patetico. Mastroianni è indubbiamente bravo, la Loren troppo smagliante e altera per il ruolo. Nell'insieme, un film costruito senza guizzi, e perciò dimenticabile.

Pessoa 13/02/17 21:39 - 2107 commenti

I gusti di Pessoa

Gradevole commedia di costume di Risi che riprende a suo modo l'eterna diatriba sul celibato dei preti. Nonostante la destinazione finale del film (il grande pubblico) non mancano alcune trovate satiriche decisamente pungenti, anche se quando si tratta di affondare la lama il regista ritrae il braccio. Una splendida Loren e un Mastroianni ambiguo ed efficace confortano gli occhi e l'intelligenza del pubblico, mentre il resto del cast risponde bene alle sollecitazioni di un Risi decisamente in forma. Si lascia guardare con molto piacere.
MEMORABILE: L'inseguimento iniziale; La visita di Mastroianni a casa di Maffioli; Un grande Pippo Starnazza.

Lythops 24/10/14 21:10 - 982 commenti

I gusti di Lythops

Commedia dal titolo provocatorio per quegli anni raccontata con semplicità e garanzia di successo di pubblico offerto da due attori importanti in grado di sostenere agevolmente i differenti registri richiesti (soprattutto la Loren). Film forse troppo bistrattato dalla critica, ha il pregio di porre con garbo, ironia e verità il problema allora (e non solo) delicato del celibato dei preti con una sceneggiatura attenta ai particolari oltre le solite battute e situazioni comiche. Non a caso i momenti migliori sono quelli drammatici.
MEMORABILE: Il dialogo tra Mastroianni e il tombinista.

Jurgen77 9/03/16 08:53 - 630 commenti

I gusti di Jurgen77

Commedia di Risi di discreta fattura, che tratta il tema "scottante" dei preti che abbandonano i voti di fronte all'amore per una donna (o forse per desiderio carnale). Una Loren nel pieno del suo splendore ammicca, tenta, pizzica, il "povero" e pudico prete interpretato da Mastroianni. Con due pezzi da novanta come attori il film non poteva che uscire di ottima fattura...

Alex75 26/09/17 09:42 - 773 commenti

I gusti di Alex75

Risi tratta con acume il tema del celibato dei preti (e, più in generale, quello di un’istituzione che si rinnova con grande lentezza), fondendo notazioni di costume, intermezzi sentimentali, satira e commedia degli equivoci in un film il cui punto di forza sono i dialoghi e le belle ambientazioni venete. I due protagonisti, pur non del tutto impeccabili nei cambi di registro imposti dal copione, sono comunque una garanzia. Notevoli le sanguigne caratterizzazioni di Maffioli e Starnazza.
MEMORABILE: L’inseguimento iniziale; La visita di Mastroianni a casa di Maffioli; Il dialogo col tombinista; L’amaro e spiazzante finale.

Dino Risi HA DIRETTO ANCHE...

Paulaster 18/01/22 09:28 - 3603 commenti

I gusti di Paulaster

Donna sull'orlo del suicidio chiama il telefono amico. In un periodo di preti che vogliono spretarsi la sceneggiatura non cerca provocazioni e la mette sul sentimentale. Nella seconda parte la questione è più seriosa in quanto le compagini esterne (clero, famiglia) danno la loro interpretazione della vicenda. La chiusura potrebbe aver fatto piacere alla Chiesa, anche se l'argomento è scomodo. Mastroianni riesce ad essere misurato nel colorito contesto padovano, la Loren mostra le gambe e una freschezza non seducente.
MEMORABILE: Il primo bacio; L'ex prete che ammette i problemi; La nomina a monsignore.
Per inserire un commento devi loggarti. Se non hai accesso al sito è necessario prima effettuare la registrazione.

In questo spazio sono elencati gli ultimi 12 post scritti nei diversi forum appartenenti a questo stesso film.


  • Discussione B. Legnani • 11/08/08 01:29
    Consigliere - 14562 interventi
    Markus, hai inserito un doppione. Per favore metti il tuo giudizio nella scheda già esistente (questa).
    Zender poi eliminerà il doppione.
    Ciao.
  • Discussione Zender • 11/08/08 08:07
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    Penso a tutto io, nessun problema. Non serve fare niente, Markus.
  • Discussione B. Legnani • 11/08/08 10:07
    Consigliere - 14562 interventi
    Zender ebbe a dire:
    Penso a tutto io, nessun problema. Non serve fare niente, Markus.

    OK!
    Quale abbiamo detto che era la pena corporale per chi mette i doppioni?
  • Discussione Zender • 11/08/08 12:09
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    10 scudisciate, alzate a 12 se il colpevole è un Fondatore. Markus mi aveva comunque preventivamente avvisato dell'errore via mail quindi scenderà a 5/6.
  • Discussione Markus • 11/08/08 13:16
    Scrivano - 4811 interventi
    come ha detto Zender, lo avevo già avvisato.
    Ok, vada per 6 colpi di scudiscio sulla schiena, poi Legnani, cospargerà il sale sulle ferite aperte...ahia...
  • Discussione Manfrin • 5/08/11 08:52
    Servizio caffè - 492 interventi
    Travis ebbe a dire:
    Manfrin ebbe a dire:
    La casa dei genitori del prete (Mastroianni),probabile delta del Po.
    Chissà se questo posto,in un posto come questo,ha resistito per oltre quarant'anni



    A parte qualche lieve modifica per il resto il casone è tale e quale ad allora:



    Casone delle Sacche nella Valle Millecampi presso Passo della Fogolana (Codevigo, Padova)
    45°16'1.29"N 12° 9'7.10"E
    Foto: http://www.comune.codevigo.pd.it/

    oppure

    http://maps.google.it/maps?q=45%C2%B016'1.29%22N+12%C2%B0+9'7.10%22E&ie=UTF8&ll=45.266687,12.151845&spn=0,0.010943&oe=UTF-8&gl=it&z=17&layer=c&cbll=45.266687,12.151845&cbp=12,0,,0,0&photoid=po-12190261


    Grande Travis,bel ritrovamento e mi fa anche piacere che un gioiellino come questo in effetti abbia resistito e sia stato ben conservato!
  • Musiche Lucius • 14/06/12 21:06
    Scrivano - 8808 interventi
    Direttamente dalla prestigiosa collezione Lucius, il 45 giri originale:

    Ultima modifica: 15/06/12 07:41 da Zender
  • Musiche Alex75 • 28/12/17 17:12
    Call center Davinotti - 668 interventi
    "Goin' out of my head", cantata da Frank Sinatra, è un brano del 1964 scritto da Teddy Randazzo e Bobby Weinstein. "The Voice" la incise nel 1969.
    https://www.youtube.com/watch?v=Mqdp5xnbxKw

    Da notare la presenza di due successi del Festival di Sanremo del 1970: "[i]La prima cosa bella[/i]", di Nicola di Bari, cantata dal musicista ambulante al ristorante, e "[i]Io mi fermo qui[/i]" (lanciata dai Dik Dik insieme a Donatello).
  • Curiosità Zender • 10/05/21 16:47
    Pianificazione e progetti - 45721 interventi
    Dalla collezione "Sorprese d'epoca Zender" il flano del film:

    [img size=424]https://www.davinotti.com/images/fbfiles/images57/lamogliedelprete.jpg[/img]